TFA Sostegno 2022: tutti i Bandi, requisiti, posti disponibili

scuola

Il MIUR ha dato avvio al TFA sostegno VII ciclo e ha comunicato le date delle prove preselettive, che si svolgeranno dal 24 al 27 maggio.

Si tratta del Tirocinio Formativo Attivo per diventare insegnanti di sostegno nelle scuole d’infanzia, primarie e secondarie. I corsi di specializzazione per il sostegno, che sono rivolti sia a laureati che a diplomati, sono organizzati dalle Università e l’accesso avviene mediante concorso per titoli ed esami. Dunque ogni Ateneo che eroga il corso TFA pubblica un bando per ammettere gli aspiranti.

Ecco tutte le informazioni sul TFA sostegno 2022, i requisiti, i posti disponibili e cosa studiare, e i bandi da scaricare. Continueremo ad aggiornare questo articolo per rendere disponibili i bandi di ciascuna università non appena saranno pubblicati.

TFA SOSTEGNO 2022 DECRETO MIUR

Con il Con il decreto n. 333 del 30 marzo 2022, infatti, il MIUR ha autorizzato le Università ad bandire i concorsi per l’accesso al VII ciclo del TFA sostegno e ad avviare i corsi per il triennio scolastico 2021-2024. In sostanza, dunque, ha dato avvio ai corsi di specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità nella scuola dell’infanzia, nella scuola primaria, nella scuola secondaria di I grado e nella scuola secondaria di II grado.

POSTI DISPONIBILI

Il Ministero dell’Istruzione ha indicato nell’apposita TABELLA (Pdf 72Kb) contenuta nell’allegato A del decreto 333/2022 la distribuzione dei posti per ciascuna delle Università che hanno aderito al VII ciclo del Tirocinio Formativo Attivo per diventare insegnanti di sostegno. Sono in totale 25.874 i posti disponibili per i corsi TFA sostegno 2022.

POSTI DISPONIBILI PER CIASCUN GRADO SCOLASTICO

Nello specifico, i posti per i corsi di specializzazione dei Docenti sul sostegno sono così distribuiti, in base al grado di istruzione:

  • 2576 posti per la scuola dell’infanzia;
  • 5319 posti per la scuola primaria;
  • 7731 posti per la scuola secondaria I grado;
  • 10248 posti per la scuola secondaria II grado.

POSTI DISPONIBILI PER OGNI REGIONE

Ecco invece i posti disponibili per ciascuna regione:

  • Abruzzo – 730 posti;
  • Basilicata – 400 posti;
  • Calabria – 2.070 posti;
  • Campania – 2.486 posti;
  • Emilia Romagna – 800 posti;
  • Friuli Venezia Giulia – 290 posti;
  • Lazio – 5.500 posti;
  • Liguria – 330 posti;
  • Lombardia – 1.240 posti;
  • Marche – 510 posti;
  • Molise – 400 posti;
  • Piemonte – 450 posti;
  • Puglia – 2.750 posti;
  • Sardegna – 450 posti;
  • Sicilia – 5.000 posti;
  • Toscana – 1.035 posti;
  • Trentino Alto Adige – 204 posti;
  • Umbria – 260 posti;
  • Valle d’Aosta – 55 posti;
  • Veneto – 920 posti.

Vediamo nel dettaglio come funzionano i concorsi TFA sostegno e cosa studiare per prepararsi, sulla base dei bandi usciti per il precedente ciclo.

REQUISITI

Possono accedere ai corsi TFA per la specializzazione sul sostegno i candidati in possesso di uno dei seguenti requisiti:

1. per la scuola dell’infanzia e primaria

  • abilitazione all’insegnamento conseguito presso i corsi di laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente;

  • diploma magistrale, compreso il diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico, con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito all’estero e riconosciuto in Italia ai sensi della normativa vigente, conseguiti, comunque, entro l’anno scolastico 2001/2002;

2. per la scuola secondaria di primo e secondo grado

  • abilitazione alla classe di concorso, o analoghi titoli di abilitazione conseguiti all’estero e
    riconosciuti in Italia;

  • laurea magistrale o a ciclo unico, oppure diploma di II livello dell’alta formazione artistica, musicale e coreutica, oppure titolo equipollente o equiparato, insieme a 24 CFU/CFA, acquisiti in forma curricolare, aggiuntiva o extra curricolare nelle discipline antro-po-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche, garantendo comunque il possesso di almeno sei crediti in ciascuno di almeno tre dei seguenti quattro ambiti disciplinari: pedagogia, pedagogia speciale e didattica dell’inclusione; psicologia; antropologia; metodologie e tecnologie didattiche;

3. per i posti di insegnante tecnico-pratico – ITP

  • diploma (non sono richiesti i 24 CFU).

COME ACCEDERE AI CORSI

Per accedere ai concorsi TFA è necessario superare l’apposito concorso bandito da ciascuna Università. In base al decreto MIUR 30 settembre 2011, la procedura concorsuale prevede l’espletamento delle seguenti prove:

  • test preselettivo;
  • una o più prove scritte o pratiche;
  • una prova orale.

Ciascuna prova è superata con un punteggio minimo di 21/30. In base a quanto previsto dal decreto ministeriale n. 92/2019, coloro che superano le prove ma non sono ammessi al concorso perchè non rientrano in posizione utile per i posti disponibili possono chiedere l’inserimento nella graduatoria di un altro Ateneo, purchè la stessa contenga un numero di candidati inferiore al numero di posti messi a bando. Quest’ultimo provvede poi a rivalutare i titoli degli aspiranti in base al proprio bando per l’accesso al TFA.

PROVE PRESELETTIVE

La prova preselettiva consiste nella somministrazione di 60 quesiti a risposta multipla, di cui:

  1. 20 domande per la verifica delle competenze linguistiche e della comprensione dei testi in lingua italiana;

  1. 40 domande per la verifica delle competenze socio-psico-pedagogiche, distinte per grado (infanzia, primaria, secondaria di primo grado, secondaria di secondo grado).

I candidati che abbiano superato la prova preselettiva del VI ciclo ma che a causa di sottoposizione a misure sanitarie di prevenzione da COVID-19 (isolamento e/o quarantena) non abbiano potuto sostenere le ulteriori prove, non devono ripetere la prova preselettiva ma accedono direttamente alle prove successive.

IL CALENDARIO DELLE PROVE

La prova preselettiva si svolgerà contemporaneamente su tutto il territorio nazionale, nelle seguenti date:

  • 24 maggio 2022 per la scuola dell’infanzia;
  • 25 maggio 2022 per la scuola primaria;
  • 26 maggio 2022 per la scuola secondaria di I grado;
  • 27 maggio 2022 per la scuola secondaria di II grado.

BANDI TFA SOSTEGNO 2022

Ecco l’elenco dei bandi per il TFA 2022 pubblicati dalle Università, con le relative scadenze, rettifiche e integrazioni, e il link alla pagina dedicata ai corsi di formazione di ciascun Ateneo, dove sono pubblicate tutte le notizie relative ai TFA sostegno:

ABRUZZO

Università dell’Aquila – ecco il bando e la pagina. Scadenza 3 maggio.

Università di Teramo – ecco il bando, l’integrazione e la pagina. Scadenza 9 maggio.

Università di Chieti-Pescara – ecco il bando, la rettifica e la pagina. Scadenza 13 maggio.

BASILICATA

Università della Basilicata – ecco il bando e la pagina. Scadenza 16 maggio.

CALABRIA

Università della Calabria – ecco il bando e la pagina. Scadenza 13 maggio.

Università Mediterranea di Reggio Calabria – ecco il bando e la pagina. Scadenza 9 maggio.

Università Magna Grecia di Catanzaro – ecco il bando e la pagina. Scadenza 13 maggio.

CAMPANIA

Università Suor Orsola Benincasa di Napoli – ecco il bando, i chiarimenti sulla procedura di iscrizione e la pagina. Scadenza 9 maggio.

Università di Salerno – ecco il bando e la pagina. Scadenza 6 maggio.

EMILIA ROMAGNA

Università di Bologna – ecco il bando e la pagina. Scadenza 3 maggio.

Università di Ferrara – ecco il bando e la pagina. Scadenza 10 maggio.

Università di Modena e Reggio Emilia – ecco il bando e la pagina. Scadenza 3 maggio.

Università di Parma – ecco il bando e la pagina. Scadenza 6 maggio.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Università degli studi di Udine – ecco il bando e la pagina. Scadenza 9 maggio.

Università di Trieste – ecco il bando e la pagina. Scadenza 11 maggio.

LAZIO

Università LUMSA di Roma – ecco il bando e la pagina. Scadenza 5 maggio.

Link Campus University di Roma – ecco il bando e la pagina. Scadenza 12 maggio.

Università Roma Tre di Roma – ecco il bando e la pagina. Scadenza 11 maggio.

Università UNINT di Roma – ecco il bando e la pagina. Scadenza 10 maggio.

UniCamillus di Roma – ecco il bando e la pagina. Scadenza 13 maggio.

Università di Roma Foro Italico – ecco il bando e la pagina. Scadenza 13 maggio.

Università della Tuscia di Viterbo – ecco il bando e la pagina. Scadenza 11 maggio.

Università degli studi di Cassino e del Lazio meridionale – ecco il bando e la pagina. Scadenza 12 maggio.

LIGURIA

Università di Genova – ecco il bando  e la pagina. Scadenza 5 maggio.

LOMBARDIA

Università di Milano – ecco il bando e la pagina. Scadenza 16 maggio.

Università Bicocca di Milano – ecco il bando e la pagina. Scadenza 10 maggio.

Università Cattolica di Milano – ecco il bando e la pagina. Scadenza 10 maggio.

Università di Bergamo – ecco il bando e la pagina. Scadenza 13 maggio.

MARCHE

Università di Urbino – ecco il bando e la pagina. Scadenza 5 maggio.

Università di Macerata – ecco il bando e la pagina. Scadenza 5 maggio.

MOLISE

Università del Molise – ecco il bando e la pagina. Scadenza 11 maggio.

PIEMONTE

Università di Torino – ecco il bando e la pagina. Scadenza 12 maggio.

PUGLIA

Università di Foggia – ecco il bando e la pagina. Scadenza 6 maggio.

Università di Bari – ecco il bando e la pagina. Scadenza 12 maggio.

Università del Salento – ecco il bando e la pagina. Scadenza 12 maggio.

SARDEGNA

Università di Sassari – ecco il bando e la pagina. Scadenza 10 maggio.

Università di Cagliari – ecco il bando, l’integrazione e la pagina. Scadenza 10 maggio.

SICILIA

Università di Palermo – ecco il bando e la pagina. Scadenza 9 maggio.

Università di Catania – ecco il bando e la pagina. Scadenza 9 maggio.

Università di Messina – ecco il bando e la pagina. Scadenza 12 maggio.

Università di Enna – ecco il bando e la pagina. Scadenza 14 maggio.

TOSCANA

Università di Pisa – ecco il bando e la pagina. Scadenza 2 maggio.

Università di Siena – ecco il bando e la pagina. Scadenza 2 maggio.

Università di Firenze – ecco il bando e la pagina. Scadenza 15 maggio.

TRNTINO ALTO ADIGE

Università di Trento – ecco il bando e la pagina. Scadenza 10 maggio.

Università di Bolzano – ecco il bando e la pagina. Scadenza 5 maggio.

UMBRIA

Università di Perugia – il bando e la pagina. Scadenza 6 maggio.

VALLE D’AOSTA

Università della Valle d’Aosta – ecco il bando e la pagina. Scadenza 13 maggio.

VENETO

Università di Padova – ecco il bando e la pagina. Scadenza 2 maggio.

Università di Verona – ecco il bando e la pagina. Scadenza 5 maggio.

Aggiorneremo l’articolo man mano che usciranno i bandi.

COSA STUDIARE PER PREPARARSI

Per superare i concorsi per l’accesso al TFA per il sostegno occorre avere una preparazione adeguata sulle materie oggetto delle prove d’esame. Dato che si tratta di argomenti vasti e complessi, è bene quindi iniziare a prepararsi in anticipo, in vista dell’uscita dei nuovi bandi, utilizzando anche manuali specifici che permettano di esercitarsi sui test/quiz. Ci sono alcune case editrici che mettono a disposizione manuali creati appositamente per la preparazione alle prove per i corsi TFA per Insegnanti di sostegno. Vi segnaliamo, ad esempio, questo manuale, con i quiz ufficiali della prova preselettiva, questo manuale con teoria e quiz per prepararsi alle prove  d’accesso ai percorsi di specializzazione per la scuola d’infanzia e primaria, e questo manuale con teoria e quiz per prepararsi alle prove  d’accesso ai percorsi di specializzazione per la scuola secondaria di primo e secondo grado.

ULTERIORI INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

Continuate a seguirci per restare aggiornati, visitando la nostra pagina riservata a tutte le novità per i Docenti, e iscrivendovi gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram. E’ inoltre disponibile il gruppo Telegram dedicato ai docenti e aspiranti docenti utile per confrontarsi con altri candidati e avere consigli.

Subscribe
Notificami
7 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti
Mattia

Come sempre un caos. L’anno scorso prove preselettive a settembre. Quest’anno a Maggio. Tutto imprevedibile. Come ci si può preparare adeguatamente se si lavora a tempo pieno con così poco preavviso? La scuola rimane l’ufficio di collocamento per disoccupati a lungo termine

Valeria
Reply to  Mattia

Brava. Pienamente d accordo!!! Ci avvisano poche settimane prima!! Asssuuurdoooooo

Adriana Morabito

Bene

Adriana Morabito

Grazie attendo l’inserimento delle altre regioni

Valentina Antonioli

Grazie, attendo aggiornamenti

MARIA CHIARA GRANDI

grazie per le informazioni , attendo prossimi aggiornamenti.

Giovanna

Ottimo!