Rinuncia al ruolo docente: conseguenze, come funziona

scuola, docenti, maestre, insegnanti

Gli USR hanno avviato le operazioni per le immissioni in ruolo dei docenti. In caso di rinuncia quali sono le conseguenze?

In questa guida utile ti spieghiamo in maniera semplice e chiara quali sono gli effetti della rinuncia al ruolo di docente e come funziona.

RINUNCIA IMMISSIONI IN RUOLO DOCENTI

Con il nuovo decreto MIUR per le immissioni in ruolo dei docenti, il Ministero dell’Istruzione ha autorizzato la copertura di 94.130 posti per l’a.s. 2022/2023 (da questa pagina potete scaricare le tabelle con i posti disponibili per ciascuna regione). La procedura per le nomine in ruolo è informatizzata ed è articolata in due fasi, la prima per la scelta della provincia e della classe di concorso/tipologia di posto di preferenza e la seconda per scegliere la sede (qui tutte le informazioni). Per ciascuna fase gli aspiranti devono presentare l’apposita domanda online per le immissioni in ruolo dei docenti, entro le scadenze indicate dagli Uffici Scolastici Regionali. Gli USR stanno, infatti, pubblicando gli avvisi per le prime convocazioni degli insegnanti. In questa pagina trovate l’elenco di tutte le convocazioni, con le date per presentare le istanze.

Ci sono, tuttavia, insegnanti che desiderano rinunciare alla nomina. La rinuncia al ruolo comporta delle conseguenze, che generalmente consistono nella cancellazione dalla specifica graduatoria relativa alla classe di concorso/tipologia di posto per la quale si è rinunciato. Inoltre, per rinunciare all’assunzione in ruolo non basta non presentare la domanda per la nomina, in quanto ciò non è considerato rinuncia al ruolo dato che, in questo caso, provincia, classe di concorso/tipologia di posto e/o sede vengono assegnate d’ufficio.

Vediamo in dettaglio quali sono le conseguenze della rinuncia all’immissione in ruolo e come funziona.

CONSEGUENZE RINUNCIA AL RUOLO DOCENTE

Ecco cosa succede a chi rinuncia all’immissione in ruolo a seconda delle graduatorie di provenienza e modalità di convocazione:

  • rinuncia da procedura ordinaria immissione in ruolo – cancellazione dalla graduatoria a cui si è rinunciato. L’aspirante non potrà più ricevere proposte di assunzione per la medesima graduatoria;

  • rinuncia da graduatoria di merito (GM) dei concorsi – cancellazione dalla specifica graduatoria, sia per i vincitori che per gli idonei, che mantengono la permanenza nelle graduatorie per altre classi di concorso/tipologie di posto se presenti;

  • rinuncia da fascia aggiuntiva dei concorso 2016 – l’aspirante decade dall’elenco aggiuntivo ma rimane nella graduatoria del concorso, se vincitore, e nelle altre graduatorie in cui è inserito;

  • rinuncia da graduatoria ad esaurimento (GAE) – cancellazione dalla GAE specifica per il posto/graduatoria oggetto di rinuncia. L’aspirante che rinuncia a un posto nel sostegno mantiene la permanenza nella graduatoria su posto comune/classe di concorso;

  • rinuncia da call veloce – esclusione dalla procedura di call veloce, in pratica non si è più considerati per l’assunzione con chiamata diretta;

  • rinuncia da graduatoria provinciale (GPS) di prima fascia – l’aspirante è escluso dalla procedura straordinaria per le assunzioni da GPS per l’a.s. 2022/23 ma conserva il diritto a permanere in graduatoria e ad ottenere incarichi di supplenza da GPS.

COME RINUNCIARE ALL’IMMISSIONE IN RUOLO

I docenti possono rinunciare al ruolo nelle seguenti modalità:

  • tramite la procedura informatizzata per le nomine, compilando la domanda online per le immissioni in ruolo ed esprimendo la rinuncia per tutte le province/classi di concorso a cui intende rinunciare, se l’istanza è quella relativa alla scelta della provincia e della classe di concorso/tipologia di corso (fase I), o la rinuncia all’individuazione, se l’istanza è quella relativa alla scelta della sede;

  • tramite comunicazione all’USR di riferimento, se la rinuncia è effettuata dopo l’assegnazione della provincia e classe di concorso/tipologia di posto, o della sede.

ULTERIORI INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

Per tutte le informazioni sulle immissioni in ruolo docenti 2022/2023 potete leggere questo approfondimento, dove trovate la tabella da scaricare con i posti disponibili per ciascun regione, e questa pagina, con tutti i chiarimenti su come funziona la nomina in ruolo. Mettiamo a vostra disposizione anche questo approfondimento su come fare domanda, dove trovate la guida MIUR alla compilazione dell’istanza da scaricare.

Continuate a seguirci e visitate la nostra pagina dedicata ai docenti per restare informati su assunzioni, concorsi, graduatorie, contratto e normative. Iscrivetevi gratuitamente alla nostra newsletter, al nostro canale telegram e alla nostra pagina facebook, per essere avvisati su tutte le novità e avere le notizie in anteprima. E’ inoltre disponibile il gruppo telegram dedicato ai docenti e aspiranti docenti, utile per confrontarsi e avere consigli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti