Supplenze docenti 2021 2022: come funziona, chiarimenti del MIUR

Tutte le informazioni su come sono assegnate le supplenze dei docenti nelle scuole per l’a.s. 2021-2022: ecco come funziona l’attribuzione, le novità per le convocazioni e i chiarimenti MIUR

docenti scuola

Il MIUR ha pubblicato la circolare con le indicazioni per l’assegnazione delle supplenze docenti a.s. 2021-2022 e la nota che spiega le novità introdotte.

Il Ministero ha fornito le istruzioni operative per l’attribuzione degli incarichi di supplenza al personale docente per il prossimo anno scolastico, che è informatizzata. Inoltre ha chiarito il meccanismo di convocazione e per la messa a disposizione (MAD), e le nuove funzionalità introdotte per la gestione delle convocazioni da parte delle scuole.

Ecco come funziona l’assegnazione delle supplenze per i docenti nel 2021-2022, tutte le novità e cosa sapere.

SUPPLENZE DOCENTI a.s. 2021-2022

Il Ministero dell’Istruzione, attraverso la circolare n. 25089 del 6 agosto 2021, ha comunicato agli Uffici Scolastici Regionali le modalità per l’assegnazione delle supplenze 2021-2022 per il personale docente, educativo e ATA. Il documento spiega in dettaglio come funziona l’attribuzione degli incarichi di supplenza per gli insegnanti e il personale educativo in base ai cambiamenti nel sistema di assegnazione introdotti dall’ordinanza ministeriale n. 60 del 10 luglio 2020. Quest’ultima, infatti, ha ridisciplinato, a partire dallo scorso anno, il conferimento delle supplenze nelle scuole. Inoltre, disposto la costituzione delle graduatorie provinciali (GPS) e di istituto per la nomina dei supplenti.

Con la nota n. 2692 del 7 settembre 2021, inoltre, il MIUR ha illustrato le nuove funzionalità introdotte nel sistema SIDI per agevolare la gestione delle convocazioni da parte delle scuole. Si tratta, nello specifico, di una funzione online che consente a ciascuna scuola di gestire l’accettazione della convocazione da parte degli aspiranti interessati e consultare tutte insieme le risposte alla convocazione fatta.

Vediamo nel dettaglio come funzionano le supplenze per il prossimo anno scolastico e come avvengono le convocazioni.

COME FUNZIONANO

Ecco le regole principali per le supplenze:

  • le supplenze al personale docente ed educativo sono distinte in
    – annuali per la copertura delle cattedre e posti d’insegnamento, su posto comune o di sostegno, vacanti e disponibili per tutto l’anno scolastico;
    – temporanee, sino al termine delle attività didattiche, per le ore di insegnamento che non concorrono a costituire cattedre o posti orario;
    – brevi, con termine all’ultimo giorno di effettiva permanenza delle esigenze di servizio;


  • gli incarichi di supplenza sono disposti in base alle graduatorie provinciali e di istituto costituite in attuazione dell’OM 60/2020;

  • i supplenti sono individuati dal dirigente dell’amministrazione scolastica territorialmente competente, nel caso di utilizzo delle graduatorie ad esaurimento (GAE) e delle graduatorie provinciali (GPS), e dal dirigente scolastico per le graduatorie di istituto;

  • in via straordinaria e solo per l’a.s.2021-2022 i posti comuni e di sostegno rimasti vacanti e disponibili dopo le procedure ordinarie di immissione in ruolo tramite GPS e GAE sono assegnati a domanda, con contratto a tempo determinato, agli aspiranti inseriti nelle GAE o nelle GPS di I e II fascia, secondo quanto previsto dal decreto sostegni bis (decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106), e dal decreto n. 242 del 30 luglio 2021, che regolano le supplenze docenti dalle GPS e dalle GAE per il prossimo anno scolastico;

  • una volta esaurite le graduatorie di istituto, comprese quelle delle scuole più vicine, i dirigenti scolastici possono convocare gli aspiranti docenti che hanno presentato istanza di messa a disposizione, dando precedenza ai docenti abilitati e specializzati;

  • possono fare domanda di MAD solo i docenti non iscritti nelle graduatorie provinciali o di istituto, per una provincia che va indicata espressamente nell’istanza;

  • per il personale educativo dei convitti, in caso di mancanza di candidati con idonea specializzazione nelle GAE, nelle GPS e nelle graduatorie dei convitti speciali, le supplenze vengono assegnate in base alle graduatorie ad esaurimento e alle graduatorie provinciali, con diritto di opzione per gli aspiranti;

  • nella scuola secondaria di primo e secondo grado, i dirigenti scolastici possono attribuire le ore di insegnamento pari o inferiori a 6 ore settimanali, che non concorrono a costituire cattedre o posti orario, come ore aggiuntive oltre l’orario d’obbligo ai docenti dell’organico dell’autonomia, abilitati o specializzati per il sostegno o, in subordine, in possesso del titolo di studio valido per l’insegnamento della disciplina, fino ad un massimo di 24 ore a settimana;

  • i posti a tempo parziale sono coperti mediante conferimento di supplenze temporanee fino al termine delle attività didattiche.

Mettiamo a vostra disposizione anche questa utile SCHEDA (Pdf 81Kb) pubblicata dal sindacato FLC CGIL che riassume tutte le modalità di convocazione per le supplenze docenti e ATA 2021/22.

DISPOSIZIONI PARTICOLARI

In alcuni casi sono previste delle disposizioni speciali. Ecco quali:

SUPPLENZE SCUOLA PRIMARIA

  1. I posti, gli spezzoni orari ed i posti part-time non coperti con il personale di ruolo sono integrati con le ore di programmazione da attribuire nei contratti a tempo determinato, per le sole 22 ore di insegnamento frontale, aggiungendo 1 ora di programmazione per ogni 11 ore e 2 ore di programmazione per ogni 22 ore;

  2. per i posti comuni, le ore di lingua inglese non assegnate al personale docente titolare e/o in servizio perchè privo di idonei requisiti, sono assegnate agli aspiranti inseriti nelle GAE e, in subordine, nelle GPS e nelle graduatorie di istituto, in possesso di uno dei titoli previsti dall’art. 13, comma 17, dell’OM 60/2020;

  3. nelle sezioni di scuola dell’infanzia o nelle classi di scuola primaria che attuano la didattica differenziata Montessori, Pizzigoni e Agazzi, può essere convocato solo il personale specializzato in queste metodologie didattiche presente negli appositi elenchi delle GAE e, in subordine, il personale personale iscritto nelle graduatorie provinciali.

SUPPLENZE INSEGNANTI DI RELIGIONE CATTOLICA

  1. Per le supplenze agli insegnanti di religione cattolica, nel caso di assenza di docenti qualificati, in possesso dei titoli di studio ecclesiastici previsti per poter accedere all’insegnamento della religione cattolica, è possibile fare ricorso al personale docente non ancora in possesso di titolo idoneo ma inserito nei percorsi formativi per conseguirlo;

  2. l’assunzione di questi docenti deve essere effettuata con contratti dal 1° settembre sino al termine delle lezioni;

  3. in caso di conseguimento dei titoli da parte del supplente entro il 31 dicembre 2021, la supplenza può trasformarsi in annuale;

  4. i titoli conseguiti dopo il 31 dicembre 2021 sono validi solo a partire dal 1° settembre 2022.

SUPPLENZE NEI LICEI MUSICALI

Per i licei musicali, in caso di esaurimento delle graduatorie provinciali e/o di istituto, le supplenze sono assegnate nelle seguenti modalità:

  • in caso di esaurimento delle GPS per le varie specialità strumentali della A-55
    – per gli strumenti presenti anche nella scuola secondaria di I grado (A-56), utilizzando le GAE e GPS corrispondenti;
    – per gli altri strumenti, facendo ricorso alle graduatorie della A-56, della A-29 e della A-30, scorrendo prima le GAE e poi le GPS, interpellando i docenti in possesso del diploma dello specifico strumento;


  • in caso di esaurimento delle graduatorie di istituto utilizzando le graduatorie dei licei più vicini e, esaurite queste ultime, procedendo con le modalità previste in caso di esaurimento delle GPS.

NOVITÀ CONVOCAZIONI DOCENTI

Come spiegato dal MIUR nella nota del 7 settembre, per l’anno scolastico 2021‐22 le funzionalità di convocazione dalle graduatorie d’istituto sono state completamente rinnovate. Le scuole provvedono a convocare gli aspiranti tramite la piattaforma SIDI, utilizzando le apposite funzioni presenti nell’area Reclutamento, cliccando su Convocazioni da graduatorie d’istituto del personale docente. Gli aspiranti, grazie all’implementazione delle funzionalità del portale, possono ora accettare o rifiutare la supplenza direttamente online. Le scuole possono quindi consultare tutte le risposte ricevute per ciascuna convocazione tramite il sistema. Le nuove funzioni non prevedono limiti sul numero di aspiranti da convocare.

COME FUNZIONA L’ACCETTAZIONE ONLINE

In pratica, grazie alle nuove funzionalità, adesso nel messaggio di convocazione che viene inviato tramite posta elettronica agli aspiranti è presente un link per rispondere online. Cliccando su quest’ultimo si accede alla pagina riservata alla convocazione sulla piattaforma web per le Istanze Online MIUR. Da qui è possibile accettare o rifiutare la convocazione. In sostanza, dunque, la convocazione resta per mail ma la risposta va data tramite la piattaforma.

SITUAZIONI DI CONTENZIOSO

I soggetti non abilitati, inseriti nella I fascia delle GPS e nella II fascia delle graduatorie di istituto per provvedimenti cautelari emessi dalla magistratura amministrativa, in caso di accertamento dell’assenza di abilitazione sono esclusi dalle predette fasce e ricollocati nelle corrispettive II fasce delle GPS e III fasce delle graduatorie di istituto, se possiedono il relativo titolo di studio. L’inserimento con riserva nella I Fascia delle GPS o nelle graduatorie di istituto di II fascia è conservato nel caso di assenza di sentenza definitiva o di eventuali provvedimenti giurisdizionali favorevoli all’aspirante. Il contratto di lavoro a tempo determinato stipulato con gli aspiranti inseriti in graduatoria con riserva prevede un’apposita clausola di risoluzione espressa del rapporto di lavoro in caso di sentenza sfavorevole all’aspirante.

RINUNCIA O ASSENZA ALLA CONVOCAZIONE

I docenti convocati che non si presentano e coloro che rinunciano all’incarico perdono la possibilità di ottenere una supplenza sulla base delle GAE e delle GPS, a seconda della graduatoria di riferimento per la convocazione e il relativo insegnamento. Nel caso delle graduatorie ad esaurimento per i posti di sostegno, la rinuncia consente comunque di accettare altra nomina dalla stessa GAE per i posti comuni. Per tutte le informazioni sulle sanzioni in caso di  mancata accettazione o abbandono dell’incarico di supplenza potete leggere questo approfondimento.

RIFERIMENTI NORMATIVI

NOTA MIUR n. 2692 (Pdf 94Kb) del 7 settembre 2021.
CIRCOLARE MIUR n. 25089 (Pdf 390Kb) del 6 agosto 2021.
ORDINANZA MIUR n. 60 (Pdf 426Kb) del 10 luglio 2020.
DECRETO SOSTEGNI BIS CONVERTITO IN LEGGE (Pdf 1,50Mb).
DECRETO MIUR n. 242 (Pdf 293Kb) del 30 luglio 2021.

COME RESTARE AGGIORNATI

Per conoscere tutte le novità sul personale che lavora nelle scuole e per i docenti potete visitare questa pagina. Continuate a seguirci per restare informati, iscrivendovi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al nostro canale telegram per avere le notizie in anteprima. È disponibile, inoltre, il gruppo Telegram dedicato esclusivamente ai docenti e aspiranti docenti, utile per confrontarsi e chiedere consigli.

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments