Piano semplificazione Scuola: cosa prevede in 10 punti

ministro dell'istruzione e del merito, giuseppe valditara
adv

Il Ministro dell’istruzione e del merito Giuseppe Valditara ha presentato in Consiglio dei Ministri il nuovo Piano per la semplificazione della scuola.

Si tratta di un pacchetto di misure che intende semplificare e snellire burocrazia e procedure al fine di migliorare la qualità della scuola. Grazie a queste iniziative si potranno garantire una maggiore copertura delle cattedre sin dall’avvio dell’anno scolastico, nomine più veloci e una gestione più semplice delle supplenze brevi, procedure più snelle per i pensionamenti, minori adempimenti burocratici per le scuole e migliori servizi per studenti e famiglie.

Il Piano per la semplificazione nel settore della scuola è articolato su tre linee di intervento: interventi organizzativi/tecnologici; innovazione procedimentale/organizzativa; semplificazione normativa. L’avvio del piano prevede un primo pacchetto di 20 misure, riconducibili al primo livello di intervento (organizzativo/tecnologico). Vediamo nel dettaglio le principali.

adv

PIANO SEMPLIFICAZIONE SCUOLA 2023

1. Nuova piattaforma per famiglie e studenti – da fine 2023 sarà attiva un’unica piattaforma online da cui studenti e famiglie potranno accedere a strumenti e informazioni utili per la scelta della scuola (per esempio dove sono localizzati gli istituti, quali sono gli indirizzi disponibili, i programmi e i piani formativi) e accedere ai servizi digitali per orientamento, iscrizioni, pagamenti e comunicazioni.


2. Welfare per le famiglie – le scuole potranno individuare in modo veloce, semplice e automatizzato studentesse e studenti appartenenti a famiglie in condizioni di svantaggio che hanno diritto ad agevolazioni per visite e viaggi di istruzione.


3. Accesso ai servizi della scuola con SPID e CIE – sarà possibile effettuare un solo login con SPID o CIE per accedere a tutti i servizi del Ministero dell’istruzione e del merito e delle scuole.


4. Ampliamento dei servizi PagoPA e AppIO – le famiglie avranno a disposizione soluzioni digitali integrate con l’AppIO per gestire pagamenti, notifiche e attività amministrative.


5. Maggiore copertura delle cattedre – saranno velocizzate le procedure di assegnazione dei docenti per garantire maggiore copertura delle cattedre sin dall’avvio dell’anno scolastico e favorire una maggiore trasparenza nelle assegnazioni.


6. Fascicolo digitale del dipendente – le scuole avranno a disposizione nuovi strumenti digitali di gestione della carriera del personale scolastico.


7. Selezioni più veloci e trasparenti degli esperti per le scuole – le istituzioni scolastiche potranno usufruire di nuove funzioni digitali di supporto per l’individuazione degli esperti interni e/o esterni a cui affidare incarichi individuali e per la loro gestione.


8. Pagamenti più veloci per supplenze brevi e saltuarie – grazie a nuove soluzioni organizzative e digitali saranno velocizzati i tempi per il pagamento delle supplenze brevi e sarà semplificato il monitoraggio della spesa per i supplenti.


9. Pensioni più veloci – nuove soluzioni organizzative e digitali elaborate in collaborazione con IPNS consentiranno di velocizzare le attività propedeutiche al pensionamento del personale scolastico e dare più informazioni a chi va in pensione, ad esempio in merito alla propria situazione previdenziale.


10. Accesso immediato ai contributi per i libri di testo – i contributi statali alle famiglie meno abbienti per l’acquisto dei libri di testo saranno più facilmente accessibili grazie alla semplificazione delle modalità di richiesta delle famiglie e sarà assicurata la disponibilità dei libri di testo alle studentesse e agli studenti in tempi rapidi.

L’ATTUAZIONE DEL PIANO SEMPLIFICAZIONE SCUOLA

Gli interventi previsti dal nuovo Piano per la semplificazione della scuola del Ministero dell’istruzione avranno un’attuazione graduale e diversificata, in funzione della loro complessità. Parallelamente all’avvio del nuovo pacchetto di misure per semplificare le scuole, si legge in questo comunicato del MIM, è prevista la presentazione di un disegno di legge di semplificazione collegato alla manovra finanziaria. Scopo del DDL è intervenire sul Testo unico in materia di istruzione e recepire le eventuali necessità normative che emergono dagli interventi organizzativi/tecnologici e procedimentali/amministrativi o dal confronto con strutture periferiche del Ministero, Regioni, enti territoriali e altri soggetti interessati all’ecosistema Scuola.

LE TEMPISTICHE

Il Ministero ha incontrato, lo scorso 27 aprile, i sindacati di settore per illustrare il Piano. Stando a quanto riportato in merito all’incontro dal sindacato Flc Cgil, nel corso della riunione il Capo Dipartimento delle risorse umane e finanziarie del MIM, Jacopo Greco, ha indicato le tempistiche previste per la realizzazione degli interventi pianificati. Delle 20 misure in programma, 17 saranno completate entro dicembre 2023. Altre 2 misure, precisamente quelle relative al fascicolo del dipendente e alle supplenze brevi e saltuarie, saranno realizzate entro marzo 2024. Entro dicembre 2024 sarà invece attuato l’intervento volto a rendere più semplici e veloci le selezioni per l’affidamento di incarichi individuali ad esperti da parte delle scuole.

LA DICHIARAZIONE DEL MINISTRO

Uno degli impegni principali che abbiamo assunto e che stiamo mantenendo è realizzare un serio intervento di sburocratizzazione della scuola, perché questa possa concentrarsi sulla sua missione principale: l’attività educativa. – ha dichiarato il Ministro Valditara – Con il Piano per la semplificazione puntiamo a migliorare la qualità della nostra scuola, rilanciamo e finalmente completiamo l’autonomia scolastica, introducendo nuove forme di coordinamento e di sostegno.

RISORSE UTILI

Per ulteriori informazioni e approfondimenti mettiamo a vostra disposizione il COMUNICATO del Ministero dell’istruzione e del merito sul nuovo Piano per semplificare la scuola e il DOCUMENTO DI PRESENTAZIONE delle prime 20 misure previste.

adv

LE ALTRE INIZIATIVE DEL MINISTERO PER MIGLIORARE LA SCUOLA

Il Piano per la semplificazione della scuola è il nuovo tassello che si aggiunge alle iniziative che il Ministero dell’istruzione e del merito sta mettendo in campo per il miglioramento della scuola italiana e per raggiungere gli obiettivi previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Negli ultimi mesi, infatti, il Ministero ha emanato le nuove Linee guida sull’orientamento scolastico, che prevedono anche l’introduzione delle nuove figure del tutor e docente orientatore nelle scuole secondarie di 2° grado a partire dal 2023. Ha varato un nuovo piano straordinario di reclutamento per gli insegnanti, per assumere 70 mila docenti. Ha ottenuto uno stanziamento di 300 milioni di euro per un ulteriore incremento degli stipendi di docenti e ATA, dopo l’aumento di stipendio del personale della scuola già ottenuto con il rinnovo del contratto scuola (CCNL scuola 2019-2021). Inoltre, ha stanziato oltre 1 miliardo di euro tramite due decreti per la formazione del personale scolastico.

COME RESTARE AGGIORNATI

Continuate a seguirci per restare aggiornati e visitate la nostra sezione dedicata al mondo della scuola per conoscere tutte le novità su assunzioni, graduatorie, concorsi, contratti e normative per docenti e ATA.

Iscrivetevi gratuitamente alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per ricevere tutti gli aggiornamenti e avere le notizie in anteprima. Sono disponibili, inoltre, il gruppo Telegram dedicato esclusivamente ai docenti e il gruppo Telegram dedicato al personale ATA, utili per confrontarsi e avere consigli.

di Angela V.
Redattrice, esperta di lavoro pubblico e privato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *