Bonus 200 euro professionisti con cassa e Gestione Separata: in arrivo il decreto

bonus, denaro, euro

Ancora poco e saranno rese note le modalità di fruizione del bonus 200 euro per i professionisti che saranno definite da uno specifico Decreto Ministeriale in corso di pubblicazione.

Le indicazioni operative riguarderanno circa 400.000 lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata INPS e alle casse ordinistiche, con reddito inferiore a 35.000 euro.

In questo articolo vi spieghiamo come funziona il bonus 200 euro professionisti, a chi spetta e quali sono le regole per la sua fruizione in base alle prime anticipazioni.

BONUS 200 EURO A PROFESSIONISTI

Il bonus 200 euro, il contributo una tantum contro l’inflazione e il caro prezzi previsto dal Decreto Aiuti convertito in Legge, è concesso anche agli autonomi e professionisti con o senza partita IVA. L’art 33 del Decreto dedicato a questa categoria di lavoratori, tuttavia, si è limitato ad istituire un fondo ad hoc con una dotazione finanziaria di 500 milioni di euro per l’anno 2022, senza però specificare i requisiti e le modalità di riconoscimento (per maggiori dettagli sul bonus 200 euro per autonomi si rimanda a questo approfondimento).

Infatti, a disciplinare l’indennità riservata ai lavoratori autonomi, compresi i professionisti iscritti alle forme private previdenziali obbligatorie e alle gestioni dell’INPS, sarà uno specifico Decreto del Ministero del Lavoro in corso di pubblicazione, su cui però sono già note alcune anticipazioni. Nell’attesa del testo ufficiale scopriamo insieme, grazie alle notizie trapelate dai rispettivi ordini professionali, le prime indiscrezioni riguardanti i professionisti con Cassa o iscritti alla gestione Separata INPS.

A CHI SI RIVOLGE

Il bonus 200 euro per i professionisti si rivolge a chi risulta in attività alla data dell’entrata in vigore del Decreto Aiuti (il testo non ancora convertito) ovvero il 18 maggio 2022. Le categorie interessate sono:

Tali categorie, per ottenere l’indennità non devono aver fruito del bonus per altri requisiti e devono aver percepito, nel periodo d’imposta 2021, un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro. Sarà da verificare se nel calcolo del reddito, si farà riferimento al reddito complessivo o solo quello professionale, come nel caso ad esempio dei collaboratori. In ogni caso, da una prima analisi dei numeri per i soli professionisti iscritti all’ordine degli avvocati, dei commercialisti e dei consulenti del lavoro, risulterebbe che sono in possesso di tali requisiti per ottenere il bonus circa:

  • 145.000 iscritti alla Cassa Forense;

  • 30.000 commercialisti;

  • 14.000 consulenti del lavoro.

A questa platea si aggiungeranno anche tutti i professionisti iscritti ad altri ordini (psicologi, ingegneri, architetti etc.) ed anche i lavoratori autonomi che non appartengono ad un ordine professionale e sono iscritti alla Gestione Separata INPS.

LE RISORSE

L’articolo 33 del Decreto Aiuti convertito in Legge stanzia 500 milioni di euro complessivi per i professionisti, che in base alle anticipazioni sul Decreto ministeriale di prossima emnazaione sarebbero cosi suddivisi:

  • 420 milioni per gli iscritti alla gestione separata INPS;

  • 80 milioni per gli iscritti alle casse private.

Non è escluso che il bonus anti inflazione potrebbe avere un importo differente rispetto al limite di 200 euro previsto per altre categorie. Tuttavia, se la cifra del bonus sarà confermata nel limite dei 200 euro, allora con tali risorse potranno essere pagati oltre 400.000 indennità.

COME FUNZIONA IL BONUS 200 EURO PROFESSIONISTI

Il bonus 200 euro professionisti dovrebbe avere un funzionamento simile a quello riferito ad altre categorie. Difatti, secondo le prime indiscrezioni, è bene chiarire che le indennità possono essere corrisposte una sola volta a ciascun soggetto avente diritto e, pertanto, non è riconosciuta ai lavoratori che hanno già beneficiato, ad altro titolo, del bonus 200 euro. Per tutti gli altri dettagli su come funziona il bonus 200 euro professionisti, bisognerà attendere il Decreto attuativo, su cui vi aggiorneremo.

BONUS 200 EURO PROFESSIONISTI PENSIONATI

Tra le altre anticipazioni sul bonus 200 euro per professionisti sembrano esserci regole specifiche per coloro i quali percepiscono trattamenti pensionistici, ovvero:

  • i pensionati che ricevono l’assegno interamente dalla propria Cassa non avranno bisogno di fare domanda perché le casse stanno già predisponendo gli accrediti d’ufficio;

  • chi ha pensioni in cumulo o totalizzazione con gestioni INPS, riceverà il bonus 200 euro direttamente dall’Istituto.

COME RICHIEDERE IL BONUS 200 EURO PROFESSIONISTI

Non è ancora stata resa nota quale sarà la procedura per richiedere il bonus 200 euro per i professionisti. Certo è che nella gestione delle procedure di erogazione saranno coinvolte anche le Casse private e gli Ordini, oltre all’INPS. Appena il Decreto attuativo in corso di pubblicazione renderà nota la procedura per presentare domanda, vi aggiorneremo.

QUANDO ARRIVA IL BONUS 200 EURO PROFESSIONISTI

Il bonus 200 euro professionisti doveva essere erogato in breve tempo secondo le disposizioni di un Decreto ad hoc del Ministero del Lavoro e dell’Economia ma, il provvedimento è in ritardo già di un mese sulla tabella di marcia. Infatti, doveva essere pubblicato entro il 17 giugno (30 giorni dalla pubblicazione del Decreto Aiuti nella versione approvata dal Governo). Dovrebbe comunque mancare davvero poco alla sua emanazione.

GUIDA SUL BONUS 200 EURO

Per tutte le ulteriori informazioni su come fare domanda, requisiti e dettagli sulle indennità 200 euro già attive, vi invitiamo a consultare la guida sul bonus 200 euro.

Vi consigliamo di leggere anche i seguenti articoli:

ALTRI APPROFONDIMENTI E AGGIORNAMENTI

Per scoprire altre novità previste dal Decreto Aiuti 2022 convertito in Legge, vi consigliamo di leggere la nostra guida. Vi consigliamo anche l’articolo sulle istruzioni INPS per datori di lavoro e dipendenti per la fruizione del bonus e quello e il focus su quando arriva il pagamento. Se volete restare aggiornati su altre interessanti novità legislative vi invitiamo a visitare questa pagina. Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti