Ministero della Cultura: concorso 270 funzionari archivisti in arrivo

archivista, biblioteca, archivio, libri

Il Ministero della Cultura bandirà nel 2022 un nuovo concorso per funzionari archivisti che lavoreranno negli Archivi di Stato e nelle Soprintendenze archivistiche.

Il bando porterà ben 270 assunzioni a tempo indeterminato nei Beni Culturali entro il 2023, anche per la realizzazione del PNRR.

Ecco tutte le informazioni sul concorso per archivisti Ministero della Cultura in arrivo e sulle finalità degli inserimenti relativi ai bandi di concorso in uscita.

CONCORSO MINISTERO DELLA CULTURA PER FUNZIONARI ARCHIVISTI

La legge di conversione del decreto reclutamento (decreto-legge 9 giugno 2021, n. 80 convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2021, n. 113) autorizza il Ministero della Cultura ad assumere nuove risorse nel triennio 2021-2023. In particolare, la legge di conversione ha introdotto l’articolo 1-bis, che prevede la copertura di 270 posti di lavoro a tempo indeterminato per personale non dirigenziale ad elevata specializzazione tecnica, da inquadrare nell’Area III, posizione economica F1, del comparto Funzioni centrali.

Le assunzioni autorizzate serviranno a potenziare gli Archivi di Stato e le Soprintendenze archivistiche, anche nell’ambito degli interventi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Le risorse da assumere saranno reclutate tramite un nuovo concorso pubblico da bandire, rivolto a laureati.

Il programma assunzionale è confermato dal nuovo piano triennale dei fabbisogni di personale del MIC. In base al documento, la procedura concorsuale sarà bandita nel 2022.

REQUISITI

Il concorso per funzionari archivisti Ministero della Cultura in arrivo è rivolto, nello specifico, a candidati in possesso di uno dei seguenti titoli:

  • laurea in archivistica e biblioteconomia, unitamente a un diploma di specializzazione o dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale, oppure al diploma di una delle scuole di alta formazione e di studio che operano presso il Ministero della Cultura, o titoli equipollenti;

  • altra laurea, unitamente a un diploma di specializzazione conseguito presso una delle scuole di alta formazione e studio che operano presso la Scuola di specializzazione in beni archivistici e librari o le Scuole di archivistica, paleografia e diplomatica del Ministero della Cultura istituite presso gli Archivi di Stato o titoli equipollenti, oppure a un dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello di durata biennale in beni archivistici o equivalente.

Ai fini delle selezioni pubbliche sarà valorizzata l’esperienza lavorativa in materia archivistica e biblioteconomica nell’ambito della Pubblica Amministrazione.

LE PROCEDURE CONCORSUALI

Il concorso per funzionari archivisti finalizzato alle assunzioni nel Ministero della Cultura si svolgerà secondo le nuove modalità per i concorsi introdotte dalla riforma dei concorsi pubblici. Quindi si tratta di procedure concorsuali semplificate e digitalizzate, probabilmente articolate con una sola prova scritta computer based ed una eventuale prova orale. Per conoscere i dettagli sarà necessario attendere l’uscita del bando.

BANDO E DOMANDE

Gli interessati alle assunzioni Ministero della Cultura per funzionari archivisti devono attendere la pubblicazione del bando ufficiale di selezione, attesa per il 2022, sulla Gazzetta Ufficiale e sul portale web dell’ente.

Metteremo a vostra disposizione il bando non appena sarà pubblicato. Continuate a seguirci per restare aggiornati e iscrivetevi alla nostra newsletter, per essere informati sulle novità, e al nostro canale telegram, per avere le notizie in anteprima.

ULTERIORI INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

Visitate la nostra sezione riservata ai concorsi pubblici e la pagina dedicata ai prossimi concorsi in uscita per conoscere tutti i bandi di concorso attivi o in arrivo per lavorare nella Pubblica Amministrazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti