Concorsi pubblici e assunzioni nella PA: cosa cambia con Decreto PNRR 2022

La spiegazione di tutte le novità in arrivo per i concorsi pubblici e le assunzioni nella Pubblica Amministrazione introdotte dal Decreto PNRR 2

assunzioni, pubblica amministrazione, concorsi

Arrivano importanti novità per i concorsi pubblici e le assunzioni nella Pubblica Amministrazione (PA). Il Decreto PNRR 2 introduce diverse misure finalizzare al raggiungimento degli obiettivi fissati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per la Funzione Pubblica.

Nuova linfa per i concorsi pubblici, per la formazione e mobilità dei dipendenti, per mezzo soprattutto dell’utilizzo del portale inPA, del potenziamento di Formez PA e della Scuola Nazionale dell’Amministrazione.

In questo articolo vi spieghiamo in modo dettagliato cosa prevede il nuovo Decreto PNRR 2 in materia di concorsi pubblici e assunzioni nella PA, quali sono le novità in arrivo e come verranno raggiunti gli obiettivi specifici del PNRR.

ACCESSO AI CONCORSI SOLO ATTRAVERSO INPA

Dal 1° novembre 2022 l’accesso ai concorsi pubblici per le assunzioni a tempo determinato e indeterminato nelle amministrazioni centrali avverrà esclusivamente registrandosi al portale inPA.gov.it. I termine iniziale fissato dal Decreto Legge PNRR 2 nella sua versione iniziale, slitta all’autunno nel testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 aprile 2022. l ricorso al portale sarà successivamente esteso a Regioni ed Enti locali con modalità che saranno definite in un Decreto del Ministro per la Pubblica amministrazione, previa intesa in Conferenza Unificata. Nel Decreto PNRR 2 anche interventi di semplificazione delle procedure concorsuali e norme specifiche per ampliare l’uso di inPA ad altri scopi: individuare le commissioni esaminatrici dei concorsi, conferire incarichi per il PNRR e nominare i componenti degli Organismi indipendenti di valutazione (Oiv).

NOVITÁ PER PROVE D’ESAME E CONOSCENZA LINGUA STRANIERA

Nei concorsi per il personale non dirigenziale il Decreto PNRR 2 ha previsto l’espletamento di almeno una prova scritta e sempre di una prova orale, che comprenda l’accertamento della conoscenza di almeno una lingua straniera. Come già stabilito per i dirigenti, è prevista l’introduzione di sistemi di valutazione basati sulle competenze e sulle attitudini (assessment). Per l’assunzione di profili specializzati, oltre alle competenze devono essere valutate le esperienze lavorative pregresse e pertinenti.

REVISIONE RIFORMA SUI CONCORSI

Per il pieno conseguimento delle milestone e dei target del PNRR e per consentire il traguardo M1C1-58 con scadenza giugno 2023, è affidato a un Decreto del Presidente della Repubblica, da adottarsi entro il 31 dicembre 2022 su proposta del Ministro per la Pubblica amministrazione, il compito di operare una revisione organica del DPR 487 del 1994 sui concorsi pubblici. La riforma, attesa da tempo, agirebbe a 360 gradi sulle assunzioni nelle PA.

CODICE COMPORTAMENTO PER I DIPENDENTI PA, ATTENZIONE AI SOCIAL NETWORK

Il Decreto prevede l’aggiornamento del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici (DPR 62 del 2013) introducendo, in particolare, una sezione dedicata all’utilizzo dei social network per tutelare l’immagine della PA. Si stabilisce, inoltre, lo svolgimento di un ciclo di formazione sui temi dell’etica pubblica e del comportamento etico per i neoassunti, la cui durata e intensità sono proporzionate al grado di responsabilità.

CONSULENZE IN PA PER PNRR ANCHE PER I PENSIONATI

Il testo stabilisce che fino al 31 dicembre 2026 le amministrazioni titolari di interventi previsti nel PNRR, incluse le Regioni e gli Enti locali, potranno conferire incarichi di consulenza ai pensionati, anche in deroga al divieto di attribuire incarichi retribuiti a lavoratori collocati in quiescenza.

AZIONI POSITIVE SULLA PARITÀ DI GENERE

Per dare effettiva applicazione al principio della parità di genere nell’accesso, nelle progressioni di carriera e nel conferimento degli incarichi apicali, il Decreto PNRR 2 prevede che le amministrazioni possono inserire nei bandi misure che attribuiscono vantaggi specifici al genere meno rappresentato, quello femminile. I criteri di discriminazione positiva devono essere proporzionati allo scopo da perseguire e adottati a parità di qualifica da ricoprire e di punteggio conseguito nelle prove concorsuali. Un altro passo avanti in tal senso, si ricorda, è stato fatto grazie alla Legge sulla parità salariale.

NOVITÀ SULLA MOBILITÀ ORIZZONTALE

Il Decreto PNRR 2 prevede all’articolo 6 una revisione del quadro normativo che regola la mobilità orizzontale nella PA, a partire dalla creazione di un sistema di pubblicità unico e trasparente con gli avvisi per tutti i posti disponibili nelle amministrazioni centrali e locali. Dovranno essere inseriti in un’apposita sezione del portale del reclutamento inPA. I dipendenti pubblici interessati alle posizioni vacanti potranno presentare apposita domanda tramite il portale. In arrivo, poi, restrizioni significative all’uso di mezzi alternativi di mobilità (ossia “comandi” e “distacchi”), per renderli eccezionali e rigorosamente limitati nel tempo. Introdotte, infine, nuove disposizioni per il personale impiegato in organismi internazionali o dell’Unione europea.

MISURE URGENTI SUI FONDI PNRR

Sono previste dal nuovo Decreto PNRR 2 anche ulteriori misure abilitanti per garantire la più efficace e tempestiva attuazione degli interventi previsti dal PNRR. In primis, l’utilizzo dei 48 milioni di euro non impegnati dal finanziamento del progetto dei 1.000 esperti per la semplificazione, che vi spieghiamo in questo articolo. In seconda battuta, verranno impiegati ulteriori interventi per il conferimento di incarichi professionali a esperti esclusivamente attraverso il portale inPA.

ASSUNZIONI E POTENZIAMENTO PER FORMEZ PA

Il Decreto assegna a Formez PA un contributo di 60 milioni di euro, finanziato con un’anticipazione di spesa del ministero dell’Economia. L’obiettivo è assicurare la piena attuazione degli interventi di transizione inclusi nel PNRR legati al superamento dell’emergenza formativa digitale, ecologica e amministrativa dei dipendenti della Pubblica amministrazione. Il fondo ha lo scopo di “ottimizzare e rendere più efficienti le procedure di assunzione di personale pubblico, anche nell’ambito delle esigenze assunzionali connesse al PNRR“. A questo scopo FormezPA, in base all’effettivo fabbisogno finanziario, preleva le risorse stanziate, fino al 31 dicembre 2024, come anticipazione delle spese, poi da restituire con interesse dell’1%, necessarie a svolgere i concorsi “oggetto di convenzioni con le pubbliche amministrazioni con oneri a carico di queste ultime“. Per altre informazioni sulle assunzioni nelle PA, si consiglia di leggere quanto previsto dal Bilancio 2022 per le amministrazioni pubbliche come sintetizzato in questo articolo.

RAFFORZAMENTO SCUOLA NAZIONALE DELL’AMMINISTRAZIONE

Viene rafforzata, con misure specifiche, la Scuola Nazionale dell’Amministrazione (SNA), con particolare riguardo alle risorse umane, finanziarie e organizzative. È prevista dal Decreto la possibilità di istituire poli formativi su tutto il territorio nazionale.

CHIAMATA DIRETTA PER ASSUNZIONI DI TECNICI AL SUD

Dopo il flop dei concorsi banditi per reclutare professionisti nelle PA meridionali da impiegare per la realizzazione dei progetti legati al PNRR, il Governo ha autorizzato gli enti interessati ad assumere direttamente con contratti di collaborazione il personale necessario. Lo scopo è coprire i posti rimasti vacanti dopo le procedure concorsuali che sono state fallimentari per la scarsa adesione o non accettazione dell’incarico. Maggiori informazioni in questo approfondimento.

COSTITUZIONE SOCIETÀ “3-I SPA”

INAIL, INPS e ISTAT costituiscono una società a capitale interamente pubblico, finalizzata allo sviluppo, manutenzione e gestione di soluzioni software e di servizi informatici a favore delle pubbliche amministrazioni centrali. Il capitale sociale della società è interamente sottoscritto e attribuito a INAIL, INPS e ISTAT. Lo statuto è approvato dai ministri vigilanti, tra cui il Ministro per la Pubblica amministrazione.

LE RISORSE PER CONCORSI PUBBLICI E ASSUNZIONI PA

Nel Decreto PNRR 2 arriva la riforma dei concorsi pubblici e delle assunzioni nella PA per garantire una nuova accelerata per l’amministrazione pubblica. Dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) sono infatti arrivate le risorse relative alla prima rata da 21 miliardi di euro versata il 14 aprile 2022 dalla Commissione europea all’Italia. Poi, in arrivo a breve la prossima tranche da 24,1 miliardi di euro per mettere in campo progetti e investimenti e costruire il futuro delle pubbliche amministrazioni.

IL TESTO INTEGRALE DEL DECRETO PNRR 2

Mettiamo a disposizione il testo integrale del Decreto Legge PNRR 2 (Pdf 546 Kb) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.100 del 30 aprile 2022.

ALTRI APPROFONDIMENTI E AGGIORNAMENTI

Vi invitiamo a leggere l’approfondimento sulle assunzioni nella Pubblica Amministrazione previste per il 2022 e quello dedicato alle assunzioni nella PA con lo sblocco del turn over che porterà alla creazione di 11mila posti di lavoro. Inoltre per conoscere tutte le selezioni pubbliche in atto e scaricare i relativi bandi vi invitiamo a consultare la nostra sezione dedicata ai concorsi pubblici. Per conoscere le anticipazioni sui bandi in uscita è disponibile invece la nostra pagina con i prossimi concorsi in arrivo.

Vi invitiamo anche ad iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti
Elsa

Complimenti un sito a 360 gradi

Redazione Ticonsiglio
Admin
Reply to  Elsa

Grazie mille