Decreto PNRR 2 convertito in Legge: testo, spiegazione e novità

La spiegazione per punti del Decreto PNRR 2 convertito in Legge con importanti novità su concorsi, assunzioni, scuola e norme fiscali

Montecitorio, camera deputati

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 30 giugno 2022 il Decreto PNRR 2 convertito in Legge che introduce novità per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Il testo emendato da Camera e Senato mette in campo nuovi provvedimenti anti evasione, la proroga al Super Sismabonus acquisti 110% e modifiche ai contratti di lavoro e alle modalità di reclutamento del personale nelle PA e dei docenti.

In questo articolo vi illustriamo in modo chiaro e dettagliato quali sono le novità previste dal Decreto PNRR 2 convertito in Legge e mettiamo a vostra disposizione anche il testo in PDF da consultare.

DECRETO PNRR 2 CONVERTITO IN LEGGE, LE NOVITÀ

Tante le novità introdotte dal Parlamento al Decreto PNRR 2 convertito in Legge. Il testo definitivo è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 150 del 29 giugno 2022 come Legge n. 79 del 29 giugno 2022, di conversione del Decreto Legge 36 del 2022 e prevede diverse modifiche rispetto alla norma licenziata dal Consiglio dei Ministri in doppia lettura lo scorso aprile. Vediamo, allora, tutte le principali misure contenute dal Decreto PNRR 2 convertito in legge, spiegate per punti.

1) NOVITÁ SISMABONUS ACQUISTI 110%

Una delle principali novità introdotte dal Decreto PNRR 2 convertito in Legge è la proroga di 6 mesi, in presenza di specifiche condizioni, del Super Sismabonus acquisti 110%. L’articolo 18 comma 4 ter specifica che, per gli acquirenti delle unità immobiliari che alla data del 30 giugno 2022 abbiano sottoscritto un contratto preliminare di vendita dell’immobile regolarmente registrato, l’atto definitivo di compravendita potrà essere stipulato anche oltre il 30 giugno 2022. Il termine per la fruizione del bonus resta comunque entro il 31 dicembre 2022, a condizione che abbiano:

  • versato acconti mediante il meccanismo dello sconto in fattura e maturato il relativo credito d’imposta;
  • ottenuto la dichiarazione di ultimazione dei lavori strutturali;
  • ottenuto il collaudo degli stessi e l’attestazione del collaudatore statico che asseveri il raggiungimento della riduzione di rischio sismico;
  • ottenuto che l’immobile sia accatastato almeno in categoria F/4.

Senza il rispetto di tali condizioni, si potrà usufruire del Sismabonus ordinario del 75% o dell’85% a patto che l’atto sia sottoscritto entro il 30 giugno 2022.

2) NOVITÀ CONCORSI PUBBLICI

In tema di concorsi pubblici arriva lo stop alla pubblicazione dei bandi degli Enti locali nella Gazzetta Ufficiale a partire dal 2023. La modifica, infatti, consente alle Pubbliche Amministrazioni di assolvere gli obblighi di pubblicità connessi ai bandi di concorso attraverso la pubblicazione degli stessi sui siti istituzionali e sul portale reclutamento inPA di cui parliamo in questo articolo, già reso obbligatorio dal testo originario. Inoltre, si introducono misure di semplificazione dei concorsi pubblici con piccole modifiche agli articoli 2 e 3 del testo definitivo riesaminato dal Parlamento. E ancora, dal 1° novembre, i componenti delle commissioni esaminatrici dei concorsi pubblici svolti secondo le modalità previste per il reclutamento dei dirigenti e delle figure professionali comuni a tutte le amministrazioni pubbliche dai concorsi pubblici unici, saranno individuati, attraverso il predetto Portale del reclutamento, nel rispetto dei principi della parità di genere. Per tutti i dettagli sulle novità per concorsi pubblici e assunzioni nella PA si rimanda all’articolo di approfondimento.

3) RICONOSCIMENTO TITOLI FORMAZIONE SUPERIORE

Il comma 1-bis dell’articolo 3, introdotto al Senato in sede di conversione, prevede che, in relazione all’attuazione del PNRR, il Ministero dell’università e della ricerca si avvalga del Centro di Informazione sulla Mobilità e le Equivalenze Accademiche (CIMEA) per le attività connesse al riconoscimento dei titoli di studio di formazione superiore. In particolare, la disposizione in commento prevede che il MUR stipuli una convenzione triennale rinnovabile con il CIMEA, in forza
della quale il Ministero possa avvalersi del Centro per le attività connesse al riconoscimento dei titoli di studio di formazione superiore di competenza del medesimo Ministero.

4) MODIFICHE PER LA MOBILITÀ PUBBLICA

Il comma 3-quater dell’articolo 3, inserito dal Senato, riduce alcuni termini temporali relativi alle procedure della cosiddetta mobilità collettiva nell’ambito delle Pubbliche Amministrazioni  e alla possibilità di ricorso (soltanto in via suppletiva) alla procedura concorsuale di reclutamento. Il termine passa da 15 a 8 giorni per le assegnazioni dei posti vacanti e da 45 a 20 giorni quello per bandire un concorso in caso di mancanza di personale da assegnare.

5) STABILIZZAZIONI NELLE PA

Il comma 4-bis dell’articolo 3 – introdotto al Senato – proroga dal 31 dicembre 2022 al 31 dicembre 2024 il termine entro cui possono essere bandite procedure concorsuali riservate per soggetti che abbiano rapporti di lavoro dipendente a termine o rapporti di lavoro flessibile con pubbliche amministrazioni. La medesima proroga riguarda anche il termine temporale entro cui si deve conseguire il requisito relativo all’anzianità di servizio, ai fini dell’applicazione di tale disciplina transitoria.

6) CONTRATTI FONDAZIONI LIRICO SINFONICHE

Arriva nel Decreto PNRR 2 convertito in Legge anche la proroga dei contratti a termine delle fondazioni lirico sinfoniche. Il comma 8-bis dell’articolo 6 prevede la possibilità di proroga fino al 30  giugno 2023 dei contratti di lavoro a tempo determinato stipulati dalle fondazioni lirico-sinfoniche nell’anno 2019, in base ad una normativa transitoria, con personale artistico e tecnico. La proroga viene ammessa – al fine di salvaguardare i cicli lavorativi – nelle more dell’approvazione delle nuove dotazioni organiche e dello svolgimento delle procedure concorsuali.

7) NASCE IL PROFILO “RICERCATORE ISTITUZIONI AFAM”

Il comma 4-ter – inserito nel corso dell’esame in prima lettura – istituisce, nell’ambito dell’area di contrattazione per il personale docente delle Istituzioni dell’Alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM), il profilo professionale del ricercatore, a tempo determinato e indeterminato. Il comma 4-quater reca disposizioni relative al reclutamento, a tempo determinato e a tempo indeterminato, nelle istituzioni AFAM, nell’ambito dei processi di statizzazione.

8) ADDIO AGLI ASSEGNI DI RICERCA

Il Decreto PNRR 2 convertito in legge prevede la sostituzione degli assegni di ricerca, di cui all’articolo 22 della Legge n. 240 del 2010, con contratti di lavoro a tempo determinato finalizzati all’esclusivo svolgimento di specifici progetti di ricerca, ovvero i cosiddetti “contratti di ricerca”. L’importo di tali contratti è determinato in sede di contrattazione collettiva, in ogni caso in misura non inferiore al trattamento iniziale spettante al ricercatore confermato a tempo definito (articolo 14, comma 6-septies).

9) NUOVE REGOLE PER I RICERCATORI UNIVERSITARI

Il testo sostituisce le attuali figure di ricercatore a tempo determinato di tipo A e di tipo B con un’unica figura ricercatore universitario a tempo determinato, titolare di un contratto di durata complessiva di 6 anni, non rinnovabile. Al ricercatore a tempo determinato si applica, su propria istanza, la procedura di valutazione interna, da parte dell’università in cui presta servizio, ai fini
dell’inquadramento nel ruolo di professore di II fascia. Inoltre, la norma annulla anche la possibilità di conferire borse di studio universitarie per lo svolgimento di attività di ricerca dopo il dottorato.

10) ASSUNZIONI POLIZIA E VIGILI DEL FUOCO

Previsto un incremento delle dotazioni organiche delle Forze di polizia e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, insieme autorizzando assunzioni straordinarie aggiuntive rispetto alle correnti facoltà assunzionali. L’articolo 16-quater del Decreto PNRR 2 convertito in Legge, introdotto dal Senato, autorizza l’assunzione fino a 500 allievi agenti della Polizia di Stato per l’anno 2022, attingendo all’elenco degli idonei, risultati tali alla prova di esame scritta del concorso bandito nel 2020. Previste inoltre alcune modifiche al codice dell’ordinamento militare, anche per carabinieri, guardia di Finanza e polizia penitenziaria. Programmate nuove assunzioni di Vigili del Fuoco al fine di incrementare i servizi di soccorso pubblico, di prevenzione incendi e di lotta attiva agli incendi boschivi.

11) ASSUNZIONI MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

L’articolo 17-ter, introdotto dal Senato, autorizza il Ministero della giustizia a procedere ad una serie di assunzioni di personale amministrativo. Prevista l’assunzione con contratto a tempo indeterminato di personale amministrativo, non dirigenziale, in numero non superiore alle 1.200 unità complessive da impiegare nell’Area II-F1.

12) CONCORSI ADE E RAGIONERIA DELLO STATO

Il Decreto PNRR 2 convertito in Legge autorizza la Ragioneria generale dello Stato ad assumere, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, anche mediante scorrimento di vigenti graduatorie di concorsi pubblici o con specifiche procedure, 4 unità di personale da inquadrare nell’Area terza – posizione economica F1, con le medesime competenze. Previste anche assunzioni a tempo indeterminato di 50 unità di personale (Area III, posizione economica F1) per il rafforzamento delle articolazioni territoriali della Ragioneria generale dello Stato. Stesso discorso per l’Agenzia delle entrate che è autorizzata, nei limiti dei posti disponibili della propria vigente dotazione organica, ad assumere, con contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, un contingente di personale corrispondente alle facoltà assunzionali disponibili, entro la data del 31 dicembre 2022.

13) RIFORMA RECLUTAMENTO DOCENTI

Il testo del Decreto PNRR convertito in Legge ha al suo interno anche la riforma del reclutamento docenti, su cui vi consigliamo di leggere il nostro approfondimento. In sede di conversione sono state fatte diverse modifiche rispetto alla riforma prevista dal Consiglio dei Ministri. In primis, si prevede la revisione e l’aggiornamento della tipologia delle classi di concorso per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e secondo grado. L’obiettivo è una loro razionalizzazione e accorpamento. Previste anche modifiche alle procedure di reclutamento dei docenti delle scuole secondarie e quelle per la formazione costante.

14) NOVITÀ PLATEA LOTTERIA DEGLI SCONTRINI

Novità anche per la lotteria degli scontrini a cui adesso possono partecipare all’estrazione le persone fisiche maggiorenni che effettuano il pagamento elettronico per sé e anche per un componente del nucleo familiare o in forza di una rappresentanza. Con provvedimenti del direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei monopoli, d’intesa con l’Agenzia delle Entrate, saranno definite le modalità tecniche di tutte le lotterie degli scontrini, sia istantanee sia differite.

15) PIÙ FONDI AI CAF

Il comma 1-bis dell’articolo 49 prevede, per il 2022, un incremento, nella misura di 13 milioni di euro, del finanziamento statale per le convenzioni tra l’INPS e i centri di assistenza fiscale (CAF).

16) STRUTTURE SPORTIVE GREEN AL SUD

L’articolo 24-bis, introdotto dal Senato nel Decreto PNRR 2 convertito in Legge, riconosce per il 2023 un contributo fino a 1 milione di euro per progetti d’investimento finalizzati all’installazione di impianti di produzione energetica da fonti rinnovabili e dei relativi sistemi di accumulo. L’aiuto va a beneficio di una serie di soggetti pubblici e privati che gestiscono o sono proprietari di piscine o infrastrutture sportive nelle Regioni Abruzzo Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

17) NOVITÁ IDENTITÀ DIGITALE

La Legge modifica anche le norme sull’identità digitale e l’identificazione elettronica, introducendo l’obbligo di verifica, da parte dei gestori dell’identità digitale accreditati, dei dati identificativi dei richiedenti, prima del rilascio dell’identità digitale a una persona fisica. Tali verifiche dovranno riguardare l’indirizzo di residenza o il domicilio, anche digitale. Inoltre, devono essere fatte mediante consultazione gratuita dei dati disponibili presso l’Anagrafe nazionale della popolazione residente, anche tramite la Piattaforma Nazionale Digitale Dati. I controlli potranno essere svolti anche successivamente al rilascio dell’identità digitale, con cadenza almeno annuale, anche ai fini della verifica dell’esistenza in vita. Sarà il Direttore dell’AgID a chiarire le modalità con un apposito provvedimento.

IL TESTO DEL DECRETO PNRR 2 CONVERTITO IN LEGGE

Mettiamo a disposizione il testo coordinato del Decreto Legge PNRR 2 convertito in Legge (Pdf 926 Kb) pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 150 del 29 giugno 2022.

AGGIORNAMENTI

Per scoprire altre interessanti novità, legislative e non, legate al Covid e al mondo del lavoro vi invitiamo a visitare questa pagina. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti