Bonus società Benefit: credito d’imposta al 50%, come funziona

Cosa prevede il bonus società Benefit, a chi spetta, come funziona e come fare richiesta

società, imprese, imprenditoria

Attivato dal Mise un fondo da 10 milioni per i bonus per le società benefit, ovvero quelle attività imprenditoriali che operano in modo responsabile, sostenibile e trasparente nei confronti di persone, comunità, territori, ambiente, beni, attività culturali, sociali, enti, associazioni e altri portatori d’interesse.

Il Ministro Giancarlo Giorgetti ha firmato il Decreto attuativo che promuove la costituzione o la trasformazione in società benefit d’imprese presenti sul territorio nazionale garantendo un bonus fino a 10.000 euro ciascuno.

Vediamo insieme a chi sono destinati i fondi messi a disposizione del Mise, come richiedere il bonus società benefit e come funziona questa agevolazione per chi desidera aprire una società benefit o trasformare la propria azienda in società benefit.

CHE COSA SONO LE SOCIETÀ BENEFIT?

Le Società Benefit sono un tipo di società che opera per conseguire un profitto e contestualmente, si impegna ad arrecare benefici alla comunità del luogo in cui sviluppa il proprio business. Si tratta di una trasformazione positiva del concetto d’impresa a scopo di lucro finalizzata non solo a fare utili, ma anche a rendere più adeguati i modelli aziendali mirando ad apportare un beneficio comune, un impatto positivo sulla comunità e sulla biosfera. Il raggiungimento di tali obiettivi deve avvenire in modo responsabile, sostenibile e trasparente, secondo i criteri e ruoli stabiliti dalla Legge. Le Società Benefit sono state introdotte in Italia con la Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (commi 376-383) – Legge di stabilità 2016.

QUALI SONO LE AGEVOLAZIONI PER LE SOCIETÀ BENEFIT

Le società benefit hanno ricevuto risorse con il Decreto Rilancio, stanziate per sostenere il rafforzamento del loro sistema. Nello specifico il Governo ha previsto, all’articolo 38 ter, il riconoscimento di un bonus società benefit. Si tratta di un contributo sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit.

L’articolo 19 bis della Legge di conversione del Decreto Sostegni Bis poi, ha confermato la proroga del credito d’imposta per le società benefit al 31 dicembre 2021 e l’ampliamento dei costi agevolati.

Il fondo per garantire la richiesta di contributi è stato attivato il 18 novembre 2021 dal Mise con un apposito decreto in corso di pubblicazione. Per la misura il Ministero dello Sviluppo economico mette a disposizione complessivamente 10 milioni euro, di cui 7 milioni per il credito d’imposta, mentre 3 milioni sono finalizzati ad attività di promozione. Lo scopo è quello di incentivare la creazione di nuove società benefit e di favorire la trasformazione di aziende con altra forma giuridica in società benefit.

I REQUISITI PER IL BONUS SOCIETÀ BENEFIT

Possono presentare richiesta per le agevolazioni previste dai Decreti emergenziali e confermate dal Mise, le società benefit di nuova costituzione o quelle già attive sul territorio nazionale che rispettano i requisiti previsti dalla Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (commi 376-383).

BONUS PER LE SOCIETÀ BENEFIT: COME FUNZIONA

Il bonus per le società benefit è un contributo sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi di costituzione di nuove imprese o trasformazione in società benefit. Il tax credit è utilizzabile esclusivamente in compensazione, tramite modello F24. Il credito d’imposta sarà riconosciuto nel rispetto delle condizioni e dei limiti di cui al Regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione, del 18 dicembre 2013.

Il Decreto Sostegni Bis introduce anche fondi per le attività di promozione di tali società. Sulle modalità di erogazione di entrambe le agevolazioni, bisognerà attendere la pubblicazione del Decreto del Mise su cui vi terremo aggiornati.

SPESE AMMISSIBILI

Tra le spese ammissibili e rimborsabili sotto forma di credito d’imposta nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit vi sono quelle:

  • notarili;
  • di iscrizione nel Registro delle imprese;
  • spese inerenti all’assistenza professionale e alla consulenza.

A QUANTO AMMONTA

L’agevolazione massima concedibile a ciascun beneficiario come bonus società benefit non potrà superare l’importo di 10.000 euro. Nel complesso, le risorse a disposizione ammontano a 10 milioni di euro ma solo 7 milioni rientrano tra i fondi erogabili come credito d’imposta al 50%. I 3 milioni restanti invece, sono erogabili solo per le attività di promozione.

COME RICHIEDERE IL BONUS SOCIETÀ BENEFIT

Non è ancora possibile presentare domanda per ottenere il bonus per le società benefit, in quanto non è stato ancora pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale che disciplina le modalità per la presentazione delle istanze. Non appena il Decreto sarà pubblicato, il Mise aprirà le specifica piattaforma per le domande e chiarirà le modalità operative per ottenere le agevolazioni. Aggiorneremo questa guida non appena ci saranno informazioni su come richiedere i contributi Mise per le società benefit.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Testo legge di conversione Decreto Rilancio (Pdf 424 Kb)
Testo coordinato Decreto Sostegni Bis (Pdf 2 Mb)
Legge 28 dicembre 2015, n. 208

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere tutte le agevolazioni a favore dei datori di lavoro è possibile visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle imprese. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments