Valle d’Aosta bonus partite IVA: a chi spetta e come richiederlo

Come ottenere il bonus partite IVA della Valle d’Aosta, i requisiti e la scadenza per presentare la domanda

Valle d'Aosta

La Giunta regionale della Valle d’Aosta ha approvato le misure applicative per l’estensione del bonus partite IVA con fatturato inferiore a 10.000 euro.

Destinato ai lavoratori residenti o con sede lavorativa in Valle d’Aosta, questo bonus è del valore fisso di 1.500 euro.

Scopriamo insieme a chi spetta il bonus partite IVA per cui la Regione Valle d’Aosta ha pubblicato un apposito bando.

VALLE D’AOSTA BONUS PARTITE IVA, COS’È

Il bonus partite IVA è un contributo una tantum a fondo perduto destinato ai titolari di partita IVA con fatturato inferiore a 10.000 euro. È pari a 1.500 euro per ciascun operatore.

Previsto dall’articolo 9 bis della Legge regionale 16 giugno 2021, n. 15, tale bonus è destinato a chi vive o lavora come autonomo, esercita arte, impresa o professione nel territorio della Valle d’Aosta, anche prescindere dal calo di fatturato dovuto all’emergenza Covid-19 in alcuni casi. Vediamo i dettagli.

A CHI SPETTA IL BONUS PARTITE IVA VALLE D’AOSTA

La giunta regionale della Valle d’Aosta ha stabilito che il bonus spetta a tutti i soggetti titolari di
partita IVA che svolgono:

  • attività d’impresa (in forma singola o collettiva);
  • arte o professione (in forma singola o associata);
  • producono reddito agrario.

CHI È ESCLUSO

Sono, in ogni caso, esclusi dall’acceso al bonus:

  • gli enti e le società a partecipazione pubblica, diretta o indiretta, pari o superiore al 15%;
  • i concessionari di pubblici servizi;
  • gli operatori economici del settore creditizio e finanziario;
  • le società consortili e gli studi associati qualora tutti o alcuni delle singole società o dei singoli associati che li costituiscono richiedano autonomamente il contributo.

I REQUISITI

Come stabilito dalla Delibera di Giunta regionale n. 1428 dell’8 novembre 2021, per avere diritto al bonus, le categorie beneficiarie al momento della presentazione della domanda devono avere determinati requisiti. Ovvero:

  • aver conseguito un fatturato, nel 2019, almeno pari o superiore a euro 5.000 e inferiore a
    10.000 euro, come risultante dalla dichiarazione annuale IVA, ove disponibile o, in assenza, dalla sommatoria delle fatture emesse, delle ricevute e dei corrispettivi conseguiti nel medesimo anno;

  • aver subito una contrazione del fatturato almeno pari al 30% per i mesi dal 1° ottobre 2020
    al 31 marzo 2021, rapportata al fatturato del periodo dal 1° ottobre 2019 al 31 marzo 2020. Per chi ha iniziato l’attività dal 2019, il contributo spetta anche in assenza del requisito del calo del fatturato;

  • essere attivi alla data del 23 marzo 2021 (data di entrata in vigore del Decreto Sostegni) e al momento della presentazione della domanda.

I richiedenti (persone fisiche o soggetti diversi da persona fisica), oltre ai requisiti citati devono avere, in caso d’imprese iscritte nell’apposito Registro, la sede legale o l’unità locale operativa in
Valle d’Aosta. In caso di libero professionista o lavoratore autonomo, devono essere residenti o avere la sede effettiva di svolgimento dell’attività in Valle d’Aosta, come risultante dalla dichiarazione di apertura della partita IVA (o da successiva variazione), alla data del 23 marzo 2021 e alla data di presentazione della domanda.

CASI PARTICOLARI

Possono fare richiesta anche i titolari di partita IVA che rientrano nei seguenti casi particolari:

  • nel caso di fusione e scissione d’impresa, si verifica il subentro – senza soluzione di continuità – nelle posizioni fiscali della società incorporata, fusa o scissa e, di conseguenza, per il calcolo occorre fare riferimento ai dati aggregati di tutti i soggetti giuridici coinvolti;

  • in caso di trasformazione o cessione d’azienda, il contributo potrà essere richiesto dal soggetto risultante dalla stessa operazione aziendale, tenuto conto dell’ammontare dei ricavi conseguiti dal soggetto preesistente;

  • nel caso di conferimento di azienda occorso dal 1° gennaio 2019 al 23 marzo 2021, il contributo potrà essere richiesto dal soggetto giuridico conferitario dell’azienda, avendo riguardo alla diminuzione del fatturato rispetto a quello conseguito dal conferente mediante l’esercizio di quell’attività aziendale;

  • il contributo spetta anche all’erede che prosegue l’attività della persona fisica deceduta. Al riguardo, nel caso di prosecuzione avvenuta nel corso degli anni 2019, 2020 o 2021, l’erede dovrà determinare l’ammontare dei ricavi e compensi dell’anno 2019 con riferimento alle dichiarazioni dei redditi della successione e dell’erede.

COME FUNZIONA IL BONUS PARTITE IVA VALLE D’AOSTA

Il contributo partite IVA è pari a 1.500 euro per ciascun operatore economico ed è concesso a domanda, per ordine cronologico di ricevimento, nei limiti degli stanziamenti di bilancio di 825.000 euro. La cifra del contributo è sempre la stessa a prescindere dall’ammontare del fatturato, sulla base dei dati auto dichiarati dal richiedente. La Giunta ha dunque raccomandato di prestare particolare attenzione alla correttezza dei dati inseriti e al rispetto dei requisiti richiesti per l’accesso al bonus. Ciascun operatore economico può presentare una sola domanda di richiesta bonus. Il contributo, in quanto destinato a soggetti esercenti impresa, arte o professione, nonché ai lavoratori autonomi, non concorre a tassazione e non è, pertanto, da assoggettare a ritenuta alla fonte a titolo di acconto.

SCADENZA PER LE DOMANDE

Le domande per il bonus partite IVA Valle d’Aosta possono essere presentate dalle ore 14.00 di lunedì 8 novembre 2021 e fino al 22 novembre 2021.

COME PRESENTARE DOMANDA PER IL BONUS PARTITE IVA

Usando lo specifico form del portale istituzionale #VdaRiparte gli utenti potranno presentare le domande per il bonus partite IVA Valle d’Aosta.
Per accedervi è necessario autenticarsi in uno dei tre seguenti modi:

  • Carta nazionale dei servizi o CNS;
  • un’identità digitale SPID;
  • Carta d’Identità Elettronica o CIE.

La domanda deve essere compilata in ogni sua parte e completa di tutte le informazioni e auto dichiarazioni necessarie ai fini del suo corretto inoltro. Le istanze non sono soggette al pagamento dell’imposta di bollo. La domanda si intende regolarmente inoltrata se il richiedente o il delegato riceve dal sistema la conferma della consegna. Una volta completata la procedura di compilazione, inviata la domanda tramite la piattaforma dedicata e ricevuta conferma della consegna, assume carattere definitivo. Nel caso in cui il richiedente intenda modificare il contenuto della domanda, prima dell’adozione del provvedimento di concessione, dovrà ritirare la stessa tramite la piattaforma dedicata e presentare, entro il 22 novembre 2021 una nuova istanza. L’ultima domanda trasmessa sostituisce tutte quelle precedentemente inviate.

CUMULABILITÀ DEL BONUS PARTITE IVA VALLE D’AOSTA

Può presentare domanda di bonus partita IVA con fatturato inferiore a euro 10.000, solo il soggetto che non ha già ottenuto in Regione Valle d’Aosta (come da Legge Regionale 15 del 2021):

  • il bonus ai titolari di partita IVA (articolo 9 della Legge Regionale 15 del 2021);

  • bonus per i gestori di bed & breakfast;

  • contributi nel settore agricolo;

  • i contributi alla patrimonializzazione delle società cooperative o dei loro consorzi;

  • contributi per i maestri di sci e le scuole di sci;

  • contributo per le guide alpine valdostane, sia nel caso in cui lo stesso eserciti l’attività contestualmente, in due o più dei diversi settori economici beneficiari dei contributi previsti dalla Legge 15/2021, sia nel caso in cui eserciti l’attività o le attività in più unità locali.

A tal fine, la piattaforma respinge automaticamente le domande identificate con il medesimo codice fiscale o partita IVA. Possono presentare richiesta del bonus coloro che hanno usufruito di incentivi, bonus o agevolazioni statali.

LE ISTRUZIONI PER PRESENTARE LA DOMANDA

La Regione Valle d’Aosta ha reso disponibile un numero verde 800 006 300 per supportare gli utenti nell’autenticazione alla piattaforma con identità digitale. Gli operatori potranno fornire informazioni sulle misure previste, indirizzare verso la struttura competente ove necessario e supportare nella compilazione della domanda. Per tutte le altre informazioni è possibile consultare il bando (Pdf 115 Kb) pubblicato in calce alla Delibera dei Giunta Della Regione Valle d’Aosta.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Valle d’Aosta – Legge regionale 16 giugno 2021, n. 15 (Pdf 655 Kb)

Delibera di Giunta regionale Valle d’Aosta n. 1428 dell’8 novembre 2021 (Pdf 115 Kb)

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere altre agevolazioni disponibili puoi visitare la nostra sezione riservata agli aiuti per lavoratori e famiglie e questa pagina dedicata agli aiuti alle imprese. Per restare sempre aggiornati su tutte le novità, è possibile iscriversi alla nostra newsletter gratuita e al nostro canale Telegram per ricevere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments