Aumenti busta paga 2024: tutte le novità con Legge di Bilancio

La guida alle novità della Legge di Bilancio sugli aumenti in busta paga dal 2024 per dipendenti privati, pubblici e gli aiuti per le partite IVA

busta paga, stipendio
adv

La Legge di Bilancio ha confermato aumenti in busta paga dal 2024.

In particolare, è stato disposto un aumento delle retribuzioni per i redditi bassi col taglio del cuneo fiscale confermato nel 2024.

Con l’accorpamento delle prime due aliquote IRPEF, dal 1° gennaio sono arrivate anche novità su deduzioni e detrazioni per lavoratori, nonché aumenti per i dipendenti pubblici.

In questo articolo vi spieghiamo in modo chiaro e dettagliato quali sono le novità sugli aumenti in busta paga dal 2024 secondo quanto introdotto dalla Legge di Bilancio in vigore dal 2024.

QUALI SONO GLI AUMENTI IN BUSTA PAGA DAL 2024

Nella Legge di Bilancio 2024 vi sono gli aumenti in busta paga per i lavoratori dipendenti privati e pubblici. Prevista anche una tassazione agevolata per i premi di produttività e per i fringe benefit fino a 2.000 euro (per chi ha figli, il cd. bonus 2 mila euro per dipendenti con figli) o 1.000 euro per tutti. Tutti bonus che, di fatto, dovrebbero far aumentare gli importi retributivi dei lavoratori.

Il collegato fiscale alla Legge di Bilancio 2024 prevede anche la riforma IRPEF 2024 con il passaggio da quattro a tre aliquote fiscali.

Una Manovra questa che si traduce con aumenti in busta paga, anche grazie alle detrazioni e deduzioni previste dalla riforma fiscale, approvate con appositi Decreti della riforma fiscale 2024.

Vediamo insieme quali sono le principali novità della Legge di Bilancio sugli aumenti in busta paga nel 2024, validi dal 1° gennaio.

1) TAGLIO CUNEO FISCALE

Confermati gli aumenti in busta paga grazie al taglio del cuneo fiscale 2024 inserito nella Legge di Bilancio. La misura volta ad abbassare il costo del lavoro prevede un esonero contributivo del 6% per i redditi fino a 35.000 euro e del 7% per i redditi fino a 25.000 euro, vale dal 1° gennaio 2024 al 31 gennaio 2024. È la riconferma del cosiddetto “bonus lavoratori dipendenti”.

adv

2) RIALZI CON I RINNOVI CONTRATTI PA

La Legge di Bilancio 2024 prevede degli aumenti in busta paga dal 2004 anche con i rinnovi dei Contratti Pubblici. Infatti, il Bilancio 2024 include il rinnovo dei contratti del pubblico impiego con l’adeguamento degli stipendi all’inflazione. Il Governo Meloni ha stanziato 5 miliardi di euro a tal fine. Tra i contratti da riformare vi sono quello per l’istruzione e i CCNL per le forze di sicurezza o di polizia.

3) AUMENTI CON IL BONUS DIPENDENTI PUBBLICI

Importante novità della Legge di Bilancio 2024 è la riconferma del bonus dipendenti pubblici contro il caro vita, il cui importo è pari all’1,5% della retribuzione spettante. In particolare, il Governo dispone l’incremento (anticipato già dal mese di dicembre 2023) a valere sull’anno 2024, dell’indennità di vacanza contrattuale per il personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato, salva l’effettuazione di eventuali successivi conguagli. Per sapere come funziona la misura, vi invitiamo a leggere la guida sul bonus dipendenti pubblici.

4) FRINGE BENEFIT POTENZIATI

Nel 2024, la busta paga è più ricca grazie ai fringe benefit potenziati dalla Legge di Bilancio. La soglia di non imponibilità, infatti, è stata fissata entro i 2.000 euro per i dipendenti con figli. I fringe benefit sono compensi non monetari offerti dai datori di lavoro ai dipendenti oltre al salario base e in molti casi sono inclusi in busta paga. Previsti poi, fringe benefit fino a 1.000 euro per tutti. Nel 2024 benefici potranno essere riconosciuti anche per pagamenti di affitto e mutuo prima casa.

adv

5) BONUS ESTATE PROROGATO

Nella Manovra 2024 per i lavoratori arriva anche di nuovo il bonus estate che detassa lavoro festivo e notturno per il comparto turistico. Questa misura prevede quindi, nuovi aumenti in busta paga dal 2024 per i lavoratori dipendenti del comparto. La misura era già stata sperimentata nel 2023 dal 1° giugno al 21 settembre 2023, periodo in cui è stato possibile richiedere il bonus, ovvero un’agevolazione per i lavoratori del turismo che aveva l’obiettivo di far fronte alla carenza di personale e garantire stabilità occupazionale del comparto turistico. In questa guida dettagliata vi spieghiamo cos’è la misura confermata per il 2024, in attesa di conoscere le nuove regole nel dettaglio.

6) AUMENTI IN BUSTA PAGA CON LA RIFORMA IRPEF 2024

Nel collegato fiscale alla Legge di Bilancio 2024 è stata avviata anche la riforma IRPEF 2024. Ovvero, il Governo apporta disposizioni relative all’imposta sul reddito delle persone fisiche per l’anno 2024, mirando a ridefinire le aliquote e i livelli di reddito per la determinazione dell’imposta lorda, che dovrebbero assicurare entrate maggiori al netto delle tasse. In particolare, la norma prevede una semplificazione con tre scaglioni di reddito e le rispettive aliquote progressive:

  • 23% per redditi fino a 28.000 euro;
  • 35% per redditi superiori a 28.000 euro e fino a 50.000 euro;
  • 43% per redditi oltre 50.000 euro.

In aggiunta, per il 2024, la detrazione prevista per i percettori di redditi da lavoro dipendente (esclusi i redditi da pensione) e alcuni redditi assimilati fino a 15.000 euro viene incrementata da 1.880 a 1.955 euro. Questo amplia la soglia di no tax area fino a 8.500 euro per i redditi da lavoro dipendente, portandola in linea con quella già esistente per i pensionati. La novità era stata annunciata dalla riforma fiscale e noi ve la spieghiamo in questo focus. Grazie a queste misure, le buste paga diventano più ricche.

7) TASSAZIONE AGEVOLATA PREMI PRODUTTIVITÀ

Nella Manovra 2024, sempre a vantaggio dei lavoratori dipendenti, viene potenziata la tassazione agevolata sui premi di produzione fino a 3.000 euro che passa dal 10 al 5%. Salta invece l’ipotesi di detassazione tredicesima e straordinari dal 2024, come vi spieghiamo in questo focus. Con questa misura, arrivano rialzi in busta paga per i lavoratori.

8) PIÙ SOLDI PER I MEDICI

Nella manovra, la sanità ottiene un incremento di 3 miliardi di euro. Il Parlamento porta il Fondo sanitario totale a 136 miliardi di euro. Questi fondi aggiuntivi sono principalmente destinati a finanziare il nuovo contratto dei medici, una cifra di 2 miliardi di euro.

9) RIALZI CON IL BONUS IMPATRIATI

Dal 2024, per i lavoratori che tornano in Italia, viene riconosciuto un nuovo regime agevolato per i lavoratori dipendenti o autonomi che trasferiscono la propria residenza fiscale nel nostro Paese per un massimo di 5 anni. Possono beneficiare di una riduzione della tassazione del 50%, entro un limite di reddito agevolabile pari a 600.000 euro, i lavoratori in possesso dei requisiti di elevata qualificazione o specializzazione che non risultano essere già stati residenti nel nostro Paese nei 3 periodi d’imposta precedenti al conseguimento della residenza. Questa misura rende più alti i guadagni dei lavoratori interessati. Se volete sapere come funziona il bonus impatriati dal 1° gennaio 2024, vi consigliamo di leggere questa guida.

10) BONUS 100 EURO CONFERMATO

Nel 2024 la Legge di Bilancio conferma il bonus 100 euro, ossia l’ex bonus Renzi. La misura si rivolge ai lavoratori con redditi fino a 15.000 euro, mentre spetta per i redditi fino a 28.000 euro solo in presenza di determinate condizioni. Se volete sapere nel dettaglio come funziona, vi invitiamo a leggere la guida sul bonus 100 euro.

LA GUIDA ALLA LEGGE DI BILANCIO 2024

Vi invitiamo a leggere la nostra guida alla Legge di Bilancio 2024 con il testo definitivo della Manovra e del collegato fiscale in PDF. I testi sono allegati e scaricabili gratuitamente.

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi invitiamo a leggere la guida dove spieghiamo come funziona l’aumento dello stipendio nel 2024 per gli statali confermato dalla Legge di Bilancio, nonché il nostro articolo che fa il punto sulla riforma fiscale 2024 e l’elenco aggiornato dei bonus in busta paga nel 2024 già confermati e prorogati.

Per conoscere tutte le nuove agevolazioni, bonus e aiuti per lavoratori e famiglie potete visitare questa pagina. Per scoprire invece altre interessanti novità legislative vi invitiamo a visitare questa pagina

Se volete restare aggiornati è possibile iscriversi gratis alla nostra newsletter e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.  È anche possibile restare aggiornati anche seguendo il nostro canale di Whatsapp.

di Federica P.
Consulente del lavoro ed esperta di previdenza.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *