Bonus acquisto autobus alta sostenibilità: domanda 2023

La guida al bonus acquisto autobus ad alta sostenibilità dedicato alle imprese di trasporto passeggeri. Ecco i dettagli

autobus, bus
adv

Disponibile il bonus acquisto autobus ad alta sostenibilità, destinato alle aziende del settore dei trasporti e dei servizi di lunga percorrenza e turistici. La misura incentiva l’acquisto di autobus di ultima generazione (M2 e M3) elettrici, ibridi, a metano oppure a gasolio e, di conseguenza, la riduzione delle emissioni di gas serra.

I contributi variano da 20.000 a 70.000 euro in base alle tipologie di investimento effettuato a partire dal 21 ottobre 2022, data di entrata in vigore del Decreto istitutivo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che ha stanziato 50 milioni di risorse complessive.

In questa guida vi spieghiamo cos’è il bonus acquisto autobus ad alta sostenibilità, a chi spetta, come funziona e come presentare domanda.

adv

COS’È IL BONUS ACQUISTO AUTOBUS AD ALTA SOSTENIBILITÀ

Il bonus acquisto autobus ad alta sostenibilità è un contributo che varia da 20.000 a 70.000 euro, dedicato alle imprese di trasporto passeggeri a lunga percorrenza che intendono rinnovare il loro parco autobus con mezzi a basso impatto ambientale. Per ottenere l’incentivo, le imprese devono acquistare autobus nuovi di fabbrica, elettrici, a gasolio, a metano o ibridi ad elevata sostenibilità ecologica. È anche possibile richiedere la rottamazione del mezzo da sostituire ricevendo un incentivo ulteriore.

La misura è disciplinata dal Decreto Ministeriale n. 222 del 15 luglio 2022 che ha stabilito la finestra temporale di inoltro delle domande tra le ore 12.00 del 6 marzo e le ore 12.00 del 5 aprile 2023, fino ad esaurimento delle risorse messe a disposizione dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che (50 milioni di euro).

Il bonus rientra nelle misure di potenziamento degli investimenti pubblici per lo sviluppo del Paese, previsto dal DPCM del 23 dicembre 2020 che ha stabilito la ripartizione dei fondi stanziati dal 2020 al 2034 da parte del Governo per la loro attuazione. Ma andiamo a vedere a chi spetta il bonus e come funziona, nel dettaglio.

A CHI SPETTA IL BONUS

Possono presentare domanda per il bonus acquisto autobus ad alta sostenibilità, le imprese di trasporto passeggeri iscritte al REN, ovvero al Registro Elettronico Nazionale che hanno sostenuto l’investimento a partire dal 21 ottobre 2022 come stabilito del Decreto Istitutivo.

In particolare, le imprese di trasporto devono aver acquistato mezzi nuovi di fabbrica, ad elevata sostenibilità ecologica, con eventuale e contestuale rottamazione di mezzi obsoleti.

L’agevolazione può essere richiesta anche dalle imprese che hanno acquisito un mezzo tramite locazione finanziaria (leasing) o tramite patto di riservato dominio, quando l’impresa  comincia a usufruire del mezzo e paga l’importo pattuito in rate dilazionate secondo i tempi e le modalità previste nel contratto di vendita.

ACQUISTI AMMESSI

Grazie al bonus, le imprese interessate possono ottenere incentivi per l’acquisto di autobus delle categorie M2 e M3:

  • ad alimentazione elettrica, ibrida, Cng e Lng (metano); in questo caso le risorse complessive disponibili sono 25 milioni.

  • ad alimentazione a gasolio, con motore euro VI step E o superiore. Anche in questo caso, le risorse disponibili ammontano a 25 milioni. 

A QUANTO AMMONTA IL BONUS ACQUISTO AUTOBUS

Il bonus acquisto autobus concede contributi variabili in base alla tipologia di investimento effettuato come stabilito in seguito all’interlocuzione con le associazioni di categoria delle imprese del settore e dei costruttori di veicoli.

In sostanza, per capire a quanto ammonta il contributo, bisogna considerare la tipologia di autobus acquistato e ammesso all’agevolazione in base all’alimentazione oltre che ai posti a sedere del mezzo stesso.

AUTOBUS ELETTRICI, IBRIDI, A METANO

Nel caso di acquisto di autobus M2 ed M3, oltre 9 e fino a 22 posti, è concesso un contributo di:

  • 50.000 euro per i veicoli elettrici;
  • 40.000 euro per i veicoli ibridi (diesel/elettrico);
  • 30.000 euro per i veicoli CNG e LNG (metano).

I fondi complessivi stanziati per queste categorie sono 20 milioni di euro.


Per quanto riguarda l’acquisto di autobus turistici con oltre 22 posti, il bonus elargisce:

  • 70.000 euro per i veicoli elettrici;
  • 60.000 euro per i veicoli ibridi (diesel/elettrico);
  • 50.000 euro per i veicoli a metano.

I fondi complessivi stanziati per queste categorie sono 5 milioni di euro.

adv

AUTOBUS A GASOLIO

Invece, per l’acquisto di autobus M2 ed M3 ad alimentazione a gasolio, con motore Euro VI Step E o superiore oltre 9 e fino a 22 posti, l’incentivo è pari a:

  • 20.000 euro per i veicoli fino a 5 t;
  • 30.000 euro per i veicoli oltre 5 t. I fondi complessivi stanziati per queste categorie sono 20 milioni di euro.

Infine, sono elargiti 40.000 euro per i mezzi turistici con oltre 22 posti ad alimentazione a gasolio, indipendentemente dalla dimensioni. I fondi complessivi stanziati per queste categorie sono 5 milioni di euro.


A queste cifre si aggiunge, per tutte le categorie, la maggiorazione di 5.000 euro per ogni veicolo rottamato di classe inferiore a euro VI.

Ricordiamo che i contributi sono cocessi dal MIT entro i limiti previsti dal Regolamento de minimis e comprensivi di IVA al 22% per coprire le spese sostenute dall’impresa, sotto la voce “costi di produzione” del bilancio di esercizio.

COME FUNZIONA IL BONUS ACQUISTO AUTOBUS ALTA SOSTENIBILITÀ

Il bonus acquisto autobus ad alta sostenibilità viene erogato come contributo per gli investimenti oggetto di contratto concluso o di proposta ricevuta dall’impresa a decorrere dal 21 ottobre 2022 (come stabilito dal Decreto istitutivo).

Ogni impresa può richiedere gli incentivi anche in maniera cumulativa per più autobus diversi, fino ad esaurimento delle risorse disponibili pari a 50 milioni di euro. Attenzione, però: non possono essere richiesti più incentivi per lo stesso autobus, se i costi sostenuti sono gli stessi anche per differenti misure.

Per ottenere il contributo economico da 20.000 a 70.000 euro, a seconda del mezzo acquistato, i richiedenti devono seguire due fasi:

  • presentare domanda presso la piattaforma avviata da Consap, che gestisce la misura. In questa fase, i richiedenti “prenotano” gli incentivi e devono anche presentare, eventualmente, la dichiarazione sull’avvenuta radiazione per rottamazione di un autobus di classe inferiore ad euro VI per ottenere un incentivo extra;

  • presentare la rendicontazione con cui si dimostra il pagamento (e l’eventuale rottamazione) avvenuto per avere diritto al contributo economico.

SCADENZA DOMANDE

Come detto all’inizio, è possibile presentare domanda per il bonus acquisto autobus ad alta sostenibilità per il trasporto persone dalle ore 12 del 6 marzo 2023 alle ore 12.00 del 5 aprile 2023.

COME PRESENTARE DOMANDA PER IL BONUS ACQUISTO AUTOBUS

Le aziende interessate possono presentare domanda per “prenotare” gli incentivi tramite la piattaforma raggiungibile da questa pagina.

Una volta entrati nell’area per le domande del bonus, è necessario seguire la procedura predefinita e compilarla completamente. Ricordiamo che per accedere all’area domande, è obbligatorio avere la PEC e la firma digitale dal rappresentante legale dell’impresa.

DOCUMENTI DA ALLEGARE

Infine, affinché la domanda sia valida ai fini dell’istruttoria, occorre presentare una dichiarazione sostitutiva di certificazione e dell’atto notorio, da parte del rappresentante legale dell’impresa che contenga queste voci:

  • la data del contratto di acquisto degli autobus;
  • l’importo dell’IVA esclusa del corrispettivo previsto nel contratto di acquisto o delle rate
    di finanziamento stipulato, in scadenza entro il termine individuato da decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;
  • l’eventuale avvenuta radiazione per rottamazione di un autobus di classe
    inferiore ad euro VI.

ASSISTENZA ALLA DOMANDA

In questa pagina trovate anche la guida operativa alla domanda messa a disposizione dal Consap per gli utenti. A questo indirizzo, trovate, invece, le risposte alle principali FAQ. Se avete bisogno di un ulteriore aiuto, potete consultare questa sezione.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Decreto Ministeriale n. 222 del 15 luglio 2022 (Pdf 237 Kb).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere anche la nostra guida sul bonus carburante autotrasporto 2023 gas naturale e quella sul bonus carburante per l’autotrasporto per le persone.

Potete leggere anche i nostri approfondimenti sui bonus energia imprese, sui bonus pellet 2023 e sul bonus teleriscaldamento 2023. Inoltre, vi invitiamo a leggere la nostra guida al bonus bollette 2023. Per conoscere tutti i bonus e le agevolazioni a favore delle famiglie e dei datori di lavoro è possibile visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle imprese e la sezione dedicata agli aiuti alle persone.

Vi invitiamo anche ad iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *