Nuovi concorsi Docenti e assunzioni: 70mila posti di lavoro con Decreto Sostegni Bis

lezione, scuola, corso, insegnare

In arrivo nuovi concorsi per docenti e assunzioni con il decreto sostegni bis, che porterà alla copertura di circa 70 mila posti di lavoro nella scuola.

Il provvedimento legislativo emanato dal Governo, che introduce nuove misure per la ripresa del Paese in risposta all’emergenza covid, comprende un importante pacchetto di iniziative per il settore scolastico. Tra queste rientrano un maxi piano di reclutamento per assumere insegnanti e stabilizzare i precari, nuovi bandi di concorso e nuove modalità per le procedure concorsuali.

Vediamo in dettaglio tutte le novità su concorsi docenti e assunzioni in arrivo.

DECRETO SOSTEGNI BIS NUOVI CONCORSI PER DOCENTI E ASSUNZIONI

Il decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73 (c.d. decreto sostegni bis) prevede diverse misure per garantire la tempestiva nomina dei docenti, sia su posti comuni che di sostegno, per l’avvio del nuovo anno scolastico e la semplificazione delle procedure concorsuali del personale docente. In sostanza, dunque, autorizza nuove assunzioni nella scuola e nuovi concorsi, più semplici e veloci, che consentano di disporre subito del personale da assumere.

Grazie alle assunzioni autorizzate dal decreto sostegni bis si prevede che potranno essere assunti oltre 70 mila insegnanti grazie ad un mix tra assunzioni ordinarie, stabilizzazioni e concorsi. Dei posti di lavoro per docenti disponibili, infatti, si stima che circa 49.000 saranno coperti mediante graduatorie già in essere o derivanti dai concorsi, tra cui un concorso lampo per le discipline STEM, e 18.500 tramite la stabilizzazione, da portare a termine tramite un nuovo concorso per precari.

Per quanto riguarda le procedure concorsuali, sia già bandite che da bandire, ci saranno bandi di concorso più semplici e veloci, con poche prove e tempistiche minori per formulare la graduatoria. L’obiettivo è quello di completare le immissioni in ruolo dei docenti entro il 31 agosto 2021, dunque in tempo utile per l’inizio dell’anno scolastico.

Del resto il provvedimento legislativo contiene varie disposizioni per la scuola, oltre a quelle per l’organico, tra cui, appunto, quelle per l’ordinato avvio dell’a.s. 2021-22, la data di avvio delle lezioni, la sicurezza nelle scuole e altro ancora. Per conoscere tutte le novità per la scuola introdotte dal decreto sostegni bis potete leggere questo approfondimento.

DISTRIBUZIONE DEI POSTI

Ecco, nello specifico, come saranno effettuate le assunzioni da graduatorie e concorsi previste dal decreto sostegni bis:

  • 22.500 dalle graduatorie a esaurimento (GAE) e dalle graduatorie dei concorsi già espletati;

  • 26.500 tramite il concorso straordinario per docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado, in via di conclusione;

  • 6.000 mediante il concorso ordinario già bandito per insegnanti STEM (Fisica, Matematica, Matematica e fisica, Scienze e tecnologie informatiche) per la scuola secondaria di secondo grado;

  • 18.500 con un corso-concorso per docenti abilitati e specializzati inseriti nella prima fascia delle GAE, con almeno 3 anni di servizio negli ultimi 10 anni, di cui circa 7.500 per i posti comuni e circa 11.000 per il sostegno.

NOVITA’ PER I CONCORSI SCUOLA DECRETO SOSTEGNI BIS

Importanti sono le novità per i concorsi per docenti previste dal decreto sostegni bis. Ecco cosa cambia:

  • i concorsi ordinari già banditi sono velocizzati per la copertura di oltre 6 mila posti nelle discipline STEM, solo per le immissioni in ruolo 2021/2022, al fine di rafforzare le materie scientifiche e tecnologiche, per le quali c’è un alto numero di cattedre vacanti, riducendo le prove ad una prova scritta computer based e una prova orale, con pubblicazione della graduatoria entro il 31 luglio 2021;

  • i concorsi ordinari per insegnanti di scuola d’infanzia, primaria e secondaria, sia per i posti comuni che per il sostegno, sono banditi con frequenza annuale e le procedure concorsuali sono semplificate prevedendo
    – una prova scritta con domande a risposta multipla;
    – una prova orale;
    – valutazione dei titoli;
    – formazione della graduatoria;


  • le immissioni in ruolo dei vincitori, in caso di insufficienza di posti, possono essere disposte anche negli anni scolastici successivi;

  • i candidati che partecipano ad un concorso e non superano le prove non possono partecipare al concorso successivo per la medesima classe di concorso e tipologia di posto.

ULTERIORI INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

Per ulteriori informazioni sui concorsi per docenti e sulle prossime assunzioni nella scuola potete visitare questa pagina.

Continueremo a tenervi aggiornati su tutte le novità per il comparto scuola. Continuate a seguirci e iscrivetevi alla nostra newsletter gratuita per restare informati.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments