Bonus sociale elettrico 2021 e Bonus gas: a chi spettano, come funzionano

Tutte le informazioni sul bonus sociale elettrico 2021 e il bonus gas 2021 introdotti dal Decreto Energia, gli extra di Arera: ecco quali sono i requisiti, come funzionano e come ottenerli

elettricità, energia elettrica

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Energia che prevede il Bonus sociale elettrico 2021 e il Bonus gas 2021 per il trimestre ottobre, novembre, dicembre 2021.

Nel testo si mira ad azzerare, o comunque a mitigare, gli aumenti del costo dell’energia previsti a partire da ottobre 2021, in favore di oltre 3 milioni di famiglie numerose, svantaggiate o con persone gravemente malate a carico.

Vediamo quali sono i destinatari del Bonus sociale elettrico e gas, i requisiti per ottenerli, come funzionano e quali sono le agevolazioni extra previste da Arera.

COSA SONO IL BONUS SOCIALE ELETTRICO E IL BONUS GAS 2021

Il Decreto Legge 27 settembre 2021, n. 130 prevede delle misure urgenti per il contenimento degli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale. I rincari arriveranno già da ottobre, per effetto di dinamiche di mercato legate soprattutto all’aumento del prezzo del gas e dunque, il Governo ha deciso di avviare misure di ampio respiro. Un’urgenza considerando anche che, secondo S&P Global Ratings i prezzi dell’energia, infatti, potrebbero continuare ad aumentare nel biennio 2022-2023. A tal fine il Governo ha stanziato circa 3 miliardi di euro per contenere la stangata per le famiglie del ceto basso e di quello medio. Il periodo su cui si è intervenuto per adesso, è quello compreso tra ottobre e dicembre 2021. 

1) BONUS SOCIALE ELETTRICO 2021, COME FUNZIONA

Per mitigare l’effetto dei rincari sulle bollette il Governo ha deciso che gli oneri generali di sistema per tutte le utenze elettriche sono parzialmente compensati mediante:

  • l’utilizzo di una quota parte, pari a 700 milioni di euro dei proventi delle aste delle quote di emissione di anidride carbonica (CO2), di cui all’articolo 23 del Decreto Legislativo 9 giugno 2020, n. 47, di competenza del Ministero della transizione ecologica. Tali risorse saranno usate per sostenere le misure d’incentivazione delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica, e trovano copertura sulle tariffe dell’energia;
  • il trasferimento alla Cassa per i servizi energetici e ambientali, entro il 15 dicembre 2021, di ulteriori risorse pari a 500 milioni di euro.

STOP AGLI ONERI DI SISTEMA

Il Decreto Energia prevede anche l’annullamento nella bolletta dell’energia elettrica, per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2021, delle aliquote relative agli oneri generali di sistema applicate alle utenze domestiche e alle utenze non domestiche in bassa tensione, per altri usi, con potenza disponibile fino a 16,5 kW. A tal fine il Consiglio dei Ministri ha stanziato fondi pari a 800 milioni di euro che devono essere trasferiti entro il 15 dicembre 2021 alla Cassa per i servizi energetici e ambientali.

A CHI SPETTA

Tale misura dunque, azzera le aliquote relative agli oneri generali di sistema, per il periodo ottobre-dicembre 2021 e va a vantaggio di oltre 3 milioni di famiglie che potranno beneficiare del Bonus sociale elettrico. Per il trimestre interessato infatti, le agevolazioni, come sancito dal Decreto del Ministro dello sviluppo economico 28 dicembre 2007, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 41 del 18 febbraio 2008, e successive modifiche, gli aventi diritto sono:

  • nuclei familiari che hanno un ISEE inferiore a 8265 euro annui;
  • i nuclei familiari numerosi (ISEE 20.000 euro annui con almeno 4 figli);
  • percettori di reddito o pensione di cittadinanza;
  • gli utenti in gravi condizioni di salute, utilizzatori di apparecchiature elettromedicali.

Per queste prime quattro categorie sono tendenzialmente azzerati gli effetti del futuro aumento della bolletta. I rincari sono ridotti all’osso anche per circa 6 milioni di piccolissime e piccole imprese (ovvero quelle con utenze in bassa tensione fino a 16,5kW).

2) BONUS GAS 2021, COME FUNZIONA

Sempre con lo scopo di contenere per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2021 gli effetti degli aumenti dei prezzi nel settore del gas naturale, il Governo ha deciso di ridurre le aliquote relative agli oneri generali del gas fino a 480 milioni di euro. Questo importo sarà trasferito alla Cassa per i servizi energetici e ambientali entro il 15 dicembre 2021. Il Decreto Energia prevede che per tutti gli utenti del gas naturale, famiglie e imprese aventi diritto:

  • l’IVA  sarà portata al 5% (oggi è al 10 e al 22% a seconda del consumo);
  • gli oneri di sistema saranno azzerati.

A CHI SPETTA

Il bonus gas interessa 2,5 milioni di famiglie per cui sono tendenzialmente azzerati gli effetti del previsto aumento della bolletta. Nello specifico gli utenti di cui all’articolo 3, comma 9, del Decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito dalla Legge 28 gennaio 2009, n. 2 e successive modifiche:

  • nuclei familiari che hanno un ISEE inferiore a 8265 euro annui;
  • i nuclei familiari numerosi (ISEE 20.000 euro annui con almeno 4 figli);
  • i percettori di reddito o pensione di cittadinanza;
  • gli utenti in gravi condizioni di salute, utilizzatori di apparecchiature elettromedicali.

COME FARE DOMANDA

Non vi sarà una nuova procedura per richiedere il bonus sociale elettrico e quello per il gas per il trimestre ottobre-dicembre 2021. Dal 1° gennaio 2021, per effetto delle novità introdotte dal Decreto Legge 26 ottobre 2019, n. 124, convertito (con modificazioni) dalla Legge 19 dicembre 2019, n. 157, non sarà più necessario presentare, oltre all’ISEE, la domanda specifica. Sarà dunque sufficiente la sola presenza dell’attestazione ISEE valida, a seguito della quale il bonus sociale elettrico 2021 e il bonus gas verranno riconosciuti automaticamente in bolletta da parte della società o delle società fornitrici del servizio.

I BONUS AGGIUNTIVI DI ARERA

Con la deliberazione 396/R/com/2021 di Arera (Autorità di Regolazione per Energia Reti Ambiente) sono stati introdotti bonus sociali integrativi, importi si sommano a quelli delle compensazioni riconosciute dal Decreto Energia ai clienti del settore elettrico e ai clienti diretti del settore gas in stato di disagio economico.

Arera ha pubblicato negli ultimi giorni le tabelle aggiornate sul bonus (Pdf 125 Kb) con i relativi importi e le maggiorazioni previste per due categorie:

  • le famiglie in difficoltà economica;
  • coloro che soffrono di disagio fisico.

1) FAMIGLIE IN DIFFICOLTÀ ECONOMICA

Il bonus sull’energia elettrica per le famiglie che versano in cattive condizioni economiche viene calcolata sulla base del numero dei componenti del nucleo familiare. Dunque:

  • per i nuclei familiari composti da una o due persone, la compensazione è pari a 46 euro;
  • per i nuclei familiari composti da tre o quattro persone, la maggiorazione sull’assegno è pari a 55,20 euro;
  • per i nuclei familiari più numerosi, ovvero composti da cinque o più persone, la maggiorazione sarà pari a 64,40 euro.

Per il bonus gas sono da prendere in considerazione, oltre al numero dei componenti del nucleo familiare, anche la categoria d’uso associata alla fornitura del gas, e la zona climatica di residenza (come da Decreto del Presidente della Repubblica n.412 del 26 agosto 1993) del nucleo familiare beneficiario. Si parte da 18,40 euro di importo minimo per le famiglie composte al massimo da quattro persone, per acqua calda sanitaria e/o uso cottura per tutte le zone climatiche (dalla A alla F). I bonus aggiuntivi gas poi saranno pari a:

  • 27,60 euro in totale per le famiglie composte al massimo da quattro persone, per acqua calda sanitaria e/o uso cottura per le zone climatiche dalla A alla B;
  • 46 euro in totale per le famiglie composte al massimo da quattro persone, per acqua calda sanitaria e/o uso cottura per le zone climatiche C;
  • 64,40 euro in totale per le famiglie composte al massimo da quattro persone, per acqua calda sanitaria e/o uso cottura per le zone climatiche D;
  • 92 euro in totale per le famiglie composte al massimo da quattro persone, per acqua calda sanitaria e/o uso cottura per le zone climatiche E;
  • 110,40 euro in totale per le famiglie composte al massimo da quattro persone, per acqua calda sanitaria e/o uso cottura per le zone climatiche F.

2) COLORO CHE SOFFRONO DI DISAGIO FISICO

Diversi, invece, sono gli importi previsti in caso degli utenti che soffrono di disagio fisico. Arera ha previsto dei bonus extra. Sono da prendere in considerazione altri fattori: non è più la composizione familiare a determinare gli importi del bonus, ma invece il consumo di kilowattora:

  • il bonus aggiuntivo sarà pari a 18,40 euro, qualora l’extra consumo rispetto a un cliente-tipo (che ammonta a 2.700 kilowattora annui) sia inferiore ai 600 kWh/anno;
  • bonus a 27,60 euro a fronte di un consumo extra compreso tra 600 kWh/anno e 1.200 kWh/anno;
  • il bonus può raggiungere i 36,80 euro, qualora l’extra consumo sia superiore a 1.200 kWh all’anno.

COME PRESENTARE DOMANDA DI BONUS EXTRA ARERA

È necessario presentare un’apposita domanda all’Arera solo ed esclusivamente per il bonus extra destinato a chi soffre di disagio fisico, facendo richiesta diretta all’Agenzia in questa sezione del portale istituzionale. Sarà opportuno allegare tutta la documentazione medica e sanitaria utile ad accertare le reali condizioni di salute della persona che soffre di disagio fisico.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Decreto Legislativo Ministero Transizione Ecologica 9 giugno 2020, n. 47 (Pdf 472 Kb)
Decreto del Ministro dello sviluppo economico 28 dicembre 2007 (Pdf 105 Kb)
Decreto Legge 27 settembre 2021, n. 130 (Pdf 115 Kb)
Decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 (Pdf 741 Kb) convertito, con modificazioni, dalla Legge 28 gennaio 2009, n. 2 (Pdf 346 Kb)
Decreto Legge 26 ottobre 2019, n. 124 (Pdf 415 Kb) convertito (con modificazioni) dalla Legge 19 dicembre 2019, n. 157 (Pdf 384 Kb)

ALTRE AGEVOLAZIONI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere tutti i bonus e le agevolazioni a favore delle famiglie e dei datori di lavoro è possibile visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle imprese e la sezione dedicata agli aiuti alle persone.

Continua a seguirci e, per restare sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter gratuita e al canale Telegram per ricevere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments