Bonus casa Emilia Romagna per vivere in montagna: bando Appenino 2022

La guida al bonus casa in Emilia Romagna per ripopolare i Comuni montani del territorio regionale

bonus edilizi, credito, casa, superbonus

Arriva il bonus casa in Emilia Romagna che mette a disposizione fino a 30.000 euro ai residenti che acquistano un’abitazione, per favorire e incentivare il ripopolamento e la rivitalizzazione delle aree montane della Regione.

Il bando del 2022 offre un contributo a fondo perduto a chi risiede nel territorio regionale, o svolge in tale area un’attività lavorativa esclusiva o principale, e compra casa in uno dei Comuni montani o parzialmente montani della Regione. Le domande sono aperte dal 12 ottobre 2022.

In questa guida vi spieghiamo come funziona il bonus casa in Emilia Romagna 2022, a chi spetta e come richiederlo.

COS’È IL BONUS CASA EMILIA ROMAGNA 2022

Il bonus casa in Emilia Romagna è un contributo a fondo perduto che va dai 10.000 ai 30.000 euro per beneficiario, a copertura del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di un alloggio nei Comuni montani del territorio regionale presenti in questo elenco. Il bando si rivolge ai residenti in Emilia Romagna o a coloro che svolgono un’attività lavorativa esclusiva o principale nel territorio regionale, purché in possesso di un ISEE al di sotto dei 50.000 euro e di altri requisiti. Per ottenere l’agevolazione è possibile presentare domanda dalle ore 10 del 12 ottobre 2022 alle ore 12 del 10 novembre 2022. Il bonus è stato istituito dalla Delibera di Giunta regionale n. 1333 dell’1 agosto 2022 e vanta una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro per il 2022. Ma vediamo più nel dettaglio come funziona il bonus casa offerto dall’Emilia Romagna.

A CHI SPETTA

Il bonus casa in Emilia Romagna 2022 si rivolge alle persone fisiche in possesso, alla data di approvazione del bando (1° agosto 2022) dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o di altro stato dell’Unione Europea o di altri stati non appartenenti all’UE rispettando la normativa sull’immigrazione;
  • residenza anagrafica o di svolgere un’attività lavorativa esclusiva o principale in un comune dell’Emilia-Romagna;
  • maggiore età e essere nato dopo il 1° gennaio 1982;
  • attestato ISEE del nucleo familiare, in corso di validità, calcolato secondo i criteri stabiliti dal DPCM 159 del 2013 e successivi, non superiore a 50.000 euro;
  • non avere ricevuto in precedenza un qualsiasi contributo pubblico per l’acquisto di un alloggio.

ACQUISTI AMMESSI AL BONUS CASA

Il bonus, inoltre, è riconosciuto per l’acquisto di immobili nei Comuni montani dell’Emilia Romagna, ai sensi della Legge regionale n. 2 del 2004 ossia presenti in questo elenco, incluse le località montane ricomprese in fusioni di Comuni solo parzialmente montane. Sono ammesse al bonus le spese sostenute a partire dalla data di approvazione del bando (ovvero il 1° agosto 2022) per l’acquisto della piena titolarità al 100% da destinare a propria residenza abituale, limitatamente ad alloggi già esistenti (catastalmente censiti) di classificazione catastale A/2, A/3, A/4, A/5, A/6 e A/7. L’acquisto non è ammesso tra soggetti appartenenti allo stesso nucleo familiare o fra i quali intercorre un rapporto di parentela in linea retta di primo grado.

A QUANTO AMMONTA

L’entità massima del contributo erogabile, che non può in nessun caso essere superiore a 30.000 euro, è pari al 50% delle spese direttamente sostenute dal richiedente per l’acquisto dell’alloggio. Il contributo minimo richiedibile è pari a 10.000 euro. L’importo del contributo è deciso dal richiedente in sede di domanda di partecipazione, ma costui si obbliga ad assicurare la quota di cofinanziamento necessaria per coprire la spesa complessiva.

COME FUNZIONA IL BONUS CASA IN EMILIA ROMAGNA

Il bonus è un contributo a fondo perduto erogato per coprire il 50% della spesa direttamente sostenuta dal richiedente per l’acquisto di un alloggio nei territori definiti dal bando.

Il bando per il bonus casa in Emilia Romagna è strutturato mediante in due fasi:

  • 1° fase: presentazione della domanda di partecipazione;
  • 2° fase: presentazione della domanda di liquidazione.

In sostanza, l’iter per l’assegnazione dei contributi sarà questo:

  • una volta effettuata la domanda, i relativi punteggi saranno attribuiti automaticamente dall’applicativo in relazione alla dichiarazione resa dal richiedente di possesso, alla data di approvazione del bando, dei requisiti secondo l’ordine priorità di questa tabella;
  • le domande ammissibili verranno ordinate in ordine di punteggio attribuito per i criteri premiali. Verranno accolte le domande che si sono collocate in posizione utile per ricevere il contributo sulla base delle risorse finanziarie disponibili pari a 5 milioni di euro. La graduatoria ha validità di 12 mesi;
  • l’acquisto dell’alloggio deve avvenire entro 9 mesi dall’approvazione della graduatoria. La richiesta e acquisizione della residenza deve essere ottenute entro 6 mesi dalla data del rogito, con obbligo di mantenimento per almeno 5 anni dalla data di liquidazione del contributo;
  • il contributo sarà erogato in un’unica soluzione, a seguito della positiva istruttoria della domanda di liquidazione, con la quale si dichiarerà la spesa sostenuta.

COME RICHIEDERE IL BONUS CASA IN EMILIA ROMAGNA

Le domande per il bonus casa in Emilia Romagna possono essere presentate dalle ore 10 del 12 ottobre 2022 alle ore 12 del 10 novembre 2022. Per accedere e completare il processo di compilazione online con l’invio della domanda è necessario andare in questa pagina ed essere in possesso di credenziali digitali quali SPID, CIE, CNS. L’applicativo informatico è l’unica modalità ammessa per la trasmissione della domanda, pertanto, non verrà accettata documentazione inviata attraverso altri mezzi di trasmissione. Una volta presentata la domanda non ne è ammessa la modifica né la sostituzione.

1) DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

Nella fase di presentazione delle domande il richiedente dovrà indicare:

  • i propri dati e riferimenti anagrafici alla data della compilazione della domanda, e i riferimenti anagrafici alla data di approvazione del bando;
  • l’indirizzo di posta elettronica o PEC, al quale trasmettere notifica delle comunicazioni;
  • la composizione del nucleo familiare, alla data di approvazione del bando (1° agosto 2022);
  • il possesso dei requisiti soggettivi di cui all’articolo 8 del bando;
  • l’importo del contributo richiesto;
  • la localizzazione dell’immobile;
  • i riferimenti catastali (solo nel caso in cui l’alloggio sia stato già identificato);
  • eventuali dati del cointestatario (solo nel caso di acquisto in comproprietà);
  • l’annualità presunta della compravendita (annualità di rendicontazione);
  • il possesso dei requisiti di cui ai punteggi premiali di all’articolo 9 del bando, come riportato in questa tabella;
  • l’attestazione che la compravendita non è avvenuta o non avverrà all’interno del medesimo nucleo familiare o tra parenti di primo grado;
  • l’assunzione degli impegni a adempiere a tutti gli obblighi previsti dal bando.

Alla domanda di partecipazione dovrà essere allegata inoltre la seguente documentazione:

  • attestazione ISEE in corso di validità nell’anno di approvazione del bando;
  • nel caso in cui sia stato già individuato l’alloggio e richiesti i punteggi di cui al criterio C punti C2.a e/o C2.b come rilevato in questa tabella, l’asseverazione redatta da un tecnico abilitato relativa al possesso dei requisiti relativi ai suddetti criteri. Per il modulo asseverazione potete consultare questa pagina oppure scaricare attraverso l’applicativo SFINGE2000 accessibile su questa pagina nella sezione – Dettaglio richiesta – Elenco documenti;
  • il richiedente dovrà assolvere all’imposta di bollo di importo pari a 16 euro.

Al termine della compilazione della domanda di partecipazione, il richiedente dovrà avere cura di verificare la correttezza dei dati inseriti in ogni sua parte, provvedendo successivamente a inviare definitivamente la domanda attraverso l’applicativo informatico.

2) COME RICHIEDERE LA LIQUIDAZIONE

Una volta conclusa la fase 1 verrà redatta e pubblicata la graduatoria delle domande ammissibili.
Le istanze ammissibili fino alla concorrenza delle risorse disponibili verranno finanziate e accederanno alla seconda fase, ovvero potranno presentare domanda di liquidazione. Le modalità saranno comunicate agli interessati. Le restanti domande resteranno in una graduatoria di riserva, che potrà essere finanziata nel caso di reperimento di ulteriori risorse nel bilancio regionale.

ASSISTENZA ALLA DOMANDA

La Regione ha messo a disposizione degli utenti le linee guida per la compilazione della domanda. Invece, per informazioni relative all’applicativo web SFINGE2020 è attivo un sistema d’assistenza raggiungibile attraverso questa procedura:

  • aprire una segnalazione tramite la voce Segnalazioni presente nel menù in alto a destra dell’applicativo SFINGE2020;
  • solo dopo l’apertura di una segnalazione è possibile ottenere informazioni sullo stato della propria richiesta telefonando al numero 0514151866. Gli orari del servizio sono dal lunedì al venerdì, dalle ore 9:00 alle 13.00 e dalle ore 14:00 alle 18:00.

Pubblicata anche una guida informativa sulle principali caratteristiche del bando, le risposte alle domande più frequenti e per eventuali informazioni è attiva anche la casella di posta elettronica:
[email protected] alla quale è possibile inviare richieste di informazioni o chiarimenti. I quesiti dovranno essere chiari e circostanziati, e le risposte saranno pubblicate nella apposita sezione delle FAQ.

TESTO INTEGRALE DEL BANDO BONUS CASA EMILIA ROMAGNA 2022

Mettiamo a vostra disposizione, per chiarimenti tecnico operativi, il testo integrale del bando per il bonus casa in Emilia Romagna 2022 (Pdf 280 Kb).

RIFERIMENTI NORMATIVI

Delibera di Giunta regionale n. 1333 dell’1 agosto 2022 (Pdf 548 Kb);

Legge regionale n. 2 del 2004 (Pdf 69 Kb).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere altre agevolazioni per l’acquisto della casa, vi consigliamo di leggere il nostro articolo sul bonus prima casa giovani under 36 o la nostra guida alle agevolazioni per l’acquisto di una casa. Vi invitiamo a scoprire anche il bonus affitti giovani under 31 introdotto dalla Legge di Bilancio 2022. Per conoscere altri aiuti, agevolazioni, bonus e forme di sostegno alle persone, è possibile visitare la nostra sezione. Per non perdere aggiornamenti e restare informati è possibile iscriversi alla nostra newsletter gratuita e al nostro canale Telegram per leggere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti