Invalidità civile, revisione dei requisiti senza visita diretta

La guida completa su come avvalersi della revisione dei requisiti per l’invalidità civile senza presentarsi di persona per la visita, inviando solo la documentazione necessaria

INPS

Non è più indispensabile la visita diretta (di persona) per la revisione dei requisiti di invalidità civile, ma solo una valutazione della documentazione trasmessa dall’interessato.  Lo ha reso noto l’INPS con un messaggio in cui viene spiegata la procedura.

Questa possibilità è concessa nei casi in cui l’Istituto è chiamato a verificare la permanenza, a distanza di tempo, delle condizioni patologiche contenute nel verbale con cui è stata riconosciuta l’invalidità.

Andiamo quindi a vedere, passo dopo passo, come si svolge questo iter semplificato di revisione dei requisiti per l’invalidità civile senza visita diretta dell’assistito.

INVALIDITÀ CIVILE, REVISIONE DEI REQUISITI

Con il messaggio n. 926 del 25 febbraio 2022 l’INPS annuncia di aver individuato nuove modalità, più semplici e veloci, per la revisione delle condizioni per cui vengono riconosciute le prestazioni assistenziali agli invalidi civili.

In particolare, la semplificazione sta nel fatto che la Commissione medica che deve eseguire l’accertamento può farlo unicamente sulla documentazione presentata dall’interessato, senza che vi sia la necessità di una visita di persona. Si tratta delle ipotesi in cui, nel verbale con cui l’Istituto ha accertato l’esistenza dell’handicap che giustifica la prestazione, sia prevista la rivedibilità dei requisiti necessari, ovvero la loro permanenza nel tempo. Per sapere come presentare domanda di invalidità civile vi invitiamo a leggere questa guida dedicata.

È stato l’articolo 29-ter del Decreto Legge 16 luglio 2020, n. 76 (Decreto Semplificazione) inserito in sede di conversione, a introdurre la possibilità per le commissioni mediche preposte all’accertamento dell’handicap di redigere verbali, sia di prima istanza che di revisione, anche solo valutando gli atti. Una facoltà che si presenta in tutti i casi in cui sia presente una documentazione sanitaria che consenta una valutazione obiettiva. Il tutto utilizzando strumenti tecnologici sia per sveltire il procedimento che per facilitare lo stesso interessato.

GLI STEP DELLA PROCEDURA DI REVISIONE DEI REQUISITI SENZA VISITA DIRETTA

Vediamo quindi, in cosa consiste questa procedura semplificata di revisione dei requisiti per l’invalidità civile e quali sono tutti i passaggi.

1) L’INVITO AD ALLEGARE LA DOCUMENTAZIONE

Quattro mesi prima della data prevista per la visita di revisione, viene trasmessa al cittadino interessato una lettera, con posta prioritaria, contenente l’invito ad allegare la propria documentazione sanitaria tramite il servizio online Inps “Allegazione documentazione Sanitaria Invalidità Civile” (il messaggio n. 3315 del 1° ottobre 2021). L’invito è rivolto a chi intende avvalersi della valutazione sugli atti senza presentarsi di persona alla visita di revisione.

2) FASE DI VALUTAZIONE DEGLI ATTI

Ricevuta idonea documentazione sanitaria, da inviarsi entro 40 giorni dalla data di spedizione della lettera di cui sopra, il processo di revisione si conclude con la valutazione sugli atti. Se invece non è possibile procedere alla valutazione sugli atti (ad esempio per mancanza di tutta la documentazione necessaria) si procede alla fissazione della visita di revisione.

3) EVENTUALE CONVOCAZIONE PER LA VISITA DI REVISIONE

Se non è possibile procedere a una valutazione sugli atti quando non sia stata trasmessa la documentazione medica integrativa, l’interessato è convocato a visita diretta. A tal fine riceve, sempre a mezzo raccomandata A/R, l’invito a presentarsi presso l’Unità Operativa Complessa (UOC) o l’Unità Operativa Semplice (UOS) competente per territorio. La data della visita, che dipende dalla disponibilità dei calendari della Commissione medica, può, talvolta, non coincidere con la data di revisione riportata nel verbale. Sul sito web dell’Istituto, nella sezione MyINPS, è possibile monitorare la programmazione dell’eventuale visita diretta. Oltre alla raccomandata è allo stesso tempo inviato all’interessato l’invito tramite messaggio SMS sul numero cellulare, se noto all’Istituto.

IL SERVIZIO TELEFONICO

L’INPS, con il messaggio n. 926 del 25 febbraio 2022, ha fatto sapere che, insieme alla raccomandata e al messaggio SMS, è disponibile anche il servizio di chiamata diretta all’interessato, sempre che l’Istituto conosca il relativo contatto telefonico. Il destinatario sarà quindi avvisato di persona della visita già programmata. Con questo servizio vengono fornite tutte le informazioni, dalla la data al luogo, fino all’ora della visita di revisione. Seguirà, poi, un ulteriore invito tramite messaggio SMS con un promemoria per ricordare l’appuntamento.

COSA SUCCEDE IN CASO DI IMPOSSIBILITÁ A PRESENTARSI

Qualora vi sia un impedimento a presentarsi di persona alla visita di revisione, bisognerà inoltrare alla Sede INPS Inps territorialmente competente, richiesta documentata di giustificazione per motivi amministrativi o sanitari (ad esempio impossibilità di deambulazione, restrizioni di natura amministrativa e così via). In caso di accoglimento della giustificazione, l’interessato viene nuovamente convocato per una nuova visita.

SOSPENSIONE E REVOCA DELLA PRESTAZIONE

Si precisa che l’assenza ingiustificata alla visita di revisione, quando richiesta, implica prima la sospensione e poi la perdita della prestazione legata all’invalidità. Infatti, le comunicazioni di richiesta di documentazione sanitaria e di convocazione a visita esplicitano in modo chiaro che l’assenza non giustificata comporta la sospensione cautelativa della prestazione economica in godimento e degli altri eventuali benefici correlati. Decorsi 90 giorni dalla comunicazione della sospensione, si procede alla revoca definitiva della prestazione.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Messaggio INPS n. 926 del 25 febbraio 2022 (Pdf 85,7 Kb).

Decreto Legge 16 luglio 2020, n. 76 (Pdf 1.025 Kb) ) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.178 del 16 luglio 2020.

APPROFONDIMENTI E AGGIORNAMENTI

Vi segnaliamo anche la nostra guida su come presentare domanda di invalidità civile e l’approfondimento sulle categorie protette con tutte le le informazioni sul collocamento mirato dei disabili. Continuate a seguirci per restare informati, iscrivendovi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti