Reddito di Cittadinanza per autoimprenditorialità: requisiti, domanda

La guida dettagliata sul Reddito di cittadinanza per l’autoimprenditorialità per sostenere chi intraprende l’attività autonoma e percepisce il contributo

reddito di cittadinanza

L’INPS ha fornito le istruzioni per richiedere Reddito di Cittadinanza per autoimprenditorialità, un beneficio addizionale destinato ai percettori di Reddito di cittadinanza (RdC) che si mettono in proprio.

Già con il Decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali del 12 febbraio 2021 erano state delineate le modalità di richiesta e di erogazione del Reddito di Cittadinanza per l’autoimprenditorialità.

Ora l’INPS ha chiarito chi può usufruirne e come presentare le domande. Vediamo tutti i dettagli,  spiegati in modo semplice e chiaro.

COS’È IL REDDITO DI CITTADINANZA PER AUTOIMPRENDITORIALITÀ

Il Reddito di cittadinanza per l’autoimprenditorialità è un beneficio addizionale destinato ai beneficiari del Reddito di Cittadinanza che avviano un’attività lavorativa autonoma, di impresa individuale o una società cooperativa entro i primi 12 mesi di fruizione del beneficio.

A istituire questo contributo è stato il Decreto Legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla Legge 28 marzo 2019, n. 26, quella insomma che disciplina il Reddito e la pensione di cittadinanza. Invece, con il Decreto del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze e il Ministro dello Sviluppo economico del 12 febbraio 2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 115 del 15 maggio 2021 sono state disciplinate le modalità di richiesta e di erogazione del contributo extra destinato ai beneficiari del Reddito di cittadinanza. Ora l’INPS, in attesa della Circolare che sarà pubblicata a breve, ha dato il via alle domande.

A CHI SPETTA

Il beneficio addizionale, a titolo di incentivo per l’avvio di attività di lavoro autonomo, di impresa individuale o di società cooperativa, intraprese entro i primi 12 mesi di fruizione del reddito di cittadinanza (Rdc), viene concesso – ai sensi dell’articolo 8, comma 4 del Decreto Legge 28 gennaio 2019, n. 4 – ai soggetti che si trovino congiuntamente in determinate condizioni, ovvero:

  • risultino, al momento della presentazione della domanda di beneficio addizionale, essere componenti di un nucleo familiare beneficiario di Reddito di Cittadinanza in corso di erogazione;

  • abbiano avviato, entro i primi 12 mesi di fruizione del Reddito di Cittadinanza, un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale o abbiano sottoscritto una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico abbia ad oggetto la prestazione di attività lavorativa da parte del socio;

  • non abbiano cessato, nei 12 mesi precedenti la richiesta del beneficio addizionale, un’attività lavorativa autonoma o di impresa individuale, o non abbiano sottoscritto, nello stesso
    periodo, una quota di capitale sociale di una cooperativa nella quale il rapporto mutualistico abbia ad oggetto la prestazione di attività lavorativa da parte del socio, ad eccezione della quota per la quale si chiede il beneficio addizionale;

  • non siano componenti di nuclei familiari beneficiari di Reddito di Cittadinanza che abbiano già usufruito del beneficio addizionale.

IMPORTO DEL REDDITO DI CITTADINANZA PER AUTOIMPRENDITORIALITÀ

L’importo del beneficio addizionale è pari a 6 mensilità del Reddito di Cittadinanza, nei limiti di 780 euro mensili e l’importo spettante viene calcolato con riferimento al mese in cui è avviata l’attività autonoma, oggetto di incentivazione.

In pratica questo beneficio permette di ottenere il bonus pari ad un massimo di 4.680 euro. L’ammontare del beneficio addizionale viene decurtato dell’importo eventualmente già erogato al beneficiario o al suo nucleo familiare beneficiario del Reddito di Cittadinanza, a titolo di incentivo come previsto dal Decreto 4 del 2019.

Il beneficio addizionale è riconosciuto dall’INPS sulla base dei requisiti auto-dichiarati e delle informazioni disponibili negli archivi dell’Istituto e in quelli delle amministrazioni collegate.

COME AVVIENE L’EROGAZIONE DEL BENEFICIO

L’erogazione avviene in un’unica soluzione entro il secondo mese successivo a quello della domanda, con accredito sul conto corrente indicato in sede di presentazione dell’istanza, o tramite bonifico domiciliato, nel rispetto della soglia massima prevista dalla legge per il pagamento in contanti.

COME FARE DOMANDA

In attesa della pubblicazione della specifica Circolare INPS sul beneficio extra, l’INPS nel messaggio n. 3212 del 24-09-2021 ha comunicato che è possibile presentare la domanda Reddito di cittadinanza per l’autoimprenditorialità, previa compilazione del nuovo schema di modello telematico “RdC-Com Esteso”, tramite:

  • il sito internet dell’Inps, autenticandosi con SPID, Carta Nazionale dei Servizi e Carta di Identità Elettronica;
  • gli Istituti di patronato;
  • i Centri di assistenza fiscale (CAF).

RIFERIMENTO NORMATIVO

Decreto Legge 28 gennaio 2019, n. 4 (Pdf 370 Kb) – Legge 28 marzo 2019, n. 26 (Pdf  165 Kb)
Decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali del 12 febbraio 2021 (Pdf 370 Kb)
Messaggio INPS n. 3212 del 24-09-2021 (Pdf 282 Kb)

ULTERIORI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per scoprire altre agevolazioni per famiglie e aiuti per lavoratori, potete visitare questa pagina. Continuate a seguirci per restare sempre aggiornati iscrivendovi al nostro canale Telegram e alla nostra newsletter gratuita.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments