Calcolo punteggio di Servizio ATA graduatorie terza fascia

personale scuola

In questa guida utile facciamo chiarezza su come si effettua il calcolo del punteggio di servizio ATA per le graduatorie di terza fascia.

Ti spieghiamo in modo semplice e chiaro quanti punti ti spettano in base ai giorni di lavoro nella scuola che hai maturato, in vista del prossimo concorso ATA terza fascia.

GRADUATORIE ATA TERZA FASCIA CALCOLO PUNTEGGIO SERVIZIO

A breve uscirà il nuovo bando ATA terza fascia per l’inserimento e l’aggiornamento delle graduatorie personale ATA valide per gli anni scolastici 2021/22 – 2022/23 – 2023/24. Ciascun candidato, oltre ai titoli di accesso, può presentare dei titoli di preferenza, per avere la precedenza su altri candidati, e dei titoli valutabili per ottenere dei punti in più nelle graduatorie del personale amministrativo, tecnico e ausiliario della scuola. 

Tra i titoli valutabili per inserirsi o aggiornare il punteggio nelle graduatorie ATA di III fascia rientrano i titoli di servizio. Si tratta dei periodi di lavoro prestato presso le scuole dai candidati, che danno diritto a determinati punti in base a mansioni e durata. Il punteggio relativo al servizio si calcola sommando i punti che ti spettano per ciascun titolo di servizio che possiedi. 

CALCOLO SERVIZIO ATA TERZA FASCIA PER TUTTI I PROFILI PROFESSIONALI

Ecco in dettaglio come si effettua il calcolo del punteggio di servizio ATA per le graduatorie di terza fascia e i punti che ti spettano per i giorni di servizio:

  • servizio prestato nelle scuole dell’infanzia statali, delle Regioni Sicilia e Val d’Aosta, delle province autonome di Trento e Bolzano, primarie statali e di istruzione secondaria o artistica statali, nelle istituzioni scolastiche e culturali italiane all’estero, e nelle istituzioni convittuali – 6 punti per ogni anno scolastico o 0,50 punti per ogni mese o frazione di mese superiore a 15 giorni;
  • per il medesimo servizio prestato nelle scuole dell’infanzia non statali autorizzate, primarie non statali parificate, sussidiate o sussidiarie, di istruzione secondaria o artistica non statali pareggiate, legalmente riconosciute e convenzionate, e nelle scuole non statali paritarie i punti si dimezzano, quindi si calcolano 3 punti per ogni anno e 0,25 punti per ogni mese o frazione di mese superiore a 15 giorni (dal 16° giorno in poi);
  • altro servizio prestato nelle scuole statali, compresi l’insegnamento nei corsi C.R.A.C.I.S. e con rapporto di lavoro costituito con enti locali, e il servizio prestato come modello vivente
    0,10 punti per ogni mese di servizio o frazione dai 16 giorni su, fino a massimo 1,20 punti per anno scolastico, per i profili di assistente amministrativo, assistente tecnico, cuoco, infermiere;
    0,15 punti al mese o frazione superiore a 15 giorni, fino a un massimo di 1,80 punti per anno scolastico, per i profili di guardarobiere, addetto alle aziende agrarie, collaboratore scolastico;
  • per il medesimo servizio prestato nelle scuole dell’infanzia non statali autorizzate, primarie non statali parificate, sussidiate o sussidiarie, di istruzione secondaria o artistica non statali pareggiate, legalmente riconosciute e convenzionate, e nelle scuole non statali paritarie il punteggio si dimezza;
  • servizio prestato alle dirette dipendenze di amministrazioni statali, negli Enti locali e nei patronati scolastici – 0,60 punti l’anno e 0,05 punti per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni (fino a un massimo di 0,60 punti per anno scolastico);
  • per il solo profilo di infermiere, servizio prestato nei convitti annessi agli istituti tecnici e professionali, nei convitti nazionali e negli educandati femminili dello Stato – 6 punti per ciascun anno scolastico o 0,50 punti per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni.

ESEMPIO DI CALCOLO

Se hai prestato servizio per 1 anno, 2 mesi e 10 giorni presso una scuola dell’infanzia statale come collaboratore scolastico il calcolo sarà: (1 anno = 6 punti) + (2 mesi = 1 punto) = 7 punti in totale. I 10 giorni non si conteggiano perché sono inferiori a 15 giorni. 

QUANDO E’ VALUTABILE IL SERVIZIO?

I titoli di servizio valutabili sono solo quelli relativi a periodi coperti da nomina o da contratto. Quindi quelli per i quali vi sia stata retribuzione, anche ridotta. Dunque i periodi di servizio per la sola conservazione del posto, senza assegni, non sono valutabili. Fanno eccezione i casi in cui il tempo di conservazione del posto senza assegni rientra nell’anzianità di servizio a tutti gli effetti. Tra questi rientrano mandati amministrativi, maternità, servizio militare e simili. Sono valutabili, sia in presenza che in assenza di retribuzione, anche i periodi riconosciuti giuridicamente al candidato a seguito di contenzioso con pronuncia definitiva favorevole.

ULTERIORI INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

Il bando ATA terza fascia uscirà a breve. Per tutte le informazioni puoi leggere il nostro approfondimento sul concorso ATA terza fascia 2021. Mettiamo a tua disposizione anche la nostra guida su come aumentare il punteggio in graduatoria ATA e le tabelle con tutti i titoli valutabili per le graduatorie ATA.

Visita la nostra pagina dedicata al personale ATA per tutte le informazioni sulle graduatorie ATA, dove trovi anche questo approfondimento su come lavorare nel personale amministrativo, tecnico e ausiliario delle scuole.

Iscriviti gratis alla nostra newsletter per continuare a seguirci e ricevere tutti gli aggiornamenti.

Subscribe
Notificami
42 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments