Bando Neoimpresa Valle d’Aosta: aiuti e contributi per neo imprenditori

Come presentare domanda, come funziona e quali sono i requisiti per il nuovo Bando Neoimpresa Valle d’Aosta dedicato ai disoccupati che vogliono aprire un’attività in proprio. Contributi fino a 8.000 euro

Valle d'Aosta

Al via le domande per il bando Neoimpresa in Valle d’Aosta destinato a maggiorenni e disoccupati che desiderano aprire una loro attività d’impresa o libero professionale.

La misura prevede, successivamente all’avvio dell’attività, l’erogazione di un contributo di 5.000 euro per le nuove attività libero professionali e di 8.000 euro per le neo imprese, con una maggiorazione di 1.000 euro per ciascun campo per le donne.

In questa guida spiegheremo in modo chiaro come funziona il bando Neoimpresa della Valle d’Aosta, come presentare domanda per ottenere il contributo e a chi spetta.

BANDO NEOIMPRESA VALLE D’AOSTA: COS’È

Il bando Neoimpresa Valle d’Aosta è una misura volta a sostenere la futura neo imprenditrice o il futuro neo imprenditore nella fase di avvio della propria attività. È rivolto ai cittadini residenti in Valle d’Aosta, maggiorenni e disoccupati che desiderano aprire una loro attività d’impresa o libero-professionale. Il bando prevede l’erogazione di un contributo economico pari a 8.000 euro per le neo imprese e 5.000 euro per le nuove attività libero professionali. Il contributo sarà incrementato di 1.000 euro nel caso d’impresa o libera attività femminile. Inoltre, il bando prevede anche supporto alle nuove imprese e attività, in termini di consulenza specialistica. La Giunta Regionale della Valle d’Aosta con la Delibera 1003 del 2021 ha disciplinato il provvedimento, stanziando 443.185 euro in totale per la misura per gli anni 2021-2022.

OBIETTIVI DEL BANDO

Gli obiettivi del bando Neoimpresa Valle d’Aosta sono:

  • promozione dello sviluppo del capitale umano;

  • sostegno alla nascita di nuove attività economiche;

  • diffusione dello spirito imprenditoriale.

CHI SONO I BENEFICIARI DEL BANDO

I beneficiari del bando Neoimpesa sono coloro che vogliono aprire un’attività in proprio e che hanno determinati requisiti, ovvero:

  • essere disoccupati. Per disoccupati si intende lavoratori privi d’impiego, ovvero il cui reddito da lavoro dipendente o autonomo corrisponde a un’imposta lorda pari o inferiore alle detrazioni spettanti ai sensi dell’articolo 13 del DPR n. 917 del 1986 che dichiarano, in forma telematica, la propria immediata disponibilità (DID) allo svolgimento di attività lavorativa;

  • avere la maggiore età;

  • essere residenti in Valle d’Aosta;

  • non essere iscritti o iscritti con stato inattivo nel Registro delle Imprese;

  • di non aver già fruito di contributi per la creazione d’impresa o per l’avvio di attività professionale ai sensi di precedenti Piani di politica del lavoro;

  • non svolgere a nessun titolo un ruolo di rappresentanza nella gestione di società di qualsivoglia settore;

  • di non aver fatto parte, nei 12 mesi precedenti, di società con oggetto sociale o attività uguali a quelle che si intendono avviare;

  • aver assolto al pagamento della marca da bollo da 16 euro.

Qualora le domande presentate risultino inferiori allo stanziamento previsto, la Regione estenderà l’iniziativa anche a soggetti non disoccupati.

COME FUNZIONA IL BANDO NEOIMPRESA VALLE D’AOSTA

Il bando Neoimpresa Valle d’Aosta prevede tre steps specifici. In particolare:

  • un’iniziale consulenza qualificata e gratuita, erogata individualmente, che mira all’ottenimento delle conoscenze di base per l’avvio e la gestione di un’attività e alla stesura del Business Plan. Il supporto riguarderà lo sviluppo organizzativo, commerciale e di marketing strumentale all’avvio di una nuova iniziativa imprenditoriale. Inoltre, anche lo sviluppo di un’analisi finanziaria comprensiva di accesso al credito e alle agevolazioni esistenti. Il consulente aiuterà i futuri imprenditori ad acquisire competenze digitali necessarie all’avvio e alla gestione dell’iniziativa imprenditoriale, nonché le competenze relazionali nelle gestione dei rapporti con il cliente e i fornitori. I tecnici poi, aiuteranno gli interessati anche nell’ elaborazione di un business plan dettagliato;

  • all’avvio dell’attività, il neo imprenditore o la neo imprenditrice potranno richiedere all’Ufficio Imprese del Dipartimento Politiche del lavoro e della formazione un contributo economico diversificato a seconda dell’impresa avviata;

  • infine la Regione prevede anche per i beneficiari, una consulenza specialistica individuale volta ad assicurare un’azione di supporto tecnico e di accompagnamento all’avvio dell’iniziativa imprenditoriale in un arco di tempo non inferiore a 3 mesi immediatamente successivi al suo avvio.

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO

Il contributo per i beneficiari del bando Neoimpresa Valle d’Aosta destinato a chi ha usufruito del primo step, è pari a:

  • 8.000 euro per le neo imprese;

  • 5.000 euro per le nuove attività libero professionali.

Il contributo sarà incrementato di 1.000 euro nel caso d’impresa femminile.

Infine, per sostenere la nuova attività nella delicata fase di avvio, verrà erogata una consulenza specialistica e personalizzata extra. Il neo imprenditore deve presentare domanda di ammissione al contributo solo successivamente all’avvio dell’attività e comunque non oltre il 31 agosto 2022.

BANDO NEOIMPRESA VALLE D’AOSTA, OBBLIGHI DEI BENEFICIARI

I beneficiari del bando Neoimpresa Valle d’Aosta, per accedere al contributo devono presentare:

  • l’elaborazione del business plan;

  • avviamento dell’attività imprenditoriale o professionale coerente con il business plan elaborato. Nel caso in cui la nuova attività imprenditoriale abbia forma di società colui che ha usufruito della consulenza specialistica propedeutica alla nuova attività, deve detenere una quota di partecipazione paritaria o maggioritaria rispetto agli altri soci;

  • localizzazione della sede della neo attività sul territorio della Regione Autonoma Valle d’Aosta.

SETTORI IMPRENDITORIALI AMMESSI AL CONTRIBUTO

Il contributo previsto dal bando Neoimpresa Valle d’Aosta riguarda tutte le attività d’impresa o libero-professionale, ma sono esclusi dai finanziamenti:


  • i settori della pesca e dell’acquacoltura, della produzione primaria in agricoltura, nonché, in generale, le attività che si riferiscono ai settori economici espressamente esclusi dall’articolo 1 del Regolamento (UE) 1407/2013;

  • le attività riguardanti le lotterie, le scommesse, le case da gioco;

  • iniziative imprenditoriali che prevedono forme di avvio con contratto di affitto o subentro d’azienda;

  • attività di procacciatori d’affari e di agenti di commercio;

  • le attività d’impresa per le quali non è prevista l’iscrizione al Registro delle imprese.

I requisiti di ammissibilità sono oggetto di dichiarazione sostitutiva di certificazione o atto di notorietà ai sensi degli articoli 46 e 47 del DPR 445 del 2000.

COME PRESENTARE DOMANDA AL BANDO NEOIMPRESA VALLE D’AOSTA

È possibile presentare la domanda di ammissione compilando questo modulo, unitamente al documento d’identità e inviandolo all’indirizzo mail: [email protected].

Le domande saranno ammesse in ordine cronologico di arrivo fino a esaurimento posti. Si ricorda che la domanda di adesione deve essere presentata in marca da bollo da 16 euro, che può essere acquistata cartacea o assolta virtualmente.

In quest’ultimo caso è necessario accedere a questo link, cliccare sul tasto “Paga” nel box azzurro “Pagamenti Online”, selezionare come Ente la “Regione autonoma Valle d’Aosta”. Nel menù a sinistra cliccare su “Imposta di bollo solo su Istanze”. La causale del pagamento da inserire è “bando Neoimpresa”.

Successivamente all’avvio dell’attività, comunque non oltre il 31 agosto 2022, il neo imprenditore deve presentare domanda di ammissione al contributo.

ASSISTENZA PER LE DOMANDE

Per supporto e chiarimenti per la compilazione delle domande è possibile contattare l’Ufficio Imprese del Dipartimento Politiche del Lavoro e della Formazione al numero 0165/274703 – 4516 – 4718.

REVOCA DEL CONTRIBUTO

Il contributo del bando Neoimpresa Valle d’Aosta può essere revocato nei seguenti casi:

  • cessazione dell’attività imprenditoriale o professionale entro 12 mesi dalla concessione del contributo;

  • i beneficiari non mantengano la prevalente occupazione nell’impresa, in caso di attività imprenditoriale in forma di società, nei primi 12 mesi dall’avvio della stessa;

  • qualora il neo imprenditore o professionista renda impraticabile o rifiuti la consulenza specialistica della fase finale del bando;

  • la rinuncia del beneficiario.

La revoca del contributo comporta l’obbligo di restituzione delle somme eventualmente già liquidate, maggiorate degli interessi calcolati sulla base della media ponderata del tasso ufficiale di riferimento relativo al periodo in cui si è beneficiato del contributo.

Qualora, a seguito delle attività di controllo della Regione emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni rese, il beneficiario, oltre alla revoca del contributo incorre anche in sanzioni amministrative e penali.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere altri aiuti e agevolazioni disponibili per disoccupati e lavoratori potete visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti alle personeVi invitiamo anche a iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti