IVA assorbenti e pannolini al 5% dal 2023: tutte le novità

Cosa prevede la Legge di Bilancio 2023 sulla riduzione IVA per assorbenti, pannolini e prodotti per neonati al 5%. Ecco cosa cambia dal 1° gennaio e l’elenco degli articoli coinvolti

pannolini

Con la Legge di Bilancio 2023, il Governo fissa l’IVA per assorbenti e pannolini al 5% per andare incontro alle esigenze delle famiglie e fronteggiare il caro prezzi.

Precedentemente fissata al 10%, l’aliquota IVA per i prodotti dell’infanzia di vario tipo e per la protezione dell’igiene intima femminile, dal 1° gennaio sarà dimezzata.

In questo articolo vi spieghiamo cosa prevede la Legge di Bilancio 2023 sull’IVA per assorbenti e pannolini e a quali prodotti si riferisce.

IVA PER ASSORBENTI E PANNOLINI, COSA CAMBIA DAL 2023

L’Esecutivo ha dimezzato l’aliquota IVA dal 10 al 5%. In sostanza, l’articolo 17 del testo del Bilancio, che vi abbiamo illustrato in questa guida, in fase di redazione in Parlamento, assoggetta all’aliquota IVA ridotta al 5% i prodotti per la protezione dell’igiene intima femminile, i tamponi e gli assorbenti, nonché alcuni prodotti per l’infanzia. Tali prodotti erano precedentemente soggetti all’aliquota IVA al 10%. Scopriamo insieme come funziona la misura e a chi si rivolge.

A CHI SI RIVOLGE

La riduzione dell’aliquota IVA per assorbenti, pannolini e prodotti per l’infanzia spetta in maniera indistinta a tutti coloro che comprano questi prodotti, in quanto l’imposta sul valore aggiunto viene abbassata direttamente in fase di vendita. Chi ha bisogno di questi prodotti e li acquista, quindi, dal 1° gennaio 2023, avrà diritto a beneficiare del vantaggio economico dell’aliquota IVA al 5% e non più al 10%.

IVA ASSORBENTI AL 5%, PRODOTTI AMMESSI

L’articolo 17 della Legge di Bilancio, in fase emendativa al Parlamento, estende il regime IVA al 5% ai prodotti assorbenti e tamponi per la protezione dell’igiene femminile. Tale aliquota, fino al 31 dicembre 2022, è prevista solo per i prodotti per la protezione dell’igiene intima femminile compostabili e lavabili. Dal 1° gennaio 2023, invece, l’IVA è fissata al 5% per tutti i prodotti legati alla protezione dell’igiene femminile, al di là della loro composizione e dal modo in cui sono prodotti.

La relazione tecnica al Bilancio rispetto a questa agevolazione, specifica che la misura costerà 36,9 milioni di euro su base annua dal 2023.

IVA PANNOLINI AL 5% E ALTRI PRODOTTI AMMESSI

La nuova Legge di Bilancio 2023 assoggetta all’IVA al 5% i seguenti prodotti per l’infanzia:

  • latte in polvere o liquido per l’alimentazione dei lattanti o dei bambini nella prima infanzia, condizionato per la vendita al minuto;
  • preparazioni alimentari di farine, semole, semolini, amidi, fecole o estratti di malto per l’alimentazione dei lattanti o dei bambini, condizionate per la vendita al minuto (codice NC1901 10 00);
  • pannolini per bambini;
  • seggiolini per bambini da installare negli autoveicoli.

Si tratta di quei prodotti utili ai “lattanti”, ovvero i bambini di età inferiore a 12 mesi e per i “bambini nella prima infanzia”, cioè di età compresa tra 1 e 3 anni. Tale misura ha un costo pari a circa 178,18 milioni di euro su base annua a decorrere dal 2023. Ovvero, 86,26 milioni di euro per i pannolini, 69,58 milioni di euro per i seggiolini e 22,35 milioni di euro per latte e alimenti per bambini.

LA RIFORMA EUROPEA DELLE ALIQUOTE IVA

L’imposta sul valore aggiunto (IVA) è una imposta armonizzata a livello europeo (articolo 113 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea – TFUE), disciplinata dalla cosiddetta “direttiva IVA” (direttiva 2006/112/CE). Tale norma ha istituito il Sistema comune d’imposta sul valore aggiunto. Ciò significa che l’Europa fissa i limiti, lasciando agli Stati membri il compito di innalzare o mantenere le aliquote e dettare la disciplina di dettaglio, coerentemente agli indirizzi forniti dall’UE.

La direttiva (UE) 2022/542 ha recentemente modificato la “direttiva IVA” al fine di riformare il sistema delle aliquote IVA, in particolare aggiornando l’elenco di beni e servizi per cui sono concesse aliquote IVA ridotte. Le modifiche saranno applicabili dal 1° gennaio 2025. Gli Stati membri avranno tempo fino a fine 2024 per recepirne le disposizioni. Ovvero, avranno la possibilità di avvalersi di:

  • non più di due aliquote ridotte non inferiori al 5%;
  • un’aliquota super-ridotta inferiore al 5%;
  • un’aliquota zero, cioè un’esenzione con diritto alla detrazione dell’IVA a monte.

Vi aggiorneremo non appena sarà deciso a quali altri beni saranno applicate le aliquote così ridotte in Italia.

ALTRE MISURE PER LE FAMIGLIE

La riduzione dell’aliquota IVA su assorbenti e pannolini si affianca alla carta risparmio spesa 2023 introdotta dal Governo che va a sostituire l’azzeramento dell’IVA per pane, pasta e il latte, inizialmente annunciata ma che è stata poi depennata e criticata fortemente dai consumatori perché poco utile dal punto di vista pratico. Tra gli altri aiuti per le famiglie vale la pena citare l’aumento dell’assegno unico figli che vi spieghiamo in questa guida e le novità introdotte con un mese extra di congedo parentale, come vi spieghiamo in questo articolo.

IL TESTO DELLA LEGGE DI BILANCIO 2023

Vi consigliamo di leggere anche il nostro approfondimento per conoscere quali sono le altre misure per famiglie, imprese, giovani, donne e lavoratori inserite nel testo preliminare della Legge di Bilancio 2023 approdato in Parlamento il 29 novembre 2022.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere anche il nostro approfondimento sulle cartelle esattoriali stralciate grazie alla tregua fiscale, quello sulle tasse sulle mance, sul taglio del cuneo fiscale, sulla reintroduzione dei voucher lavoro occasionale, il focus sulla nuova Carta risparmio spesa e le novità sulla flat tax o sulla flat tax incrementale, anch’esse misure inserite nel testo della Legge di Bilancio 2023 che vi illustriamo in questa guida.

Per scoprire invece altre interessanti novità legislative vi invitiamo a visitare questa pagina. Se volete restare aggiornati sugli aiuti alle famiglie e ai lavoratori, consultate questa sezione. In questa pagina, invece, trovate le notizie sugli aiuti per le imprese. Vi ricordiamo che è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti