Incentivi Inps Assunzioni al Sud 2021: a chi spettano, come fare domanda

Incentivi Inps Assunzioni Sud 2021: a chi spettano, come fare domanda e tutte le informazioni utili

inps

Sono disponibili nuovi incentivi per favorire le assunzioni di disoccupati nelle Regioni del Sud Italia.

La Legge di Bilancio 2021 prevede nuovi bonus per le aziende che assumono nel Mezzogiorno, che consistono nell’esonero totale dei contributi per 4 anni.

L’erogazione dei benefici è affidata all’Inps, che ha fornito tutte le istruzioni operative e contabili relative all’agevolazione. Ecco a chi spettano gli incentivi Inps per le assunzioni al Sud e come fare domanda.

INPS INCENTIVI ASSUNZIONI SUD

La Legge 30 dicembre 2020, n. 178 (Legge Bilancio 2021) ha introdotto un bonus per agevolare le assunzioni in alcune aree del Meridione italiano, che consiste nello sgravio totale dei contributi a carico dei datori di lavoro che assumono disoccupati nel biennio 2021-2022. E’ rivolto alle aziende che decidono di assumere persone disoccupate nelle Regioni interessate dal provvedimento, ovvero Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria e Sardegna. Le agevolazioni previste valgono esclusivamente per i contratti di lavoro a tempo indeterminato.

L’agevolazione rientra nel bonus lavoro giovani 2021, di cui rappresenta una estensione. L’incentivo Inps per le assunzioni al SUD, infatti, può essere utilizzato per assumere giovani under 36, ma ha una durata di 48 mesi, cioè 4 anni, dunque è esteso per un ulteriore anno rispetto alle altre aree del territorio nazionale, per le quali ha durata di 36 mesi.

L’Inps, attraverso la circolare n. 56 del 12 aprile 2021 e il messaggio n. 3389 del 07-10-2021 ha fornito tutte le informazioni sugli incentivi e le indicazioni per usufruire degli incentivi per le assunzioni effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021.

Vediamo in dettaglio a chi spettano, come funzionano, l’importo e ogni altra informazione utile.

DESTINATARI BONUS ASSUNZIONI SUD

Le agevolazioni per assumere possono essere richieste da tutti i datori di lavoro privati, anche non imprenditori, che assumono giovani fino a 35 anni di età (compiuti), che non siano mai stati occupati a tempo indeterminato. Il limite anagrafico è di 35 anni e 364 giorni, quindi i nuovi assunti non devono aver compiuto il trentaseiesimo anno di età.

Le assunzioni, per essere incentivate, devono essere effettuata mediante contratto di lavoro a tempo indeterminato. L’agevolazione è concedibile anche per la trasformazione a tempo indeterminato di contratti di lavoro, anche a scopo di somministrazione, ed è applicabile anche ai soci lavoratori di cooperative, se assunti con contratto di lavoro subordinato. L’attività lavorativa dovrà svolgersi in un dei territori previsti per l’applicazione dell’incentivo.

Sono esclusi dal bonus per le assunzioni al Sud i contratti di apprendistato e di lavoro domestico, occasionale, intermittente o a chiamata.

BENEFICI BONUS SUD

L’incentivo riguarda i contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’Inail. E’ fruibile mediante conguaglio sui contributi Inps, per un periodo non superiore a quattro anni, a partire dalla data di assunzione. Può essere erogato fino ad un massimo di 6.000 Euro l’anno, per ciascun lavoratore assunto, in 12 rate mensili da 500 euro. Nel caso di orario di lavoro part time, il massimale viene ridotto in maniera proporzionale.

TERRITORI DI RIFERIMENTO

I benefici possono essere riconosciuti per attività lavorative da svolgere nei seguenti ambiti territoriali del Sud Italia, indipendentemente dalla residenza dei lavoratori assunti:

  • Basilicata;
  • Calabria;
  • Campania;
  • Puglia;
  • Sicilia;
  • Abruzzo;
  • Molise;
  • Sardegna.

COME FARE DOMANDA

Per richiedere i bonus Inps per le assunzioni al SUD effettuate dal 1° gennaio 2021, i datori di lavoro devono esporre, a partire dal flusso Uniemens di competenza del mese di settembre 2021, i lavoratori per i quali spetta l’esonero valorizzando l’elemento <Imponibile> e l’elemento <Contributo> della sezione <DenunciaIndividuale>, seguendo le istruzioni contenute nel messaggio Inps n. 3389, in cui sono indicate le modalità previste anche per il settore agricolo, ad eccezione di quelli iscritti alla Gestione pubblica. Questi devono compilare la sezione <ListaPosPA> del flusso Uniemens, valorizzando l’elemento <Imponibile> e l’elemento <Contributo> della gestione pensionistica, indicando in quest’ultimo la contribuzione piena calcolata sull’imponibile pensionistico del mese, seguendo le indicazioni contenute nel messaggio Inps n. 3389.

I datori di lavoro iscritti alla Gestione pubblica possono richiedere il bonus 2021 per le assunzioni al SUD anche se stanno usufruendo dell’agevolazione al 50% di cui alla legge di Bilancio 2018 (c.d. incentivo GECO).

RIFERIMENTI NORMATIVI E INFORMAZIONI UTILI

Per ulteriori dettagli relativi agli incentivi per le assunzioni al Sud mettiamo a tua disposizione i seguenti documenti:

LEGGE BILANCIO (Pdf 4,04Mb) – Legge 30 dicembre 2020, n. 178;
CIRCOLARE INPS n. 56 (Pdf 243Kb) del 12-04-2021.
– MESSAGGIO INPS n. 3389 (Pdf 147Kb) del 07-10-2021.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Pr conoscere altre agevolazioni e misure a favore dell’occupazione, dei lavoratori e delle aziende puoi visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle persone e la nostra sezione riservata agli aiuti alle imprese.

Per restare aggiornato su tutte le novità iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro canale telegram.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments