Congedo parentale Inps COVID-19: come funziona, novità e proroga

La guida completa sul congedo parentale Inps straordinario per COVID-19: a chi spetta, requisiti, come fare domanda, proroga e tutte le novità

inps

Il congedo parentale Inps COVID-19 è prorogato fino al 31 agosto 2020.

E’ quanto previsto dalla legge di conversione del decreto Rilancio. Il congedo parentale straordinario per i lavoratori avrà una durata di 30 giorni.

La misura è gestita dall’Inps. In questa guida ti diamo tutte le informazioni sui congedi parentali straordinari, aggiornate a luglio 2020, e ti spieghiamo come fare domanda.

PROROGA

La legge di conversione del dl Rilancio ha prorogato fino al 31 agosto il congedo indennizzato per Covid.

Si tratta del congedo parentale straordinario per la cura dei figli rimasti a casa a causa della chiusura di servizi per l’infanzia e scuole disposta dal Governo italiano per contenere la diffusione dell’epidemia da Coronavirus. Introdotto dal decreto ‘Cura Italia’, il permesso speciale era stato già prorogato fino al 31 luglio 2020 dal decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (dl Rilancio), che aveva anche esteso il periodo di congedo da 15 a 30 giorni, da fruire in maniera continuativa o frazionata. L’Inps, attraverso la circolare n. 81 del 08-07-2020, ha fornito tutte le informazioni sulla proroga fino a luglio.

Il nuovo provvedimento legislativo lascia invariate l’indennità pari al 50% della retribuzione e la contribuzione figurativa per i beneficiari. Vi ricordiamo che in alternativa al congedo parentale per COVID è possibile richiedere il bonus baby sitter, ossia l’indennità per l’acquisto di servizi di baby sitting o per l’iscrizione a centri estivi, servizi integrativi per l’infanzia, servizi socio educativi territoriali, centri con funzione educativa e ricreativa o servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia.

CONGEDO PARENTALE NOVITA’ FRUIZIONE ORARIA

Attraverso il MESSAGGIO n. 3105 (Pdf 53Kb) del 11 agosto 2020, l’Inps ha fornito le indicazioni per presentare la domanda di fruizione oraria del congedo per emergenza COVID-19. La legge di conversione del decreto Rilancio ha introdotto, infatti, solo per i lavoratori dipendenti, la possibilità di fruire del congedo straordinario in modalità oraria. Tale disposizione è valida per il periodo che va dal 19 luglio al 31 agosto 2020.

Il congedo in modalità oraria può essere richiesto anche per periodi antecedenti la presentazione delle domande, purchè ricadano nel periodo previsto (19 luglio-31 agosto). La domanda va presentata online, attraverso il portale web Inps, secondo le modalità già previste per il congedo per Covid. Il richiedente deve indicare il numero di giornate con fruizione oraria e il periodo in cui intende fruirne.

Dato che il periodo di fruizione deve essere contenuto all’interno di un mese solare, se le ore di congedo cadono a cavallo tra il mese di luglio e il mese di agosto occorre presentare due domande, una per le ore che ricadono nel mese di luglio e una per quelle di agosto. Inoltre, poichè la prestazione è comunque erogata in modalità giornaliera, la fruizione oraria deve essere ricondotta ad una giornata intera di congedo.

CHIARIMENTI INPS CONGEDO PARENTALE

L’Inps, con il messaggio n. 1621 del 15-04-2020, ha fornito alcune spiegazioni sulle modalità di fruizione del congedo. Ecco tutti i chiarimenti: 

  • il congedo per COVID può essere fruito da uno solo dei genitori oppure da entrambi, ma non negli stessi giorni e sempre nel limite complessivo di giorni, sia individuale che di coppia, per nucleo familiare (e non per ogni figlio);
  • i lavoratori dipendenti che non abbiano richiesto o prolungato il congedo parentale per il periodo che va dal 5 marzo alla fine della sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole, ma che si siano assentati dal lavoro utilizzando permessi o ferie, possono fare domanda di congedo straordinario per COVID-19 per periodi a partire dal 5 marzo;
  • i congedi straordinari per Coronavirus possono essere richiesti anche in modalità frazionata, alternando i giorni di congedo parentale con quelli di lavoro o con altri tipi di permessi e congedi;
  • nel nucleo familiare non deve esserci un altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito per sospensione o cessazione dell’attività lavorativa, disoccupato o non lavoratore;
  • per nucleo familiare si intende quello costituito dai soggetti componenti la famiglia anagrafica nel periodo di fruizione del congedo per Coronavirus, cioè iscritti nello stesso stato di famiglia, compresi i coniugi separati o divorziati che risiedono ancora nella stessa abitazione, anche se risultano in due stati di famiglia distinti;
  • per disoccupato si intende un lavoratore privo di impiego che ha rilasciato la dichiarazione di immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa ed alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro concordate con il centro per l’impiego (DID), che non svolge attività lavorativa, sia di tipo subordinato che autonomo, oppure il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo è pari o inferiore, rispettivamente, a 8.145 euro e a 4.800 euro.

Il messaggio Inps indica anche le situazioni di incompatibilità e compatibilità della misura con altri permessi o congedi, in risposta a diverse domande poste dagli utenti. Inoltre specifica anche le condizioni di cumulabilità dei congedi per COVID con indennità e bonus. Per tutte le informazioni puoi consultare questa pagina.

CONGEDO PARENTALE STRAORDINARIO: COS’E?

Il congedo per Coronavirus è un particolare tipo di congedo parentale per permettere ai genitori che lavorano, madre e padre, di potersi prendere cura dei figli di età non superiore ai 12 anni, durante il periodo di sospensione dei servizi educativi per l’infanzia e delle attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado causato dall’emergenza epidemiologica.

Puoi richiederlo per un periodo massimo di 30 giorni complessivi, continuativi o frazionati, e ti dà diritto a ricevere una indennità e alla contribuzione figurativa per i periodi fruiti.

I congedi parentali COVID-19 sono riconosciuti alternativamente ad uno solo dei genitori per nucleo familiare e non sono cumulabili con il contributo del bonus Inps baby sitter. Puoi richiedere solo una di queste agevolazioni, o il congedo per COVID o, in alternativa, il bonus baby sitter.

Il limite anagrafico (12 anni) non si applica nel caso di figli affetti da disabilità grave. Puoi presentare la domanda di congedo COVID-19 anche se hai figli di età minore di 16 anni, ma in questo caso non hai diritto all’indennità e alla contribuzione figurativa.

CONGEDO PARENTALE COVID-19: A CHI SPETTA

Puoi usufruire dei congedi parentali Inps per COVID-19 se sei un genitore lavoratore e rientri in una delle seguenti categorie di soggetti:

  • lavoratori dipendenti del settore privato;
  • lavoratori iscritti alla Gestione separata Inps;
  • lavoratori autonomi iscritti all’Inps.

Hai diritto al congedo parentale straordinario per Coronavirus anche se sei un genitore adottivo, affidatario o che ha in collocamento temporaneo minori. Se sei un lavoratore dipendente del settore pubblico, invece, non hai accesso al congedo Inps in quanto la misura è gestita direttamente dall’Amministrazione pubblica con la quale hai il rapporto di lavoro, alla quale ti devi rivolgere per richiedere il congedo per COVID-19.

CONGEDO PARENTALE INPS: REQUISITI

Puoi accedere alla prestazione solo possiedi i seguenti requisiti:
– non hai richiesto il bonus baby sitter;
– nel tuo nucleo familiare non c’è un altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito previsti in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa;
– nel tuo nucleo familiare non c’è un altro genitore disoccupato o non lavoratore.

Se chiedi il congedo per assistere un figlio affetto da disabilità grave, di età anche superiore a 12 anni, devi inoltre rispettare le seguenti condizioni:
– la disabilità in situazione di gravità deve essere accertata ai sensi dell’articolo 4, comma 1, della legge n. 104/1992;
– il figlio disabile deve essere iscritto a scuole di ogni ordine grado o in centri diurni a carattere assistenziale.

DIFFERENZA TRA CONGEDO PARENTALE STRAORDINARIO E ORDINARIO

I congedi parentali straordinari per Coronavirus introducono delle novità rispetto ai normali congedi parentali. Vediamo le principali:

  • importo maggiore della indennità corrisposta ai beneficiari;
  • possono fare domanda anche i genitori che abbiano già raggiunto i limiti individuali e di coppia previsti dalla specifica normativa sul congedo parentale (art. 32 del citato D.lgs n. 151/2001);
  • possono richiederlo anche i genitori con figli tra i 12 ed i 16 anni, ma senza indennità;
  • il congedo è esteso anche ai seguenti soggetti:
    – genitori iscritti alla Gestione separata che abbiano già raggiunto i limiti individuali e di coppia previsti dalla specifica normativa sul congedo parentale, ossia 6 mesi per minori di 3 anni di età;
    – lavoratrici autonome iscritte all’INPS che abbiano già raggiunto il limite individuale previsto dalla specifica normativa sul congedo parentale, ossia 3 mesi per minori di 1 anno di età;
    – lavoratori autonomi iscritti all’INPS a cui non è riconosciuta la tutela del congedo parentale.

INDENNITA’ LEGATE AI CONGEDI PARENTALI

Se ottieni il congedo parentale straordinario hai diritto alle seguenti indennità, in base alla tipologia di lavoratori a cui appartieni:

  • per i dipendenti del settore privato – indennità pari al 50% della retribuzione;
  • per i lavoratori iscritti alla Gestione separata dell’Inps – 50% di 1/365 del reddito;
  • per i lavoratori autonomi iscritti all’Inps – indennità pari al 50% della retribuzione convenzionale giornaliera stabilita annualmente dalla legge, a seconda della tipologia di lavoro autonomo svolto.

COME FARE DOMANDA

La domanda di congedo parentale coronavirus deve essere presentata in una delle seguenti modalità:

  • tramite il portale web dell’Inps, se in possesso di una delle credenziali previste per accedere (PIN INPS, SPID, CIE o CNS), utilizzando la modalità telematica raggiungibile nei seguenti modi:
    – cliccando su ‘Congedi COVID-19’ direttamente dalla home page;
    – cliccando su ‘Prestazioni e servizi’, quindi su ‘Tutti i servizi’, selezionando la lettera ‘M’ e quindi ‘Maternità e congedo parentale lavoratori dipendenti, autonomi, gestione separata’;
  • tramite il Contact center integrato, telefonando al numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o al numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento) e utilizzando il PIN INPS;
  • rivolgendosi ai servizi gratuiti offerti dai Patronati.

Le domande di congedo COVID-19 possono riguardare anche periodi di astensione antecedenti alla data di presentazione, purché non anteriori alla data del 5 marzo 2020.

Se hai già chiesto il congedo parentale ordinario (non COVID-19) e ne stai usufruendo non devi presentare una nuova domanda. In questo caso, infatti, puoi semplicemente proseguire l’astensione per i periodi richiesti.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Per approfondimenti rendiamo disponibili, oltre al Decreto Cura Italia, la circolare e il messaggio dell’Istituto nazionale di previdenza sociale dedicato al congedo parentale straordinario e ai permessi retribuiti per Coronavirus. 

CIRCOLARE INPS n. 81 del 08-07-2020 (Pdf 225Kb), relativa alla proroga dei congedi per Covid.
CIRCOLARE INPS n. 45 del 25-03-2020 (Pdf 236Kb), contenente le istruzioni operative sul congedo per emergenza COVID-19 e sull’estensione permessi retribuiti di cui all’articolo 33, commi 3 e 6, della legge n. 104/1992.
MESSAGGIO INPS n. 1416 30-03-2020 (Pdf 86Kb), che illustra le procedure per richiedere il congedo COVID-19 e i permessi retribuiti COVID-19.
MESSAGGIO INPS n. 1648 del 16-04-2020 (Pdf 86Kb), relativo alla proroga del congedo straordinario Inps.
MESSAGGIO INPS n. 1621 del 15-04-2020 (Pdf 86Kb), contenente i chiarimenti su richieste, incompatibilità e compatibilità dei congedi per COVID.
– Decreto ‘Cura Italia’ decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18.
– Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri D.P.C.M. 1 aprile 2020.

ALTRI AIUTI E COME RESTARE AGGIORNATI

Per restare aggiornato su tutte le novità sui congedi parentali iscriviti alla nostra newsletter gratuita. Per scoprire altri aiuti, agevolazioni e bonus per disoccupati, persone e famiglie guarda questa pagina

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments