Colloquio telefonico: domande tipiche e consigli per superarlo

colloquio lavoro telefonico

Come superare al meglio un colloquio telefonico? Quali sono le domande tipiche? Quali errori non commettere?

In questa guida ti spieghiamo come si svolge un colloquio di lavoro telefonico e quali sono le diverse tipologie di interviste telefoniche. Inoltre ti aiutiamo ad affrontarlo attraverso consigli utili e suggerimenti per rispondere al meglio alle domande tipo

IL COLLOQUIO DI LAVORO TELEFONICO

Il colloquio telefonico è a tutti gli effetti un colloquio di lavoro, per questo non deve essere sottovalutato. Spesso rappresenta il primo contatto tra il selezionatore e il candidato e consiste in un’intervista lavorativa, solitamente di 20-30 minuti, che si svolge al telefono.

Attualmente sono numerosi i selezionatori che, per ottimizzare il processo di selezione del personale, ricorrono all’utilizzo del colloquio telefonico. Inoltre, data l’emergenza epidemiologica da Covid-19 in atto e la necessità di mantenere il distanziamento sociale, sono sempre di più le aziende che ricorrono a questa forma di selezione o, in alternativa, al colloquio su Skype, in videoconferenza.

TIPOLOGIE DI COLLOQUI TELEFONICI

Esistono due tipologie di colloqui telefonici che differiscono per modalità e finalità, vediamo quali sono e come funzionano.

  • Colloquio al telefono come step di selezione
    I colloqui telefonici possono essere utilizzati per effettuare una scrematura delle candidature pervenute. In questo caso l’intervista al telefono coincide con il secondo step di selezione che entra in gioco dopo la prima fase di valutazione dei cv. Il colloquio telefonico conoscitivo non viene prefissato. Può durare da 10 a 20 minuti circa.
  • Colloquio telefonico come selezione a distanza
    Nel caso in cui il recruiter e il candidato si trovino lontani e non abbiano possibilità di vedersi di persona, l’intervista per telefono funge invece da strumento di selezione a distanza. Questa tipologia di job interview telefonica è proposta di frequente per selezioni relative a posti di lavoro all’estero. Sostituisce il tradizionale colloquio in cui ci si vede fisicamente. La data e l’ora del colloquio vengono fissati preventivamente. Può durare da 20 minuti a 1 ora circa.

Di frequente i recruiter propongono la realizzazione di un colloquio tramite video conferenza (video call). Per questa tipologia di selezione, ti invitiamo a leggere il nostro articolo dedicato a come affrontare il colloquio via Skype che ha caratteristiche e difficoltà differenti rispetto al colloquio via telefono.

COME PREPARARSI PER IL COLLOQUIO TELEFONICO

La chiamata per un colloquio telefonico può arrivare in qualsiasi momento se non è stato fissato un appuntamento telefonico. Per questo è importante prepararsi prima ed evitare di farsi cogliere impreparati. Ecco cosa è utile fare.

  • Ti consigliamo di tenere sempre acceso e a portata di mano il cellulare collegato al numero che hai indicato sul tuo cv. Non farsi trovare sarebbe un vero peccato con il rischio di non essere più ricontattati. Infatti, se un selezionatore ha un elenco molto lungo di potenziali candidati, può considerare la non reperibilità come motivo per scartare la candidatura.
  • Ti suggeriamo anche di tenere traccia di tutte le candidature inviate per evitare che al momento della telefonata tu non sappia chi ti sta chiamando e quale sia la posizione per la quale ti sei candidato. Questa brutta figura sarebbe davvero un cattivo inizio. Il nostro consiglio è di creare un elenco su un documento Word o Excel con il nome dell’azienda, la mansione a cui ti sei candidato e il link all’annuncio di lavoro (se presente online). Questo elenco puoi crearlo o copiarlo anche sul tuo cellulare, in una app per prendere appunti, così sarà sempre disponibile ovunque ti trovi.
  • Se non hai una buona parlantina, se sei timido o ti emozioni facilmente fai delle prove di colloquio telefonico con un tuo amico o conoscente. Questo esercizio ti aiuterà a migliorare le tue capacità espressive e preparare delle risposte a domande tipiche della selezione.

COME SI SVOLGE IL COLLOQUIO TELEFONICO

Se non è stato fissato un appuntamento per il colloquio telefonico, il selezionatore, o il potenziale datore di lavoro, contatta il candidato durante la giornata, mattina o pomeriggio, generalmente in orari di lavoro. Si presenta e chiede conferma della disponibilità nel realizzare il colloquio telefonico. Vengono poste poi domande con finalità conoscitive apparentemente semplici.

Tuttavia la prima telefonata realizzata da un recruiter non serve solo per fissare un eventuale successivo appuntamento. E’ finalizzata ad effettuare un vero e proprio colloquio conoscitivo e una prima valutazione del candidato. La telefonata può durare dai 10 ai 20 minuti circa. Il carattere apparentemente non formale può farlo sembrare scarsamente importante ma non bisogna dimenticare che, durante la conversazione telefonica, la prima impressione è decisiva!

COME AFFRONTARE IL COLLOQUIO

Come comportarsi durante il colloquio di lavoro telefonico? Fin da subito ti diciamo che non esiste una regola sicura e universale. Piuttosto esistono degli accorgimenti che è opportuno adottare per gestire e sostenere l’intervista telefonica nel miglior modo possibile. Sono suggerimenti che, se applicati, ti consentiranno di aumentare le probabilità di successo ed evitare, di conseguenza, la bocciatura della tua candidatura. Sottovalutare il colloquio telefonico conoscitivo è il primo errore da non commettere. Quindi è bene prepararsi ad affrontarlo come si farebbe per sostenere un incontro faccia a faccia.

CONSIGLI UTILI

Ecco i nostri consigli utili per aiutarti a superare brillantemente un colloquio di lavoro per telefono:

  1. Quando ricevi la chiamata, se non puoi parlare, non aver timore di chiedere il rinvio del colloquio per affrontarlo in un momento di maggiore calma. Ad esempio se ti trovi in macchina nel bel mezzo del traffico cittadino oppure in un posto privo di una buona copertura telefonica è meglio rinviare la telefonata.
  2. Elimina i rumori di sottofondo e gli elementi di distrazione. Se ti trovi in un luogo in cui non puoi parlare, ad esempio una stanza affollata, spostati in un ambiente tranquillo o in una stanza chiusa.
  3. Non dare l’impressione di non conoscere l’offerta di lavoro a cui fa riferimento il selezionatore dicendo ad esempio che non ricordi quale sia tra le tante a cui ti sei candidato. Per evitare questo inconveniente è utile tenere traccia, sul proprio computer o cellulare, di tutte le candidature inviate.
  4. Se non capisci bene con chi stai parlando, il nome dell’azienda o la posizione, chiedi gentilmente di ripetere evitando di portare avanti un discorso senza capire chi è il tuo interlocutore.
  5. Parla in modo chiaro, educato e professionale, con tono sicuro ed adeguando l’intonazione della voce. Evita un linguaggio scurrile, silenzi imbarazzanti e tentennamenti. Se non hai buone capacità comunicative fai delle prove di colloquio coinvolgendo un amico o un familiare.
  6. Racconta le tue esperienze e le tue capacità in modo mirato, tenendo presente la mansione per la quale ti sei candidato. Devi far percepire che sei in possesso dei requisiti richiesti e che hai grande motivazione e interesse per la posizione.
  7. Dai risposte sveglie e reattive. Il modo di esprimersi del candidato, insieme alla capacità di raccontarsi, sono decisivi per l’esito del colloquio. Meglio non rispondere a monosillabi ed evitare l’utilizzo di espressioni come “uhm”, “beh”, “ehm”.
  8. Usa un tono pacato e positivo. Per aiutarti a mantenere la calma durante la conversazione telefonica, assumi la posizione che ti fa sentire maggiormente a tuo agio, in piedi o seduto. Anche se non ci si vede è importante sorridere per trasmettere positività all’interlocutore.
  9. Tieni a portata di mano carta e penna o una app note sul cellulare per poter appuntare i riferimenti di un successivo incontro oppure il nome del selezionatore. Se non puoi prendere appunti chiedi gentilmente se può inviare un’email al tuo indirizzo di posta.
  10. Ascolta l’interlocutore senza interromperlo o incalzarlo, instaurando un dialogo. E’ importante non prevaricare il selezionatore e dimostrare sempre interesse per quello che sta dicendo..
  11. A fine telefonata chiedi al recruiter se è previsto un successivo incontro e quali saranno i prossimi step del processo di selezione.
  12. Chiudi l’intervista telefonica lasciando un’immagine positiva di te ringraziando il recruiter per l’attenzione e per l’interesse dimostrato.

DOMANDE TIPICHE DEL COLLOQUIO TELEFONICO

Le domande che vengono poste durante un colloquio al telefono sono abbastanza simili a quelle che vengono poste durante un colloquio di persona, ad esclusione di alcune che sono tipiche di questa forma di selezione. Ciò che cambia sono le difficoltà che si introducono determinate dalla mancanza della presenza fisica. Ecco gli esempi di domande frequenti con consigli per rispondere al meglio.

La disturbo o ha tempo per un colloquio telefonico?
Questa è la prima classica domanda. La risposta corretta dipende dalla situazione in cui ti trovi. Se puoi affrontare la telefonata senza interruzioni o problemi di linea, dai conferma per affrontare subito l’intervista dimostrando interesse. Se invece non puoi parlare con tranquillità, chiedi cortesemente di rimandare il colloquio in altro orario o giorno in base alla disponibilità del selezionatore. Fai il possibile per non chiudere la telefonata senza aver fissato un appuntamento.

Mi parli del suo percorso professionale.
La migliore risposta prevede un riassunto delle proprie esperienze mettendo in risalto quelle che sono più rilevanti e affini alla mansione da coprire. Nel colloquio telefonico l’interlocutore non ti vede quindi non può valutare la comunicazione non verbale, per questo presterà molta più attenzione alla tua voce. Analizzerà come ti esprimi, il tuo linguaggio, la dialettica e i termini utilizzati.

Mi dica qualcosa di lei.
Una classica domanda aperta che lascia spazio al racconto delle proprie capacità, delle doti personali e professionali fino alle peculiarità del proprio carattere. Per rispondere al meglio devi mettere il luce tutte le caratteristiche che possono dimostrare che tu sei il candidato ideale per il ruolo da ricoprire. Quando parli devi essere sciolto ed esprimerti con convinzione e sicurezza, usando un tono pacato e professionale. Nel colloquio via telefono, ancora di più rispetto a quello in presenza, non conta solo quello che dici ma come lo dici.

E’ disponibile per una videochiamata?
In apertura del colloquio o anche a metà telefonata il recruiter potrebbe chiederti di passare da una call ad una video call tramite whatsApp o Skype. Questo potrebbe metterti in difficoltà se non ti trovi in un ambiente adeguato, se non hai un aspetto curato e non ti senti a tuo agio oppure se non sei solo. Se decidi di declinare l’invito devi dare una giustificazione sensata. Dire la verità è spesso la soluzione migliore. Non negare la disponibilità dicendo che non hai whatsApp se questo non è vero. Il selezionatore ha il tuo numero di telefono e può vedere se hai installato whatsApp oppure no.

Ha delle domande?
E’ utile avere delle domande da porre per dimostrare interesse e fare una bella impressione. Ad esempio puoi chiedere ulteriori informazioni sulla mansione, se ci sono aspetti che non sono stati trattati. Puoi fare domande sul tipo di organizzazione aziendale, sul percorso di crescita previsto oppure su come proseguiranno le selezioni.


Speriamo che i nostri suggerimenti possano aiutarti ad affrontare al meglio il colloquio di lavoro telefonico per proseguire l’iter di selezione. Ti invitiamo a scoprire anche gli altri nostri consigli presenti in questa pagina dedicati al colloquio di lavoro.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments