Foto curriculum perfetta: consigli e regole da rispettare

foto curriculum

Davanti alla stesura del proprio CV, uno dei primi dubbi che sorge è: nel curriculum è obbligatoria la foto?

Se si usa un CV nel formato europeo è obbligatorio inserire la foto mentre se si usa un altro modello di curriculum non è indispensabile ma è utile inserirla perché può apportare enormi vantaggi se realizzata nel modo giusto.

Vediamo quindi nel dettaglio perché è importante inserire la foto nel curriculum e tutti i consigli utili per farla a regola d’arte.

QUANTO È IMPORTANTE LA FOTO NEL CURRICULUM?

La prima impressione che ci facciamo su una persona si forma nei primi 7 secondi in cui entriamo in contatto.

Quando inviamo un curriculum vitae ovviamente non è possibile usare il linguaggio del corpo per entrare immediatamente in sintonia con il recruiter, quindi l’unica arma che abbiamo è proprio la nostra foto, e dobbiamo sfruttarla al meglio.

Vediamo quali sono sia i vantaggi che gli svantaggi di un curriculum con foto rispetto a uno senza foto.


I vantaggi principali dell’inserire una foto sono:

  • adeguarsi agli standard europei;
  • fornire una prima impressione positiva, la foto del candidato può trasmettere professionalità e serietà;
  • riuscire a restare impressi e a creare familiarità, generando già una sorta di fiducia;
  • il cv diventa più personale e meno anonimo.

Al contrario, gli svantaggi sono:

  • generare un’opinione negativa se la foto non è professionale o non è adatta all’uso per il CV;
  • far circolare la propria immagine in contesti che non sempre possiamo prevedere;
  • ispirare antipatia, pregiudizio o discriminazione basata sull’aspetto fisico.

Nonostante gli svantaggi appena menzionati, riteniamo che la soluzione migliore sia quella di inserire la foto all’interno del proprio curriculum vitae, prestando però molta attenzione nel rispettare tutti i canoni che andiamo ora ad elencare.

COME INSERIRE LA FOTO NEL CURRICULUM

Le dimensioni delle foto per il curriculum vitae non sono prestabilite e dipendono principalmente dal modello per curriculum che sceglierai di adottare.

Se, al contrario, non hai un format preciso da rispettare, ti consigliamo di uniformarti alle misure per le fototessere da apporre sui documenti, così come indicate dal Ministero dell’Interno in questa pagina, cioè con una altezza di 45 mm e una larghezza di 35 mm.

Esistono anche delle apposite app per realizzare una foto tessera gratis, disponibili sul web e su mobile, sia iOS che Android.

Per quanto riguarda la posizione, la foto nel curriculum europeo va inserita in alto a sinistra, dove è presente uno spazio apposito a forma di quadrato.

A meno che tu non stia usando un particolare template, ti consigliamo di fare altrettanto anche se stai creando un CV standard e non un modello Europass.

Se infine stai aggiornando un file già esistente, come inserire una foto in un curriculum PDF? Semplicissimo: apri il file PDF in Acrobat, seleziona “Strumenti”, poi “Modifica PDF” e infine “Aggiungi immagine”. Seleziona la tua foto e clicca su “Apri”.

COME DEVE ESSERE LA FOTO DEL CURRICULUM?

Ricorda che lo scopo della foto sul tuo curriculum è quello di catturare subito l’attenzione e la simpatia del selezionatore, quindi segui queste indicazioni:

  • l’immagine deve essere chiara, nitida, a fuoco;
  • lo sfondo deve essere neutro, omogeneo, proprio come una foto tessera;
  • la tua espressione deve essere naturale e leggermente sorridente: a nessuno piace una persona artefatta o triste;
  • non utilizzare programmi di photo editing e ritocco, a meno che tu non stia applicando per posizioni come modella o attore;
  • prima di scattare la foto, prepara il set, usando se possibile una luce che illumini l’intero viso;
  • lascia la tua foto a colori, non usare il bianco e nero;
  • aggiorna la tua foto al tuo aspetto attuale, non inserire una foto di 10 anni fa.

COME FARE UNA FOTO PER LAVORO?

Occupiamoci adesso della postura ideale per una foto professionale:

  • la posizione del tuo volto deve essere frontale, guarda dritto l’obiettivo. In alternativa puoi accennare una leggera posizione a tre quarti;
  • l’inquadratura della tua figura deve essere in primo piano o a mezzo busto. Evita quindi foto intere perchè il tuo volto si perderebbe;
  • usa uno sfondo neutro, bianco, o al massimo che ti faccia vedere nel tuo contesto lavorativo. Se sei un cuoco starai benissimo all’interno della tua cucina, ma se sei una manager non è il caso!

GLI ERRORI DA EVITARE PER UN’IMMAGINE PROFESSIONALE

Può sembrare incredibile ma ogni giorno i recruiter incorrono in fotografie non appropriate ad una candidatura lavorativa.

Questi sono gli errori principali da evitare:

  • non scattare selfie, specialmente se si vede il braccio nella classica posizione da autoscatto. Se proprio non hai la possibilità di farti realizzare la foto da un’altra persona, imposta il timer dello scatto automatico sul tuo smartphone;
  • non indossare occhiali da sole;
  • non avere nessun tipo di cappello e berretto;
  • non tenere in mano alcun oggetto, a meno che non sia particolarmente identificativo della tua professione. Quindi ti sconsigliamo di tenere in mano un bicchiere se sei ritratto durante un aperitivo, mentre può essere una buona idea farlo se sei un bartender;
  • se sei laureato, evita le foto con la corona di alloro in testa, altrimenti la prima immagine che darai sarai quella di uno studente e non di un lavoratore;
  • nella foto devi essere presente solo tu, non si devono notare parti di altre persone, oppure sfondi con elementi di casa o legati alle vacanze.

COME VESTIRSI PER LA FOTO SUL CURRICULUM?

Per quanto riguarda l’abbigliamento idoneo a farsi ritrarre sul curriculum vitae, è opportuno mostrare un’immagine di sé sobria, ordinata e curata.

Esistono poi delle peculiarità tra soggetti maschili e femminili:

  • per quanto riguarda la foto sul curriculum da donna, usa un trucco leggero e tieni i capelli in piega. Non usare un outfit particolarmente scollato, indossa dei gioielli che siano sobri e delicati;
  • per quanto riguarda la foto sul curriculum da uomo, cura al massimo capelli ed eventualmente barba e baffi.

In entrambi i casi non è obbligatorio indossare la giacca, né per l’uomo la cravatta. L’importante è che l’immagine risulti nel complesso gradevole e professionale: quindi sono sconsigliate magliettine, magari anche sgualcite, canottiere, felpe.

Se svolgi una professione particolare, può risultare originale inviare la foto che ti ritrae con l’abito da lavoro, ad esempio la divisa aeroportuale se sei una hostess.

Se hai scattato più immagini, magari con piccole varianti, fatti aiutare da qualcuno nella scelta e invia CV con foto diverse, tenendo traccia di quelle che ti fanno ricevere più inviti a un colloquio di lavoro.

ALTRE GUIDE UTILI E APPROFONDIMENTI CHE TI CONSIGLIAMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti