Motivi di esclusione graduatorie ATA terza fascia e come fare ricorso

scuola, mad

Lo scorso 30 ottobre sono scaduti i termini per consegnare i modelli di domanda per l’inserimento e l’aggiornamento delle graduatorie di circolo e di istituto di III fascia del personale ATA, per il triennio 2018 – 2021.

Nel DM 640 del 30 agosto 2017 relativo al bando ATA, il MIUR fornisce chiarimenti sulle possibili cause che potrebbero rendere nulle le domande o far escludere gli aspiranti dagli elenchi. Il documento riporta anche indicazioni su come procedere per eventuali contestazioni e reclami.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza su quali sono i principali motivi di esclusione dalle graduatorie ATA III fascia e come fare ricorso.

TERZA FASCIA GRADUATORIE ATA MOTIVI DI ESCLUSIONE

Le cause che possono comportare l’eventuale nullità delle istanze o far escludere gli aspiranti dalle graduatorie di terza fascia del personale ATA sono diverse.

Le Amministrazioni scolastiche, infatti, a cui spetta la gestione delle domande, possono considerarle nulle se sono prive dei dati necessari richiesti o sono state presentate oltre i termini di scadenza previsti dal bando. Inoltre, possono escludere gli aspiranti che, ad esempio, non hanno seguito correttamente tutto l‘iter per l’inserimento / aggiornamento in graduatoria, o non possiedono tutti i requisiti necessari, o hanno prodotto dichiarazioni false.

I principali motivi di esclusione dalle graduatorie terza fascia ATA per Assistenti Amministrativi e Tecnici, Cuochi, Infermieri, Guardarobieri, Addetti alle aziende agrarie e Collaboratori Scolastici (Bidelli) sono riportati nell’art. 8 del DM 640 del MIUR. Ecco quali sono le motivazioni indicate:

NULLITA’ DELLA DOMANDA

Sono considerate nulle le domande che presentano una o più delle seguenti condizioni:

mancanza della sottoscrizione (firma) dell’aspirante;

invio oltre il termine di scadenza utile per la presentazione, fissato al 30 ottobre 2017, in base all’art. 4 – comma 1 del DM 640 del 30 agosto 2017;

impossibilità di individuare le generalità dell’aspirante o la procedura o il profilo professionale per il quale presenta l’istanza (ad esempio per assenza o illeggibilità dei dati anagrafici, per mancanza di indicazione della figura professionale di riferimento e simili).

ESCLUSIONE DAGLI ELENCHI

L’esclusione degli aspiranti può essere disposta nei seguenti casi:

– presentazione della domanda presso diverse scuole, nella stessa provincia o in province diverse. In questo caso l’aspirante viene escluso da tutte le graduatorie di circolo o di istituto in cui chiede l’inserimento e decade dalle graduatorie di circolo o di istituto in cui è inserito;

– invio della domanda online (Modello D3) per la scelta delle scuole senza aver prima presentato la domanda di inserimento o di conferma / aggiornamento, attraverso i Modelli D1, D2 e D4;

mancanza di uno o più requisiti tra quelli specifici di accesso alle graduatorie di circolo e d’istituto di terza fascia e quelli generali di ammissione, indicati negli articoli 2 e 3 del DM 640 del 30 agosto 2017. Vi ricordiamo, infatti, che l’inclusione nelle graduatorie avviene con riserva di accertamento dei requisiti di ammissione, pertanto l’Amministrazione scolastica può disporre in qualsiasi momento, attraverso apposito provvedimento recante la motivazione, l’esclusione di un aspirante che ne risulti privo;

– aver effettuato autodichiarazioni mendaci o aver prodotto certificazioni o autocertificazioni false. Chi produce documenti falsi non solo viene escluso dalla procedura di cui al DM 640, per tutti i profili e graduatorie di riferimento, e decade dalle stesse graduatorie, se inserito, ma incorre nelle sanzioni previste dagli artt.75 e 76 del DPR 28 dicembre 2000, n.445 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa).

COME FARE RICORSO?

E’ possibile presentare ricorso in caso di dichiarazione di nullità della domanda o di esclusione o contro le graduatorie? Si, la normativa vigente prevede la possibilità di presentare un reclamo al Dirigente dell’istituzione scolastica che gestisce la domanda di inserimento (ovvero della scuola a cui è stata presentata). Inoltre, consente agli aspiranti anche di chiedere che siano corretti eventuali errori materiali.

Stando a quanto previsto dall’art. 9 del Decreto MIUR n. 640, sia il reclamo che l’eventuale richiesta di correzione devono essere prodotti entro 10 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie provvisorie. Una volta che sono stati accolti o respinti i reclami e sono stati corretti gli errori materiali, l’autorità competente provvede ad approvare le graduatorie definitive. Anche dopo l’approvazione di queste ultime, è comunque possibile ancora impugnarle presentando ricorso giurisdizionale al giudice ordinario in funzione di giudice del lavoro.

I candidati che presentano i ricorsi giurisdizionali, nelle more della definizione degli stessi e in possesso di provvedimenti giurisdizionali non definitivi, vengono inseriti nelle graduatorie con riserva. L’iscrizione con riserva non comporta il diritto del ricorrente ad ottenere la proposta di contratto a tempo determinato.

Vi ricordiamo che eventuali contestazioni relative ai contratti di assunzione o per la mancata proposta di contratto di lavoro vanno rivolte al Dirigente scolastico della istituzione di riferimento. Per quanto non previsto dall’art. 9 vengono applicate, se esistono idonee condizioni, le disposizioni di cui al Capo XII del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto Scuola 2006 / 09.

INFORMAZIONI E DOCUMENTI UTILI

Per ulteriori informazioni, mettiamo a vostra disposizione i seguenti documenti:

DM 640 30 agosto 2017, relativo all’inserimento e all’aggiornamento delle graduatorie ATA di terza fascia per il triennio scolastico 2017 – 2020;

CCNL Comparto Scuola, per il quadriennio normativo 2006 – 2009.

Vi segnaliamo che il MIUR ha reso noto, attraverso un apposito comunicato pubblicato sul portale web istituzionale, che la procedura online per compilare e inviare l’Allegato D3 per la scelta delle istituzioni scolastiche, che va presentato tramite il servizio POLIS – Presentazione On Line delle IStanze, sarà attiva dal 14 marzo al 13 aprile 2018. In questa pagina trovate tutti i dettagli.

Per tutti i dettagli relativi al bando ATA III fascia potete leggere questo approfondimento dedicato alle graduatorie di circolo e di istituto per svolgere supplenze nelle scuole, nell’ambito del personale Amministrativo, Tecnico e Ausiliario. Al suo interno troverete tante notizie utili sulla presentazione delle domande e sui requisiti richiesti, oltre a tutte le indicazioni per la presentazione del Modello D3.

In questa breve guida su come lavorare nel personale ATA potete trovare, inoltre, tutte le informazioni sulle figure professionali che lavorano nei ruoli amministrativi, tecnici e ausiliari del personale scolastico, sui titoli necessari, sulle graduatorie per le assunzioni e sulle modalità di reclutamento.

Subscribe
Notificami
1 Comment
Newest
Oldest
Inline Feedbacks
View all comments