Lavorare nei Musei: come trovare lavoro

musei arte

Sei appassionato di arte, storia o scienza e ti piacerebbe lavorare nei Beni Culturali

Sono davvero numerosi i luoghi deputati alla conservazione e tutela del patrimonio artistico e culturale umano, e alla mostra delle opere eccellenti di pittori, scultori, inventori e artisti di ogni genere, come pinacoteche, gipsoteche ed altri edifici per la custodia di beni artistici, archeologici, storici e scientifici, o dedicati ad un settore o ambito specifico. 

Se sei alla ricerca di un posto di lavoro nei musei ecco una guida utile con le informazioni per lavorare in questo settore presso le principali strutture presenti in Italia o all’estero.

COME TROVARE LAVORO NEI MUSEI

L’inserimento di personale nei musei pubblici (assunzioni a tempo determinato e indeterminato) avviane tramite procedure concorsuali pubbliche a livello nazionale. Queste selezioni pubbliche sono condotte dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – MIBACT o da enti preposti che pubblicano concorsi (avvisi pubblici) sulla Gazzetta Ufficiale – Serie Concorsi quando si presenta la necessità di inserire nuove risorse nelle strutture presenti sul territorio.

Il decreto ministeriale 23 dicembre 2014, relativo a ‘Organizzazione e funzionamento dei musei statali, ha dato il via ad una profonda riorganizzazione del sistema museale italiano, proseguita poi con il decreto ministeriale 23 gennaio 2016, n. 44, per la riorganizzazione  del MIBACT. Ad oggi l’insieme dei musei statali si compone di 32 musei di rilevante interesse nazionale, che sono divenuti istituti autonomi, e di circa 400 istituti presenti sul territorio (aree e parchi archeologici, monumenti, musei) che dipendono da 17 poli museali regionali.

A capo di questa organizzazione c’è la Direzione generale Musei, che ha il compito di coordinare, diramare linee guida e sovrintendere al corretto avvio, allo sviluppo e alla realizzazione del sistema museale nazionale.

Oltre ai posti di lavoro pubblici ai quali si accede naturalmente per bando di concorso, non mancano i posti di lavoro presso enti privati o organizzazioni (musei privati). Inoltre esiste la possibilità di realizzare collaborazioni esterne e temporanee oppure inserimenti tramite stage e tirocini.

LAVORARE NEI MUSEI: LE FIGURE PROFESSIONALI

Quali sono le figure professionali che operano all’interno di un Museo? I profili sono molteplici, distinti prevalentemente per aree professionali.

Si va dai ruoli che operano in ambito ricerca, cura e gestione delle collezioni, come conservatori, catalogatori e restauratori, a coloro che si occupano dei rapporti con il pubblico, come educatori museali, operatori, addetti biglietteria, responsabili dell’accoglienza e conservazione, e bibliotecari, o delle mansioni di carattere amministrativo e gestionale, dai responsabili amministrazione/segreteria/ufficio stampa ai web master, o delle strutture e della sicurezza, come gli addetti alla sicurezza o alla progettazione degli allestimenti degli spazi museali e delle mostre.

COME CANDIDARSI, DOVE INVIARE IL CV

Se desideri lavorare nei musei ed intraprendere una carriera nelle professioni museali mettiamo a tua disposizione un elenco di contatti utili per inviare il cv presso alcune delle strutture più importanti nazionali ed estere, sia in risposta ad eventuali selezioni di personale che per l’invio di una candidatura spontanea.


Numerosi musei, infatti, raccolgono le candidature durante tutto l’anno e periodicamente pubblicano offerte di lavoro sui loro siti web, nelle sezioni dedicate alle carriere e alle risorse umane. Ti consigliamo di inviare il tuo curriculum vitae in modo spontaneo nel caso non fossero attualmente aperte selezioni di tuo interesse e di monitorare nel tempo le rispettive pagine dedicate alle opportunità di lavoro per non lasciarti sfuggire interessanti occasioni di impiego.

LAVORO NEI MUSEI IN ITALIA

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

Concorsi pubblici
Sul sito web del MIBACT in questa sezione vengono pubblicati i concorsi pubblici attivi che è possibile consultare per verificate le ricerche di personale in corso. 
Tirocini presso il MIBACT
Se desideri svolgere un tirocinio presso il Ministero devi procedere come segue:
– prendi contatti con l’Ufficio Comunicazione per verificare la disponibilità e le mansioni da svolgere;
– recati presso l’Ufficio Tirocini della tua Università, per ritirare i moduli del Progetto Formativo;
– compila i moduli del Progetto Formativo e la richiesta di tirocinio;
– vai presso la Soprintendenza per i BAP di SA e Av per far firmare e timbrare i moduli, successivamente ripeti la stessa procedura con l’Università di riferimento.
Una volta firmati i moduli da entrambe le Istituzioni è possibile iniziare il tirocinio formativo. La procedura è spiegata in questa pagina del sito web del MIBACT.

MUSEO NAZIONALE DELLA SCIENZA E DELLA TECNOLOGIA

Sede: Via S. Vittore, 21 – 20123 Milano
Il museo nazionale della scienza e della tecnologia “Leonardo da Vinci” è il più grande museo tecnico-scientifico in Italia i cui obiettivi sono la ricerca, lo studio e la conservazione e la diffusione della cultura scientifica. I dipendenti, collaboratori e volontari lavorano in diverse aree, dalla comunicazione alla organizzazione eventi, dai servizi educativi alle collezioni per offrire ai visitatori un Museo sempre migliore.
Come candidarsi: per candidarsi è possibile inviare il cv da questa pagina lavora con noi.

LAVORARE IN MUSEI E ISTITUTI CULTURALI A MILANO

Sul sito web del Comune di Milano, nella pagina dedicata alle selezioni, vengono pubblicati i bandi attivi relativi ai concorsi pubblici che coinvolgono tutta l’amministrazione comunale, comprese le selezioni di personale per le strutture del comune che operano nel campo dei beni culturali. Periodicamente l’ente cerca collaboratori esterni per attività di archiviazione, catalogazione, back office. Da questa pagina è possibile consultare tutte le strutture museali che fanno riferimento al Comune di Milano, tra cui ci sono: Museo del 900, Palazzo Reale, Galleria d’Arte Moderna, Museo del Risorgimento, Museo Archeologico, Acquario civico, Fabbrica del vapore, Museo di storia naturale, Planetario e molti altri.


FONDAZIONE MUSEI CIVICI DI VENEZIA

Sede: Piazza San Marco, 52 -30124 Venezia
La Fondazione è stata istituita con delibera del Consiglio Comunale di Venezia il 3 marzo 2008, al fine di gestire e valorizzare l’immenso patrimonio culturale e artistico dei Musei Civici di Venezia. I Musei gestiti sono: Palazzo Ducale, Museo Correr, Torre dell’Orologio, Ca’ Rezzonico, Palazzo Mocenigo, Casa di Carlo Goldoni, Ca’ Pesaro, Palazzo Fortunity, Museo del Vetro, Museo del Merletto, Museo di Storia Naturale.
Come candidarsi: il cv può essere inviato tramite la pagina dedicata alle opportunità di lavoro dove vengono pubblicate tutte le selezioni in corso. Nella stessa sezione si trovano informazioni utili sulle opportunità per studenti, neolaureati, ricercatori, e le offerte di stage, oltre all’elenco delle università convenzionate.

MUSEI TOSCANA

Sede: Lungarno Anna Maria Luisa de’ Medici, 4 – 50122, Firenze
Istituito nel marzo 2015 (DPCM 171/2014), il Polo Museale della Toscana gestisce, tutela e valorizza 49 luoghi della cultura di proprietà statale (pinacoteche, musei archeologici, cenacoli, ville medicee, fortezze, edifici di destinazione religiosa) collocati nelle province di Firenze, Siena, Arezzo, Lucca, Pisa, Pistoia, Prato, Livorno e Grosseto. Tra tali luoghi, solo per citarne alcuni, ci sono: il Museo di San Marco (FI), il Cenacolo del Fuligno (FI), il Cenacolo di Sant’Apollonia (FI), il Cenacolo di Ognissanti (FI), la Sala del Perugino (FI), il Museo di Palazzo Mansi (LU), il Museo Nazionale di Palazzo Reale (PI), il Museo Archeologico Nazionale (SI), la Fortezza di Santa Barbara (PT), il Museo Nazionale delle Residenze Napoleoniche dell’isola d’Elba – Villa di San Martino (LI). Per conoscere l’elenco completo, vi invitiamo a visitare il sito Polo Museale Toscana.
Come candidarsi: sulla home page è presente un’apposita area dedicata ai bandi di concorso dove vengono pubblicati gli avvisi relativi agli affidamenti d’incarichi.

GALLERIE DEGLI UFFIZI

Sede: Piazzale degli Uffizi, 6 – 50122 Firenze
Museo di rilevante interesse nazionale, dotato di autonomia speciale, dipende funzionalmente dalla Direzione Generale Musei MIBACT. Dal 2014 comprende i seguenti istituti e luoghi della cultura della città di Firenze: Cappella Palatina (Palazzo Pitti), Gabinetto Disegni e Stampe, Galleria d’Arte Moderna (Palazzo Pitti), Galleria degli Uffizi e Corridoio Vasariano, Galleria del Costume (Palazzo Pitti), Galleria Palatina e Appartamenti monumentali di Palazzo Pitti, Giardino di Boboli, Giardino delle Scuderie reali e pagliere, Museo degli Argenti (Palazzo Pitti), Museo delle Carrozze (Palazzo Pitti), Museo delle Porcellane (Palazzo Pitti), Palazzo Pitti.
Come candidarsi: sul sito web Gallerie degli Uffizi è presente un’area dedicata ai bandi di concorso dove vengono pubblicati gli avvisi relativi al reclutamento di nuovo personale.

MUSEO NAZIONALE DEL BARGELLO

Sede: Via del Proconsolo, 4 – 50122 Firenze
Il museo nazionale del Bargello ha sede nell’antico Palazzo del Podestà di Firenze che, con regio decreto del 22 giugno 1865, diveniva il primo Museo Nazionale italiano dedicato alle arti del Medioevo e del Rinascimento. Con la recente riforma del MIBACT, tale Museo è stato dotato di autonomia ed è il capofila di altri istituti museali fiorentini afferenti: Museo delle Cappelle Medicee, Museo di Palazzo Davanzati – Museo dell’Antica Casa fiorentina, Museo di Orsanmichele, Museo di Casa Martelli.
Come candidarsi: sul sito web Bargello Musei è presente in basso una sezione bandi dove vengono pubblicati gli avvisi relativi agli affidamenti d’incarichi.


PINACOTECA DI BRERA E ACCADEMIA DI BELLE ARTI

Sede: Via Brera, 28 – 20121 Milano
La Pinacoteca di Brera è una galleria nazionale d’arte antica e moderna, collocata nell’omonimo palazzo di Milano. Il museo espone una delle più celebri raccolte in Italia di pittura, specializzata in pittura veneta e lombarda, con importanti pezzi di altre scuole. Inoltre, grazie a donazioni, propone un percorso espositivo che spazia dalla preistoria all’arte contemporanea, con capolavori di artisti del XX secolo. La Pinacoteca di Brera dipende funzionalmente dalla Direzione Generale Musei, che guida e coordina i musei statali italiani. Il palazzo di Brera non ospita soltanto la Pinacoteca, ma racchiude un insieme unico di istituzioni culturali milanesi: Accademia di belle Arti di Brera, Amici di Brera, Biblioteca Nazionale Braidense, Istituto Lombardo Accademia di Scienze e Lettere, Mediateca Santa Teresa, Museo astronomico – Orto botanico di Brera, Osservatorio astronomico.
Come candidarsi: è necessario monitorare la pubblicazione di concorsi pubblici che vengono resi disponibili nella sezione riservata ai bandi del sito web dell’Accademia di Belle Arti di Brera.

MUSEI PIEMONTE

Sede: Via Accademia delle Scienze, 5 – 10122 Torino
Il Polo Museale del Piemonte è un organo periferico del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, istituito in base al D.P.C.M. 29 agosto 2014, n. 171, in vigore dall’11 dicembre 2014. A esso afferiscono 9 luoghi e istituti della cultura: Palazzo Carignano (TO), Villa della Regina (TO), Complesso monumentale del Castello e parco di Racconigi (CN), Complesso monumentale del Castello ducale, del giardino e parco di Aglié (TO), Castello di Moncalieri (TO), Castello di Serralunga (CN), Forte di Gavi (AL), Abbazia di Vezzolano (AT), Abbazia di Fruttuaria (TO).
Come candidarsi: è necessario controllare la pagina web dedicata ai bandi del sito Polo Museale Piemonte, dove vengono pubblicati gli avvisi relativi alla ricerca di professionisti per l’affidamento d’incarichi.

MUSEI REALI TORINO

Sede: Piazzetta Reale, 1 – 10122 Torino
I Musei Reali di Torino (ex Polo Reale) si configurano come un museo di rilevante interesse nazionale, dotato di autonomia speciale in ambito scientifico, finanziario, contabile e organizzativo. Situati nel cuore della città antica, propongono un affascinante itinerario di storia, arte e natura con resti e testimonianze che vanno dalla Preistoria all’età moderna. Il complesso museale unisce l’Armeria Reale, il Palazzo Reale, la Biblioteca Reale, i Giardini Reali, la Galleria Sabauda, le Sale Chiablese, la Cappella della Sacra Sindone e il Museo di antichità.
Come candidarsi: è necessario monitorare la pubblicazione dei concorsi pubblici che vengono resi disponibili nell’apposita sezione bandi di concorso del sito web Musei Reali Piemonte.

MUSEI ROMA E SOPRINTENDENZA

Sede: Piazza dei Cinquecento, 67 – 00185 Roma
Alla Soprintendenza speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma (ex Soprintendenza Speciale per il Colosseo e l’area archeologica centrale di Roma), nata in seguito all’attuazione del D.M. 12.1.17 n.15, sono assegnati le seguenti aree e/o siti di competenza, ubicati nell’intero territorio del Comune di Roma: Arco di Malborghetto, Deposito pleistocenico della Polledrara di Cecanibbio, Basilica sotterranea di Porta Maggiore, Ipogeo degli Ottavi, Fontana di Anna Perenna, Necropoli di Villa Doria Pamphilj, Mausoleo di Sant’Elena, Mausoleo “La Celsa”, Villa di Livia, Villa del Cimitero Flaminio, Parco Archeologico di Gabii, Terme di Caracalla, Parco Archeologico di Crustumerium, Auditoria di Adriano, Piramide di Caio Cestio, Santa Croce in Gerusalemmme, Tempio Di Minerva Medica, Rione Testaccio.
Come candidarsi: è necessario monitorare gli avvisi pubblicati nella sezione dedicata ai bandi di concorso del sito web Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma.


PALAEXPO

Sede: Via Nazionale, 194 – 00184 Roma
L’Azienda Speciale Palaexpo è un ente strumentale del Comune di Roma. Si propone oggi come uno dei più importanti organizzatori di Arte e Cultura in Italia e gestisce il Palazzo delle Esposizioni, il Macro e il Mattatoio per conto di Roma Capitale.
Come candidarsi: dalla pagina web lavora con noi è possibile verificare le ricerche di personale e inviare una candidatura spontanea.

MAXXI MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO

Sede: Via Guido Reni 4A – 00196 Roma
Il Maxxi di Roma è la prima istituzione nazionale dedicata alla creatività contemporanea gestita dall’omonima fondazione del MIBACT sorta nel 2009. Il museo è organizzato in quattro dipartimenti: MAXXI Architettura, MAXXI Arte, MAXXI Ricerca, Educazione, Formazione, MAXXI Sviluppo.
Come candidarsi: è possibile inviare una candidatura spontanea dalla sezione lavora con noi del sito web Maxxi. Nella pagina dedicata al reperimento di personale invece, vengono pubblicati i bandi relativi alla ricerca di nuove figure professionali.

REGGIA DI CASERTA

Sede: Via Douhet, 2/a – 81100 Caserta
Dotato di autonomia speciale dal 2014, il complesso museale della Reggia di Caserta comprende i seguenti luoghi di cultura: Palazzo Reale, Parco e Giardino Inglese; Acquedotto Carolino; Oasi di S. Silvestro.
Come candidarsi: è necessario verificare l’apertura di concorsi pubblici che vengono pubblicati sul sito web (Amministrazione Trasparente>Bandi di Concorso) della Reggia solo quando sono attivi. 

PARCO ARCHEOLOGICO DI POMPEI

Sede: Via Villa dei Misteri, 2 – 80045 Pompei
Il Parco Archeologico di Pompei è un Istituto del MIBACT dotato di autonomia speciale ed esercita le sue competenze nell’ambito della tutela, della conservazione e della fruizione pubblica.L’ Istituto ha competenza territoriale, oltre che sull’area archeologica di Pompei, su altri istituti e luoghi della cultura e altri immobili e/o complessi, quali: Antiquarium di Boscoreale (NA); Area archeologica di Villa Sora – Torre del Greco (NA); Castello di Lettere (NA); Parco archeologico di Longola — Poggiomarino (NA); Ex Real Polverificio borbonico — Scafati (SA); Reggia del Quisisana — Castellammare di Stabia (NA); Scavi archeologici di Oplontis — Torre Annunziata (NA); Scavi archeologici di Stabiae — Castellamare di Stabia (NA); Sito archeologico di Villa Regina — Boscoreale (NA).
Come candidarsi: è necessario monitorare la pubblicazione di concorsi pubblici o di comunicazioni relative ad affidamenti di incarichi che vengono resi disponibili nella pagina dedicata a bandi di gara e contratti del sito web Parco Archeologico Pompei.


MUSEI CAMPANIA

Sede: Via Tito Angelini, 22 – 80132 Napoli
Nato nel 2014 con la riforma del Mibact, tale Polo museale regionale raccoglie 28 luoghi e istituti di cultura situati nelle cinque province di Napoli, Salerno, Benevento, Avellino, Caserta. A titolo esemplificativo, ne elenchiamo alcuni: Palazzo Reale di Napoli, Certosa e Museo di San Martino (NA), Parco e Tomba di Virgilio (NA), Museo Duca di Martina (NA), Grotta Azzurra, Capri (NA), Certosa di San Lorenzo, Padula (SA), Anfiteatro Campano, Santa Maria Capua Vetere (CE), Museo di San Francesco a Folloni, Montella (AV).
Come candidarsi: il Polo Museale della Campania offre la possibilità di svolgere degli stage e dei tirocini nei musei e nei propri siti posti nel territorio regionale. Per maggiori informazioni puoi consultare l’apposita sezione presente sul sito web del polo museale campano.

ISTITUTO CENTRALE PER IL CATALOGO E LA DOCUMENTAZIONE

Sede: Complesso del San Michele a Ripa Grande – Via di San Michele, 18 – 00153 Roma
L’Istituto gestisce il Catalogo generale del patrimonio archeologico, architettonico, storico artistico e etnoantropologico nazionale. L’ICCD offre a studenti l’opportunità di svolgere un tirocinio e una esperienza pratica nell’ambito della Catalogazione delle diverse tipologie di beni culturali; sistemazione e archiviazione dei fondi fotografici; valorizzazione e comunicazione. Gli stage devono prevedere un convenzione con una università, scuola di specializzazione o altro ente formativo. I tirocini durano da 1 a 3 mesi e prevedono il rilascio di un attestato. Inoltre, recluta periodicamente personale attraverso bandi pubblici di concorso.
Come fare domanda di stage? Tutte le informazioni sono disponibili in questa pagina.
Come candidarsi: occorre monitorare la pagina web (gli avvisi pubblici si vedono scorrendo in fondo la pagina) dove vengono pubblicati i bandi ICCD per restare aggiornati sulle selezioni attive per lavorare presso l’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione.

LAVORARE NEI MUSEI ALL’ESTERO

Se cerchi lavoro nei musei a livello internazionale, mettiamo a tua disposizione il link diretto alla sezione “lavora con noi” o all’area dedicata alla raccolta delle candidature di alcune importanti strutture museali presenti nel mondo:

Come puoi notare, le opportunità di lavoro all’estero sono numerose. Ti consigliamo di leggere sempre con attenzione le informazioni presenti nei link che ti abbiamo indicato, i quali rimandano alle sezioni job o carriere dei rispettivi musei e generalmente offrono informazioni dettagliate su tutte le opportunità di impiego e stage disponibili. Alcuni enti museali realizzano dei programmi di formazione per laureati oppure progetti per tirocini/stage e spesso offrono opportunità di lavoro anche a studenti stranieri o diplomati/laureati provenienti da altri Paesi.

Per le assunzioni nei musei all’estero è fondamentale conoscere in modo adeguato la lingua parlata sul luogo, di solito è uno dei requisiti di accesso vincolanti. Sebbene gli stipendi siano mediamente più elevati rispetto all’Italia, se valuti l’opportunità di trasferirti in un Paese estero devi considerare con attenzione le spese di trasferimento (viaggio a/r), di vitto e alloggio, e le spese amministrative legate a visto, assicurazione e ogni altra documentazione necessaria. Generalmente sono gli uffici del personale degli enti stessi che offrono assistenza nelle pratiche di trasferimento di cittadini stranieri. Nel caso di bandi per programmi di formazione e lavoro,  è fondamentale leggere con attenzione quali spese vengono coperte e quali sono a carico dei candidati.

Continua a seguirci per restare informato sulle opportunità di lavoro nei musei.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Voglio le notifiche di nuovi commenti!
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti