Voucher conciliazione Valle d’Aosta figli disabili: bando e domanda 2022

Tutti i dettagli suo buono istituito dalla Valle d’Aosta nel 2022 per supportare la genitorialità dei residenti con figli disabili

disabilità, disabili, invalidità
adv

Sono aperte le domande per ottenere il voucher conciliazione della Valle d’Aosta, la misura regionale che nel 2022 aiuta i cittadini nell’assistenza dei figli disabili con il supporto di personale qualificato, a domicilio o presso strutture dedicate, o attraverso attività di svago, di animazione, sportive, educative, culturali.

Il buono, che arriva fino a 2.000 euro, è destinato ai nuclei familiari residenti in Valle d’Aosta in cui siano presenti figli con disabilità, di età compresa tra i 3 e i 21 anni, e in cui almeno un genitore risponde a determinati requisiti.

In questa guida vi spieghiamo come funzionano i voucher per la conciliazione della Valle d’Aosta, a chi spettano e come presentare domanda.

adv

VOUCHER CONCILIAZIONE VALLE D’AOSTA 2022, COS’È

I voucher conciliazione messi a disposizione dalla Regione autonoma della Valle d’Aosta consistono in dei buoni, per un massimo di 2.000 euro, volti a coprire i costi di assistenza e svago di bambini e ragazzi disabili, ad esempio, per la frequenza a centri estivi e servizi analoghi fruiti dal 9 giugno al 16 settembre 2022. Il bonus è stato istituito con deliberazione di Giunta regionale n. 118 del 7 febbraio 2022 e si rivolge ai nuclei familiari residenti in Valle d’Aosta in cui siano presenti figli con disabilità, di età compresa tra i 3 e i 21 anni, in cui almeno un genitore risponde a una serie di requisiti. Si può presentare domanda fino al 30 settembre 2022.

A CHI SPETTA

Possono beneficiare del voucher i nuclei familiari residenti nella Regione Autonoma Valle d’Aosta e in cui siano presenti figli disabili ai sensi della Legge 104 del 1992, tra i 3 ed i 21 anni, in cui almeno un genitore rientri in una delle seguenti categorie:

  • occupato con rapporto di lavoro subordinato, dunque non rientrante nelle fattispecie previste dall’articolo 19 del Decreto Legislativo 150 del 2015 e successivi;

  • destinatario di un percorso di politica attiva del lavoro condivisa con il Centro per l’impiego;

  • lavoratore autonomo con partita IVA attiva.

A QUANTO AMMONTA IL VOUCHER CONCILIAZIONE VALLE D’AOSTA

Il voucher conciliazione VdA viene concesso a copertura del costo del servizio di conciliazione per un massimo di 2.000 euro. Se sono stati utilizzati diversi Servizi di conciliazione, è possibile richiedere più voucher, sempre fino all’importo massimo consentito. Nella domanda, sarà necessario specificare i diversi servizi.

SERVIZI DI CONCILIAZIONE AMMESSI

I voucher copre il costo della quota di iscrizione/partecipazione o la spesa del compenso del personale qualificato in caso di servizio a domicilio. Si tratta, per esempio, delle spese sostenute dal genitore per l’iscrizione del figlio disabile al centri estivo o a servizi analoghi, o nei casi più gravi dell’intervento di un professionista direttamente a casa. Ad ogni modo, i servizi devono essere fruiti dal 9 giugno al 16 settembre 2022.

LE RISORSE

Il voucher di conciliazione è concesso fino ad esaurimento delle risorse disponibili. La misura è infatti finanziata mediante fondi regionali per un importo complessivo pari ad 200.000 euro suddiviso in:

  • 170.000 euro riservati ai nuclei familiari in cui siano presenti figli disabili ai sensi della Legge 104 del 1992, di età compresa tra i 3 ed i 21 anni;

  • 30.000 euro riservati ai nuclei familiari in cui siano presenti figli disabili ai sensi della Legge 104 del 1992, di età compresa tra i 3 ed i 21 anni e percettori di assegno di accompagnamento.

L’Amministrazione regionale, in caso di avanzo delle risorse, si riserva la possibilità di redistribuirle e si riserva la facoltà di procedere al rifinanziamento della misura, previa verifica della disponibilità di fondi sul bilancio regionale.

adv

COME FUNZIONA IL VOUCHER CONCILIAZIONE VALLE D’AOSTA

IL voucher conciliazione per i figli disabili Valle d’Aosta viene erogato su domanda degli aventi diritto. Le domande sono accolte secondo l’ordine cronologico di presentazione. In caso di esito positivo dell’istruttoria, l’istanza viene ammessa al finanziamento con provvedimento del Dirigente della Struttura Politiche per l’inclusione lavorativa, che verrà comunicato ai beneficiari. Nella pratica, a conclusione della fruizione del servizio di conciliazione, e comunque non oltre il 30 settembre 2022, il beneficiario procede a richiedere l’erogazione del voucher, inviando apposita richiesta corredata dai documenti  giustificative attestanti la spesa sostenuta nel periodo per il quale è stato concesso. Successivamente, la Struttura competente provvede all’erogazione del voucher mediante accredito su conto corrente intestato o cointestato al beneficiario.

SCADENZA DOMANDA

I voucher conciliazione Valle d’Aosta per figli disabili devono essere richiesti entro il 30 settembre 2022.

COME PRESENTARE DOMANDA

Le istanze per ottenere il voucher conciliazione VdA devono essere presentate utilizzando esclusivamente questo modello predisposto e disponibile in questa pagina. Le domande devono:

  • essere presentate in marca da bollo da 16 euro;

  • avere in allegato la copia del documento di identità in corso di validità del richiedente;

  • completate in ogni loro parte, debitamente firmate.

Devono inoltre essere presentate esclusivamente in modalità telematica, inviando un messaggio di posta elettronica al seguente indirizzo: conciliazione@regione.vda.it (PEC). L’oggetto del messaggio di posta elettronica deve contenere i seguenti dati:
“Cognome e Nome del beneficiario – Voucher Servizi Conciliazione 2022” ovvero, ad esempio “Rossi Mario – Voucher Servizi Conciliazione 2022”.

Se al momento della domanda, non si hanno ancora i documenti attestanti la quota di iscrizione o partecipazione, la spesa relativa al compenso di personale qualificato e il relativo CV, è possibile comunque la sua presentazione, indicando la previsione di spesa. Resta l’obbligo di inviare la documentazione ufficiale entro il 30 settembre 2022.

Non sono ammesse le domande:

  • presentate da persone che non risultano in possesso dei requisiti;

  • prive della documentazione, anche a seguito di richieste di integrazione;
  • presentate oltre il termine di scadenza.

REVOCA E DECADENZA

La Valle d’Aosta può disporre la revoca, ovvero la decadenza del contributo concesso nel caso di:

  • rinuncia al voucher da parte del beneficiario;

  • accertamento di false dichiarazioni o di falsa documentazione;

  • mancata integrazione della documentazione richiesta dal bando.

ASSISTENZA ALLA DOMANDA

Eventuali informazioni possono essere richieste al Dipartimento Politiche del lavoro e della formazione, al seguente indirizzo di posta elettronica conciliazione@regione.vda.it.

IL BANDO VOUCHER CONCILIAZIONE VALLE D’AOSTA 2022

Mettiamo a vostra disposizione il bando integrale del voucher conciliazione Valle d’Aosta vita – lavoro (Pdf 62 Kb).

RIFERIMENTI NORMATIVI

Giunta regionale VDA n. 118 del 7 febbraio 2022 (Pdf 1,38 Mb);
Bando integrale del voucher conciliazione Valle d’Aosta vita – lavoro (Pdf 62 Kb).

AGGIORNAMENTI

Se volete conoscere le novità legislative sugli schemi Decreto sulla conciliazione vita lavoro e tutela lavoratori. Per conoscere gli aiuti per figli disabili vi consigliamo di leggere il nostro articolo sull’assegno unico figli disabili e quello sulla disability card. Se volete conoscere altri aiuti, bonus e agevolazioni disponibili per famiglie e lavoratori potete visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti alle persone. Vi invitiamo anche ad iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima.

di Valeria C.
Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *