Voucher formazione Valle d’Aosta per cittadini: bando e domanda 2022

La guida dettagliata sui contribuiti economici stanziati in Valle d’Aosta e destinati alla formazione dei lavoratori

Corso Formazione Classe S

In Valle d’Aosta sono disponibili, nel 2022, voucher di importo fino a 5000 euro per favorire la partecipazione dei cittadini ad iniziative di formazione.

La misura offre una copertura parziale dei costi sostenuti per iscriversi e frequentare corsi di formazione professionale e percorsi per acquisire qualifiche di accesso all’esercizio di professioni regolamentate.

In questa guida vi spieghiamo cosa prevede il bando 2022 per l’erogazione dei voucher, quali sono i requisiti richiesti e come fare domanda per ottenere i contributi economici per i corsi di formazione in Valle d’Aosta.

VOUCHER FORMAZIONE VALLE D’AOSTA 2022, COSA PREVEDE

La Regione Autonoma Valle d’Aosta ha disposto l’assegnazione di voucher riservati a cittadini che intendono partecipare a diverse tipologie di percorsi di formazione professionale nel triennio 2022 – 2024. Si tratta di contributi economici mirati a coprire parte dei costi di iscrizione e frequenza di corsi di formazione professionale e di percorsi per il conseguimento delle qualifiche necessarie ad esercitare attività professionali oggetto di regolamentazione, secondo quanto previsto dalla normativa nazionale e regionale.

L’agevolazione è riservata a persone residenti in Valle d’Aosta. Ciascun voucher può avere un importo massimo di 5000 euro ed ogni cittadino può ottenere più voucher per la frequenza di percorsi formativi diversi. Per sostenere le spese legate alla partecipazione ad iniziative di formazione da parte dei cittadini, la Regione Valle d’Aosta ha stanziato una dote finanziaria pari a 889.200 euro complessivi, da ripartire nel seguente modo nell’arco del triennio 2022 – 2024:

  • 544.400 euro per l’anno 2022;
  • 172.400 euro per l’anno 2023;
  • 172.400 euro per l’anno 2024.

Di seguito vediamo nel dettaglio come funziona il bando 2022 per concedere voucher per la formazione e la qualificazione professionale dei cittadini disponibili in Valle d’Aosta.

A CHI SI RIVOLGE

Beneficiari dell’intervento sono i cittadini che, al momento della presentazione della domanda di voucher, siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • sono residenti nella Regione Autonoma Valle d’Aosta e, se cittadini non appartenenti all’UE, possiedono regolare permesso di soggiorno;
  • hanno compiuto la maggiore età.

I voucher possono essere concessi anche nel caso in cui il cittadino richiedente sia occupato con rapporto di lavoro subordinato. In questo caso però il voucher può essere richiesto esclusivamente a titolo personale e l’attività formativa deve essere svolta in orario extra-lavorativo. Inoltre, si segnala che oltre al semplice cittadino, possono beneficiare dell’iniziativa anche i soci o titolari di attività di impresa e i liberi professionisti, purché la richiesta del beneficio riguardi la frequenza di attività di formazione non connesse e/o non complementari all’attività d’impresa o libero professionale svolta.

PERCORSI FORMATIVI FINAZIABILI

Con i voucher promossi dalla Regione Valle d’Aosta si possono finanziare i seguenti interventi formativi:

  • Corsi di formazione professionale in diversi settori disciplinari, tra cui, a titolo di esempio, agricoltura, edilizia, meccanica, produzione, servizi alla persona, logistica, e servizi digitali.
    Il dettaglio dei corsi di formazione oggetto dei contributi è riportato nell’Allegato 1 (pdf 18kb) del bando.

  • Percorsi di formazione obbligatoria per l’esercizio di attività professionali oggetto di regolamentazione e percorsi formativi obbligatori di qualificazione per l’assolvimento del requisito professionale richiesto per l’esercizio in forma autonoma o di impresa delle professioni regolamentate.
    Tra queste vi sono, ad esempio, le figure di acconciatore, assistente studio odontoiatrico, istruttori di auto scuola, estetista, operatore forestale e molte altre, elencate dettagliatamente nell’Allegato 2 (pdf 26 kb) del bando.

REQUISTI DEI PERCORSI FORMATIVI

Per poter essere finanziati tramite i voucher della Valle d’Aosta, i percorsi formativi devono:

  • essere avviati nel periodo 8 dicembre 2021 e 30 giugno 2025;
  • essere conclusi entro il 31 dicembre 2029 (compresi gli esami per il conseguimento delle qualificazioni per l’esercizio di attività professionali oggetto di regolamentazione).

Inoltre, il contributo può essere concesso esclusivamente per percorsi per i quali, al momento dell’iscrizione, non siano attive sul territorio regionale edizioni con finalità analoghe o il cui avvio sia previsto entro 3 mesi dalla data di presentazione della richiesta di ammissione al voucher.

SOGGETTI EROGATORI DELLA FORMAZIONE

I voucher disponibili in Valle d’Aosta possono essere impiegati per finanziare esclusivamente iniziative erogate da organismi di formazione o altri soggetti titolati, operanti sul territorio nazionale. In aggiunta, i percorsi di formazione delle figure professionali devono essere riconosciuti dalla Regione/Provincia Autonoma presso cui ha sede l’ente che eroga il corso o da parte di altro soggetto titolato al riconoscimento della formazione.

A QUANTO AMMONTA IL VOUCHER FORMAZIONE VALLE D’AOSTA

Il contributo che i cittadini della Valle d’Aosta possono ottenere copre l’80% dei costi di iscrizione e di frequenza del percorso formativo scelto, come determinati dall’organismo di formazione erogante. In caso di percorsi articolati in più moduli, l’importo del voucher sarà calcolato sulla somma delle quote di iscrizione ai singoli moduli che compongono il percorso.

In ogni caso, il valore massimo del voucher non può superare 5000 euro, al lordo di eventuali oneri di legge a carico del beneficiario. Inoltre, ciascun richiedente può richiedere e ottenere più voucher, per percorsi formativi diversi e presentando singola domanda per ciascuno, ma fino alla concorrenza massima di 5000 euro lordi.

Si specifica, infine, che il voucher costituisce reddito assimilato (in base all’art. 50, comma 1, lett. c) del D.P.R. 23 dicembre 1986, n. 917 TUIR). Pertanto, gli importi erogati sono da considerarsi al netto di eventuali oneri di legge a carico del beneficiario.

COME PRESNETARE DOMANDA

Per ottenere i voucher per la formazione della Valle d’Aosta è necessario presentare apposita domanda online, esclusivamente mediante il sistema informativo SOL – Servizi Online Lavoro della Regione.

L’istanza, assoggettata all’imposta di bollo per un importo pari a 16 euro da assolversi in modalità virtuale, deve essere compilata in ogni sua parte e corredata dei seguenti documenti:

  1. documentazione relativa al percorso formativo, ovvero:
    • preventivo rilasciato dall’ente di formazione, comprensivo di quota di iscrizione e di eventuali costi di frequenza;
    • ricevuta dell’iscrizione, rilasciata dall’organismo di formazione;
    • solo per i percorsi formativi per le attività professionali oggetto di regolamentazione: dichiarazione attestante il riconoscimento del percorso formativo da parte della Regione/Provincia Autonoma presso cui ha sede l’ente erogatore o di altro soggetto competente nel riconoscimento della formazione.
  2. copia della quietanza di avvenuto pagamento dell’imposta di bollo (pagamento da effettuarsi tramite piattaforma regionale dei pagamenti, nella sezione Pagamenti OnLine > Imposta di bollo solo su istanza e inserendo la causale “Istanza voucher per la formazione professionale”).

Le domande di ammissione ai voucher per la formazione professionale erogati dalla Regione Valle d’Aosta possono essere presentate entro la scadenza del 15 ottobre 2024.

COME FUNZIONA IL VOUCHER FORMAZIONE VALLE D’AOSTA

La verifica della validità delle domande di accesso ai voucher presentate dai cittadini, e del possesso dei requisiti richiesti, termina entro 30 giorni dalla ricezione della domanda. L’istruttoria di ammissibilità è effettuata secondo l’ordine cronologico di arrivo delle domande (fanno fede data e ora di ricevimento delle istanze). Terminata la verifica, l’Amministrazione approva o meno il voucher e provvede a comunicare al beneficiario, tramite sistema informativo dedicato, l’assegnazione o l’eventuale diniego del contributo.

EROGAZIONE DEI VOUCHER

I contributi economici per le attività formative sono erogati direttamente al beneficiario del voucher, senza alcuna assegnazione da parte dell’ente regionale. Il voucher viene liquidato in 2 fasi:

  1. Inziale acconto pari al 50% del voucher totale spettante (ad esclusione dei casi in cui l’importo riconosciuto sia uguale o inferiore a 500 euro e/o il percorso risulti già concluso al momento della presentazione dell’istanza).
  2. Saldo finale, da richiedere a cura del beneficiario, a conclusione del percorso formativo ed entro 60 giorni dal termine dei corsi di formazione professionale (con esito positivo/attestato di frequenza con profitto) o dal conseguimento della qualifica per le professioni regolamentate.

COME PRESENTARE LA RICHIESTA DEL SALDO

La richiesta di saldo, da presentare pena decadenza dal beneficio, si inoltra alla Struttura regionale competente, tramite il sistema informativo dedicato, unitamente alla seguente documentazione:

    • modulo per le detrazioni di imposta per l’anno di riferimento;
    • copia della fattura quietanzata (o documento equipollente) dell’ente di formazione, intestata al beneficiario del voucher e comprensiva del dettaglio della spesa effettivamente sostenuta;
    • documento attestante la qualificazione per l’esercizio di attività professionali oggetto di regolamentazione o dichiarazione di esito positivo/attestato di frequenza con profitto rilasciata/o dall’organismo di formazione;
    • per i beneficiari occupati con rapporto di lavoro subordinato: documentazione comprovante l’avvenuta frequenza del corso in orario extra-lavorativo.

Per i percorsi formativi già conclusi alla data di presentazione dell’istanza, la richiesta di liquidazione del voucher deve avvenire entro 60 giorni dalla data in cui viene comunicata l’approvazione del voucher.

CAUSE DI REVOCA E DECADENZA DEL VOUCHER

Il contributo regionale per la formazione può essere revocato o decadere, con conseguente restituzione dell’acconto eventualmente percepito, nei seguenti casi:

  • rinuncia al corso da parte del beneficiario;
  • presentazione di false dichiarazioni e/o di falsa documentazione;
  • mancato invio o mancata integrazione della documentazione richiesta;
  • mancato avvio del percorso formativo entro i termini previsti dal bando;
  • per i corsi di formazione professionale (elencati nell’Allegato 1 al bando): mancato conseguimento dell’attestato di frequenza con profitto;
  • per i percorsi di qualificazione delle professioni regolamentate (elencate nell’Allegato 2 al bando): mancato conseguimento del titolo in esito al percorso formativo oggetto del voucher entro i termini previsti dal bando.

TESTO DEL BANDO VOUCHER FORMAZIONE VALLE D’AOSTA 2022

Rendiamo disponibile il testo integrale del Bando 2022- “Disposizioni applicative per l’erogazione di voucher per la formazione professionale” (pdf 143kb) della Regione Autonoma Valle d’Aosta. Il bando contiene anche gli Allegati 1 e 2, riportanti, rispettivamente, l’elenco dei corsi di formazione e l’elenco delle professioni regolamentate oggetto dei contributi.

Inoltre, per ulteriori chiarimenti sulla misura o sulle modalità di compilazione delle domande, è possibile visitare questa pagina della Regione. Invece, per avere informazioni sui singoli percorsi formativi disponibili occorre rivolgersi agli enti organizzatori dei corsi, indicati negli allegati al bando.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere anche la nostra guida relativa al voucher conciliazione vita- lavoro della Valle d’Aosta. Per conoscere altri contributi, bonus e agevolazioni disponibili per individui e famiglie, lavoratori e disoccupati, potete visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti alle persone. Vi invitiamo anche ad iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti