Bonus social Valle d’Aosta 2022: a chi spetta e come richiederlo

La guida al nuovo bonus social in Valle d’Aosta: ecco cosa prevede, a chi si rivolge e come fare per presentare domanda

bonus bollette, luce, gas

Al via il bonus social della Valle d’Aosta, il contributo una tantum per sostenere le famiglie all’aumento dei costi di luce e gas.

La misura è destinata ai nuclei familiari residenti nel territorio regionale in possesso di ISEE fino a 20.000 euro valido nel 2022. 

In questa guida vi spieghiamo in cosa consiste il bonus social Valle d’Aosta, a chi spetta, come richiederlo e vi forniamo tutte le informazioni utili su come funziona.

COS’È IL BONUS SOCIAL VALLE D’AOSTA 2022

Il bonus social Valle d’Aosta è un contributo una tantum per sostenere le famiglie a fronte dei rincari delle bollette dell’inverno 2022 2023. La misura è a favore dei nuclei familiari residenti in Valle d’Aosta, in possesso di un ISEE, in corso di validità al momento della presentazione della domanda, non superiore a 20.000 euro.

La misura, che ha come scopo il contenimento dell’incremento dei costi energetici, si affianca a misure nazionali (ad esempio il bonus 200 euro, bonus 150 euro o il bonus sociale elettrico gas e acqua). Per questo bonus, regolato dalla Legge regionale 21 del 2022, la Regione ha stanziato in tutto 8 milioni di euro in due tranche pari 4 milioni di euro ciascuna. Ma vediamo tutti i dettagli.

A CHI SPETTA

I contributi sono riservati alle famiglie che rispecchiano i seguenti requisiti:

  • sono residenti in un Comune della Valle d’Aosta;

  • sono in possesso di un ISEE in corso di validità alla data di presentazione della domanda pari o inferiore a 20.000 euro.

Per “nucleo familiare ai fini ISEE” si considerano le persone appartenenti ad una famiglia come definito dall’articolo 3, comma 1, DPCM 159 del 2013. Tale riforma ISEE fissa la regola generale secondo la quale il nucleo familiare del richiedente è costituito dai soggetti componenti la famiglia anagrafica alla data di presentazione della DSU. I soggetti appartenenti al nucleo familiare del richiedente sono riportati nell’ISEE.

A QUANTO AMMONTA IL BONUS SOCIAL VDA

L’importo esatto del bonus social Valle d’Aosta verrà comunicato dopo la scadenza del termine per la presentazione delle domande (15 dicembre 2022).  Il suo ammontare varia in base ai seguenti fattori:

  • fascia ISEE, al numero dei componenti della famiglia. In sostanza, sono previste tre fasce: fino a 5.999,99 euro, tra 6.000 e 11.999,99 euro e tra 12.000 e 20.000 euro;

  • presenza o meno nel nucleo di soggetti con gravedisabilità;

  • collocazione del Comune di residenza nella fascia climatica F come si evince da questo elenco.

Ad incidere sulla ripartizione saranno anche il numero delle domande che verranno presentate. La comunicazione sull’entità dell’importo avverrà mediante posta elettronica all’indirizzo mail obbligatoriamente segnalato all’atto della compilazione della domanda.

COME FUNZIONA IL BONUS SOCIAL VALLE D’AOSTA

La Regione Valle d’Aosta eroga il bonus social 2022 direttamente al codice IBAN comunicato dalle famiglie al momento della domanda. Una volta presentata la domanda, il contributo verrà concesso per ordine cronologico di ricevimento delle richieste. Tra l’altro, la regione ha fatto sapere che l’aiuto sarà erogato a tutti i richiedenti aventi diritto, ma come anticipato l’importo spettante ai richiedenti sarà determinato al termine della scadenza in base alle risorse disponibili (8 milioni di euro) e alle domande presentate. Infine si precisa che il bonus social Valle d’Aosta è cumulabile con le misure statali previste per le stesse finalità.

COME PRESENTARE DOMANDA

La domanda per il bonus social Valle d’Aosta si può compilare unicamente per via telematica da questa pagina. Può presentarla, dalle ore 14.00 del 18 ottobre 2022 e sino alle 23.59 del 15 novembre 2022, un componente maggiorenne del nucleo familiare residente in Valle d’Aosta o un suo delegato con questo modello, allegando il documento d’identità. La delega, in formato digitale PDF, dovrà essere allegata alla domanda. Le credenziali ammesse per accedere alla piattaforma sono:

  • le identità digitali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale);
  • CIE (Carta di Identità Elettronica);
  • CNS (Carta Nazionale dei Servizi).

1) DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA

A seguito dell’autenticazione, è necessario inserire questi dati nella domanda:

  • eventuale copia dell’atto di delega sottoscritto dal beneficiario e datato prima dell’inoltro della domanda. Vanno allegati anche il fronte e il retro documento d’identità o di riconoscimento, in corso di validità;
  • codice fiscale, cognome, nome, stato di nascita (se Italia: provincia e comune), data di nascita, nazionalità, IBAN del beneficiario;
  • Stato, Provincia, Comune, Indirizzo, N° civico, Email, Telefono, Pec (facoltativa) del beneficiario.

Dopo aver caricato i documenti e aver cliccato sul pulsante “inoltra domanda”, il richiedente riceverà una email all’indirizzo di posta elettronica obbligatoriamente segnalato nell’istanza. Nella mail vi sarà l’indicazione del numero di protocollo della sua domanda.

2) ASSISTENZA ALLA DOMANDA

La Regione Valle d’Aosta ha anche attivato uno sportello mail per la misura a cui è possibile scrivere per avere informazioni, ovvero [email protected].

RIFERIMENTI NORMATIVI

Legge regionale 23 settembre 2022, n. 21 (Pdf 104 Kb).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Per conoscere gli aiuti del Governo per sostenere le famiglie nella crisi economica, vi invitiamo a leggere la nostra guida sul bonus 200 euro e il nostro approfondimento sul bonus 150 euro. Vi consigliamo anche il nostro approfondimento sul bonus bollette di 600 euro in busta paga e i buoni 200 euro carburante. Per conoscere altri aiuti, bonus e agevolazioni disponibili per famiglie e lavoratori potete visitare la nostra sezione dedicata agli aiuti alle persone. Vi invitiamo anche ad iscrivervi alla nostra newsletter gratuita per ricevere tutti gli aggiornamenti e al canale Telegram, per leggere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti