Reddito Dignità Puglia: domande aperte per il bonus da 500 euro per persone disagiate

Tutte le informazioni sul Reddito di Dignità Puglia 2020: Bando, requisiti, agevolazioni, come fare domanda e ottenere il bonus da 500 euro

regione Puglia

Sono aperte le domande per il nuovo bonus Reddito Dignità Puglia 2020.

Si tratta del contributo economico messo a disposizione delle persone disagiate dalla Regione Puglia. I beneficiari riceveranno una somma in denaro pari a 500 euro per un anno.

Il ReD ha esteso la platea dei beneficiari a coloro che non possono accedere al Reddito di Cittadinanza.

I cittadini possono richiederlo direttamente online o attraverso i soggetti abilitati. Ecco cosa sapere sull’agevolazione e come richiedere il Reddito di Dignità Puglia.

REDDITO DIGNITA’ PUGLIA 2020

E’ stato pubblicato il nuovo avviso pubblico per il ReD 2020. Il nuovo bando Reddito Dignità Puglia ha ampliato la platea dei beneficiari e ha incrementato l’importo del contributo economico, portandolo a 500 euro.

La nuova misura del Reddito di Dignità 3.0 consente a soggetti che versano in condizioni di disagio economico sociale e che non hanno accesso alla misura nazionale del Reddito di Cittadinanza, a causa della carenza di requisiti, di accedere ad una agevolazione regionale. Quest’ultima comprende un sostegno economico e la possibilità di partecipare a tirocini di inclusione, progetti di cittadinanza attiva o corsi di formazione. Per accedere ai benefici, che vengono attivati in base alle specifiche caratteristiche dei beneficiari e possono essere combinati in maniere differenti a seconda del soggetto, occorre sottoscrivere un patto di inclusione sociale attiva.

La misura, che è giunta alla sua quarta edizione, è complementare al RdC. Dunque ha lo scopo di poter includere nei percorsi attivi di inclusione sociale e sostegno al reddito previsti i nuclei familiari esclusi dal Reddito di Cittadinanza.

BENEFICIARI

Possono accedere al Reddito di Dignità Puglia 2020 le seguenti categorie di soggetti:

  1. persone singole e nuclei familiari con determinati elementi di fragilità e bisogno, che devono presentare direttamente la domanda di agevolazione;
  2. cittadini appartenenti alle c.d. categorie speciali per le quali è prevista la presa in carico integrata e diretta da parte dei competenti Servizi sociali dei Comuni, in quanto versano in particolari e definite situazioni di fragilità estrema ed urgente, per i quali l’istanza di Reddito di Dignità viene caricata d’ufficio dagli Ambiti territoriali.

REDDITO DI DIGNITA’ PUGLIA REQUISITI GENERALI

Per fare domanda di Reddito di Dignità occorre possedere, inoltre, i seguenti requisiti generali:

  • avere un’età compresa tra 18 e 66 anni (non aver compiuto 67 anni);
  • essere residenti in un comune pugliese
  • cittadinanza italiana oppure straniera purchè in linea con quanto specificatamente indicato nel bando;
  • assenza tra i componenti del nucleo familiare di percettori del Reddito di Dignità, del Reddito di Cittadinanza e di altre forme di sostegno economico di integrazione al reddito erogate con continuità dai servizi sociali territoriali;
  • disponibilità a sottoscrivere un patto di inclusione sociale attiva e ad effettuare almeno 62 ore al mese di attività.

REQUISITI SPECIFICI

A seconda della categoria di soggetti di appartenenza si richiedono, inoltre, i seguenti requisiti specifici:

CATEGORIA A

Rientrare nelle seguenti condizioni:

  • residenza in Puglia da minimo 12 mesi o essere stati iscritti all’Anagrafe Italiani Residenti all’Estero (AIRE) negli ultimi 12 mesi;
  • valore ISEE (ordinario o corrente) non superiore a 9.360 euro, oppure a 20.000 euro per le famiglie con 3 componenti minorenni o composte da almeno 5 membri;
  • patrimonio mobiliare riferito all’ISEE non superiore a 30.000 euro;
  • valore del patrimonio immobiliare ISEE non superiore a 15.000 euro, o a 20.000 euro per le famiglie con 3 minori o almeno 5 componenti.

CATEGORIA B

Rientrare in una delle condizioni indicate di seguito:

  • donna vittima di violenza, presa in carico da parte dei competenti Servizi dell’Ambito territoriale;
  • persona separata senza stabile dimora, che sia ex coniuge legalmente separato o ex convivente con more uxorio, presa in carico da parte dei competenti Servizi dell’Ambito territoriale, con
    – residenza da almeno un anno in Puglia;
    – stato di non occupazione;
  • persona senza dimora, presa in carico da parte dei competenti Servizi dell’Ambito territoriale, in condizione di indigenza;
  • nucleo familiare con almeno un componente con disabilità, con
    – residenza da almeno un anno in Puglia;
    – nucleo attestato dall’ISEE composto da soli disabili o da almeno un disabile e dai restanti componenti di età superiore a 65 anni;
    – capacità di autodeterminazione acclarata dall’Unità di Valutazione Multidimensionale competente;
    – valore ISEE ristretto che non superi 15.000 euro.

AIUTI PREVISTI

I beneficiari del ReD possono usufruire di:

  • indennità economica pari a 500 euro al mese, per un periodo di 12 mesi;
  • percorso personalizzato di inclusione sociale, che può comprendere:
    – un tirocinio finalizzato all’inclusione sociale;
    – un progetto di sussidiarietà, ossia un percorso simile al tirocinio ma da svolgere presso soggetti del terzo settore che non hanno natura di impresa;
    – lavoro di comunità relativo a progetti di empowerment e cittadinanza attiva, per 
    attività anche connesse all’emergenza epidemiologica da Coronavirus, ad esempio in collaborazione con centri operativi comunali o protezione civile, o quali pulizia spiagge, decoro urbano, manutenzione e altre;
    – formazione, addestramento e alfabetizzazione di base, anche mediante formazione a distanza;
    – altre azioni finalizzate all’inclusione sociale e all’empowerment, quali bilancio delle competenze, orientamento al lavoro, supporto alla genitorialità e alla cura dei minori, counseling psicosociale, supporto al miglioramento del grado di autonomia personale.

REDDITO DIGNITA’ DOMANDA

Le domande possono essere presentate fino ad esaurimento dei fondi disponibili, pertanto non è prevista una data di scadenza.

I cittadini che rientrano nella categoria A dei destinatari del bonus da 500 euro, per accedere alla misura, devono presentare l’apposita domanda Reddito Dignità Puglia online, in una delle seguenti modalità:
direttamente, attraverso il servizio telematico attivo sul portale web Sistema Puglia, raggiungibile seguendo il link “ReD 2020” attivo nella sezione “Bandi in Corso – Aperti” della home-page;
– rivolgendosi a uno dei CAF/Patronati convenzionati con gli Ambiti Territoriali.

Per presentare l’istanza direttamente occorre procedere in questo modo:

  1. registrarsi sul portale web Sistema Puglia per ottenere le credenziali di accesso (username e password);
  2. andare alla pagina dedicata al ReD e compilare la domanda online Reddito di Dignità 2020;
  3. salvare, chiudere e trasmettere l’istanza all’Ambito territoriale competente, attraverso l’apposita funzione della piattaforma;
  4. acquisire la ricevuta di trasmissione con la copia della domanda generata dal sistema, e conservarle per presentarle, sottoscritte e corredate dalla copia di un documento di identità, al momento sella sottoscrizione del patto di inclusione, se ammessi al beneficio.

Prima di compilare l’istanza occorre munirsi di ISEE ordinario (ovvero corrente) in corso di validità, che non presenti omissioni e/o difformità.

Per i soggetti che rientrano nella categoria B dei destinatari le domande saranno caricate d’ufficio dagli Ambiti territoriali.

BANDO

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a scaricare e leggere attentamente il BANDO (Pdf 16,1Mb) relativo al Reddito di Dignità 2020.

ALTRI AIUTI E COME RESTARE INFORMATI

Per scoprire altri aiuti, agevolazioni e bonus per disoccupati, persone e famiglie visitate questa pagina. Continuate a seguirci per restare aggiornati, iscrivendovi alla nostra newsletter gratuita.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments