Reclutamento insegnanti di sostegno: ecco il Decreto con le nuove regole

insegnante sostegno, insegnante, docente, scuola

Il Ministero dell’istruzione e del merito ha pubblicato il decreto con le nuove regole per il reclutamento degli insegnanti di sostegno.

Il provvedimento contiene le disposizioni relative alla nuova procedura per le immissioni in ruolo dei docenti e sul concorso sul sostegno 2023.

Ecco tutte le novità per gli insegnanti di sostegno previste dal decreto e il testo in pdf da scaricare per la consultazione.

DECRETO RECLUTAMENTO INSEGNANTI SOSTEGNO

Rendiamo scaricabile il testo integrale del DECRETO MINISTERIALE n. 259 (Pdf Kb) del 30 settembre 2022, contenente le nuove regole per il reclutamento dei docenti di sostegno.

NOVITÀ RECLUTAMENTO INSEGNANTI SOSTEGNO

Con il decreto ministeriale n. 259 del 30 settembre 2022, infatti, il Ministero dell’istruzione e del merito ha disciplinato la costituzione delle graduatorie e le procedure selettive finalizzate all’immissione in ruolo su posto di sostegno. Il nuovo regolamento per il reclutamento degli insegnanti di sostegno è rivolto ai docenti in possesso di idonea specializzazione, dunque non riguarda le assunzioni nel sostegno senza specializzazione.

In base alla nuova normativa, a partire dal prossimo anno scolastico non ci saranno più assunzioni nel sostegno dalle GPS di prima fascia. Le nomine avverranno sulla base di nuove graduatorie regionali per il sostegno, con validità biennale, formulate sulla base di un concorso nazionale. Per la conferma in ruolo gli insegnanti dovranno superare il percorso di formazione e prova per i docenti previsto anche per le immissioni in ruolo su posto comune, e il relativo test finale.

La nuova procedura recepisce le novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2021, su emendamento dell’Onorevole Vittoria Cassa (M5S). Vediamo nel dettaglio le principali regole introdotte dal nuovo decreto sul reclutamento degli insegnanti di sostegno e i requisiti per partecipare al nuovo concorso per insegnanti di sostegno.

NUOVA PROCEDURA PER LE IMMISSIONI IN RUOLO SUL SOSTEGNO

La nuova procedura per il reclutamento degli insegnanti di sostegno si articola in:

  1. concorso nazionale per titoli, articolato su base regionale, rivolto ai docenti specializzati sul sostegno. E’ possibile partecipare per una sola regione. La valutazione dei titoli avviene ai sensi della tabella A/7 allegata all’OM n. 112 del 2022;

  2. costituzione delle graduatorie regionali per le assunzioni sul sostegno, approvate con decreto dal dirigente preposto all’USR di riferimento. La graduatoria regionale ha validità biennale, dunque le graduatorie per le immissioni in ruolo degli insegnanti di sostegno sono aggiornate ogni due anni. Fino al 31 dicembre 2025, gli elenchi possono essere utilizzati per l’immissione in ruolo dei docenti di sostegno della scuola secondaria in caso di esaurimento delle altre graduatorie utili per le assunzioni a tempo indeterminato, comprese le GAE e le graduatorie dei concorsi scuola;

  3. assunzione a tempo determinato degli aspiranti collocati in posizione utile in graduatoria, mediante supplenza annuale fino al 31 agosto, sui posti vacanti e disponibili residuati dalle ordinarie procedure di immissione in ruolo. Le nomine sono informatizzate;

  4. percorso di formazione e periodo annuale di prova con test finale, articolato secondo quanto previsto dal DM n. 226 del 16 agosto 2022, che disciplina l’anno di formazione e prova dei docenti;

  5. prova disciplinare, da svolgere solo in caso di superamento del periodo di formazione e prova, consistente in un colloquio di idoneità che comprende la valutazione della conoscenza della lingua inglese almeno al livello B2 del quadro comune europeo di riferimento per le lingue. L’elenco delle sedi e l’orario di svolgimento della prova sono comunicati dagli Uffici scolastici regionali che gestiscono la procedura almeno dieci giorni prima della data di svolgimento, tramite avviso pubblicato nei rispettivi albi e siti internet. Il calendario delle prove è distinto per la scuola dell’infanzia, per la scuola primaria, per la scuola secondaria di I grado e per la scuola secondaria di II grado. Lo svolgimento delle prove si conclude entro il mese di luglio dell’anno scolastico di riferimento;

  6. assunzione a tempo indeterminato, con decorrenza dal 1° settembre dell’anno scolastico successivo a quello dell’incarico, e conferma in ruolo, presso la scuola in cui è stato prestato il servizio a tempo determinato.

Chi non supera il percorso di formazione e prova, o lo rinvia per giustificato motivo, può ripeterlo e mantiene il contratto a tempo determinato nell’istituzione scolastica in cui ha svolto l’incarico. Chi non supera la prova disciplinare, invece, decade dalla procedura, perde la possibilità di assunzione a tempo indeterminato e decade definitivamente dalla graduatoria per i docneti di sostegno, senza possibilità di accedervi successivamente, anche in diversa regione. Il servizio prestato viene valutato quale incarico a tempo determinato.

CHI PUÒ PARTECIPARE

Possono partecipare alla nuova procedura per il reclutamento degli insegnanti di sostegno e al concorso sul sostegno gli aspiranti in possesso dello specifico titolo di specializzazione sul sostegno nel relativo grado, conseguito in Italia. Possono partecipare, inoltre:

  • i soggetti il cui titolo di specializzazione conseguito all’estero sia stato riconosciuto dalla competente Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione entro la data di scadenza del termine per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla procedura concorsuale;

  • con riserva, coloro che, avendo conseguito all’estero la specializzazione per l’insegnamento su posto di sostegno, abbiano presentato la relativa domanda di riconoscimento alla competente Direzione Generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione entro la data di scadenza del termine per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla procedura concorsuale.

COME PARTECIPARE AL CONCORSO

Per partecipare al concorso per docenti di sostegno occorre presentare apposita domanda online, secondo le modalità e le scadenze che saranno indicate con successivo decreto ministeriale, contenente le modalità di partecipazione alla procedura di costituzione delle graduatorie e di aggiornamento biennale, anche finalizzato all’inserimento di nuovi aspiranti, nonché di scioglimento delle riserve. L’istanza è telematica, dunque andrà presentata, con ogni probabilità, tramite la piattaforma web ministeriale per le Istanze online.

Ciascun candidato può concorrere per tutte le tipologie di posto di sostegno relative ai diversi gradi di scuola per le quali abbia titolo mediante la presentazione di un’unica istanza con l’indicazione delle procedure concorsuali cui intenda partecipare. E’ possibile partecipare alla procedura concorsuale, a pena di esclusione, per un’unica regione.

COME RESTARE AGGIORNATI

Continuate a seguirci per restare informati, visitando la nostra pagina riservata ai docenti, dove trovate tutte le informazioni e le novità su assunzioni, concorsi, graduatorie, contratto e normative.

Iscrivetevi gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale telegram, per restare aggiornati e avere le notizie in anteprima. E’ inoltre disponibile anche il gruppo telegram dedicato ai docenti e aspiranti docenti, utile per confrontarsi e avere consigli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti