Bonus affitto anziani Lombardia 2022 2023 2024: come funziona

La guida al bonus affitto anziani in Lombardia per gli inquilini dai 70 anni in su, assegnatari di alloggi sociali ALER

anziani

Al via il bonus affitto anziani in Lombardia, la misura premiale a favore degli inquilini assegnatari di alloggi sociali destinati a servizi abitativi pubblici di proprietà delle ALER.

Il bonus si rivolge a persone di età pari o superiore a 70 anni, in regola con il pagamento delle spese di locazione e al pagamento delle spese per i servizi dovute all’Azienda.

In questa guida vi spieghiamo come funziona il bonus affitto anziani in Lombardia 2022 2023 2024, a chi spetta e come richiederlo.

BONUS AFFITTO ANZIANI IN LOMBARDIA, COS’È

Il bonus affitto anziani in Lombardia è un abbuono delle spese per la locazione, in un importo massimo da stabilire, a favore degli inquilini dai 70 anni in su, assegnatari di alloggi sociali destinati a servizi abitativi pubblici di proprietà delle Aziende Lombarde per L’Edilizia Residenziale (ALER). Il bonus viene concesso dall’ALER di competenza territoriale, previa verifica del possesso dei requisiti degli inquilini. I beneficiari, in pratica per alcuni mesi da determinare, non pagheranno quanto dovuto per il loro alloggio.

L’obiettivo della misura, istituita dalla Deliberazione n. XI-6929 del 12 settembre 2022 è di tutelare il bisogno abitativo delle persone, specie quelle più fragili. La misura premiale è valida a decorrere dal 2022 e fino al 2024. Per l’intervento sono stati stanziati 2.000.000 euro per l’ anno 2022 e 2.600.000 euro per gli anni 2023 e 2024. Vediamo insieme a chi spetta e come funziona il bonus affitto anziani in Lombardia.

A CHI SPETTA

Il bonus affitto anziani in Lombardia 2022 2023 2024 spetta al cittadino assegnatario dell’alloggio sociale in possesso dei requisiti di seguito indicati:

  • essere assegnatario di un servizio abitativo pubblico da almeno 10 anni presso un’unità abitativa di proprietà di una delle Aziende Lombarde per L’Edilizia Residenziale (ALER);
  • aver compiuto il 70esimo anno di età alla data del 31 dicembre del 2021 per l’agevolazione del 2022. Per le agevolazioni degli anni 2023 e 2024, in analogia, aver compiuto 70 anni al 31 dicembre dell’anno precedente;
  • appartenere all’area della protezione ai sensi dell’articolo 31 della Legge regionale 27 del 2009;
  • essere in regola con il pagamento dei costi di locazione, ovvero assenza di morosità attuale e pregressa nell’ultimo quinquennio, sia con riferimento al pagamento del canone sociale di locazione, che al pagamento delle spese per i servizi dovute all’azienda.

A QUANTO AMMONTA

Il bonus affitto anziani in Lombardia ha un valore variabile a seconda della zona di competenza. In sostanza, ciascuna azienda procede al riconoscimento della misura di abbuono del canone, entro il limite del budget finanziario attribuito dalla competente Direzione Generale Casa e Housing sociale.

I budget finanziari sono definiti dalla Direzione Generale entro i limiti delle disponibilità annuali di Bilancio, ripartiti in misura percentuale tra le aziende. La ripartizione avviene sulla base del fabbisogno finanziario teorico determinato dal numero di assegnatari appartenenti all’area della protezione quale risulta dall’Anagrafe regionale dell’utenza.

Di norma, entro il 28 febbraio di ciascun anno, la Direzione Generale competente definisce il budget finanziario semestrale o annuale e lo comunica alle aziende. Il budget assegnato rappresenta il limite economico per l’ammissione alla misura premiale da parte degli aventi diritto presso ciascuna azienda. Per il 2022, il budget è assegnato su base semestrale e potrà essere rideterminato a seguito dell’approvazione dell’assestamento di bilancio.

COME FUNZIONA IL BONUS AFFITTO ANZIANI LOMBARDIA 2022 2024

Il bonus affitto anziani Lombardia 2022 2023 2024 viene erogato come abbuono da ciascuna ALER competente territorialmente nell’area regionale. Cioè i beneficiari non pagano per alcuni periodi il canone di locazione. Entro il 31 marzo di ciascun anno, il responsabile del procedimento aziendale:

  • seleziona gli inquilini assegnatari che alla data del 31 dicembre dell’anno precedente posseggano o abbiano nel frattempo maturato, i requisiti;
  • predispone un elenco ordinato in modo decrescente in base all’età anagrafica dell’assegnatario;
  • trasmette alla Direzione Generale competente, tramite posta elettronica certificata (PEC), l’elenco degli aventi diritto con il relativo valore economico del canone abbuonato (valore mensile e valore complessivo annuo);
  • comunica all’inquilino assegnatario l’ammissione alla misura premiale regionale, precisando i requisiti, la durata dell’abbuono, le condizioni per il mantenimento della misura premiale.

Qualora, in sede di assestamento di bilancio, vengano ridefinite le risorse a disposizione della misura, la Direzione Generale Casa e Housing sociale:

  • provvede alla rideterminazione dei budget, a seguito della quale il responsabile del procedimento di ogni ALER definisce una durata maggiore in mesi a copertura degli inquilini già individuati;
  • individua ulteriori inquilini assegnatari, per le mensilità non ancora corrisposte e comunque non oltre il 31 dicembre di ogni anno;
  • procede a liquidare le risorse alle aziende, in un’unica soluzione per annualità, entro 45 giorni dal ricevimento dell’elenco degli aventi diritto.

Successivamente, il responsabile del procedimento aziendale rendiconta le misure premiali effettivamente riconosciute con cadenza annuale, trasmettendo alla Direzione Generale competente tramite posta elettronica certificata (PEC), entro il 31 marzo dell’anno successivo, l’elenco degli assegnatari. Nell’elenco vanno indicati i relativi importi economici degli abbuoni (o rimborsi) riconosciuti, suddivisi per mese, indicando altresì le eventuali revoche.

CUMULABILITÀ

Il bonus per gli over 70 non è cumulabile con il contributo regionale di solidarietà (né ordinario, né straordinario) per la parte relativa al canone di locazione, se computato sullo stesso anno di riferimento.

COME RICHIEDERE IL BONUS AFFITTO ANZIANI LOMBARDIA

Gli aventi diritto possono richiedere il bonus affitto anziani in Lombardia direttamente all’Azienda per l’edilizia pubblica di riferimento seguendo le indicazioni di ciascuna realtà territoriale. ALER verifica il possesso dei requisiti dei propri inquilini e, successivamente, comunica all’inquilino l’ammissione alla misura premiale regionale, precisando la durata dell’abbuono e le condizioni per il mantenimento della misura premiale. Gli inquilini che vogliono chiedere informazioni su questa misura, devono rivolgersi agli Uffici dell’ALER di competenza territoriale. È possibile rivolgersi, dunque, a:

CAUSE DI REVOCA E DI DECADENZA

Il riconoscimento del bonus affitto anziani Lombardia è condizionato al regolare pagamento delle spese per i servizi dovuti all’azienda da parte del beneficiario, per ciascun anno e per l’intero triennio di sperimentazione della misura. Il bonus decade in caso di decesso dell’assegnatario.

Inoltre, il beneficiario della misura non deve incorrere in una delle fattispecie sanzionabili con l’annullamento o la decadenza dall’assegnazione ai sensi degli articoli 24 e 25 del Regolamento regionale 4 agosto 2017, n. 4. In caso di decadenza o inadempienza accertata, le aziende procedono, previo esperimento del contraddittorio, alla revoca della misura premiale.

LE LINEE GUIDA DEL BONUS AFFITTO ANZIANI LOMBARDIA 2022 2024

Per completezza di informazioni, mettiamo a vostra disposizione anche le linee guida regionali (Pdf 157 Kb) del bonus affitto anziani in Lombardia 2022 2023 2024.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Deliberazione Regione Lombardia n. XI-6929 del 12 settembre 2022 (Pdf 142 Kb).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

volete restare aggiornati sugli aiuti alle famiglie e ai lavoratori, consultate questa sezione. Vi ricordiamo che è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti