Bonus dipendenti pubblici 2023: cos’è, come funziona, tabelle

Come funziona, a chi spetta e di quanto aumentano gli stipendi dal 1° gennaio con il bonus dipendenti pubblici 2023

dipendenti pubblici

Arriva in busta paga il bonus dipendenti pubblici 2023 contro il caro vita, il cui importo è pari all’incirca al 1,5% della retribuzione spettante.

È stata la Legge di Bilancio 2023 in vigore dal 1° gennaio a stanziare 1 miliardo di euro per garantire questo emolumento una tantum per i dipendenti delle PA da corrispondere per 13 mensilità. Un intervento che riguarda circa 3,2 milioni di persone, dipendenti dello Stato e degli Enti territoriali, per contrastare gli effetti dell’inflazione, in attesa del rinnovo dei CCNL scaduti riferiti al triennio 2022 2024.

In questo articolo vi spieghiamo cos’è, a chi spetta e come funziona il bonus dipendenti pubblici 2023 introdotto dalla Legge di Bilancio e riconosciuto ai lavoratori delle pubbliche amministrazioni dal 1° gennaio.

COS’È IL BONUS DIPENDENTI PUBBLICI 2023

Il bonus dipendenti pubblici 2023 è un emolumento accessorio una tantum, cioè un compenso extra rispetto allo stipendio di statali e lavoratori degli enti pubblici, riconosciuto dal 1° gennaio al 31 dicembre 2023 e da applicare a 13 mensilità.

Nella Legge di Bilancio 2023 (articolo 1, commi 330 – 333) l’importo spettante è pari all’1,5% dello stipendio. Ovvero, l’aumento sarà proporzionale alla retribuzione e, quindi, sarà tanto maggiore quanto è più alta la retribuzione. Per garantire l’omogenea dell’applicazione, il MEF ha anche pubblicato in questa pagina, le tabelle – categoria per categoria – sul valore del bonus.

Nasce come “bonus anti inflazione”, ossia come anticipo di quanto spetterebbe ai lavoratori delle PA per il rinnovo dei contratti collettivi relativi al triennio 2022 2024. Una soluzione “cuscinetto” operata dal Governo per evitare di stanziare nell’immediato somme ben più ingenti visto che molti CCNL relativi alla Pubblica Amministrazione devono ancora essere rinnovati. Nella Legge di Bilancio 2023, quindi, è stato stanziato in tutto 1 miliardo di euro per finanziare questo extra in busta paga.

Ma vediamo insieme a chi spetta il bonus dipendenti pubblici 2023 e come funziona.

A CHI SPETTA

Il bonus dipendenti pubblici 2023 spetta al personale dipendente delle PA italiane in servizio dal 1° gennaio 2023. Ovvero, ai dipendenti di:

  • tutte le Amministrazioni dello Stato;
  • aziende ed amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane, loro consorzi e associazioni;
  • Enti del Servizio sanitario nazionale;
  • istituzioni scolastiche e universitarie;
  • Istituti autonomi case popolari (IACP);
  • Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni;
  • Enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni e le loro aziende;
  • Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN);
  • Agenzie di cui al Decreto Legislativo 30 luglio 1999, n. 300.

La norma – come chiarito dalla Legge di Bilancio – è estesa anche al “personale statale in regime di diritto pubblico”. Cioè:

  • magistrati, avvocati e procuratori dello Stato;

  • personale militare, delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco;

  • professori universitari;

  • personale delle carriere diplomatica, prefettizia e dirigenziale penitenziaria.

COME FUNZIONA IL BONUS DIPENDENTI PUBBLICI 2023

Il bonus dipendenti pubblici prevede l’erogazione, esclusivamente per l’anno 2023, di un emolumento accessorio una tantum da calcolare in percentuale sul valore dello stipendio. La somma extra include solo i contributi ai fini del trattamento di quiescenza (pensione) e dell’Imposta regionale sulle attività produttive (IRAP). Viceversa, non rileva agli effetti dell’indennità premio di fine servizio, dell’indennità sostitutiva di preavviso, del TFR, nonché delle indennità per cessazione del rapporto di lavoro da corrispondersi agli eredi che vivevano a carico del prestatore di lavoro in caso di morte di quest’ultimo. Ciò significa, in buona sostanza, che con questo extra si pagheranno solo i contributi per la pensione e l’IRAP.

A QUANTO AMMONTA

Il bonus dipendenti pubblici è un compenso extra in busta paga per i dipendenti PA, che in base al testo della Manovra risulta pari all’1,5% dello retribuzione totale da corrispondersi per 13 mensilità. Gli aumenti vanno da 30 euro circa fino a un massimo di 135 euro circa.

TABELLE EMOLUMENTO ACCESSORIO UNA TANTUM 2023

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze, per garantire l’adeguata applicazione della misura, ha pubblicato in questa pagina le tabelle con il valore del bonus da corrispondere al personale appartenente al Pubblico Impiego, distinguendo categoria per categoria. Queste sono le categorie per cui il MEF ha pubblicato le tabelle:

PERSONALE NON DIRIGENTE COMPARTO FUNZIONI CENTRALI E PERSONALE DIRIGENTE DELLA CORRISPONDENTE AREA SULLA BASE DEI CCNL IN VIGORE

– Ministeri;

– Enti pubblici non economici;

– Agenzia Entrate;

– Agenzia Accise Dogane Monopoli di Stato;

– ENAC ANSFISA ANSV;

– CNEL;

– AGID.

Per il personale appartenente all’area delle Elevate Professionalità dei sopra indicati contratti, si comunica che l’una tantum 2023 è pari a euro 40,38 mensili (per tredici mensilità).

PERSONALE NON DIRIGENTE COMPARTO ISTRUZIONE E RICERCA E PERSONALE DIRIGENTE DELLA CORRISPONDENTE AREA SULLA BASE DEI CCNL IN VIGORE

– Scuola;

– AFAM;

– Enti di Ricerca;

– Università.

Per maggiori dettagli sul bonus dipendenti pubblici per il comparto scuola, vi consigliamo di leggere questa guida.

PERSONALE NON DIRIGENTE COMPARTO SANITA’ E PERSONALE DIRIGENTE DELLA CORRISPONDENTE AREA SULLA BASE DEI CCNL IN VIGORE

– Sanità.

Per il personale appartenente all’area di Elevata Qualificazione del comparto sanità, si comunica che l’una tantum 2023 è pari a euro 40,38 mensili (per tredici mensilità).

PERSONALE NON DIRIGENTE COMPARTO FUNZIONI LOCALI E PERSONALE DIRIGENTE DELLA CORRISPONDENTE AREA SULLA BASE DEI CCNL IN VIGORE

– Funzioni Locali.

PERSONALE NON DIRIGENTE PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI E PERSONALE DIRIGENTE DELLA CORRISPONDENTE AREA SULLA BASE DEI CCNL IN VIGORE

– PCM.

PERSONALE IN REGIME DI DIRITTO PUBBLICO DESTINATARIO DI SPECIFICI PROVVEDIMENTI NEGOZIALI

In particolare, per i comparti difesa, sicurezza e soccorso pubblico:

– Aeronautica;

– Esercito;

– Marina;

– Carabinieri;

– Guardia di Finanza;

– Capitanerie di Porto;

– Polizia di Stato;

– Polizia Penitenziaria;

– Cappellani Militari (Forze armate);

– Cappellani Militari (Forze di polizia);

– Vigili del Fuoco.

Il bonus è previsto anche per la Carriera Diplomatica e per la Carriera Prefettizia.

Per conoscere tutte le mensilità nel dettaglio, categoria per categoria, scaricando le relative tabelle sul sito del MER da questa pagina.

TESTO LEGGE DI BILANCIO 2023

Vi consigliamo di leggere anche il nostro approfondimento per conoscere quali sono le altre misure per famiglie, imprese, giovani, donne e lavoratori inserite nel testo preliminare della Legge di Bilancio 2023 in vigore dal 1° gennaio 2023.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere anche i nostri approfondimenti sul taglio del cuneo fiscale, sulla reintroduzione dei voucher lavoro occasionale e sulla riduzione delle tasse sulle mance, anch’essi interventi della Legge di Bilancio 2023. Vi consigliamo anche il focus sulla nuova Carta risparmio spesa.

Per scoprire poi altre interessanti novità legislative vi invitiamo a visitare questa pagina. Se volete restare aggiornati sugli aiuti alle famiglie e ai lavoratori, consultate questa sezione. In questa pagina, invece, trovate le notizie sugli aiuti per le imprese. Vi ricordiamo che è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti