Carta Cultura e del Merito al posto di 18app: come funziona

Novità in arrivo per il bonus cultura, 18app si sdoppia e diventa Carta Cultura per i ISEE inferiori a 35.000 euro e Carta del Merito per gli studenti eccellenti

cultura, merito, ragazzi, studenti

Il bonus cultura per i neo diciottenni 18app cambia totalmente veste si divide in due: al suo posto nascono la Carta Cultura e la Carta del Merito. La novità è stata inserita nella Legge di Bilancio 2023.

Si tratta di due nuovi buoni cumulabili da 500 euro ciascuno, il primo legato al reddito per chi ha un ISEE fino a 35.000 euro, il secondo legato al merito, per chi si è diplomato con il massimo dei voti. Attenzione, le novità si applicheranno ai nati nel 2005 che compiono 18 anni nel corso del 2023. Nulla cambia per i nati nel 2004 che continueranno a percepire il bonus cultura nella sua precedente versione, presentata in questa guida.

In questo articolo vi spieghiamo cosa sono la Carta Cultura e la Carta del Merito che prenderanno il posto della procedura 18app relativa al vecchio Bonus Cultura, quali sono i diversi requisiti e tutte le informazioni utili per capire in cosa consisterà questa doppia misura.

COSA SONO CARTA CULTURA E CARTA DEL MERITO 2023

I giovani che compiono 18 anni dal 1° gennaio 2023 non avranno più a disposizione il Bonus Cultura nella sua vecchia formulazione estesa a tutti e di cui vi parliamo in questa guida, ma potranno richiedere due diverse carte a determinate condizioni con cui potranno accedere agli stessi prodotti e servizi compresi nella vecchia agevolazione 18app.

Più precisamente, secondo la norma inserita nella Legge di Bilancio 2023 il Bonus Cultura verrà sostituito quindi:

  • dalla “Carta della cultura Giovani” o Carta cultura, un voucher di 500 euro dedicato ai residenti nel territorio nazionale che possiedono, ove previsto, regolare permesso di soggiorno e appartenenti a nuclei familiari con ISEE fino a 35.000 euro;

  • dalla “Carta del merito”, un voucher fino a 500 euro dedicato ai residenti nel territorio nazionale che si sono diplomati con almeno 100/100, non oltre il compimento di 19 anni di età.

Le due carte sono cumulabili, quindi possono essere possedute entrambe per un valore complessivo di 1.000 euro da spendere in libri, musei, teatri e così via. Tra l’altro, si ricorda che inizialmente la maggioranza aveva annunciato di voler eliminare definitivamente il Bonus, come vi abbiamo raccontato in questo articolo, per poi fare dietrofront e puntare ad una modifica più “meritocratica” con i parametri del reddito e del rendimento scolastico. Ma vediamo tutti i dettagli sui nuovi bonus cultura per i nati nel 2005.

DESTINATARI E REQUISITI PER I NUOVI BONUS CULTURA E MERITO

I destinatari del bonus cultura riformulato sono coloro che compiono 18 anni dal 1° gennaio 2023 ossia i nati nel 2005, in possesso di specifici requisiti, ovvero:

  • per ottenere la Carta cultura bisogna appartenere a nuclei familiari con reddito fino a 35.000 euro;

  • per ottenere la Carta del merito bisogna diplomarsi alla scuola secondaria di secondo grado con il massimo dei voti (es. 100/100).

Nel caso si sia in possesso di entrambi i requisiti, sia per la Carta Cultura che del Merito, si ottengono entrambi i voucher per un importo totale di 1.000 euro (500+ 500).

I neo maggiorenni, come per il vecchio Bonus Cultura, potranno usare i buoni nell’anno successivo a quello del compimento della maggiore età. Si precisa, inoltre, che coloro che hanno compiuto 18 anni nel 2022 continueranno ad utilizzare il beneficio con le vecchie regole (le domande sono aperte dal 31 gennaio 2023 fino al 31 ottobre 2023).

COME UTILIZZARE CARTA CULTURA E CARTA MERITO

Ma come potranno essere utilizzati queste due agevolazioni? Nell’attesa di precisazioni da parte del Ministero della Cultura si ipotizza che entrambe le nuove carte avranno lo stesso funzionamento del vecchio Bonus Cultura.

I 18enni potranno quindi acquistare con la somma a disposizione prodotti e fruire di attività culturali come biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche o spettacoli dal vivo, libri, titoli di accesso a musei, mostre ed eventi culturali, corsi di musica, di teatro o abbonamenti a quotidiani e periodici anche in formato digitale. Tuttavia bisognerà comunque attendere uno specifico Decreto attuativo che chiarirà i dettagli dell’intervento e quali acquisti saranno consentiti, oltre alle modalità di richiesta e attivazione dei bonus cultura per i nati nel 2005.

Tra l’altro, potrebbero anche arrivare delle sanzioni per gli esercenti che non rispettano i limiti previsti con le novità del bonus cultura. Vi terremo aggiornati appena vi saranno novità.

COSA CAMBIA PER I NATI NEL 2003 E NEL 2004

Ma attenzione, nulla cambia per i nati nel 2003 e nel 2004 che continueranno ad ottenere il “vecchio” bonus cultura 18app. Infatti:

  • i nati nel 2003, che non hanno ancora utilizzato il bonus, lo potranno spendere entro il 28 febbraio 2023;
  • i nati nel 2004 potranno richiedere il bonus Bonus Cultura di 500 euro dal 31 gennaio 2023 al 31 ottobre 2023 e dovranno utilizzarlo entro il 30 aprile 2024.

Questo perché, si precisa ancora una volta, le novità del Bonus Cultura previste dalla Legge di Bilancio 2023  riguarderanno solo coloro che compiono 18 anni a partire dal 1° gennaio 2023, ossia i nati nel 2005. Saranno loro a poter usare, quindi, uno dei bonus – entrambi in caso di cumulo dei requisiti – a decorrere dall’anno successivo a quello del compimento della maggiore età (ossia dal 2024).

DIFFERENZA CON ALTRE “CARTE CULTURA”

Infine, per completezza, si precisa che la Carta Cultura e Carta Merito, oltre che con il bonus Cultura a cui andrà a sostituirsi per i nati nel 2004, non vanno confuse con altre misure dello stesso tenore e, più precisamente:

  • con la Carta Giovani Nazionale per gli under 36 che vi illustriamo in questa guida;

  • con la Carta dello studente – IoStudio distribuita agli studenti frequentanti gli Istituti secondari di II grado e paritari con validità pari a 5 anni (dal I al V anno del corso di studi).

TESTO LEGGE DI BILANCIO 2023

Vi consigliamo di leggere anche il nostro approfondimento per conoscere quali sono le altre misure per famiglie, imprese, giovani, donne e lavoratori inserite nella Legge di Bilancio 2023 entrato in vigore dal 1° gennaio 2023. Nell’articolo mettiamo a disposizione anche il testo integrale da consultare.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Se volete conoscere altre forme di agevolazione a favore di lavoratori e famiglie ti invitiamo a consultare la nostra sezione dedicata. Continua a seguirci e, per restare sempre aggiornato su tutte le novità, iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro canale Telegram per le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti