Regole Governo 2022: Tabella zone aggiornata e FAQ super green pass

green pass, certificazione verde covid-19
Photo credit: MikeDotta / Shutterstock.com

Con l’introduzione del super green pass e del mega green pass cambiano le regole per la zona bianca, gialla, arancione e rossa.

Ecco le nuove regole del Governo per le zone covid valide nel 2022 e cosa si può fare e non si può fare con e senza certificazione verde.

TABELLA GOVERNO REGOLE ATTIVITÀ CONSENTITE

Per chiarire ogni dubbio, il Governo ha pubblicato la TABELLA  AGGIORNATA (Pdf 246Kb) con le attività consentite, con e senza green pass base, super green pass o mega green pass, in base alle differenti zone, ossia zona bianca, zona gialla, zona arancione, zona rossa.

Infatti il decreto super green pass ha introdotto norme più severe e nuove restrizioni per chi non possiede la certificazione verde. Inoltre, prevede ulteriori provvedimenti per contrastare la diffusione del contagio da covid-19, che sono stati integrati con altre misure dal nuovo decreto covid, dal decreto natale, dal decreto quarantena, dal decreto covid 5 gennaio e dal DPCM green pass approvati dal Governo. Le nuove disposizioni sono valide in buona parte da gennaio 2022, mentre altre entreranno in vigore a partire dal mese di febbraio.

Per una migliore comprensione riassumiamo di seguito tutte le nuove regole per la zona bianca, gialla, arancione e rossa valide a Natale e Capodanno, e cosa cambia da gennaio e febbraio.

NUOVE REGOLE DEL GOVERNO 2022

Il Governo ha introdotto nuove regole per le zone covid, in seguito all’entrata in vigore del super green pass e del mega green pass introdotti dal decreto legge 26 novembre 2021, n. 172 e dal decreto legge 24 dicembre 2021, n. 221. Si tratta di un green pass rafforzato, cioè un nuovo tipo di certificazione verde covid che viene concesso solo a chi è vaccinato o guarito dall’infezione da SARS-CoV-2. Questo green pass rafforzato prende il nome di super green pass per chi ha ricevuto fino alla seconda dose del vaccino e di mega green pass per chi ha fatto la terza dose. In sostanza, dunque, ora c’è una distinzione sostanziale tra i vaccinati e guariti dal covid, e i non vaccinati.

Per i primi sono previsti appunto il super green pass e il mega green pass, che hanno una validità di 9 mesi, che sarà ridotta a 6 mesi a partire dal 1° febbraio 2022. Invece, chi non è vaccinato può ottenere solo il c.d. green pass base, effettuando un tampone con esito negativo, valido 72 ore se molecolare e 48 ore se antigenico. Chi già possiede il green pass non deve richiederlo nuovamente, in quanto la certificazione viene aggiornata in automatico.

La differenza tra le tre certificazioni è notevole, in quanto il green pass rafforzato permette di svolgere molte attività che sono precluse a chi possiede la certificazione di base. Tali attività variano in base alle zone covid (bianca, gialla, arancione e rossa), per le quali il decreto n. 172/2021 introduce anche nuove disposizioni rispetto a quelle attualmente in vigore e, dunque, modifica cosa si può fare in zona rossa, arancione, gialla e bianca.

COSA CAMBIA DA GENNAIO E FEBBRAIO

In base al decreto legge 30 dicembre 2021, n. 229 (c.d. decreto quarantena), a partire dal 10 gennaio e fino al termine dello stato di emergenza (31 marzo 2022), il super green pass diventa obbligatorio per accedere ai seguenti servizi e attività:

  • alberghi e altre strutture ricettive, compresi i servizi di ristorazione prestati all’interno degli stessi anche se riservati ai clienti ivi alloggiati;

  • sagre e fiere, convegni e congressi;

  • feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose;

  • aeromobili adibiti a servizi commerciali di trasporto di persone;

  • navi e traghetti adibiti a servizi di trasporto interregionale;

  • treni impiegati nei servizi di trasporto ferroviario passeggeri di tipo interregionale, Intercity, Intercity Notte e Alta Velocità;

  • autobus adibiti a servizi di trasporto di persone, ad offerta indifferenziata, effettuati su strada in modo continuativo o periodico su un percorso che collega più di due regioni ed aventi itinerari, orari, frequenze e prezzi prestabiliti;

  • autobus adibiti a servizi di noleggio con conducente;

  • mezzi impiegati nei servizi di trasporto pubblico locale o regionale;

  • impianti di risalita con finalità turistico-commerciale, anche se ubicati in comprensori sciistici;

  • servizi di ristorazione all’aperto;

  • piscine, centri natatori, sport di squadra e di contatto, centri benessere per le attività all’aperto;

  • centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all’aperto.

Inoltre, in base a quanto previsto dal nuovo decreto covid del 5 gennaio (decreto legge 7 gennaio 2022, n. 1 l’obbligo del green pass base è esteso, dal 20 gennaio al 31 marzo, per accedere ai servizi alla persona (barbieri, parrucchieri, centri estetici e simili), e dal 1° febbraio al 31 marzo, per accedere a pubblici uffici, servizi postali, bancari e finanziari, e attività commerciali. Con il nuovo DPCM green pass il Governo ha chiarito dove sarà obbligatorio dal 1° febbraio e dove no. A partire dal 15 febbraio, invece, scatta l’obbligo del super green pass per accedere al posto di lavoro per i lavoratori dai 50 anni in su.

Vediamo in dettaglio tutte le regole previste per ciascuna zona.

REGOLE ZONA BIANCA

  • L’obbligo delle mascherine vale sia negli ambienti chiusi che all’aperto.

  • Non ci sono limitazioni per gli spostamenti e le attività sono tutte aperte.

  • Tra le nuove regole del Governo c’è anche l’obbligo di green pass almeno di base per accedere ai luoghi di lavoro, valido sia per i lavoratori pubblici che per quelli privati. Fanno eccezione le categorie di lavoratori soggette all’obbligo vaccinale. L’obbligo vale anche per l’accesso alle mense.

  • E’ necessario il possesso almeno del green pass base per accedere ai servizi alla persona (parrucchieri, estetiste e simili).

  • Fino al 31 gennaio non ci sono limitazioni per accedere ai ai pubblici uffici, ai servizi postali, bancari e finanziari, e alle attività commerciali. Dal 1° febbraio diventa obbligatorio per l’accesso almeno il green pass base, eccetto che per quelle indicate nel DPCM del 21 gennaio 2022.

  • Non è necessario il green pass per accedere a tutti i negozi, anche a quelli dentro ai centri commerciali, sia nei gironi feriali che nei prefestivi e festivi.

  • Obbligo del green pass rafforzato (super green pass) per prendere mezzi pubblici, autobus, pullman, tram e metropolitane, viaggiare su treni, aerei, traghetti e navi, accedere a palestre, piscine al chiuso, spogliatoi, ristoranti all’aperto e alberghi, impianti sciistici.

  • Il green pass almeno di base è obbligatorio per utilizzare mezzi di trasporto pubblico non di linea, ovvero taxi ed autovetture a noleggio con conducente fino a nove posti (autista compreso), a patto che non siano servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale.

  • Obbligo del super green pass per accedere a ristoranti al chiuso, cinema, teatri e stadi, partecipare a feste e cerimonie pubbliche, andare in discoteca. Il super green pass è obbligatorio anche per la consumazione al banco.

  • Il green pass non è obbligatorio per gli studenti di scuole superiori e istituti tecnici, e per l’utilizzo dei servizi scuolabus per i minori di 12 anni.

  • L’obbligo del green pass almeno base è valido per gli studenti universitari.

  • La partecipazione alle prove in presenza dei concorsi pubblici è consentita solo con il green pass almeno base.

REGOLE ZONA GIALLA

  • La mascherina è obbligatoria anche all’aperto.

  • Non ci sono limitazioni agli spostamenti.

  • I lavoratori pubblici e privati sono obbligati a possedere il green pass almeno di base per accedere ai luoghi di lavoro, eccetto che quelli appartenenti a categorie soggette all’obbligo vaccinale. L’obbligo vale anche per l’accesso alle mense.

  • Non ci sono limitazioni ai negozi, anche a quelli all’interno dei centri commerciali, sia nei giorni feriali che in quelli festivi e prefestivi.

  • Il green pass almeno base è obbligatorio per accedere ai servizi alla persona.

  • Fino al 31 gennaio non ci sono limitazioni per accedere ai ai pubblici uffici, ai servizi postali, bancari e finanziari, e alle attività commerciali. Dal 1° febbraio diventa obbligatorio per l’accesso almeno il green pass base, eccetto che per quelle indicate nel DPCM del 21 gennaio 2022.

  • Obbligo del super green pass per prendere mezzi pubblici, autobus, pullman, tram e metropolitane, e viaggiare su treni, aerei, traghetti e navi, e per accedere a palestre, piscine al chiuso, spogliatoi, ristoranti all’aperto e alberghi, impianti sciistici.

  • Il green pass non è necessario per utilizzare mezzi di trasporto pubblico non di linea, ovvero taxi ed autovetture a noleggio con conducente fino a nove posti (autista compreso), a patto che non siano servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale.

  • Il super green pass è obbligatorio per mangiare nei ristoranti sia al chiuso che all’aperto, anche per la consumazione al banco.

  • Non c’è obbligo di green pass per gli studenti di scuole superiori e istituti tecnici, e per l’utilizzo dei servizi scuolabus per i minori di 12 anni.

  • E’ obbligatorio il green pass almeno base per gli studenti universitari.

  • Per partecipare alle prove in presenza dei concorsi pubblici è obbligatorio il green pass almeno di base.

REGOLE ZONA ARANCIONE

  • Non ci sono limitazioni per spostarsi da comuni di massimo 5.000 abitanti verso altri comuni situati entro 30 km di distanza, eccetto che verso i capoluoghi di provincia.

  • Il green pass è necessario per uscire dal proprio Comune, eccetto che per gli spostamenti consentiti o dovuti a motivi di lavoro, necessità o salute, o per accedere a servizi non sospesi che non sono disponibili nel proprio Comune.

  • Il green pass almeno di base è obbligatorio per accedere ai loghi di lavoro, sia per i lavoratori privati che per quelli pubblici, ad eccezione delle categorie di lavoratori sottoposte all’obbligo di vaccinarsi. L’obbligo vale anche per l’accesso alle mense.

  • E’ obbligatorio possedere il green pass almeno base per l’accesso ai servizi alla persona (parrucchieri, centri estetici e simili).

  • Fino al 31 gennaio non ci sono limitazioni per accedere ai ai pubblici uffici, ai servizi postali, bancari e finanziari, e alle attività commerciali. Dal 1° febbraio diventa obbligatorio per l’accesso almeno il green pass base, eccetto che per quelle indicate nel DPCM del 21 gennaio 2022.

  • Non ci sono limitazioni per accedere ai negozi fuori dai centri commerciali.

  • L’accesso ai negozi nei centri commerciali è consentito anche senza green pass esclusivamente nei giorni feriali, mentre nei giorni festivi e prefestivi si può accedere solo con il green pass rafforzato (super green pass), ad eccezione che in alimentari, edicole, librerie, farmacie e tabacchi, che restano sempre accessibili.

  • E’ obbligatorio il super green pass per prendere mezzi pubblici, autobus, pullman, tram e metropolitane, e viaggiare su treni, aerei, traghetti e navi.

  • Il green pass non è necessario per utilizzare mezzi di trasporto pubblico non di linea, ovvero taxi ed autovetture a noleggio con conducente fino a nove posti (autista compreso), a patto che non siano servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale.

  • Il super green pass è necessario per accedere a bar, ristoranti, palestre, piscine al chiuso, cinema, teatri, impianti sciistici, fiere, congressi, parchi di divertimento e stabilimenti termali.

  • Il super green pass è obbligatorio per andare al ristorante, sia all’aperto che al chiuso e sia per le consumazioni al tavolo che per quelle al banco.

  • Non c’è obbligo di green pass per gli studenti di scuole superiori e istituti tecnici, e per l’utilizzo dei servizi scuolabus per i minori di 12 anni.

  • Il green pass almeno base è obbligatorio per gli studenti universitari.

  • L’obbligo del green pass almeno base è previsto anche per accedere alle prove in presenza dei concorsi pubblici.

REGOLE ZONA ROSSA

Al momento il governo non ha dato nuove disposizioni per il 2022.

LE FAQ DEL GOVERNO SUL GREEN PASS RAFFORZATO

Il Governo ha aggiornato le FAQ sul green pass introducendo le nuove FAQ sul green pass rafforzato e le risposte alle domande più frequenti correlate a questo cambiamento per lavoro, scuola, università, viaggi, esenzioni, vaccinati all’estero, ecc. Sono visibili in questa pagina.

SUDDIVISIONE ZONE PER REGIONE

In base alle disposizioni nazionali in vigore per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 e alle ordinanze del Ministro della Salute, le regole del Governo per l’utilizzo green pass base e rafforzato si applicano nelle diverse regioni in base alla “zona” in cui ognuna rientra.

La situazione aggiornata al 24 gennaio è la seguente:

  • zona bianca: Basilicata, Molise, Umbria;
  • zona gialla: Calabria, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Puglia, Sardegna, Toscana, Veneto, Provincia autonoma di Trento, Provincia autonoma di Bolzano;
  • zona arancione: Valle d’Aosta, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Sicilia.

OLTRE ALLE REGOLE DEL GOVERNO CI SONO LE DISPOSIZIONI REGIONALI

Il Governo ha precisato che le regole rilasciate sulle attività consentite nelle diverse zone tengono conto esclusivamente delle misure introdotte da disposizioni nazionali. Le Regioni e le Province autonome possono adottare specifiche ulteriori disposizioni restrittive, di carattere locale, per conoscere le quali è necessario fare riferimento ai canali informativi istituzionali dei singoli enti.

ULTERIORI INFORMAZIONI E AGGIORNAMENTI

Continuate a seguirci per restare informati, iscrivendovi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale telegram, per ricevere tutti gli aggiornamenti e avere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments