Aprire un negozio Bata: come fare e quanto costa

bata negozio calzature

Vi piacerebbe aprire un punto vendita di calzature?

Bata offre un interessante programma di franchising per affiliarsi al brand. Ecco una breve guida su come aprire un negozio Bata e i vantaggi che ne derivano.

L’AZIENDA

Bata è un’industria di calzature, fondata nel 1894 da Tomas Bata, con headquarter a Losanna, in Svizzera, mentre in Italia il marchio è presente dal 1931, con Compar SpA, società con sede a Limena (Padova), che conta oltre 300 negozi sul territorio nazionale, attraverso le formule Bata City, Bata Superstore, Bata Factory Store e Athletes World. Oggi il Gruppo è una delle realtà principali attive nella produzione e commercializzazione di calzature e opera in oltre 100 Paesi del mondo, vantando una rete di circa 5mila punti vendita a disposizione di un milione di clienti al giornoin media.

IL FRANCHISING BATA

Il Gruppo propone a coloro che desiderano aprire un negozio Bata una formula di affiliazione che non prevede il versamento di royalties o fee d’ingresso, ovvero il pagamento di diritti di entrata o percentuali sul fatturato. Il contratto di franchising ha durata triennale, con rinnovo automatico ogni anno, e prevede l’affidamento di una zona in esclusiva, consegne settimanali di merce e riassortimento dei prodotti best sellers. Per quanto riguarda le attività di comunicazione, la pubblicità nazionale e tutto il materiale di promo pubblicitario del negozio, sono gratuiti. È inoltre prevista l’assistenza agli affiliati per le iniziative pubblicitarie locali.

REQUISITI

Per aprire un punto vendita Bata in franchising, non si richiedono particolari caratteristiche ai franchisee, se non una propensione all’imprenditorialità a livello psicologico e caratteriale. Da un punto di vista pratico, al suo partner Bata richiede locali ubicati in centri storici o centri commerciali di comuni con 50mila / 100mila abitanti, con una superficie di vendita tra i 150 e i 200 metri quadri.

VANTAGGI PER GLI AFFILIATI

Bata offre diversi servizi ai propri affiliati, occupandosi, ad esempio, della valutazione della zona commerciale, dell’analisi della concorrenza, della redditività e delle necessità finanziarie. Il Gruppo provvede, inoltre, all’arredamento chiavi in mano del negozio, con l’assistenza di un ufficio tecnico interno per la progettazione, fornendo strumenti per monitorare settimanalmente gli incassi. Inoltre, Bata offre supporto di personale specializzato per l’organizzazione di area di vendita, magazzino, vetrine e interni del nuovo negozio, consulenza continua online per la gestione commerciale ed amministrativa dello stesso, assistenza da parte di personale qualificato anche dopo l’apertura, e supervisione gestionale e commerciale. La gestione del negozio non sarà un problema per il franchisee: il franchisor organizzerà percorsi di addestramento sul campo presso i punti vendita del Gruppo, al momento dell’apertura, e disporrà di corsi di formazione periodici su prodotti, tecniche di vendita, visual merchandising e gestione. I franchisee, inoltre, possono beneficiare di dilazioni di pagamento per la merce d’impianto. 

COSTI

Quanto costa aprire un negozio in franchising con Bata? L’investimento per arredi, piastrelle, luci e accessori è di 600 Euro per metro quadro, a cui vanno aggiunti poi dai 60.000 agli 80.000 Euro per l’Opening stock. L’affiliato deve, inoltre, rilasciare una fideiussione bancaria, di importo variabile in base alla quantità di merce necessaria.

COME AFFILIARSI

Gli interessati ad aprire un negozio Bata in franchising possono contattare direttamente Bata Italia – Compar SpA. Per ulteriori dettagli sul programma di affiliazione vi invitiamo a consultare questa pagina.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments