Come scrivere il Curriculum Vitae

Come scrivere un curriculum vitae? La ricerca di un posto di lavoro inizia da qui. Il cv è il vero e proprio biglietto da visita, il primo strumento che abbiamo a disposizione per convincere il nostro interlocutore che siamo proprio la persona che stava cercando.

Dalla sua rapida lettura (il tempo medio dedicato è di 3 minuti) dipenderà un eventuale successivo colloquio di lavoro. Inutile sottolineare quanto sia importante questo strumento. Non è difficile scrivere un cv se si seguono delle semplici regole di base, ma per produrre un cv di successo è necessario che esso sia formulato e costruito su misura per chi lo riceve. Ma andiamo per gradi.

Cosa scrivere nel cv? Esso deve contenere le informazioni anagrafiche e i dati di contatto, il tipo di formazione, le esperienze di lavoro, le conoscenze di informatica e delle lingue, le competenze professionali e le caratteristiche personali. Tutte queste informazioni devono essere organizzate in modo chiaro e schematico, facilmente leggibile. Una buona soluzione è dividere il curriculum vitae in sezioni o aree tematiche, evidenziando in grassetto l’argomento trattato di volta in volta. Vediamo insieme come scrivere il Curriculum Vitae.

DATI PERSONALI
Innanzitutto bisogna indicare i dati anagrafici (nome, cognome, residenza, domicilio se diverso, data di nascita) e i dati di contatto (numero di telefono, e-mail).

ESPERIENZE
Poi si inseriscono le macro aree, la prima di solito è dedicata alle esperienze di lavoro, che devono essere elencate dalla più recente alla più lontana. Bisogna precisare: il nome dell’azienda per cui si è lavorato, l’intervallo di tempo dell’esperienza di lavoro (dal – al), il ruolo ricoperto e una breve descrizione delle mansioni svolte.

FORMAZIONE
Anche in questo caso si parte dall’ultimo titolo conseguito, il più recente (ad esempio prima la laurea e poi il diploma). E’ necessario precisare il nome dell’Istituto, la data di conseguimento del titolo, il titolo di studio, il voto e nel caso di laurea anche il titolo della tesi oppure altre informazioni inerenti il percorso formativo. In questa sezione si devono indicare anche i corsi di specializzazione e ogni altro percorso didattico seguito che possa essere utile a mettere in evidenza le conoscenze acquisite.

CONOSCENZE INFORMATICHE E DELLE LINGUE
E’ bene precisare le proprie conoscenze informatiche relative a sistemi operativi, programmi (es. Microsoft Office o software per la grafica ecc.), utilizzo di internet e della posta elettronica. Per le lingue bisogna essere precisi nell’indicare il grado di conoscenza sia a livello scritto che parlato.

ALTRE INFORMAZIONI
Un’ultima area può essere dedicata alle proprie capacità e competenze relazionali e organizzative, alle caratteristiche personali, agli hobby e interessi. Questa sezione non deve essere sottovalutata perchè i responsabili delle risorse umane valutano con attenzione anche questi aspetti.

AUTORIZZAZIONE
A termine del cv non può mancare l’autorizzazione al trattamento dei dati personali, secondo quanto previsto dalla Legge 196/03.

Qualche altro consiglio utile? Non superate le due pagine di lunghezza, i cv troppo lunghi non sono apprezzati. Non utilizzate un carattere troppo piccolo: almeno 10 punti se Arial o Helvetica e almeno 12 se Times New Roman. Scrivete in prima persona con un linguaggio semplice e corretto, fate attenzione agli errori ortografici (rileggete più volte il curriculum vitae e sottoponetelo anche alla lettura di altri per eliminare eventuali errori). Se volete potete fare uso del formato Europass, come schema di partenza che deve essere poi adattato alle vostre esigenze personali, in questo nostro articolo trovate il modello. Tenete presente però che il formato Europass è sempre meno apprezzato dai massimi esperti di Risorse Umane perché ha uno schema molto rigido. Accompagnate sempre il cv con una lettera di presentazione, in questo nostro articolo trovate indicazioni utili su come scriverla.

COME SCRIVE UN CURRICULUM VITAE DI SUCCESSO
Tenete presente che non esiste un curriculum vitae perfetto per tutte le aziende e tutte le mansioni e che un cv scritto bene non è sufficiente per assicurarsi un colloquio. Il cv deve essere scritto per chi lo legge.

Per ogni offerta di lavoro per la quale ci si candida bisogna verificare e adattare il proprio cv, valorizzando ed enfatizzando i propri punti di forza in funzione ai requisiti richiesti.
Per rivolgersi con successo al mercato del lavoro bisogna essere dei bravi venditori di se stessi, presentarsi in modo “attraente”, anticipare i bisogni dell’interlocutore e non aspettare che questi li scopra o li intuisca. Nel cv e nella lettera di presentazione devono essere chiari e lampanti tutti i motivi per cui potreste essere il candidato ideale.

Per avere informazioni utili su come scrivere un cv di successo, leggete il nostro articolo.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments