Protocollo sicurezza MIUR per svolgimento prove concorsi scuola

Pubblicato il Protocollo sicurezza MIUR per i concorsi scuola: tutte le informazioni, le regole e gli obblighi per candidati, commissioni e organizzazione.

Pubblicato il protocollo sicurezza MIUR per svolgere le prove dei concorsi 2021 nelle scuole.

Tra le regole principali vi sono: l’obbligo di tampone o vaccino e di indossare mascherine FFP2, il distanziamento sociale da mantenere in tutte le fasi, l’uso di termoscanner.

Vediamo quali sono i criteri previsti dal Ministero dell’Istruzione per svolgere in sicurezza le procedure concorsuali in presenza per il personale scolastico.

PROTOCOLLO SICUREZZA MIUR, COS’È E COSA DISCIPLINA

Il protocollo sicurezza MIUR è una nota ufficiale, la n. 8545, pubblicata il 14 giugno 2021 dal Ministero dell’Istruzione per permettere lo svolgimento in sicurezza dei concorsi per il potenziamento del personale scolastico. Questo documento ufficiale, per cui è stata emessa anche un’informativa ai sindacati il 17 giugno 2021, nell’ambito di un incontro tra il Ministero dell’Istruzione e le organizzazioni sindacali, prevede una serie di obblighi.

Il protocollo, infatti, disciplina i requisiti dell’area e delle aule concorsuali, l’organizzazione dell’accesso, della seduta e dell’uscita dei candidati, e tutta una serie di misure per garantire la sicurezza, così come previsto nell’ambito del Decreto Legge 25 maggio 2021, n. 73.

VALIDITÁ PROTOCOLLO SICUREZZA MIUR

Il protocollo sicurezza MIUR interessa tutti i concorsi scuola che si terranno fino al 31 dicembre 2022. È bene specificare però che si riferisce allo svolgimento di concorsi in presenza. Le procedura concorsuali potranno avere una durata massima di 120 minuti. Restano prive di limitazioni le procedure per le quali la valutazione dei candidati sia effettuata esclusivamente su basi curriculari ovvero in modalità telematica. Il protocollo sicurezza MIUR è relativo alle procedure selettive per la scuola e riprende in parte quanto stabilito dal Decreto Legge 1 aprile 2021, n. 44, convertito con modificazioni dalla Legge 28 maggio 2021, n. 76 per la riforma dei concorsi pubblici, che disciplina le linee guida anti Covid-19 per tutti i concorsi pubblici.

REQUISITI DELLE AULE E DELL’AREA SEDE DI CONCORSO

Per quanto riguarda i requisiti delle aule concorsuali e dell’area in cui si svolgerà il concorso è necessario disporre un locale autonomo dov’è possibile isolare ed accogliere eventuali soggetti sintomatici. Il numero di candidati massimo che possono essere presenti contemporaneamente nella stessa aula deve essere determinato in base alla capienza degli spazi individuati. In tutte le fasi del concorso devono essere garantite le misure di distanziamento sociale tra i candidati, i membri della commissione, il personale di supporto e i membri del comitato di vigilanza. Inoltre, devono essere garantite le misure di distanza anche da tutte le figure presenti per varie mansioni all’interno delle aree concorsuali. Il distanziamento minimo previsto è pari ad almeno un metro.

ORGANIZZAZIONE DELL’ACCESSO, SEDUTA ED USCITA DEI CANDIDATI

Il protocollo di sicurezza MIUR per i concorsi nella scuola 2021 prevede anche l’organizzazione per l’accesso, la seduta e l’uscita dei candidati dall’aula concorsuale. In primis, i candidati devono accedere all’area aula di concorso uno per volta e, con le stesse modalità, devono anche uscire.
Vediamo nel dettaglio quali sono gli obblighi previsti dal protocollo MIUR del 14-06-2021.

OBBLIGHI PER L’ACCESSO

Per accedere all’area concorsuale i candidati devono:

  • presentare il referto di un test antigenico molecolare o rapido, effettuato mediante tampone oro o rino-faringeo, presso una struttura privata accreditata o una struttura pubblica. Il tampone deve risalire a non più di 48 ore prima dello svolgimento della prova. Invece, chi ha completato il percorso vaccinale per il Covid-19, se minuto del relativo certificato, non ha l’obbligo di presentare il referto del tampone;

  • indossare mascherine filtranti FFP2 che coprano le vie aeree, dal momento dell’accesso fino all’uscita, pena l’esclusione dal concorso. Tali mascherine sono messe a disposizione dei candidati dall’ente organizzatore. È vietato l’uso delle mascherine chirurgiche, mascherine di comunità in possesso del candidato o mascherine facciali filtranti;

  • igienizzarsi le mani frequentemente con gel disinfettanti contenuti nei dosatori all’ingresso dell’aula;

  • presentarsi senza bagagli se non per motivate eccezioni particolari. In tali casi è necessario che sia riposto in una sacca contenitore da appoggiare in una sala specifica, chiusa e lontana dalle postazioni;

  • sottoporsi a rilevazione della temperatura corporea attraverso termoscanner o termometro manuale per la misurazione automatica.

COSA ACCADE SE I CANDIDATI HANNO DEI SINTOMI COVID?

In caso di sintomi riconducibili al Covid-19 è fatto divieto assoluto di presentarsi alla sede concorsuale, in particolare se si hanno i seguenti sintomi:

  • difficoltà respiratoria di comparsa recente;
  • temperatura superiore a 37,5 gradi;
  • perdita o diminuzione improvvisa dell’olfatto, nonché perdita o alterazione del gusto;
  • mal di gola.

Inoltre, non può presentarsi al concorso chi è sottoposto a quarantena o isolamento domiciliare fiduciario. Stesso discorso per chi è sottoposto a divieto di allontanamento dalla propria dimora per prevenire la diffusione del contagio da Covid-19. Per ora non sono previste prove suppletive per i candidati in queste condizioni.

COMPARSA DEI SINTOMI IN SEDE DI CONCORSO

Qualora nel corso della misurazione corporea, prima di entrare nell’aula concorsuale, un candidato risulti con temperature superiori ai 37,5 gradi, non può accedere all’area concorsuale e il personale di vigilanza deve allontanarlo, accompagnandolo in un’area dedicata all’isolamento. In tal caso è necessario avvertire le autorità sanitarie competenti. Il candidato è tenuto a informare il personale presente relativamente a tutti i sintomi che può riscontrare anche nel corso della fase di esame. Il concorso viene comunque espletato, purché eseguito in apposita sala ad una distanza di sicurezza dalle altre persone presenti.

L’OBBLIGO DI AUTOCERTIFICAZIONE

Per confermare di non avere sintomi da Covid-19 o provvedimenti sanitari a proprio carico, i candidati devono fornire un’autodichiarazione, così come previsto dal Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445. Possono trovare lo specifico modulo solo nel sito web del MIUR o sul sito dell’organizzatore della procedura concorsuale specifica. L’autocertificazione deve essere esibita alle postazioni di identificazione davanti alla sede della prova d’esame. Non saranno presenti in sede dei moduli cartacei.

PROTOCOLLO SICUREZZA MIUR PER LE SEDUTE NELL’AULA CONCORSUALE E L’USCITA

Una volta superata la fase di accesso, i candidati raggiungono, distanziati e secondo la segnaletica verticale ed orizzontale, le postazioni di identificazione. Hanno priorità le donne in stato di gravidanza, i candidati che richiedono tempi aggiuntivi e quelli con disabilità. Per ogni postazione deve essere reso disponibile un dispenser di gel disinfettante. Gli operatori, prima e dopo l’identificazione, la consegna e ricezione del materiale concorsuale devono obbligatoriamente disinfettare le mani. Per ogni candidato è disponibile una penna monouso.

I candidati identificati sono accompagnati alla propria postazione informatizzata, distanziata di un metro dalle altre, con una sorta di disposizione “a scacchiera”. Durante lo svolgimento della prova i candidati devono rispettare i seguenti obblighi:

  • restare seduti per tutto il tempo della prova, fino a che non hanno l’autorizzazione all’uscita;

  • allontanarsi dalla postazione solo per motivi indifferibili o per recarsi ai servizi igienici;

  • indossare la mascherina filtrante FFP2 per tutta la durata della prova, pena l’esclusione dal concorso;

  • non consumare cibi, se non bevande, di cui devono munirsi preventivamente.

Il rispetto di queste norme è garantito dal personale incaricato per la vigilanza e addetto anche a regolamentare il flusso di accesso e quello di uscita. Anche l’uscita dei candidati deve avvenire uno per volta, con priorità per i disabili e le donne in stato di gravidanza.

GLI OBBLIGHI DELLA COMMISSIONE, DEL PERSONALE PRESENTE NELL’AULA E DEL COMITATO DI VIGILANZA

Come stabilito dal protocollo MIUR, tutto il personale che si trova all’interno dell’aula concorsuale deve rispettare gli obblighi per contenere il contagio da Covid-19. In particolare, i componenti del comitato vigilanza, delle commissioni e il personale con compiti di assistenza e sorveglianza interna hanno l’obbligo di:

  • indossare e tenere per tutto il tempo la mascherina filtrante FFP2 fornita dall’amministrazione organizzatrice;

  • igienizzarsi le mani frequentemente con un gel disinfettante che si trova all’interno della struttura;

  • compilare l’autodichiarazione, secondo gli articoli 46 e 47 del DPR 445/2000 scaricabile sul sito web del MIUR;

  • circolare solo nei percorsi indicati e senza avvicinarsi ai candidati, se non alla distanza minima di un metro.

ALLESTIMENTO DELLE AREE CONCORSUALI

Per far sì che le aree concorsuali siano in linea con il protocollo sicurezza MIUR i responsabili organizzatori del concorso devono garantire:

  • misurazione della temperatura col termoscanner o termometro manuale automatico;

  • numero sufficiente di mascherine filtranti FFP2 per personale e candidati;

  • penne monouso per ogni candidato;

  • segnaletica orizzontale, verticale e informativa per i candidati;

  • sanificazione costante dei locali (ovvero tra una sessione e l’altra dello svolgimento delle prove e al termine degli esami) e delle postazioni di candidati;

  • disinfezione e pulizia giornaliera dell’area concorsuale;

  • adeguata areazione tutti locali, strumenti meccanici e servizi igienici;

  • locale dedicato all’isolamento e all’accoglienza dei soggetti con sintomi riconducibili a Covid-19;

  • numerosi dispenser di gel igienizzante;

  • prodotti idonei per la sanificazione e l’igienizzazione;

  • regolamento dell’accesso ai servizi igienici, che devono essere sempre sanificati e puliti, dopo ogni singolo utilizzo, e disporre di dispenser di gel igienizzante, pattumiere e salviettine.

Per rispettare questo protocollo è necessario coinvolgere anche le autorità sanitarie locali e fare in modo che ci sia abbastanza personale per controllare l’applicazione di tali misure.

DOVE LEGGERE I DETTAGLI DEL PROTOCOLLO PER OGNI CONCORSO

Le amministrazioni che organizzano le specifiche prove concorsuali per assumere docenti o altro personale nelle scuole italiane devono predisporre un piano operativo specifico per quel concorso pubblico. Tale piano deve essere pubblicato sul sito dell’Ufficio Scolastico Regionale competente, almeno tre giorni prima dello svolgimento della prova, e deve presentare una descrizione dettagliata di tutte le fasi della procedura. Ovviamente deve rispettare il protocollo MIUR e tutte le misure di sicurezza previste dalla normativa vigente.

I DUBBI DEI SINDACATI SUI PROTOCOLLI SICUREZZA MIUR

Le organizzazioni sindacali hanno espresso alcune perplessità sul protocollo pubblicato dal MIUR, a partire dalla sanzione dell’esclusione dal concorso per coloro che per qualunque motivo tolgono la mascherina FFP2. Inoltre, anche l’assenza di moduli cartacei presenti in loco per le autodichiarazioni, non soddisfa i sindacati di settore. Tra i principali problemi sollevati dalle organizzazioni sindacali c’è poi la questione che il MIUR non ha previsto delle prove suppletive per i candidati sottoposti ad isolamento fiduciario, quarantena o a sintomatologia riconducibile a Covid-19. Per questo motivo i sindacati hanno chiesto un incontro al Ministero dell’Istruzione per cercare di risolvere queste ultime criticità e fare in modo che i concorsi possano svolgersi in piena sicurezza e celermente.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Decreto Legge 25 maggio 2021 numero 73 (Pdf 440 Kb).
Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 (Pdf 396 Kb).
Protocollo MIUR 8545 del 14 giugno 2021 (Pdf 98 Kb).
Decreto Legge 1 aprile 2021, n. 44 (Pdf 73 Kb).
Legge 28 maggio 2021, n. 76 (Pdf 146Kb).

COME RESTARE AGGIORNATI

Vi terremo aggiornati su tutte le novità per i concorsi scuola 2021. Continuate a seguirci per restare informati, visitando la nostra pagina dedicata alle assunzioni nella Scuola, la nostra sezione riservata ai concorsi per Docenti e l’area dedicata al personale ATA.

Iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti sui concorsi per le assunzioni nella scuola e al nostro canale telegram per avere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments