Decreto agosto: tutte le misure per famiglie e imprese

Ecco tutti i nuovi aiuti introdotti dal decreto agosto. Facciamo chiarezza sulle misure a favore di lavoratori, famiglie e imprese previste dal nuovo decreto legislativo per il sostegno e il rilancio dell’economia

consiglio dei ministri, palazzo chigi

Il decreto agosto, contenente misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale ed è entrato in vigore.

Il decreto legislativo introduce nuove disposizioni per la ripresa economica del nostro Paese, colpito dall’emergenza epidemiologica da covid-19, e per sostenere lavoratori, famiglie e imprese.

Facciamo chiarezza su tutte le misure per lavoratori, famiglie e imprese previste.

DECRETO AGOSTO 2020

Il Governo guidato da Giuseppe Conte con il decreto Agosto ha stanziato 25 miliardi di euro per sostenere e rilanciare l’economia italiana, colpita dalla crisi dovuta all’emergenza coronavirus. Queste risorse economiche si aggiungono a quelle stanziate negli scorsi mesi per far fronte alla difficile situazione economica generata dalle disposizioni nazionali adottate per contrastare la diffusione del virus SARS-CoV-2 e dalle norme anti-covid, portandole a 100 miliardi di euro in totale.

Ecco quali sono le principali misure per lavoratori, famiglie e imprese contenute nel nuovo decreto.

1. MISURE PER I LAVORATORI E LE FAMIGLIE

  • Sgravio sui contributi per le aziende del sud – le aziende situate nelle aree svantaggiate d’Italia possono beneficiare, da ottobre a dicembre 2020, di una riduzione pari dal 30% dei contributi previdenziali.
  • Proroga cassa integrazione e assegno ordinario – i trattamenti di cassa integrazione e assegno ordinario per covid-19, ossia CIGO (cassa integrazione ordinaria), AO (assegno ordinario) e CIGD (cassa integrazione in deroga), sono prolungati di 18 settimane complessive.
  • Esonero contributivo senza proroga cassa integrazione – le imprese che non estendono i trattamenti di cassa integrazione sono esonerate dal versamento dei contributi previdenziali per un massimo di quattro mesi, entro il 31 dicembre 2020.
  • Incentivi per le assunzioni – le aziende che assumono lavoratori subordinati a tempo indeterminato, in presenza di un aumento dell’occupazione netta, hanno diritto all’esonero dal versamento dei contributi previdenziali per massimo 6 mesi dall’assunzione, fino al 31 dicembre 2020. Ulteriori informazioni nel nostro approfondimento sul bonus assunzioni decreto agosto.
  • Proroga divieto e sospensione dei licenziamenti – i licenziamenti individuali sono preclusi per i datori di lavoro che non hanno fruito interamente della cassa integrazione o dell’esonero dai contributi previdenziali, e restano sospese le procedure di licenziamento individuali avviate dopo il 23 febbraio 2020. E’ confermata anche la sospensione delle procedure di licenziamento collettivo. Queste disposizioni restano valide ad eccezione dei casi di licenziamento per cessazione definitiva dell’attività dell’impresa o fallimento aziendale oppure nel caso di accordo collettivo aziendale con i sindacati per incentivo alla risoluzione del rapporto di lavoro. Maggiori dettagli nell’art. 14 del decreto.
  • Rinnovo e proroga contratti a termine – i contratti di lavoro subordinato a tempo determinato si possono rinnovare o prorogare anche in assenza di causale, per un periodo massimo di 12 mesi, nel limite di 24 mesi complessivi, e per una sola volta.
  • Rinnovo Reddito di emergenza – le famiglie più bisognose possono beneficiare di ulteriori 400 euro tramite la misura del Reddito di emergenza.
  • Proroga NASpI e DIS-COLL – sono prorogate di 2 mesi la nuova assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) e l’indennità di disoccupazione per i collaboratori coordinati e continuativi (DIS-COLL) il cui periodo di fruizione termini tra il 1° maggio 2020 e il 30 giugno 2020.
  • Nuovo bonus 1000 euro – i lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo danneggiati dall’emergenza da covid-19, e i lavoratori iscritti al Fondo pensioni lavoratori dello spettacolo, in possesso di determinati requisiti, dipendenti stagionali appartenenti ad altri settori, intermittenti e incaricati di vendite a domicilio, possono beneficiare del nuovo bonus 1000 euro decreto agosto.
  • Fondo per la formazione delle casalinghe – viene introdotto il bonus casalinghe, ossia un credito per seguire percorsi di formazione o opportunità culturali e partecipative, con una dotazione di 3 milioni di Euro.
  • Nuovo bonus 600 euro – per i lavoratori marittimi e gli stagionali sportivi è prevista una nuova indennità pari a 600 euro.
  • Incremento Fondo nuove competenze – il Fondo per la formazione e per favorire percorsi di ricollocazione dei lavoratori introdotto dal decreto rilancio è incrementato di 500 milioni di euro per il biennio 2020-2021.
  • Modifica dei limiti di spesa per bonus baby sitter e bonus lavoratori domestici con un importo che passa da 67,6 milioni di euro a 236,6 milioni di euro.
  • Misure a sostegno dell’occupazione dell’Arsenale di Taranto – è stata autorizzata l’assunzione di 315 figure con contratto di lavoro a tempo indeterminato. Maggiori dettagli nell’approfondimento sulle assunzioni Arsenale di Taranto.
  • Nuovi posti di lavoro presso AGENAS – L’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali è stata infatti autorizzata dal Governo a bandire nuovi concorsi pubblici per assumere personale a tempo indeterminato. Maggiori informazioni nell’approfondimento sulle assunzioni AGENAS.
  • Proroga sospensione cartelle esattoriali – sono riprogrammate le scadenze relative ai versamenti tributari e contributivi sospesi nella fase di emergenza, in modo da ridurre sensibilmente nel 2020 l’onere a carico dei contribuenti in difficoltà.

2. SOSTEGNO ALLE IMPRESE

  • Finanziamenti a fondo perduto per la ristorazione – gli esercizi di ristorazione che abbiano subito una perdita di fatturato da marzo a giugno 2020, pari almeno al 25% rispetto allo stesso periodo del 2019, hanno accesso ad un contributo a fondo perduto di minimo 2.500 euro per l’acquisto di prodotti agricoli, alimentari e vitivinicoli italiani.
  • Contributi a fondo perduto per gli esercenti dei centri storici – gli esercenti dei centri storici che abbiano registrato a giugno 2020 un calo del 50% del fatturato rispetto allo stesso mese dell’anno precedenze possono accedere ad un sostegno economico di minimo 1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 euro per i soggetti diversi.
  • Rifinanziamento strumenti di supporto alle imprese – sono rifinanziati la nuova Sabatini, con 64 milioni di euro, i contratti di sviluppo, con 500 milioni di euro, il Fondo per la salvaguardia dei livelli occupazionali e la prosecuzione dell’attività di impresa, con 200 milioni di euro, il voucher per l’innovazione, con 50 milioni di euro, il Fondo Ipcei per il sostegno alle imprese che partecipano alla realizzazione di importanti progetti di interesse europeo, con 950 milioni di euro.
  • Rifinanziamento Fondo di garanzia per le piccole e medie imprese – l’accesso al per le PMI attraverso la concessione di una garanzia pubblica viene rifinanziato con 7,8 miliardi di euro per il triennio 2023-2025.
  • Proroga moratoria su prestiti e mutui PMI – il termine viene esteso al 31 gennaio 2021 (31 marzo 2021 per le imprese turistiche).
  • Incremento incentivi acquisto auto a basse emissioni di CO2 – le agevolazioni statali per chi acquista e immatricola in Italia autovetture a basse emissioni di CO2 sono aumentate di 500 milioni di euro (art.74).
  • Rimborso pagamenti elettronici – per incentivare gli acquisti effettuati con forme di pagamento elettroniche, nell’ambito del piano cashless, sono stanziati 1,75 miliardi di euro per il 2021, per rimborsare parte degli acquisti effettuati con queste modalità.
  • Misure a sostegno dei settori del turismo e della cultura – credito di imposta del 60% del canone di locazione o leasing o concessione, esonero dal pagamento della seconda rata dell’Imposta municipale unica (IMU) 2020 per alcune categorie di immobili e strutture turistico-ricettive, gli immobili per fiere espositive, manifestazioni sportive, quelli destinati a discoteche e sale da ballo, gli immobili destinati a cinema e teatri, esonero dal pagamento dell’IMU anche per il 2021 e il 2022 per cinema e teatri.
  • Incremento Fondo per agenzie di viaggio, tour operator e guide turistiche – le risorse economiche disponibili sono incrementate di 265 milioni di euro per il 2020.
  • Sostegno riqualificazione e miglioramenti imprese turistico ricettive e termali – sono stanziati 180 milioni di euro per il 2020 e 180 milioni di euro per il 2021 per il credito d’imposta per la riqualificazione e i miglioramenti effettuati dalle imprese del settore turistico ricettivo e termale, compresi gli agriturismi e i campeggi.
  • Incremento Fondi emergenze imprese e istituzioni culturali, e cinema, spettacolo e audiovisivo – il Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali è aumentato a 231 milioni di euro, mentre il Fondo emergenze cinema, spettacolo e audiovisivo a 335 milioni di euro.
  • Nuovi stanziamenti per musei statali – disponibili fondi per 90 milioni di euro complessivi.
  • Nuovi stanziamenti per investimenti pubblicitari – stanziati 60 milioni di euro a favore di leghe e società sportive professionistiche, società e associazioni sportive dilettantistiche.
  • Potenziamento trasporti – sono stanziati circa 200 milioni di euro per potenziare le risorse a sostegno di diverse attività di trasporto.
  • Aumento fondi per potenziare il servizio civile universale – incremento di 20 milioni di euro per l’anno 2020.

TESTO DECRETO AGOSTO DA SCARICARE

Per maggiori informazioni mettiamo a vostra disposizione in testo ufficiale del decreto agosto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14 agosto 2020: DECRETO-LEGGE 14 agosto 2020, n. 104 (Pdf 348 Kb).

Rendiamo disponibile anche il COMUNICATO STAMPA (Pdf 429Kb) del Consiglio dei Ministri che illustra le principali novità introdotte dal provvedimento legislativo per il sostegno e il rilancio dell’economia.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Continuate a seguirci per restare aggiornati, iscrivendovi alla nostra newsletter gratuita.




© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments