Bonus idrogeno verde imprese: cos’è, requisiti e come fare domanda

La Guida al bonus idrogeno verde per imprese. Ecco i dettagli su come fare domanda per ottenere i contributi a fondo perduto

Idrogeno, energia green, fonti rinnovabili

Dal 29 novembre 2023 è possibile presentare domanda per il bonus idrogeno verde imprese.

L’incentivo “Filiera idrogeno rinnovabile” sostiene lo sviluppo della filiera dei componenti per la produzione di idrogeno rinnovabile, inclusi i componenti per gli elettrolizzatori.

In questo articolo vi spieghiamo come richiedere il bonus e come funziona.

COS’È IL BONUS IDROGENO VERDE IMPRESE

Il bonus idrogeno verde imprese è un contributo a fondo perduto destinato alle aziende italiane. L’incentivo “Filiera idrogeno rinnovabile” favorisce lo sviluppo dei componenti utilizzati nella produzione di idrogeno rinnovabile, compresi quelli per gli elettrolizzatori. È un’iniziativa del Ministero dell’Ambiente, gestita da Invitalia e finanziata con 100 milioni di euro provenienti dal PNRR.

A disciplinare la misura annunciata sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.266 del 14-11-2023, è il bando MASE del 13 novembre 2023. Le domande di accesso al bonus si presentano dalle ore 10.00 del 29 novembre 2023 alle ore 10.00 del 12 gennaio 2024.

Scopriamo insieme a chi si rivolge il bando e chi può fare domanda.

A CHI SI RIVOLGE IL BONUS

Il bonus idrogeno verde si rivolge alle imprese, di tutte le dimensioni, che intendono realizzare i programmi di investimento produttivo nella filiera dell’idrogeno. Per ottenere il bonus, le imprese devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese, sia in Italia che all’estero. Tuttavia, le imprese non residenti in Italia devono essere costituite in conformità alle leggi del loro Paese e iscritte nel relativo registro delle imprese. Devono dimostrare la disponibilità dell’unità produttiva in Italia, rispettando determinati requisiti, e devono essere in regime di contabilità ordinaria, operando legalmente senza essere in liquidazione o sottoposte a procedure concorsuali;

  • non essere in difficoltà finanziarie;

  • non essere state sanzionate dall’Unione europea e non essere coinvolte in situazioni legali specifiche.

L’avviso esclude istituti di credito e istituzioni finanziarie dalle agevolazioni previste. Per maggiori dettagli sui requisiti per partecipare al bando idrogeno verde, vi invitiamo a leggere l’articolo 4 del bando MASE del 13 novembre 2023, che mettiamo a vostra disposizione alla fine di questo articolo.

COSA FINANZIA IL BONUS IDROGENO VERDE

Il bonus idrogeno verde imprese finanzia il piano di investimento dell’azienda richiedente, se in possesso dei requisiti. Si può ottenere un contributo su un progetto di investimento produttivo con spese non inferiori a 5 milioni di euro. Questo progetto deve, però, includere:

  • impianti di compressione, stoccaggio e purificazione dell’idrogeno;

  • elettronica di potenza e sistemi che collegano l’elettrolizzatore alle fonti rinnovabili di energia;

  • componenti degli elettrolizzatori come elettrodi, diaframmi, membrane e altro ancora.

C’è anche la possibilità di includere:

  • progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale fino al 25% dei costi totali, strettamente legati al progetto di investimento;

  • progetti di formazione del personale fino al 5% dei costi totali, anch’essi strettamente legati al progetto.

Per maggiori dettagli sulle agevolazioni previste dal bando, vi consigliamo di consultare queste slide. Vale la pena specificare che il progetto, in ogni caso, deve essere completato entro l’11 maggio 2026 e deve rispettare il principio di non causare danni significativi.

COME FUNZIONA IL BONUS IDROGENO VERDE IMPRESE

Il bonus idrogeno verde imprese viene gestito ed erogato da Invitalia, con la supervisione del MASE, come contributo a fondo perduto. L’incentivo mira a finanziare gli investimenti per sviluppare la produzione di componenti per l’idrogeno rinnovabile, incluso ciò che serve per gli elettrolizzatori.

Per ottenere l’agevolazione è necessario presentare domanda a INVITALIA, includendo il piano di investimento per cui si chiede il contributo.

COME RICHIEDERE IL BONUS IDROGENO VERDE

È possibile presentare domanda per il bonus idrogeno verde imprese tramite Invitalia da questa pagina. L’azienda interessata può inoltrare richiesta attraverso il suo rappresentante legale o un procuratore speciale. Per inviare la domanda è necessario:

  • essere in possesso di una identità digitale (SPID, CNS, CIE);

  • accedere alla piattaforma dedicata per caricare domanda, piano industriale e allegati necessari.

Per concludere la procedura è necessario disporre di una firma digitale e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). Al termine della compilazione del piano di investimento e dell’invio telematico della domanda e dei relativi allegati, viene assegnato un protocollo elettronico. Potete scaricare i moduli utili alla compilazione della domanda, da questa pagina.

SCADENZA DOMANDE

Le domande si presentano online, sulla piattaforma dedicata, dalle ore 10.00 del 29 novembre 2023 alle ore 10.00 del 12 gennaio 2024.

ASSISTENZA ALLA DOMANDA

Se avete bisogno di aiuto, sul sito INVITALIA trovate questa sezione con le risposte alle domande e risposte frequenti FAQ. Inoltre, per avere informazioni è possibile telefonare al numero 800 77 53 97, attivo dal lunedì al venerdì, dalle 9:00 alle 18:00.

IL TESTO DEL BANDO BONUS IDROGENO VERDE

Come annunciato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.266 del 14-11-2023, per tutti i dettagli operativi sulla misura, vi invitiamo a leggere il testo integrale (PDF 621 Kb) del bando MASE del 13 novembre 2023.

ALTRE AGEVOLAZIONI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo di leggere i nostri approfondimenti sui contributi a fondo perduto per le imprese e su tutti i finanziamenti agevolati per le imprese attivi in Italia nel 2023.

Per conoscere ulteriori agevolazioni per le aziende vi consigliamo di consultare invece la pagina sugli aiuti alle imprese.

Continua a seguirci e, per restare sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter gratuita e al canale Telegram per ricevere le notizie in anteprima. È anche possibile restare aggiornati anche seguendo il nostro canale di Whatsapp.

di Valeria C.
Giornalista, esperta di leggi, politica e lavoro pubblico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.

Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita e al nostro Canale Telegram. Seguici su Google News cliccando su "segui".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *