Carta Acquisti 2020: cos’è, requisiti, come funziona

Tutto quello che serve sapere sulla Carta Acquisti 2020: che cos’è, come funziona, requisiti per averla, come richiederla, pdf domanda, FAQ

carta di credito

Se ti trovi in situazione di difficoltà economica puoi richiedere la Carta Acquisti 2020 per pagare le spese alimentari e sanitarie, e le bollette.

Puoi accedere a questa agevolazione se hai compiuto 65 anni o hai figli di età inferiore ai 3 anni, e possiedi determinati requisiti di reddito. 

Ecco una guida pratica con tutte le informazioni utili sulla Carta Acquisti 2020, i requisiti ISEE per richiederla, come funziona, come fare domanda e i moduli in pdf da scaricare.

COS’È LA CARTA ACQUISTI

La carta acquisti è una carta di pagamento elettronica, prepagata ricaricabile e gratuita del valore di 40 euro mensili. Può essere usata per fare acquisiti presso supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie aderenti, per pagare le utenze per energia elettrica e gas, e usufruire di sconti presso punti vendita convenzionati.

La Carta Acquisti è stata introdotta dal decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito dalla legge 6 agosto 2008, n. 133. Fa parte delle misure adottate dal Governo italiano per offrire un sostegno economico alle persone svantaggiate, come il Reddito di cittadinanza e la Carta Famiglia

CARTA ACQUISTI: REQUISITI PER AVERLA

Per beneficiare dell’agevolazione occorre avere un’età uguale o superiore a 65 anni oppure inferiore a 3 anni. Nel secondo caso il titolare titolare della carta è il genitore o chi esercita la patria potestà. Inoltre è necessario essere in possesso di altri requisiti specifici, tra cui i requisiti ISEE. Vediamoli tutti.

CARTA ACQUISTI PER OVER 65

Hai diritto alla carta acquisti se possiedi i seguenti requisiti:

  • hai compiuto 65 anni di età;
  • sei cittadino italiano o di uno Stato membro dell’UE, oppure sei familiare di cittadino italiano o comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria.
  • sei iscritto nell’Anagrafe della Popolazione Residente (Anagrafe comunale);
  • se over 65, hai trattamenti pensionistici o assistenziali che, cumulati ai tuoi redditi, sono pari o inferiori a 6.966,54 euro all’anno o, se over 70, a 9.288,72 euro all’anno;
  • singolarmente o insieme al tuo coniuge non sei intestatario di più di una utenza elettrica domestica, di utenze elettriche non domestiche o di più di una utenza del gas;
  • singolarmente o insieme al tuo coniuge non possiedi più di un autoveicolo, più di un immobile ad uso abitativo con quota superiore o uguale al 25%, o immobili non ad uso abitativo o di categoria catastale C7 con una quota superiore o uguale al 10%;
  • il tuo patrimonio mobiliare (o insieme a quello del tuo coniuge) non è superiore a 15mila euro in base a quanto rilevato nella dichiarazione ISEE;
  • non usufruisci di vitto assicurato dallo Stato o da altre pubbliche amministrazioni in quanto ricoverato in istituto di lunga degenza o detenuto;
  • se la tua età è compresa tra 65 e 70 anni, devi avere un ISEE non superiore a 6.966,54 euro e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a 6.966,54 euro;
  • se hai più di 70 anni, devi avere un ISEE non superiore a 6.966,54 euro e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a 9.288,72 euro.

CARTA ACQUISTI BAMBINI CON MENO DI 3 ANNI

Hai diritto alla carta acquisti se possiedi i seguenti requisiti:

  • eserciti la potestà genitoriale o sei il soggetto affidatario di un minore di età inferiore a 3 anni;
  • sei cittadino italiano o di uno Stato membro dell’UE, oppure sei familiare di cittadino italiano o comunitario, non avente la cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, o cittadino straniero in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o rifugiato politico o titolare di posizione sussidiaria.
  • non sei intestatario (da solo o insieme all’altro genitore) di più di un’utenza elettrica domestica, di più di un’utenza elettrica non domestica, di più di due utenze del gas e di più di due autoveicoli;
  • non possiedi in proprietà (da solo o insieme all’altro genitore) più di un immobile ad uso abitativo con una quota superiore o uguale al 25%, e di immobili non ad uso abitativo o di categoria catastale C7 con una quota superiore o uguale al 10%;
  • il patrimonio mobiliare (tuo o insieme all’altro genitore) non supera i 15.000 euro come rilevato nella dichiarazione ISEE;
  • hai un ISEE in corso di validità inferiore a 6.966,54 euro per l’anno 2020.

VALIDITÀ ISEE, IMPORTI E NOVITÀ 2020

Ogni anno gli importi di reddito e l’indicatore ISEE che regolano l’accesso all’agevolazione sono perequati al tasso di inflazione ISTAT. Il decreto legge 30 aprile 2019, n. 34 (c.d. decreto crescita), convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 58, ha modificato la durata dell’attestazione ISEE, quindi a partire dal 1° gennaio 2020, la Dichiarazione Sostitutiva Unica che si presenta per richiederla è valida dalla data di presentazione fino al successivo 31 dicembre. Pertanto, se hai presentato la DSU lo scorso anno, la stessa è scaduta il 31 dicembre 2019 e, se sei titolare della Carta Acquisti, devi presentare una nuova DSU per continuare a beneficiare dell’agevolazione, pena la sospensione della prestazione. 

COME FUNZIONA LA CARTA ACQUISTI

La Carta Acquisti viene emessa gratuitamente, su richiesta, da Poste Italiane per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Per ottenerla devi presentare apposita domanda. Ha un valore di 40 euro al mese e viene ricaricata di 80 euro ogni bimestre, previa verifica dei requisiti del titolare.


Funziona come una normale carta di pagamento elettronica, ma puoi utilizzarla solo negli esercizi commerciali convenzionati con il circuito MasterCard (supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie), o presso gli uffici postali per pagare le bollette elettriche e del gas.

L’uso della Carta Acquisti è gratis, dunque non devi pagare commissioni per effettuare gli acquisti. Inoltre, i titolari hanno diritto anche a sconti presso negozi convenzionati.

Puoi utilizzare la Carta Acquisti solo se ne sei il titolare e non puoi cederla ad altri. Se effettui pagamenti tramite terminali POS degli uffici postali o ATM Postamat devi digitare il codice PIN associato alla card, ossia il codice di sicurezza, che è personale e ti viene inviato a casa dopo l’emissione della CA. Invece se effettui acquisti presso esercizi commerciali abilitati al circuito MasterCard devi firmare la ricevuta del POS ed eventualmente mostrare un documento di riconoscimento se richiesto.

LIMITI DI UTILIZZO

Non puoi usare la Carta Acquisti nei seguenti casi:


  • prelevare denaro contante;
  • ricaricarla in autonomia con le tue risorse economiche;
  • controllare il saldo e la lista movimenti, o effettuare altre operazioni, in ATM diversi da quelli di Poste Italiane;
  • se è scaduta (il periodo di validità viene indicato sulla Carta stessa) o se non possiedi più i requisti per accedere al beneficio. Se i tuoi requisiti non sono conformi a quelli richiesti per usufruire dell’agevolazione la CA può essere sospesa o disattivata anche prima della scadenza.

COME RICHIEDERE LA CARTA ACQUISTI

Puoi richiedere la Carta Acquisti compilando l’apposita modulistica e presentandola in un ufficio postale. Esistono due diversi modelli di domanda Carta Acquisti, uno per i cittadini dai 65 anni in su e uno per i minori di 3 anni. 

Mettiamo a tua disposizione di seguito la modulistica scaricabile con le relative guide alla compilazione delle domande:

– cittadini dai 65 anni in su – DOMANDA (Pdf 898Kb) e GUIDA (Pdf 978Kb);
– bambini fino a 3 anni – DOMANDA (Pdf 1,37Mb) e GUIDA (Pdf 1Mb).

Oltre al modulo specifico devi presentare la seguente documentazione:


  • originale e una fotocopia del tuo documento di identità;
  • attestazione ISEE valida, anche in fotocopia, oppure attestazione provvisoria rilasciata dal CAF (Centro di Assistenza Fiscale);
  • l’originale e una fotocopia del documento di identità dell’eventuale persona delegata come titolare della Carta Acquisti. La delega è possibile solo per gli over 65.

Una volta presentata la domanda, l’ufficio postale la trasmette in via telematica all’Inps, che verifica che il richiedente abbia diritto alla CA.

QUANDO ARRIVA E COME RITIRARLA

Se la domanda viene accolta riceverai presso il tuo indirizzo di residenza una comunicazione per andare a ritirare la tua Carta Acquisti elettronica, già caricata con l’importo per il bimestre in corso (80 euro=40 euro x 2 mensilità), presso l’ufficio postale abilitato. Per ritirare la card devi presentare la comunicazione che hai ricevuto da Poste Italiane in originale, una copia della tua richiesta e un tuo documento di identità valido.

Poste Italiane provvederà poi ad inviarti il codice PIN. Se non hai ricevuto il PIN o lo hai smarrito puoi richiederne una copia presentando il MODULO RICHIESTA DUPLICATO (Pdf 14Kb) presso l’ufficio postale. 

COME CONOSCERE IL SALDO

Per conoscere il credito della tua Carta Acquisti puoi attivare il servizio di comunicazione saldo Carta Acquisti, telefonando al numero gratuito da rete fissa 800 666 888, o al numero a pagamento da rete mobile 199 100 888. Seguendo le istruzioni della voce guida puoi registrare un numero di cellulare su cui saranno inviati SMS con le comunicazioni relative all’importo di ogni nuovo accredito o di ogni acquisto effettuato con la carta, e al saldo disponibile. Chiamando gratuitamente il numero verde 800 130 640 dal cellulare che hai registrato riceverai un SMS che ti comunicherà immediatamente il saldo disponibile.


Puoi anche scegliere di utilizzare il servizio di lettura telefonica del saldo, contattando il numero verde 800 666 888 gratuito da rete fissa o il numero telefonico 199 100 888 a pagamento da rete mobile.

DOVE USARE LA CARTA ACQUISTI

Oltre che presso Poste Italiane, per pagare le bollette di luce e gas, puoi usare la Carta Acquisti 2020 nelle attività commerciali che aderiscono all’iniziativa. Le riconosci perchè espongono l’etichetta adesiva con il logo della CA.

Negozi e farmacie aderenti possono riservare uno sconto del 5% ai titolari della carta, cumulabile con altre iniziative promozionali o sconti applicati a tutta la clientela e ai titolari di carte fedeltà. Lo sconto non è valido per l’acquisto di specialità medicinali e per pagare il ticket.

Se sei titolare di Carta Acquisti, inoltre, hai diritto alla misurazione gratuita della pressione arteriosa e del peso corporeo presso le farmacie convenzionate e attrezzate. Ti ricordiamo, inoltre, che gli enti territoriali possono decidere di accreditare sulla carta ulteriori somme e che alcune aziende possono prevedere sconti particolari sulla fornitura di beni di pubblica utilità ai titolari.


Puoi vedere l’elenco dei negozi convenzionati Carta Acquisti visitando questa pagina.

PROBLEMI CON LA CARTA

Se hai perso la Carta Acquisti, te l’hanno rubata, risulta disattiva o è danneggiata puoi bloccarla telefonando al numero verde 800 902 122. Devi poi confermare l’avvenuta richiesta di blocco a un ufficio postale.

In caso di smarrimento o furto devi anche presentare apposita denuncia all’autorità giudiziaria o di pubblica sicurezza, la cui copia andrà poi consegnata a un ufficio postale per chiedere il duplicato della carta. Anche in caso di smagnetizzazione o danneggiamento della carta devi rivolgerti ad un ufficio postale.

COME MODIFICARE I DATI DELLA CARTA

Puoi modificare le informazioni relative alla residenza e/o il titolare, chiedendo che la carta acquisti venga intestata a un altro soggetto, utilizzando gli appositi moduli da ritirare presso gli uffici postali o scaricabili dal portale web Inps. Devi poi consegnare la modulistica alla sede Inps competente per territorio.

INFORMATIVA UTILIZZO

Per maggiori informazioni mettiamo a tua disposizione l’INFORMATIVA (Pdf 208Kb) su come usare la Carta Acquisti.

FAQ

Ecco le domande frequenti e le relative risposte sulla Carta Acquisti 2020.

Cos’è la Carta Acquisti?

E’ una carta di pagamento elettronica, ricaricabile e gratuita, per effettuare acquisti, pagare le bollette e accedere a sconti.

A chi spetta?

Alle persone dai 65 anni in su o con figli di età inferiore a 3 anni, che possiedono i requisiti personali e di reddito necessari.

Qual è il limite ISEE?

Per richiedere la Carta Acquisti 2020 occorre avere un ISEE non superiore a 6.966,54 euro.

Quali sono i limiti di reddito?

Per il 2020 i redditi non devono superare 6.966,54 euro se hai tra 65 e 70 anni, e 9.288,72 euro se sei over 70.

La Carta Acquisti si paga?

No, la Carta Acquisti è gratis e viene ricaricata gratuitamente.

Come si richiede?

Facendo domanda alle Poste.

Dove trovo i moduli di domanda?

Puoi scaricarli dal portale web Poste Italiane o del Ministero dell’Economia, o ritirarli presso gli uffici postali.

Dove si ritira la Carta?

Negli uffici postali, portando la comunicazione inviata da Poste Italiane per il ritiro, una copia della domanda e un documento di identità.

Come si usa?

Come una normale carta di pagamento elettronica, presso supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati al circuito Mastercard e convenzionati, e negli uffici posatali.

Posso ritirare denaro con la Carta?

No.

Posso cedere la Carta?

No, è personale e può essere usata solo dal titolare.

Posso ricaricarla?

No, non è possibile effettuare ricariche in autonomia.

Continua a seguirci per restare aggiornato sulla carta acquisti iscrivendoti alla nostra newsletter gratuita. Per scoprire altri aiuti, agevolazioni e bonus per disoccupati, persone e famiglie guarda questa pagina




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Voglio le notifiche di nuovi commenti!
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti