Regione Liguria Bonus patente: a chi spetta, come richiederlo, Bando

La guida dettagliata sul nuovo Bonus patente concesso dalla Regione Liguria

patente, autotrasporto, camion

Parte il nuovo Bonus patente della Regione Liguria, la misura per supportare il mondo dei trasporti e della logistica locale.

Si tratta di un voucher da spendere in corsi utili al conseguimento dell’abilitazione da autotrasportatore ed emesso dalla Regione per un valore di 1.000 o 2.000 euro, a seconda del tipo di titolo ottenuto.

In questa guida vi spieghiamo in modo chiaro e dettagliato come funziona il Bonus patente concesso dalla Regione Liguria, a chi spetta e come richiederlo. Mettiamo anche a disposizione il testo del bando.

BONUS PATENTE REGIONE LIGURIA, COS’È

Il Bonus patente della Regione Liguria è un’agevolazione che consiste in un voucher del valore di 1.000 o 2.000 euro, a seconda del tipo di patente che si vuole conseguire, erogato a coloro che sono senza lavoro e desiderano conseguire patenti di guida professionale per l’autotrasporto.

Il “voucher per l’acquisizione di patenti per l’autotrasporto di cose e persone” della Regione Liguria ha una duplice finalità: da una parte aiutare chi è senza lavoro e vuole trovare una nuova occupazione e, dall’altra, supportare le categorie dell’autotrasporto che lamentano una grave carenza di autisti. Si tratta di una misura regionale molto simile al bonus patente attivo a livello nazionale.

A CHI SPETTA

Possono fruire del Bonus i disoccupati, sottoccupati e inoccupati, residenti o domiciliati in Liguria in regola con i requisiti per l’ottenimento della patente richiesta. I cittadini extracomunitari dovranno essere in regola con la normativa in materia di permessi di soggiorno.

I REQUISITI

I beneficiari devono avere degli specifici requisiti. In particolare, devono essere in possesso di:

  • patente B valida e riconosciuta dallo Stato Italiano per chi richiede voucher per i corsi per ottenere la patente C o D;

  • una patente C valida e riconosciuta dallo Stato per chi richiede voucher per i corsi per ottenere la patente CQCM (Certificato Qualifica Conducente Merci) o la patente CE;

  • patente D valida e riconosciuta dallo Stato per chi richiede voucher per i corsi patente CQCP (Certificato Qualifica Conducente Persone) o la patente DE.

Ma attenzione, gli interessati non devono aver ottenuto altra agevolazione pubblica per il conseguimento della patente richiesta.

LE SPESE COPERTE

Tra i costi che possono essere dimezzati utilizzando il voucher ci sono quelli sostenuti per i corsi erogati da Autoscuole o Enti, con sede in Regione Liguria, autorizzati ai sensi del Decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti del 20 settembre 2013. I corsi elencati dal provvedimento sono quelli di qualificazione iniziale, ordinari ed accelerati, e di formazione periodica. Tutti finalizzati all’ottenimento delle seguenti patenti:

  • patente C (esclusa patente C1);

  • la patente CQCM (Certificato Qualifica Conducente Merci);

  • patente D;

  • la patente CQCP (Certificato Qualifica Conducente Persone);

  • patente CE;

  • la patente DE.

Ricordiamo che la certificazione CQC (Carta di Qualificazione del Conducente) abilita i conducenti di mezzi pesanti, conducenti di mezzi che hanno massa superiore (a pieno carico) a 3,5 tonnellate, al trasporto di merci e persone. Secondo la nuova normativa, l’abilitazione di guida professionale CQC è obbligatoria per tutti i conducenti che trasportano merci o persone.

I corsi ammessi all’agevolazione devono essere erogati da Autoscuole o Enti localizzati in Liguria. Tali strutture, quindi, devono avere una sede operativa sul territorio regionale. Ogni candidato può presentare una sola domanda, giudicata ammissibile e finanziabile, per un solo tipo di patente.

SPESE NON COPERTE

Non rientrano nell’agevolazione le spese relative ai seguenti costi:

  • tasse;

  • bolli;

  • certificato medico.

A QUANTO AMMONTA IL VOUCHER

Il Bonus patente erogato dalla Liguria è stato finanziato dalla Giunta Regionale con uno uno stanziamento complessivo di 300.000 euro. Per quanto riguarda la singola agevolazione, invece, l’importo del voucher individuale è quantificato, a seconda del percorso richiesto, in questo modo:

  • patente C, D, CE o DE: fino a un massimo di 1.000 euro;

  • patente CQCM (Certificato Qualifica Conducente Merci) o CQCP (Certificato Qualifica Conducente Persone), fino a un massimo di 2.000 euro.

Il contributo erogato in forma di voucher individuale, essendo destinato direttamente alla persona, non rientra nel campo di applicazione degli aiuti di Stato di cui agli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea che, viceversa, si riferisce a titolari di Partita Iva.

Nei casi in cui la spesa complessivamente sostenuta dai richiedenti sia inferiore all’importo del contributo concesso, il valore dello stesso sarà riparametrato sulla spesa effettivamente sostenuta.

RIPARTIZIONE TERRITORIALE

Nel bando della Regione Liguria si specifica che FILSE (Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico) che gestisce l’agevolazione, assegnerà il beneficio sulla base della seguente ripartizione territoriale del budget, ovvero:

  • Genova 68%;

  • Imperia 10%;

  • Savona 12% ;

  • La Spezia 10%.

L’obiettivo della ripartizione è garantire l’omogenea distribuzione dei voucher (e quindi dei futuri autisti) sul territorio regionale, in base alla distribuzione per area geografica delle imprese attive nel trasporto su gomma. La ripartizione è stata fatta in considerazione dei dati rilevati dall’Osservatorio del Mercato del Lavoro di Alfa, come specificato nel bando.

COME FUNZIONA IL BONUS PATENTE REGIONE LIGURIA

Il Bonus viene richiesto con una “procedura a sportello” e le istanze sono valutate da un’apposita commissione regionale. Alla chiusura di ogni finestra, verificati la correttezza della richiesta e il possesso dei requisiti previsti, FILSE redige una graduatoria di concessione, fino ad esaurimento dei fondi disponibili, con l’indicazione delle erogazioni effettuate a titolo di anticipazione per gli aventi diritto.

In ogni caso, relativamente all’ultimo beneficiario collocato nella graduatoria, il contributo potrà essere erogato per un importo anche inferiore a quello previsto nell’avviso, qualora le risorse residue fossero inferiori all’ammontare di un intero voucher.

Nel caso di rinunce o revoche, si procederà allo scorrimento della graduatoria fino a esaurimento delle risorse.

CONDIZIONI DI ACCESSO AL BONUS

Si precisa che il riconoscimento del bonus, inoltre, è subordinato:

  • all’avvenuta iscrizione del partecipante all’esame di pratica per le patenti C, D, CE, DE;

  • all’ottenimento dell’attestato di frequenza del corso per la patente CQCM e per la CQCP;

  • per ogni percorso, alla presentazione dei pertinenti giustificativi di spesa.

Non è possibile ottenere il voucher nel caso in cui si siano già ricevute agevolazioni pubbliche per la medesima finalità.

L’EROGAZIONE DEL VOUCHER

Il voucher individuale verrà erogato direttamente al partecipante in due tranche o in un’unica soluzione. Con riferimento alla prima modalità:

  • il primo acconto viene erogato dietro presentazione dei relativi giustificativi di spesa. Tale acconto può essere liquidato all’atto della concessione del voucher, se il candidato presenta i giustificativi di spesa. Ha un limite massimo del 50% del voucher totale concesso;

  • la seconda tranche, a saldo, viene riconosciuta dietro presentazione dei relativi giustificativi di spesa. Inoltre va allegata la documentazione che comprova l’avvenuta iscrizione del partecipante all’esame di pratica per le patenti C, D, CE e DE o l’ottenimento dell’attestato di frequenza del corso per la CQCM e per la CQCP;

Il rimborso in un’unica soluzione, a saldo, invece avviene dietro presentazione dei relativi giustificativi di spesa oltre alla documentazione che comprova l’iscrizione del partecipante all’esame di pratica per le patenti C, D, CE e DE, all’ottenimento dell’attestato di frequenza del corso per la CQCM e per la CQCP, nonché, per ogni percorso, alla presentazione dei titoli giustificativi di spesa.

ISTRUZIONI OPERATIVE

Ogni fattura o documento di spesa presentato ai fini dell’ottenimento e della liquidazione del voucher dovrà riportare il CUP generale G39J22000860009 relativo all’intervento. L’acconto del voucher verrà erogato agli aventi diritto esclusivamente a mezzo bonifico bancario sul conto corrente indicato nella domanda.

Entro il 15 dicembre 2022 il richiedente dovrà presentare la richiesta di erogazione a saldo, in caso di pagamento in due tranche. Alla richiesta di erogazione a saldo dovrà essere allegata documentazione comprovante l’avvenuta conclusione del percorso. In caso di mancata presentazione della richiesta di erogazione in tali termini, la domanda si intenderà implicitamente rinunciata con conseguente decadenza dal diritto al contributo. La mancata conclusione del percorso, comporta la revoca dell’agevolazione concessa ed il recupero degli importi eventualmente erogati a titolo di acconto.

COME PRESENTARE DOMANDA

Gli interessati potranno presentare domanda esclusivamente on line accedendo tramite SPID o con CIE (Carta di Identità Elettronica) al sistema Bandi on line disponibile sul sito internet FILSE o sul portale FILSE ONLINE Regione Liguria.

DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

La domanda va compilata in ogni sua parte, completa di tutta la documentazione richiesta e inoltrata esclusivamente utilizzando la procedura informatica di invio telematico. All’atto della domanda di concessione, oltre alle dichiarazioni a comprova dei requisiti richiesti, il candidato deve allegare:

  • iscrizione alla scuola guida avvenuta in data successiva all’approvazione del bando da parte della Regione;

  • eventuale comunicazione della disponibilità ad inserimento occupazionale, in esito al completamento del percorso, manifestata da impresa o associazione di categoria;

  • l’eventuale fattura e relativo pagamento tracciabile dell’avvenuta iscrizione alla scuola guida o ente autorizzato. Tale documentazione darà diritto a contestuale erogazione di un acconto pari a quanto già speso e comunque nel limite massimo del 50% del voucher complessivamente concedibile.

La documentazione deve essere allegata in formato elettronico, in formato PDF o in altre estensioni valide per i file fotografici. Dovrà essere completa e leggibile in tutti i suoi contenuti. Le domande di ammissione ad agevolazione sono soggette al pagamento dell’imposta di bollo. Ai fini del rispetto dei termini di presentazione della domanda si considera la data di invio telematico.

SCADENZA DELLE DOMANDE

Le domande potranno essere presentate nelle seguenti due finestre temporali:

  • dal 10 marzo al 30 marzo 2022 (prima finestra), dalle ore 08.30 alle ore 17.30;

  • dall’11 aprile al 29 aprile 2022 (seconda finestra), dalle ore 08.30 alle ore 17.30.

In caso di esaurimento dei fondi nel corso o al termine della prima finestra il bando è automaticamente chiuso, senza obbligo di finanziamento delle domande presentate ma non finanziabili, e senza procedere all’apertura della finestra successiva. L’eventuale chiusura anticipata dal bando sarà comunicata dalla Regione Liguria o da FILSE.

ASSISTENZA ALLA DOMANDA

La Regione Liguria e FILSE hanno anche messo a disposizione degli utenti un servizio di assistenza informatica per problematiche relative alla compilazione della domanda. Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 17.30 (festivi esclusi). È contattabile utilizzando la mail [email protected].

IL TESTO INTEGRALE DEL BANDO

Per completezza di informazioni mettiamo a vostra disposizione il testo integrale del Bando (Pdf 1 Mb) della Regione Liguria per il Bonus patente 2022.

LE RISORSE

Il Bonus è stato istituito dalla Regione Liguria con la Delibera di Giunta Regionale n.140 del 25 febbraio 2022 per un importo complessivo di 300.000 euro, nell’ambito del Por Fse 2014-2020 – “Asse I – Occupazione, PdI 8.i, Obiettivo specifico 8.5”. A gestirlo è la partecipata pubblica FILSE.

RIFERIMENTI NORMATIVI

Delibera di Giunta Regionale n.140 del 25 febbraio 2022 (Pdf 1 Mb)

ALTRI BONUS PER PATENTE, AGEVOLAZIONI E AGGIORNAMENTI

Il bonus patenti della Regione Liguria, si affianca al Bonus patente della Regione Lazio e al nuovo Bonus patente 2022 introdotto a livello nazionale con il Decreto Milleproroghe. Per conoscere altri aiuti e agevolazioni disponibili per famiglie e lavoratori potete visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti alle persone.

Vi invitiamo anche a iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti