Come trovare lavoro su Linkedin dalla A alla Z

linkedin
Photo credit: IB Photography / Shutterstock.com

Come trovare lavoro su Linkedin è un mistero per la maggior parte degli utenti di questo social network, che provano a destreggiarsi tra profili, commenti e maldestri tentativi di contattare direttamente i recruiter.

Riuscire in questa impresa è senza dubbio possibile, ma solo seguendo una strategia ben definita, che tenga conto di tutto ciò che serve per farsi notare e apprezzare.

Ecco quindi tutti i segreti dalla A alla Z per aiutarti a trovare lavoro su Linkedin.

COS’È LINKEDIN E COME USARLO PER TROVARE LAVORO

Linkedin è il social network dedicato al mondo del lavoro e in Italia ha superato i 16 milioni di utenti registrati.

Su questa piattaforma sono quindi presenti principalmente:

  • candidati che cercano un nuovo lavoro;
  • recruiter / selezionatori che cercano personale;
  • professionisti e lavoratori autonomi che cercano nuovi clienti;
  • responsabili aziendali di risorse umane e datori di lavoro;
  • lavoratori che non stanno attivamente cercando un lavoro ma potrebbero essere contattati per una nuova opportunità lavorativa.

Saper quindi usare questo strumento può rivelarsi un’arma fondamentale per trovare lavoro, qualunque sia il tuo settore di appartenenza.

COME INIZIARE

Il primo step per usare Linkedin è iscriversi alla piattaforma da questa pagina seguendo il percorso guidato e caricare il proprio cv. Se hai dubbi su come caricare il curriculum su Linkedin, in questa pagina puoi leggere la guida ufficiale.

Arrivati a questo punto, come si fa per trovare lavoro? Ecco tutti i metodi e le strategie vincenti.

DESCRIVITI AL MEGLIO, CREANDO UN BRAND AUTOREVOLE E UN OTTIMO CURRICULUM

Partiamo con i primi consigli su come trovare lavoro su Linkedin:

A) COME AUTOREVOLEZZA

Qualunque sia la tua professione, la tua presenza su Linkedin ha un senso nel momento in cui ti faccia apparire all’esterno come una persona competente, e quindi autorevole, all’interno del proprio settore.

Se ad esempio sei un cuoco, potrebbe essere utile pubblicare contenuti su materie prime particolari o su varie tipologie di cotture. Puoi pubblicare testo ma anche foto e video. Se non sai come si pubblicano contenuti, in questa pagina trovi la guida su come procedere.


B) COME BACKGROUND

Moltissime persone non cambiano la copertina accanto alla foto, lasciando così in vista il background di default. Inserire un’immagine strettamente evocativa della tua professione può invece fare la differenza e farsi notare, tra migliaia di profili anonimi, dalla persona giusta.

Se ad esempio sei un sommelier, potrebbe essere una buona mossa pubblicare l’immagine di una vigna o di un’enoteca. Se non sai come caricare o modificare la foto di sfondo, trovi le istruzioni in questa pagina.


C) COME CURRICULUM VITAE

Non basta caricare il curriculum. Linkedin offre molteplici possibilità per far girare il proprio CV:

  • puoi metterlo tra gli elementi in primo piano del tuo profilo;
  • puoi applicare le regole per scrivere un curriculum efficace trasportando le tue mansioni all’interno delle esperienze lavorative previste da Linkedin;
  • puoi caricarlo direttamente dalla piattaforma per candidarti alle offerte di lavoro.

Se non sai come caricare il cv su Linkedin e usare le diverse funzioni, leggi la guida presente in questa pagina.


D) COME DESCRIZIONE

Lo spazio che ti viene messo a disposizione per parlare di te e fare un breve riassunto di chi sei e di cosa ti occupi, è una tela bianca che devi saper valorizzare al meglio. Si tratta della tua occasione per dire al mondo del lavoro perché puoi fare la differenza rispetto ad altri candidati.

Puoi anche dare un senso a delle situazioni che sul curriculum non hanno modo di essere spiegate, ad esempio perché hai improvvisamente deciso di cambiare professione. La descrizione si scrive nel campo “informazioni”. In questa pagina trovi la guida che spiega come personalizzare la sezione introduttiva del profilo.


E) COME ESCOGITARE UN PIANO

Scrivere e pubblicare a caso non aiuterà a farti notare. Decidi a priori qual è il tuo posizionamento professionale e parla solo di quello. Se hai fatto lavori molto diversi, scegli su quale puntare e pubblica con cadenza precisa dei contenuti inerenti quel determinato mestiere.

L’ideale sarebbe creare due post a settimana su argomenti studiati a tavolino. Quindi inizia a ragionare per individuare delle tematiche interessanti di cui potresti parlare. Attenzione, fai in modo che la visibilità dei post sia pubblica, ossia accessibile a chiunque, altrimenti non li vedrà nessuno! In questa pagina trovi la spiegazione su come gestire la visibilità dei post.


F) COME FOTO PROFILO PERFETTA

Per avere una foto profilo su Linkedin perfetta valgono essenzialmente le stesse regole che si applicano alla foto sul curriculum. Attenzione ai requisiti:

  • la dimensione deve essere 400*400 px;
  • la grandezza massima è di 2 MB;
  • il formato può essere PNG, JPG o GIF.

Un trucco che crea un effetto visivo gradevole consiste nel richiamare gli stessi colori della copertina. Per maggiori informazioni ti consigliamo di leggere la guida su come creare una foto perfetta per il profilo Linkedin.


G) COME GRUPPI IN CUI INTERAGIRE

Su Linkedin, al pari di Facebook, è molto utile iscriversi nei gruppi del proprio settore professionale, per entrare in contatto con potenziali recruiter o magari futuri colleghi. Per trovare i gruppi, basta usare la funzione di ricerca presente in alto a sinistra, scrivere l’argomento di proprio interesse e selezionare l’icona “gruppi” in questo modo verranno elencati tutti i gruppi attivi dedicati all’argomento scelto.

Stai sempre attento a commentare con intelligenza e valore, dimostrando la tua reale competenza.


H) COME HEADLINE CHE ARRIVI DRITTA AL PUNTO

Si tratta della scritta che appare sotto il tuo nome e puoi sfruttare al massimo 220 caratteri. Molte persone la trascurano, ma in realtà è il tuo biglietto da visita: con pochissime parole devi arrivare dritto al punto di chi sei e cosa sai fare.

Se vuoi capire come trovare lavoro su Linkedin, devi essere anzitutto in grado di farti trovare da chi potrebbe offrirtelo. Se quindi ad esempio sei un operaio che può farsi strada tra i sempre più richiesti lavori green del futuro, non limitarti a scrivere “operaio” ma scrivi “operaio specializzato nella costruzione di pannelli fotovoltaici e innamorato del nostro pianeta”. La headline viene chiamata “sommario” o “titolo” e si trova nella schermata di impostazione del profilo, se non sai come procedere, leggi questa guida.


I) COME INTERAZIONE CON GLI ALTRI

Ricordati che Linkedin è un social e, come tale, richiede socialità anche da parte tua. Non pensare quindi che, sistemati profilo, foto e copertina, il lavoro pioverà dal cielo.

Devi al contrario interagire con le persone presenti sulla piattaforma e crearti occasioni di scambio e confronto. Impara a creare la tua rete e ad entrare in contatto diretto con professionisti per te interessanti. Se non sai come procedere, in questa pagina trovi suggerimenti utili per gli inesperti.


L) COME LINKEDIN PREMIUM PER VELOCIZZARE LE ASSUNZIONI

Puoi utilizzare Linkedin in maniera totalmente gratuita oppure puoi decidere di sottoscrivere uno dei quattro abbonamenti mensili, per accelerare le tempistiche e le possibilità di raggiungere il tuo obiettivo.

Se il tuo obiettivo è individuare un modo per trovare lavoro, il più adatto è Linkedin Premium Career, che può aiutarti nell’entrare direttamente in contatto con i recruiter e facilitare le assunzioni. Se vuoi scoprire le funzioni dei piani di abbonamento Premium, puoi provare Premium gratuitamente per un mese. In questa pagina trovi tutte le informazioni utili.


M) COME MOTORE DI RICERCA CHE TI TROVA SE INSERISCI LE GIUSTE PAROLE CHIAVE

Linkedin ha un motore di ricerca interno, un po’ come Google. Questo vuol dire che la scelta delle parole che userai su ogni sezione del tuo profilo è fondamentale.

Se ad esempio sei un fisioterapista specializzato in cervicale in provincia di Monza e applichi una tecnica specifica, inserisci tutte queste parole nel tuo profilo, in modo da farti trovare da chi sta cercando un professionista molto simile a te.


N) COME FARE NETWORKING CON 10 CONTATTI AL GIORNO

Entrare in contatto con altre persone facendo del sano networking è ciò che devi fare ogni singolo giorno e ciò che ti darà le maggiori possibilità di trovare lavoro con Linkedin.

Poniti come obiettivo quello di aggiungere dieci contatti al giorno alla tua rete e nel giro di tre mesi avrai un network di mille persone! In questa pagina trovi altri suggerimenti su come costruire la tua rete professionale su Linkedin.

TROVA LAVORO SU LINKEDIN CANDIDANDOTI ALLE OFFERTE E SFOGGIANDO UN PORTFOLIO

O) COME OFFERTE DI LAVORO

Linkedin ha un proprio portale dove vengono quotidianamente pubblicate offerte di lavoro, che puoi filtrare sulla base delle tue esigenze (ad esempio per città o per mansione).

Puoi inoltre attivare degli avvisi via e-mail per essere aggiornato in tempo reale, e puoi semplificare il processo di candidatura inviando direttamente il tuo CV. Vuoi saperne di più? In questa pagina viene spiegato come gestire gli avvisi di offerte di lavoro su LinkedIn. In questa pagina invece ci sono le Best Practice per trovare offerte di lavoro su LinkedIn in modo semplice.


P) COME PORTFOLIO

Linkedin ti offre la possibilità di caricare file multimediali e PDF. Un portfolio è la dimostrazione dei tuoi lavori e possiamo adattare con un po’ di fantasia questo concetto alle più svariate professioni.

Se ad esempio:

  • sei un cuoco, puoi creare una raccolta fotografica dei tuoi piatti;
  • sei un operaio specializzato in edilizia, puoi mostrare gli edifici prima e dopo il tuo intervento;
  • se sei una commessa puoi pubblicare i tuoi dati di vendita.

Se non sai come procedere in questa pagina trovi la spiegazione su come condividere foto e video.


Q) COME QUALITÀ

Ogni volta che crei un post, mandi un messaggio privatamente, condividi un articolo o commenti quanto scritto da altri, chiediti sempre se lo stai facendo solo per sparare nel mucchio o se stai dando vita a un contenuto di qualità. Solo nel secondo caso, alla lunga, avrai successo.

LAVORA CON TENACIA SULLE REFERENZE E SUL SOCIAL SELLING INDEX

R) COME REFERENZE

Su Linkedin è molto facile chiedere referenze ad altre persone e hai anche la possibilità di revisionarle prima dell’effettiva pubblicazione. Queste vengono definite “segnalazioni”. In sostanza puoi chiedere delle vere e proprie recensioni su te e su come lavori. Questo può dare forza alla cosiddetta riprova sociale: un recruiter può così farsi un’opinione positiva su di te ancor prima di conoscerti e può essere incentivato a contattarti.

Per ricevere segnalazioni è spesso utile darle: se dai una segnalazione positiva ad esempio ad un tuo collega o un amico, quest’ultimo si sentirà in dovere di ricambiare. In questa pagina trovi tutte le informazioni sulle segnalazioni, ossia le referenze su Linkedin. Inoltre c’è anche la possibilità di richiedere le referenze relative alle competenze, per saperne di più leggi questa pagina.


S) COME SOCIAL SELLING INDEX (SSI)

Si tratta di una sorta di indice di gradimento articolato in quattro voci diverse, che misura il livello, l’attività e la qualità della tua presenza su Linkedin.

Il punteggio massimo è 100 e la piattaforma ti indica esattamente le aree di miglioramento su cui puoi intervenire. Più riesci ad alzare il punteggio, più saranno maggiori le tue possibilità di trovare lavoro su Linkedin. Puoi vedere il tuo “Social Selling Index” da questa pagina, dopo esserti loggato.


T) COME TENACIA

Per ottenere dei risultati concreti, datti almeno tre mesi di tempo per svolgere un’attività continuativa, che tenga conto di tutti gli aspetti visti in questa guida. Non mollare se non ottieni subito risultati, bisogna avere pazienza per raccogliere i frutti del proprio lavoro!

FIRMA LA TUA VETRINA COME ZORRO

U) COME UNICITA’

Unicità intesa sia come unicità del posizionamento professionale (non puoi essere un avvocato di giorno e un cameriere di sera, almeno non su Linkedin!) sia come unicità all’interno del tuo settore. Qualunque sia la tua professione, devi sempre dare la sensazione di svolgerla in modo unico. Punta quindi non solo sulla tua preparazione tecnica ma anche sulle tue soft skills, che ti fanno distinguere da altri potenziali candidati.


V) COME VETRINA

Linkedin è la tua vetrina e quindi devi “esporre” solo ciò che possa aiutarti a “vendere” la tua professionalità. Ricorda che tutto ciò che scrivi su Linkedin può essere visto dagli altri nella sezione “attività”. Se ad esempio hai ricevuto un brutto trattamento durante un colloquio, non sparare a zero sul tuo selezionatore, neanche commentando post di altri. Un nuovo recruiter, infatti, si guarderebbe bene dal contattarti, fosse solo per inconscia difesa della categoria.


W) COME WORK, O MEGLIO “OPEN TO WORK”

Linkedin mette a disposizione una funzione utilissima per far sapere agli addetti alla selezione del personale o alla tua rete su LinkedIn che sei in cerca di lavoro e interessato a nuove opportunità, chiamata “open to work”. Se abiliti questa funzione, attorno alla tua foto profilo compare un cerchio verde con la scritta #OPENTOWORK che si fa notare! Per una questione di privacy puoi anche scegliere chi può vedere che sei disponibile: se tutti gli utenti di Linkedin oppure solo i selezionatori e addetti HR. Per informazioni su come attivarla e gestirla, visita questa pagina.


Z) COME ZORRO

Tutti ricordiamo questo personaggio per la sua inconfondibile firma e tu devi fare altrettanto. Scegli degli elementi che userai con costanza, come un colore da riproporre in svariate modalità. Se ad esempio sei un Sommelier, potresti scegliere il bordeaux – che richiama il vino – e inserire degli elementi nella tua copertina, nelle foto che pubblichi o magari nella giacca che indossi nella foto profilo. L’obiettivo è che, quando qualcuno vede un tuo contenuto, lo associ immediatamente a te, ancor prima di aver letto il tuo nome.


Come trovare lavoro su Linkedin adesso non ha più segreti per te: segui ogni singolo passaggio che ti abbiamo spiegato e raggiungerai sicuramente l’obiettivo di ottenere dei colloqui di lavoro.

ALTRE RISORSE UTILI, LA GUIDA LINKEDIN

Linkedin mette a disposizione una Checklist, ossia una lista di controllo, per verificare di aver fatto tutto quello che serve per essere notati e trovare lavoro. Si tratta di una guida ufficiale di Linkedin, scritta in inglese, che spiega come attirare i datori di lavoro, far crescere le vostre competenze professionali e come entrare in contatto con nuove opportunità di lavoro grazie a un ottimo profilo LinkedIn. E’ disponibile in questa pagina.


Per imparare a trovare lavoro non basta Linkedin, ti suggeriamo altre guide e approfondimenti utili:

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti