Organico Aggiuntivo ATA: possibile proroga al 30 giugno collaboratori scolastici

aula scolastica, scuola, personale ata

Importanti novità per la proroga al 30 giugno 2024 anche per i contratti dei collaboratori scolastici assunti nell’organico aggiuntivo ATA PNRR e Agenda SUD.

Il Ministero dell’istruzione e del merito (MIM) è al lavoro per reperire i fondi per prolungare fino al termine delle lezioni gli incarichi del personale ATA aggiuntivo assunto nel profilo di collaboratore scolastico.

Ricordiamo che, per gli assistenti amministrativi e per gli assistenti tecnici, è già prevista la proroga delle supplenze al 30 giugno.

Vediamo nel dettaglio le ultime notizie sulla proroga dei contratti per i collaboratori scolastici assunti negli organici aggiuntivi ATA.

ORGANICO AGGIUNTIVO ATA PROROGA COLLABORATORI SCOLASTICI

A dare notizia delle iniziative del Ministero per prorogare al 30 Giugno 2024 gli organici aggiuntivi del personale ATA assunti nel profilo di collaboratore scolastico è il sottosegretario all’istruzione e al merito, Paola Frassinetti, nel corso di un’interrogazione alla Camera dell’onorevole Antonio Caso, del M5S.

In risposta all’interrogazione dell’on. Caso in merito alle iniziative in materia di proroga dei contratti dei collaboratori scolastici assunti nell’organico aggiuntivo PNRR e Agenda SUD, il sottosegretario Frassinetti ha infatti comunicato quanto segue:

Con riferimento, invece, ai collaboratori scolastici, nel condividere l’esigenza di intervenire per prolungare i contratti in essere al 30 giugno 2024, informo che sono in corso le necessarie interlocuzioni per individuare le risorse da destinare alle predette finalità, pari a circa 20 milioni di euro.

Stando a quanto dichiarato, quindi, il Ministero è al lavoro per reperire fondi per 20 milioni di euro da destinare alla proroga al 30 giugno dei contratti dei collaboratori scolastici assunti nel personale ATA temporaneo.

Infatti, mentre per assistenti amministrativi (AA) e assistenti tecnici (AT) la proroga dei contratti fino al termine delle attività scolastiche è resa possibile, a valere sui fondi del PNRR, grazie alle misure per la scuola previste dal Decreto PNRR 2024, come vi spieghiamo nel dettaglio in questo approfondimento, per il profilo di collaboratore scolastico non è possibile utilizzare tali fondi, pertanto è necessario trovare ulteriori risorse.

Infatti, va detto subito che i compensi per i collaboratori scolastici non sono ammissibili nell’ambito delle risorse PNRR – ha spiegato la Frassinetti durante l’intervento – non rispondendo le loro mansioni ai requisiti della circolare n. 4 del 2022 del Ministero dell’economia e delle finanze: per tale ragione, dunque, l’impiego dei collaboratori scolastici si è reso possibile solo grazie agli stanziamenti, di cui si è detto, individuati dal Ministero dell’istruzione e del merito.

LA PROROGA PER ASSISTENTI AMMINISTRATIVI E TECNICI

Per gli assistenti amministrativi e tecnici assunti nell’organico aggiuntivo impiegato per realizzare i progetti legati al Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e, nelle regioni che rientrano nel piano Agenda SUD, ovvero Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, per contrastare la dispersione scolastica e ridurre i divari territoriali e negli apprendimenti, è invece possibile utilizzare i fondi del PNRR per prorogare i contratti e per stipularne di nuovi, con scadenza al 30 giugno 2024.

Con riferimento, invece, al supporto degli assistenti amministrativi e tecnici incaricati di espletare le attività necessarie a realizzare i progetti PNRR, – ha chiarito infatti la sottosegretaria – il Ministero dell’istruzione e del merito è riuscito ad ottenere che i relativi compensi siano posti a carico del PNRR nei limiti del 10 per cento delle spese di gestione.

Grazie a questo importante risultato, dunque – ha proseguito la Frassinetti – si renderà possibile un impiego di tale personale, entro il predetto limite di spesa, potenzialmente fino al 2026, come vi abbiamo anticipato in questo approfondimento.

La sottosegretaria di Stato per l’Istruzione e il merito ha, inoltre, ricordato che il Decreto PNRR 2024 ha semplificato le procedure di liquidazione dei compensi, che verranno erogati direttamente dal sistema NOIPA, centralizzando le operazioni di calcolo dei corrispettivi e consentendo anche, in caso di rinuncia all’incarico, di poter attingere alle graduatorie di istituto.

IL TESTO DELL’INTERVENTO DI PAOLA FRASSINETTI ALLA CAMERA

Per completezza informativa, rendiamo disponibile il TESTO INTEGRALE dell’intervento di Paola Frassineti (guardare l’ALLEGATO 3) durante l’interrogazione dell’on. Caso alla Camera.

ULTERIORI APPROFONDIMENTI

Per conoscere tutte le misure per la Scuola previste dal Decreto PNRR 2024 potete leggere questa guida e l’approfondimento sulle novità previste per gli organici aggiuntivi ATA. Mettiamo a vostra disposizione anche questo articolo con le indicazioni del Ministero dell’istruzione per il pagamento degli stipendi dell’organico aggiuntivo tramite NoiPA.

Vi consigliamo, inoltre, di leggere l’approfondimento sul Decreto PNRR 2024 che introduce importanti novità non solo per la scuola ma anche sul fronte assunzioni nella PA e agevolazioni per imprese e famiglie.

COME RESTARE AGGIORNATI

Continuate a seguirci per restare informati e visitate la nostra sezione riservata alla scuola e la nostra pagina dedicata al personale ATA, per conoscere le novità su assunzioni, concorsi, graduatorie, normative e contratto per il personale scolastico.

Iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita e al canale Telegram per ricevere tutti gli aggiornamenti e per avere le notizie in anteprima. E’ possibile restare aggiornati anche seguendo il canale Whatsapp e il canale TikTok @ticonsigliounlavoro. Inoltre, è disponibile il Gruppo Telegram dedicato al personale ATA, utile per confrontarsi e chiedere consigli.

di Angela V.
Redattrice, esperta di lavoro pubblico e privato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *