Bonus insegnanti Natale 2023: fino 1500 Euro per docenti e presidi

Insegnanti, maestri e presidi riceveranno un bonus per Natale 2023. Ecco i dettagli su quando arriva, a quanto ammonta e come funziona

insegnanti, presidi

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, ha comunicato che sarà erogato un bonus insegnanti a Natale 2023 fino a 1500 euro, destinato a docenti, maestri e dirigenti scolastici.

Questo bonus, di fatto, rappresenta un anticipo straordinario dell’indennità di vacanza contrattuale attuale, cui importo reale può variare in base alla fascia di appartenenza e al ruolo lavorativo del beneficiario.

In questo articolo vi spieghiamo cos’è, a chi spetta e come funziona il bonus insegnanti Natale 2023 in arrivo a dicembre.

COS’È IL BONUS INSEGNANTI NATALE 2023

Il bonus insegnanti Natale 2023 annunciato dal Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara per dicembre è un anticipo una tantum legato all’indennità di vacanza contrattuale attuale prevista dal CCNL Scuola.

L’indennità di vacanza contrattuale (IVC), ricordiamolo, è la somma che viene erogata, in aggiunta allo stipendio, nel periodo di tempo che intereccorre tra la scadenza del CCNL e il suo rinnovo. Una volta stipulato il nuovo contratto dal 2024 tale indennità sarà riassorbita negli stipendi percepiti dai lavoratori.

Il bonus, come vi spieghiamo in questa guida, riguarda molti dipendenti statali e dunque, anche docenti e dirigenti scolastici. Vediamo i dettagli.

A CHI SPETTA IL BONUS INSEGNANTI NATALE 2023

Il bonus insegnanti Natale 2023 spetta ai:

  • dirigenti scolastici;

  • professori di scuole medie e superiori con maggiore anzianità;

  • maestri delle scuole dell’infanzia;

  • professori di medie e superiori con minore anzianità.

Secondo la stima del MIM, parliamo cioè, di oltre 900.000 docenti e 7.000 dirigenti scolastici. Vi invitiamo anche a scoprire a chi e a quanti spetta il bonus statali 2023.

COME FUNZIONA IL BONUS INSEGNANTI NATALE 2023

Il bonus natalizio per gli insegnanti sarà erogato direttamente in busta paga a coloro che ne hanno diritto. In sostanza, grazie a quanto previsto nel Decreto anticipi che compone la riforma fiscale 2024, verrà anticipato il pagamento dell’indennità destinata ai dipendenti pubblici che non hanno un CCNL rinnovato.

Il Ministro ha inoltre evidenziato che nella prossima Legge di Bilancio 2024 sono destinati al CCNL Scuola 5 miliardi di euro per il rinnovo contrattuale degli impiegati statali, compreso il personale scolastico. Attualmente, il Ministero sta elaborando i calcoli finali per determinare la distribuzione del bonus Natale 2023 per questo personale della scuola e noi, vi aggiorneremo.

Le somme assegnate variano in base alla posizione e all’anzianità di docenti e dirigenti scolastici. Scopriamo i dettagli.

A QUANTO AMMONTA IL BONUS INSEGNANTI NATALE 2023

Il bonus insegnanti Natale 2023 ha importi variabili fino da 800 a 1.500 euro circa, che arriveranno agli interessati insieme allo stipendio di dicembre e saranno stabiliti in base alla posizione e all’anzianità di docenti e dirigenti scolastici. Ovvero:

  • i dirigenti scolastici otterranno circa 1.516 euro lordi;

  • i professori di scuole medie e superiori con maggiore anzianità riceveranno circa 1.228 euro lordi;

  • i maestri della stessa fascia, avranno l’importo di circa 1.056 euro lordi;

  • i professori di medie e superiori con minore anzianità, avranno l’importo di circa  839 euro lordi.

Chiariamo che l’anticipo sul 2024 comporta un incremento pari a 6,7 volte l’indennità di vacanza contrattuale per i dipendenti pubblici. Questo importo varia in base alle posizioni lavorative e, essendo annuale, deve essere moltiplicato per le 13 mensilità. Vi aggiorneremo sugli importi esatti non appena il Ministero li renderò noti. Intanto, in questa pagina, vi indichiamo quali sono le IVC già stanziate relative al 2022.

QUANDO ARRIVA IL BONUS INSEGNANTI NATALE 2023

Il bonus insegnanti Natale 2023 dovrebbe arrivare tra il 15 e il 18 dicembre 2023, direttamente in busta paga, ossia tramite aumenti diretti sugli stipendi di docenti e dirigenti scolastici. Ma, per avere certezza in tal senso, poiché il MIM sta ancora effettuando i conteggi propedeutici all’erogazione, vi consigliamo di verificare i tempi di erogazione sul cedolino NoiPA.

DI QUANTO AUMENTANO GLI STIPENDI DOCENTI NEL 2024

Gli insegnanti e i presidi otterranno nel 2024, secondo la relazione tecnica al Bilancio, un aumento del 5,76% sulle loro retribuzioni. A questi aumenti si aggiungono – per alcuni – anche quelli del taglio del cuneo fiscale 2024  e altre misure che porteranno a degli aumenti in busta paga nel 2024.

Vi aggiorneremo non appena i rinnovi saranno ufficializzati nella forma e nella misura, dopo l’ok definitivo alla Legge di Bilancio 2024.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

In questa guida vi spieghiamo i dettagli sul cosiddetto bonus statali 2023 in arrivo a dicembre. Non perdetevi nemmeno il nostro approfondimento su cosa sono e quali sono gli altri Bonus di Natale previsti per il 2023.

Vi consigliamo la lettura della nostra guida sui bonus in busta paga confermati e prorogati nel 2024. Da leggere anche il bonus dipendenti pubblici e l’articolo sul  bonus lavoratori dipendenti. Potrebbe interessarvi sapere anche come funziona il conguaglio in busta paga a dicembre.

Tra le ultime novità sul mondo della scuola e dei docenti, oppure ATA, vi consigliamo di leggere quelle sulla Proroga smart working personale scolastico fino al 31 dicembre 2023 e quelle sul pagamento supplenze brevi con il Decreto Proroghe.

Vi invitiamo inoltre a scoprire tutte notizie sugli aiuti per le persone.

Infine, vi ricordiamo che è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima. Per seguire Ticonsiglio su Whatsapp, invece, basta cliccare su questo link e iscriversi al nostro canale.

di Valeria C.
Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *