Carta Acquisti 2020: requisiti, come richiederla e usarla

Tutto quello che serve sapere sulla Carta Acquisti 2020: che cos’è, come funziona, quali sono i requisiti per averla e come richiederla

carta di credito

Se ti trovi in situazione di difficoltà economica puoi richiedere la Carta Acquisti 2020 per pagare le spese alimentari e sanitarie, e le bollette.

Si tratta di una carta di pagamento del valore di 40 euro mensili, con la quale puoi effettuare acquisiti presso supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie aderenti, effettuare il pagamento delle utenze per energia elettrica e gas, e usufruire di sconti presso punti vendita convenzionati.

Puoi accedere a questa agevolazione se hai compiuto 65 anni o hai figli di età inferiore ai 3 anni, e possiedi determinati requisiti di reddito. I valori reddituali vengono rivalutati ogni anno in base agli aggiornamenti ISTAT.

Ecco una guida pratica con tutte le informazioni utili sulla Carta Acquisti 2020, i requisiti ISEE per richiederla, come funziona e come fare domanda.

COS’E’ LA CARTA ACQUISTI?

E’ una carta elettronica prepagata di pagamento, ricaricabile e gratuita. Cosa significa? Che puoi utilizzarla per effettuare determinati pagamenti e che viene ricaricata periodicamente.

La Carta Acquisti è stata introdotta dal decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, allo scopo di offrire un sostegno economico alle persone svantaggiate. Puoi richiederla, infatti, solo se hai un’età non inferiore a 65 anni oppure se i tuoi figli non hanno compiuto 3 anni, e se possiedi i requisiti ISEE, dei redditi e dei trattamenti (ad esempio la pensione) necessari per accedere al beneficio.

La misura delle soglie di questi ultimi è aumentata annualmente della misura percentuale prevista per la perequazione automatica dei trattamenti pensionistici dell’assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti.

CARTA ACQUISTI: REQUISITI PER AVERLA

Hai diritto alla carta acquisti 2020 se possiedi i seguenti requisiti generici:

  1. hai compiuto 65 anni di età o hai figli di età inferiore a 3 anni;
  2. sei cittadino italiano o di uno Stato membro dell’UE, oppure sei familiare di cittadino italiano o comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria;
  3. sei iscritto nell’Anagrafe della Popolazione Residente (Anagrafe comunale);
  4. se over 65, hai trattamenti pensionistici o assistenziali che, cumulati ai tuoi redditi, sono pari o inferiori a 6.966,54 euro all’anno o, per gli over 70, a 9.288,72 euro all’anno;
  5. non sei intestatario, singolarmente o insieme al tuo coniuge, di più di una utenza elettrica domestica, di utenze elettriche non domestiche o di più di una utenza del gas;
  6. non sei proprietario di più di un autoveicolo, di più di un immobile ad uso abitativo con quota superiore o uguale al 25%, o di immobili non ad uso abitativo o di categoria catastale C7 con una quota superiore o uguale al 10%;
  7. non sei titolare di un patrimonio mobiliare, come rilevato nella dichiarazione ISEE, superiore a 15mila euro;
  8. non usufruisci di vitto assicurato dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni in quanto ricoverato in istituto di lunga degenza o detenuto.

I punti 5), 6) e 7) si intendono non solo singolarmente ma anche, eventualmente, insieme al tuo coniuge o all’altro esercente la potestà genitoriale/soggetto affidatario.

QUALI SONO I LIMITI ECONOMICI PREVISTI NEL 2020?

Ogni anno gli importi di reddito e l’indicatore ISEE che regolano l’accesso all’agevolazione sono perequati al tasso di inflazione ISTAT. Per richiedere la Carta Acquisti 2020 non devi superare i seguenti limiti massimi previsti per l’indicatore ISEE e l’importo complessivo dei redditi che percepisci:


  • se hai figli di età inferiore a 3 anni, ISEE non superiore a 6.966,54 euro;
  • se hai un’età compresa tra 65 e 70 anni, ISEE non superiore a 6.966,54 euro e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a 6.966,54 euro;
  • se hai più di 70 anni, ISEE non superiore a 6.966,54 euro e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a 9.288,72 euro.

Ti ricordiamo che il decreto legge 30 aprile 2019, n. 34 (c.d. decreto crescita), convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 58, ha modificato la durata dell’attestazione ISEE, pertanto, a partire dal 1° gennaio 2020, la Dichiarazione Sostitutiva Unica che si presenta per richiederla è valida dalla data di presentazione fino al successivo 31 dicembre. Pertanto, se hai presentato la DSU lo scorso anno, la stessa è scaduta il 31 dicembre 2019 e, se sei titolare della Carta Acquisti, devi presentare una nuova DSU per continuare a beneficiare dell’agevolazione, pena la sospensione della prestazione.

COME FUNZIONA LA CARTA ACQUISTI 2020?

La Carta Acquisti viene emessa gratuitamente, su richiesta, da Poste Italiane per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Dunque per ottenerla devi presentare apposita domanda. Ha un valore di 40 euro al mese e viene ricaricata di 80 euro ogni bimestre, previa verifica dei requisiti del titolare.

Funziona come una normale carta di pagamento elettronica, ma puoi utilizzarla solo negli esercizi commerciali convenzionati con il circuito MasterCard (supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie), o presso gli uffici postali per pagare le bollette elettriche e del gas.

L’uso della CA è gratis, dunque non devi pagare commissioni per effettuare gli acquisti. Inoltre, i titolari hanno diritto anche a sconti presso negozi convenzionati.


Puoi utilizzare la Carta Acquisti solo se ne sei il titolare e non puoi cederla ad altri. Se effettui pagamenti tramite terminali POS degli uffici postali o ATM Postamat devi digitare il codice PIN associato alla card, ossia il codice di sicurezza, che è personale e ti viene inviato a casa dopo l’emissione della CA. Invece se effettui acquisti presso esercizi commerciali abilitati al circuito MasterCard devi firmare la ricevuta del POS ed eventualmente mostrare un documento di riconoscimento se richiesto.

CI SONO LIMITI ALL’UTILIZZO?

Si. Non puoi usare la Carta Acquisti nei seguenti casi:

  • per prelevare denaro contante;
  • per ricaricarla in autonomia con le tue risorse economiche;
  • per controllare il saldo e la lista movimenti, o effettuare altre operazioni, in ATM diversi da quelli di Poste Italiane;
  • se è terminato il suo periodo di validità (che viene indicato sulla Carta stessa) o se non possiedi più i requisti per accedere al beneficio. Se i tuoi requisiti non sono conformi a quelli richiesti per usufruire dell’agevolazione la CA può essere sospesa o disattivata anche prima della scadenza.

COME RICHIEDERE LA CARTA ACQUISTI NEL 2020?

Puoi richiedere la Carta Acquisti compilando l’apposita modulistica scaricabile dal portale web Poste Italiane, presso gli uffici postali o sul sito internet del Ministero dell’Economia e delle Finanze, e presentandola in un ufficio postale. Oltre al modulo devi presentare la seguente documentazione:

  • originale e una fotocopia del tuo documento di identità;
  • attestazione ISEE valida, anche in fotocopia, oppure attestazione provvisoria rilasciata dal CAF (Centro di Assistenza Fiscale).

Se la domanda viene accolta riceverai presso il tuo indirizzo di residenza una comunicazione per andare a ritirare la tua Carta Acquisti elettronica, già caricata con l’importo per il bimestre in corso (80 euro=40 euro x 2 mensilità), presso l’ufficio postale abilitato. Poste Italiane provvederà poi ad inviarti il codice PIN.


INFORMAZIONI UTILI

Per ulteriori dettagli mettiamo a tua disposizione l’INFORMATIVA POSTE ITALIANE (Pdf 208Kb) su come usare la Carta Acquisti.


TI CONSIGLIAMO DI LEGGERE ANCHE QUESTE GUIDE:




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *