Corsi di formazione salute e sicurezza sul lavoro: Bando INAIL 2022 2023

Al via il bando INAIL per finanziare nuovi corsi di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro, ecco tutti i dettagli

INAIL

Parte il Bando formazione salute e sicurezza sul lavoro per il 2022 2023 dell’INAIL, destinato a finanziare la realizzazione ed erogazione di corsi di formazione tematici a contenuto prevenzionale per i lavoratori.

INAIL ha stanziato 13.957.710 euro ripartita in budget regionali o provinciali, per sostenere economicamente i percorsi formativi per la prevenzione in materia di salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro.

In questa guida vi spieghiamo cosa prevede il Bando per i corsi di formazione salute e sicurezza lavoro INAIL 2022 2023, a chi si rivolge e come presentare domanda.

BANDO FORMAZIONE SALUTE E SICUREZZA LAVORO 2022 2023, COSA PREVEDE

L’INAIL dà il via al bando formazione sicurezza per sostenere interventi formativi tematici regionali o provinciali, per la prevenzione in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. L’Istituto, con comunicato stampa del 12 ottobre 2022 ha ufficializzato l’avvio della misura annunciando la pubblicazione degli avvisi pubblici regionali o provinciali rivolti ai soggetti proponenti, al fine di diffondere ed implementare la cultura della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro nell’intero territorio nazionale.

L’erogazione delle attività formative verrà garantita da organismi formativi a livello regionale o provinciale in possesso dei requisiti specificati negli avvisi regionali o provinciali. Il bando, in attuazione dell’articolo 9 del Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 nonché del disposto dell’articolo 12 della Legge 7 agosto 1990, n. 241, ha a disposizione risorse complessive pari a 13.957.710 euro secondo al ripartizione regionale e provinciale consultabile in questo documento. I soggetti erogatori della formazione, infatti, possono ottenere un contributo compreso da un minimo di 20.000 a un massimo di 140.000 euro. Ma vediamo, più nel dettaglio, in cosa consistono i corsi erogati, chi dovrà seguirli, di che argomenti tratteranno e chi sarà a doverli assicurare.

A CHI SI RIVOLGONO I CORSI DI FORMAZIONE

I destinatari delle attività formative del bando salute e sicurezza INAIL 2022 sono:

  • rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
  • responsabili dei servizi di prevenzione e protezione;
  • rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriale;
  • lavoratori;
  • rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza di sito produttivo.

SOGGETTI EROGATORI DELLA FORMAZIONE

Possono offrire i servizi formativi i soggetti proponenti, in forma singola o in aggregazione, ubicati nel territorio regionale o provinciale, indicati negli avvisi pubblici regionali o provinciali, in particolare si tratta di:

  • soggetti formatori già accreditati alla data di presentazione della domanda nella Regione in cui si svolge il progetto;
  • organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e organizzazioni sindacali dei lavoratori. Queste ultime potranno partecipare direttamente o avvalendosi di strutture formative di loro diretta emanazione, o anche per il tramite di società controllate dalle predette organizzazioni ad esclusione delle Associazioni e Federazioni ad esse aderenti;
  • ordini e collegi professionali limitatamente ai propri iscritti;
  • organismi paritetici di cui all’articolo 2, comma 1, lettera ee) del Decreto Legislativo 81 del 2008 e successivi.

PROGETTI AMMESSI

Sono ammissibili al finanziamento dei corsi per la formazione in materia di salute e sicurezza, esclusivamente i progetti che si articolano sulla base del catalogo delle offerte formative consultabile su questa pagina, delle condizioni e dei requisiti indicati negli avvisi pubblici regionali o provinciali. Diverse tematiche sono specificatamente rivolte ad alcune figure prevenzionali tra quelle destinatarie della formazione; altre, di contenuto trasversale, riguardano indistintamente tutti i destinatari. Nello specifico, il bando INAIL finanzia i corsi di formazione relativi ai seguenti ambiti:

  • delle relazioni: per la costruzione e promozione delle relazioni con tutti i soggetti interni ed esterni all’organizzazione (reti, flussi comunicativi, modalità per proposte e partecipazione). Questi progetti non sono destinati ai lavoratori e sono obbligatori per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, quelli per la sicurezza territoriale e del sito produttivo, ma anche per i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione;

  • gestionale: per l’analisi delle problematiche degli ambienti di lavoro e delle situazioni lavorative (analisi di processo, analisi degli infortuni e dei quasi incidenti). Questi progetti non sono destinati ai lavoratori e sono obbligatori per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, quelli per la sicurezza territoriale e del sito produttivo, ma anche per i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione;

  • valutativo e documentale: per la raccolta, elaborazione e registrazione di informazioni relative a tutti i rischi presenti in azienda (analisi del DVR, rischi tradizionali e rischi emergenti). Questi progetti non sono destinati ai lavoratori e sono obbligatori per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, quelli per la sicurezza territoriale e del sito produttivo, ma anche per i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione;

  • delle attività legate al ruolo: per la formulazione di proposte e partecipazione alle attività di pianificazione e gestione della salute e sicurezza del lavoro in azienda. Questi progetti non sono destinati ai lavoratori. Invece, sono obbligatori per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, quelli per la sicurezza territoriale e del sito produttivo, ma anche per i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione;

  • tecnologie digitali: per i dispositivi e sistemi di nuova generazione; conoscenza e gestione di tecnologie digitali abilitanti. Questi progetti sono facoltativo per i lavoratori e per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, quelli per la sicurezza territoriale e del sito produttivo, ma anche per i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione;

  • innovazione organizzativa: per la trasformazione digitale, nonché la riorganizzazione dei processi produttivi e le modalità di lavoro a distanza. Questi progetti sono obbligatori per i lavoratori e facoltativi per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, quelli per la sicurezza territoriale e del sito produttivo, ma anche per i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione;

  • rischi psicosociali: per prevenire stress e fenomeni di mobbing, violenze e molestie. I progetti saranno incentrati sulle analisi del fenomeno delle violenze e molestie sul luogo di lavoro e strategie di prevenzione. Questi progetti sono obbligatori per i lavoratori. Invece, sono facoltativi per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, quelli per la sicurezza territoriale e del sito produttivo, ma anche per i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione;

  • comportamentale: per la percezione del rischio e le tecniche di gestione dell’errore umano. Questi progetti sono obbligatori per i lavoratori e facoltativi per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, quelli per la sicurezza territoriale e del sito produttivo, ma anche per i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione.

QUANTO DURANO I CORSI DI FORMAZIONE

I percorsi avranno una durata variabile. Per la formazione ricolta ai lavoratori, i corsi dureranno:

  • 12 ore, nel caso di corsi obbligatori;
  • 4 ore, nel caso di corsi facoltativi.

Per i rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza, quelli per la sicurezza territoriale e del sito produttivo, ma anche per i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione, i progetti dureranno:

  • 16 ore, nel caso di corsi obbligatori;
  • 16 ore, nel caso di corsi facoltativi.

IMPORTO DEL FINANZIAMENTO PER LA FORMAZIONE

Ai progetti di formazione valutati positivamente sarà riconosciuto un contributo finanziario. Tale contributo è variabile in funzione del numero dei partecipanti e delle ore di formazione in cui si articolano, di importo orario predeterminato. Tale importo:

  • nel caso di iniziative realizzate in modalità in presenza è pari ad 20 euro per ora per partecipante;
  • in caso di iniziative attuate in modalità remota, videoconferenza sincrona, l’importo riconosciuto è pari a 15 euro per ora per partecipante.

Possono essere presentate proposte progettuali per interventi formativi di importo complessivo compreso tra un minimo di 20.000 euro a un massimo di 140.000 euro. La cifra varia in ragione del numero dei soggetti partecipanti, della durata degli interventi e della modalità di svolgimento scelta.

COME PRESENTARE DOMANDA

I soggetti che intendono erogare i corsi di formazione salute e sicurezza INAIL devono presentare domanda di finanziamento esclusivamente in via telematica in questa pagina, previa autenticazione tramite:

Bisognerà poi seguire le modalità indicate negli avvisi regionali o provinciali che trovate in questa pagina. Le date e gli orari dell’apertura e della chiusura dello sportello informatico per la compilazione e invio della domanda online, saranno pubblicati prossimamente. Vi terremo aggiornati.

ASSISTENZA ALLA DOMANDA

Per informazioni ed assistenza sul bando è possibile fare riferimento al numero telefonico 06.6001 del Contact center INAIL. Il servizio è disponibile sia da rete fissa sia da rete mobile, secondo il piano tariffario del gestore telefonico di ciascun utente. È anche possibile rivolgersi al servizio INAIL Risponde, nella sezione Supporto del sito istituzionale.

QUANDO INIZIERANNO I CORSI DI FORMAZIONE SICUREZZA

Non è ancora noto quando inizieranno nella pratica i corsi di formazione. L’INAIL dovrà prima comunicare le date di apertura dello sportello rivolto ai soggetti formatori che intendono fornire la formazione e presentare i progetti, per poi individuare gli enti selezionati. Dopo la selezione saranno rese note tutte le tempistiche per le aziende su cui vi terremo aggiornati.

IL BANDO FORMAZIONE SICUREZZA INAIL 2022 2023

Mettiamo a vostra disposizione il testo integrale del bando per la formazione sulla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro(Pdf 72 Kb). In questa pagina trovate i bandi regionali e provinciali.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo anche il nostro approfondimento sui nuovi obbli formativi in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e il nostro focus sul nuovo protocollo per la tutela dei lavoratori edili. il Per conoscere tutte le agevolazioni a favore dei datori di lavoro è possibile visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle imprese. Per restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti