Bonus casalinghe 2020: cos’è, come funziona, a chi spetta

Tutte le informazioni sul bonus casalinghe introdotto dal decreto agosto 2020: cosa sapere, a chi spetta e come funziona

ufficio, lavoro, digitale, formazione

Arriva il bonus casalinghe per aiutare le donne che svolgono lavori domestici. 

La legge di conversione del decreto agosto ha istituito il fondo previsto dal provvedimento legislativo per consentire alle casalinghe di formarsi e acquisire nuove competenze. Scopo dell’iniziativa è sostenere l’autonomia personale delle donne. La misura è rivolta in via prioritaria alle donne, ma riguarda anche, in subordine, i casalinghi, cioè uomini che svolgono attività nell’ambito domestico.

Ecco tutte le informazioni sul nuovo bonus per casalinghe e casalinghi, come funziona e a chi spetta.

BONUS CASALINGHE: COS’E’

Il bonus casalinghe è un credito che serve per seguire corsi di formazione rivolti alle casalinghe, in via prioritaria, e in subordine ai casalinghi. Lo scopo è aiutare le donne che si trovano fuori dal circuito lavorativo e, pertanto, sono escluse da possibilità di aggiornamento professionale e di impiego, e gli uomini che svolgono attività domestiche.

DOTAZIONE FINANZIARIA

La legge 13 ottobre 2020, n. 126 di conversione del dl agosto ha istituito un fondo da ben 3 milioni di euro l’anno, a partire dal 2020, per finanziare questo credito.

PERCHÉ È STATO INTRODOTTO IL BONUS

Il Ministro per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, ha spiegato che il fondo per le casalinghe serve per investire in occasioni di qualificazione e di empowerment. Lo scopo è evitare che la scelta di restare a casa diventi obbligata per la mancanza di alternative, garantendo alle donne libertà di scegliere e l’accesso ad opportunità di lavoro. Ecco perchè, nel nuovo decreto legge, sono state inserite risorse economiche da utilizzare per rafforzare le competenze delle donne, finanziando percorsi formativi e promuovendo l’accesso ad opportunità culturali e lavorative. La legge di conversione del decreto agosto, inoltre, pur mantenendo la priorità della misura per le donne, ha esteso il bonus anche ai casalinghi uomini.

COME FUNZIONA IL BONUS CASALINGHE 

Il bonus casalinghe non è un aiuto economico come il bonus 600 – 1000 Euro per le partite iva o lavoratori autonomi. I beneficiari non ricevono una somma in denaro, ma hanno accesso a corsi di formazione gratuiti e opportunità in ambito culturale e lavorativo. Dunque hanno l’opportunità di scegliere quale percorso formativo frequentare per acquisire maggiori competenze e favorire l’accesso al mondo del lavoro.

Per le modalità e i tempi di attuazione della misura occorre attendere l’emanazione di un apposito decreto da parte del Ministro per le Pari Opportunità.

A CHI SPETTA

Il bonus è riservato in via prioritaria alle casalinghe, ossia alle donne che svolgono attività prestate nell’ambito domestico, a titolo gratuito e non come attività lavorativa subordinata. In subordine è rivolto anche agli uomini che si trovano nella condizione di casalinghi.

TIPOLOGIA DI CORSI

I corsi finanziati con il bonus casalinghe riguarderanno soprattutto il settore digitale. Potranno comprendere varie tipologie di attività formative, funzionali all’inserimento lavorativo e alla valorizzazione delle attività di cura.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Per ulteriori informazioni sul bonus casalinghe è possibile leggere l’articolo 22 del decreto agosto convertito in legge. Il Ministro per le pari opportunità e la famiglia dovrà emanare un decreto entro il 31 dicembre 2020 con il quale verranno stabiliti i criteri e le modalità di riparto del fondo. Continuate a seguirci per restare aggiornati, iscrivendovi alla nostra newsletter gratuita.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Con il dl agosto è uscito un nuovo bonus 1000 Euro. Per scoprire altri aiuti, agevolazioni e bonus per disoccupati, persone e famiglie potete consultare questa pagina

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Newest
Oldest
Inline Feedbacks
View all comments