Concorsi smart nei piccoli Comuni: assunzioni con selezioni digitali

tablet, digitali

Novità in arrivo per i concorsi nei piccoli Comuni, siglato l’accordo tra Anpci Servizi e Recrytera per avviare procedure digitali nelle selezioni negli Enti territoriali fino a 15.000 abitanti.

La “Piattaforma Concorsi Smart” di Recrytera, già utilizzata per i grandi concorsi nazionali, potrà essere impiegata anche per queste assunzioni, un innovativo gestionale di reclutamento di personale nella Pubblica Amministrazione totalmente digitalizzato.

In questo articolo vi spieghiamo come si svolgeranno i concorsi nei piccoli Comuni alla luce di questa novità, quando inizieranno le selezioni tramite nuova piattaforma e cosa cambierà per i chi vuole lavorare nelle PA.

CONCORSI NEI PICCOLI COMUNI, LA NOVITÀ

Presto i piccoli Comuni realizzeranno le selezioni in maniera agile e digitalizzata grazie all’uso della “Piattaforma Concorsi Smart”, già sperimentata per altre assunzioni di personale delle PA. Il 5 ottobre 2022 stato infatti siglato un accordo quadro tra Anpci Servizidivisione operativa dell’Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’Italia – e Recrytera, azienda del gruppo Dromedian leader nel settore della digitalizzazione dei concorsi pubblici. Un’intesa volta ad innovare l’organizzazione e la gestione dei concorsi pubblici in forma aggregata grazie all’utilizzo della “Piattaforma Concorsi Smart” coperta da brevetto internazionale, di cui Recytera è ideatrice e sviluppatrice.

Anche questi concorsi avranno quindi luogo secondo i dettami del Decreto Reclutamento in attuazione del PNRR, e attenendosi alle regole sulle assunzioni nelle PA che vi spieghiamo in questo articolo. Più precisamente, l’accordo prevede che Recrytera supporterà i piccoli Comuni, per lo più sprovvisti delle risorse e delle abilità informatiche necessarie, nella gestione di tutte le procedure concorsuali nel rispetto dei requisiti normativi sulla digitalizzazione.

Ma vediamo, più nel dettaglio, in cosa consiste questa novità legata alle prove d’esame e alle procedure concorsuali e quali Comuni useranno gli strumenti digitali per le selezioni e successive assunzioni.

COMUNI CHE USERANNO LA PIATTAFORMA CONCORSI SMART

Il protocollo sottoscritto per i concorsi nei piccoli Comuni si rivolge agli Enti locali italiani fino a 15.000 abitanti, per un totale che supera le 7.900 realtà territoriali. I Comuni interessati, quindi, saranno numerosi. Basti pensare che in Italia solo i 5.543 piccoli Comuni (fino a 5.000 abitanti) rappresentano il 73% del totale dei Comuni italiani, per una popolazione di oltre 10 milioni di abitanti (il 18% della popolazione italiana). Piemonte, Lombardia e Veneto detengono il maggior numero di questi Enti territoriali a densità limitata. Tutte queste piccole amministrazioni, dunque useranno la “Piattaforma Concorsi Smart” come le grandi amministrazioni centrali.

CONCORSI PICCOLI COMUNI, COSA CAMBIA

Grazie all’uso della “Piattaforma Concorsi Smart” i piccoli Comuni potranno assumere in maniera più veloce, organizzata e digitalizzata nuovi dipendenti, seguendo i dettami del PNRR e del Decreto Reclutamento. Ogni passaggio sarà digitalizzato. Gli Enti interessati dovranno solo usare il “servizio chiavi in mano” garantito dall’accordo tra Anpci Servizi e Recrytera.

Ma come funziona la “Piattaforma Concorsi Smart”? In sostanza, si tratta di un innovativo gestionale di reclutamento di personale nella Pubblica Amministrazione, totalmente dematerializzato. Con una dotazione di 40.000 tablet con sim, unica in Italia, l’azienda Recrytera dispone di oltre 50 hub digitali su tutto il territorio e può arrivare a seguire 80.000 concorrenti al giorno. Viene gestito l’intero processo della selezione concorsuale, dalla gestione delle candidature alla convocazione e nomina commissione, dalla creazione dei questionari per le prove scritte alla correzione automatizata, fino alla creazione delle graduatorie. Nel 2021, sono stati più di due milioni i candidati vagliati attraverso il software della “Piattaforma Concorsi Smart”. Ora questo stesso sistema si applicherà ai concorsi pubblici dei piccoli Comuni.

La “Piattaforma Concorsi Smart” infatti, permetterà:

  • l’espletamento trasparente di tutte le procedure concorsuali secondo la nuova normativa, in un’ottica anche di efficientamento dei costi;
  • un innalzamento del livello di sicurezza ed efficienza del processo di assunzione;
  • un passo in avanti verso l’azzeramento dei contenziosi;
  • la garanzia di equità digitale tra i candidati, abbandonando l’utilizzo del proctoring, ossia del concorso da remoto.

QUANDO VERRÁ USATO CONCORSI SMART

L’accordo tra Anpci Servizi e Recrytera sull’uso della “Piattaforma Concorsi Smart” è stato siglato il 5 ottobre 2022, dunque, superati i limiti tecnici, nei prossimi mesi sarà già possibile attivare il sistema per le assunzioni nei piccoli Comuni.

PROFILI PIÙ RICERCATI NEI PICCOLI COMUNI

Anpci Servizi, nel corso della presentazione dell’accordo per l’uso della “Piattaforma Concorsi Smart” nei piccoli Comuni ha spiegato che in queste realtà risulta esserci un’annosa carenza di personale. Tra i profili più ricercati vi sono:

  • amministrativi;
  • addetti ai servizi anagrafici;
  • ruoli di segreteria generale.

Sul fronte del PNRR invece, la selezione riguarda per lo più risorse profilate e formate con elevate competenze tecniche. Queste carenze riflettono un deficit strutturale e annoso, un vero e proprio gap di competenze da colmare per non mettere a rischio anche l’attuazione dei progetti di sviluppo e transizione digitale dei piccoli Comuni rientranti nel PNRR. Tali progetti infatti devono essere realizzati entro il 2026.

PROSSIMI CONCORSI NEI PICCOLI COMUNI

Con l’uso della “Piattaforma Concorsi Smart” i piccoli Comuni che spesso sono poco organizzati, riusciranno a indire e gestire concorsi in modo molto più agile e trasparente. Secondo le proiezioni del Ministero della Pubblica amministrazione Comunicate a marzo 2022, sono in arrivo circa 100.000 assunzioni (entro il 2022), secondo l’organizzazione che vi spieghiamo in questo articolo. Il Ministero ha anche sottolineato che un’iniezione di competenze sarà resa possibile dallo sblocco del turnover e dalle novità del PNRR che vi illustriamo nella nostra guida. L’obiettivo al 2028 è di raggiungere i 4 milioni di assunti al di sotto dei 44 anni.

ULTERIORI INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere tutte le selezioni pubbliche già in atto e scaricare i relativi bandi vi invitiamo a consultare la nostra pagina dedicata ai concorsi pubblici. Per conoscere le anticipazioni sui bandi in uscita è disponibile invece la nostra pagina con i prossimi concorsi in arrivo. E’ possibile restare sempre informati sui nuovi concorsi per lavorare nella Pubblica Amministrazione iscrivendosi alla nostra newsletter gratuita per essere avvisati su tutte le novità e al nostro canale Telegram per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti