Bonus 200 euro artigiani della Sardegna: bando EBAS 2022 2023

La guida al bonus rincari da 200 euro erogato da EBAS per gli artigiani della Sardegna

artigianato

Domande aperte dal 1° novembre 2022 per il bonus 200 euro artigiani della Sardegna, l’indennità una tantum istituita dall’Ente Bilaterale Artigianato Sardegna (EBAS).

Questo sostegno economico ad integrazione del reddito è rivolto a tutti i lavoratori dipendenti iscritti all’EBAS Sardegna in possesso di una serie di requisiti, tra cui un ISEE al di sotto dei 20.000 euro.

In questa guida vi spieghiamo come funziona il bonus 200 euro artigiani della Sardegna, a chi spetta e come fare per ottenerlo.

COS’È IL BONUS 200 EURO ARTIGIANI DELLA SARDEGNA EBAS

Il bonus 200 euro artigiani della Sardegna – anche chiamato bonus rincari – promosso da EBAS è un contributo economico dedicato ai lavoratori dipendenti iscritti, appunto, all’Ente Bilaterale Artigianato Sardegna. La misura è stata introdotta dalla Delibera del Comitato di Gestione EBAS del 20 ottobre 2022, con lo scopo di aiutare le famiglie dei lavoratori a fronteggiare l’ondata dei rincari legati all’energia, gas e acquisto di beni di prima necessità. La dotazione finanziaria stanziata è pari a 126.200 euro in totale.

Il bonus è rivolto a tutti i lavoratori dipendenti con ISEE al di sotto dei 20.000 euro e iscritti all’EBAS da almeno 6 mesi. Le domande di accesso al bonus 200 euro artigiani della Sardegna possono essere inviate dal 1° novembre 2022 fino al 31 gennaio 2023 e all’esaurirsi dei fondi verrà pubblicato apposito avviso sul sito dell’Ente, su cui vi aggiorneremo. Ma vediamo insieme a chi spetta questo bonus e come funziona.

A CHI SPETTA

Il bonus si rivolge a tutti i lavoratori dipendenti iscritti all’EBAS Sardegna, i cui datori di lavoro rispettino le seguenti condizioni:

  • abbiano maturato una contribuzione ad EBNA – FSBA pari ad almeno 24 mesi al 31 dicembre 2021;

  • siano regolari anche con i versamenti dal 1° gennaio 2022. Qualora sia saltato il versamento relativo a qualche mensilità del periodo richiesto, la domanda resterà sospesa fino alla regolarizzazione delle pendenze.

REQUISITI

Per ottenere il bonus 200 euro artigiani della Sardegna, il lavoratore richiedente deve:

  • essere in forza alla data di presentazione della domanda;

  • avere maturato almeno 6 mesi di contribuzione o iscrizione all’EBAS;

  • essere in possesso di attestazione ISEE standard, in corso di validità, che dovrà essere non superiore a 20.000 euro.

A QUANTO AMMONTA

Il bonus rincari EBAS è concesso nella misura “una tantum” di 200 euro per tutti i lavoratori in possesso dei requisiti, in forza presso un’azienda artigiana alla data della richiesta. L’intervento può essere cumulato con quelli previsti dalla normativa nazionale o regionale come il bonus 200 euro, il bonus 150 euro.

COME FUNZIONA IL BONUS 200 EURO ARTIGIANI SARDEGNA

Il bonus 200 euro artigiani della Sardegna o “bonus rincari” viene erogato dall’EBAS come contributo economico una tantum tramite accredito sul conto corrente, a mezzo bonifico bancario, direttamente all’azienda. L’azienda dovrà inserire il contributo nella prima busta paga utile del dipendente, in voce separata e con dicitura apposita che ne evidenzi la natura, assoggettandolo solo alle ritenute fiscali di legge. In seguito dovrà essere inviata all’Ente copia busta paga quietanzata dal lavoratore. Il bonus può essere concesso una sola volta per lavoratore e per nucleo familiare, anche in caso di due o più contratti di lavoro.

Le domande verranno istruite ed erogate in ordine di arrivo. Verrà data priorità ai lavoratori appartenenti alle aziende classificate con Codice Statistico Contributivo (CSC) diverso da 4 che, avendo un numero di dipendenti inferiori a 5, hanno versato una quota dello 0,60 nel periodo 2018-2021.

COME PRESENTARE DOMANDA

La domanda per il bonus rincari EBAS deve essere presentata dall’azienda interessata, pena la nullità, esclusivamente tramite posta certificata, all’indirizzo [email protected], compilando questo modello. Il sostegno al reddito viene concesso come aiuto alle famiglie dei lavoratori dipendenti, pertanto anche il lavoratore dovrà firmare la richiesta e allegare la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà secondo questo modello, debitamente compilata e firmata dagli altri componenti del nucleo familiare, i quali dovranno dichiarare che non faranno richiesta dello stesso contributo all’Ente.

1) SCADENZA

Le domande di accesso al Bonus possono essere inviate dal 1° novembre 2022 fino al 31 gennaio 2023. All’esaurirsi dei fondi verrà pubblicato apposito avviso sul sito dell’Ente, su cui vi aggiorneremo.

2) DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

Oltre al modulo di richiesta, alla domanda vanno allegati:

  • documento di identità e codice fiscale del lavoratore richiedente il bonus;
  • attestazione ISEE in corso di validità;
  • dichiarazione sostitutiva degli altri componenti del nucleo familiare (minori esclusi).

3) ASSISTENZA

Potete inviare richiesta di informazioni sul bonus 200 euro artigiani Sardegna o sulle altre misure EBAS scrivendo alle seguenti e-mail:

TESTO INTEGRALE DEL BANDO 200 EURO ARTIGIANI SARDEGNA

Mettiamo a vostra disposizione il testo integrale del bando per il bonus 200 euro artigiani della Sardegna (Pdf 164 Kb) promosso da EBAS.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere anche il nostro approfondimento sul bonus 200 euro che arriverà in ritardo per alcune categorie o la guida sul bonus 150 euro che spiega tutte le casistiche e come funziona la misura per ogni categoria coinvolta. Se volete sapere di più invece sul bonus bollette, vi consigliamo questo articolo. Per conoscere altri aiuti, bonus e agevolazioni disponibili per famiglie e lavoratori potete visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti alle persone. Vi invitiamo anche ad iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti