Dichiarazione Aiuti di Stato Covid, nuovo modello semplificato 2022 2023

Utilizzabile dal 27 ottobre 2022 il nuovo modello di dichiarazione Aiuti di Stato: ecco il modulo scaricabile e le istruzioni di compilazione

Agenzia delle Entrate
Photo credit: barbacane / Shutterstock.com

Arriva la nuova dichiarazione Aiuti di Stato Covid utilizzabile dal 27 ottobre 2022. Grazie al nuovo modello semplificato gli interessati sono esonerati dal compilare l’elenco dettagliato delle agevolazioni ricevute dal 1° marzo al 30 giugno 2022, (a patto che non vengano superati i limiti imposti dal Quadro Temporaneo).

Il termine ultimo per l’invio della nuova dichiarazione è il 31 gennaio 2023, prorogato di due mesi rispetto alla data del 30 novembre 2022. Per facilitare la redazione l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato anche una sezione FAQ, sempre in aggiornamento.

In questa guida vi forniamo il nuovo modello di dichiarazione Aiuti di Stato Covid 2022 2023, scaricabile in pdf, vi indichiamo chi può utilizzarlo e vi spieghiamo come compilarlo in base alle indicazioni dell’Agenzia delle Entrate.

NUOVO MODELLO DI DICHIARAZIONE AIUTI DI STATO 2022 2023

Mettiamo a vostra disposizione il nuovo modello di dichiarazione per gli aiuti di Stato Covid (Pdf 171 Kb) e il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate del 25 ottobre 2022 (Pdf 423 Kb) che lo ha approvato.

Potete scaricare anche tutte le istruzioni e specifiche tecniche per la compilazione. A questo indirizzo potete anche consultare la Sezione FAQ aiuti di Aiuti di Stato dell’Agenzia delle Entrate.

MODELLO DICHIARAZIONE AIUTI DI STATO, LE NOVITÁ

Dopo numerose richieste da parte degli addetti ai lavori viene finalmente rinnovata la dichiarazione Aiuti di Stato che serve ad attestare il rispetto dei requisiti del Temporary framework (sezioni 3.1 e 3.12), il quadro eccezionale e temporaneo volto a consentire agli Stati membri, in tempo di Covid, di adottare misure di intervento nell’economia in deroga alla disciplina ordinaria sugli aiuti di Stato. Si tratta di tutte le agevolazioni introdotte dalle Istituzioni per contrastare gli effetti economici e sociali provocati dall’epidemia da Covid 19, nel periodo compreso tra il 1° marzo 2020 al 30 giugno 2022.

La semplificazione apportata dall’Agenzia delle Entrate con il Provvedimento del 25 ottobre 2022, in estrema sintesi, consente di non specificare nel dettaglio gli aiuti ricevuti. Condizione necessarie è che il valore di aiuti concessi non superi imiti delle sezioni 3.1 e 3.12 del Temporary Framework.

COSA PREVEDE IL NUOVO MODELLO SEMPLIFICATO

Il modello per la dichiarazione di aiuti di Stato 2022 diffuso dall’Agenzia tiene conto delle numerose richieste di semplificazione pervenute dai professionisti e dalle associazioni di categoria. L’AdE individua una soluzione operativa, condivisa con il Dipartimento delle finanze, nel rispetto delle indicazioni formulate dalla Commissione europea nell’ambito dell’autorizzazione del regime “ombrello”, di cui all’articolo 1, commi da 13 a 17, del Decreto Sostegni.

In sostanza, cambia il frontespizio del modello rispetto a quello pubblicato il 27 aprile 2022. Grazie alla nuova casella “ES” i contribuenti possono evitare di compilare il quadro A. Non dovranno quindi indicare l’elenco dettagliato degli aiuti ricevuti, se non superano la soglia i limiti del Temporary Framework. La compilazione sarà quindi più semplice. Ma chi può usare il nuovo modello semplificato di dichiarazione di aiuti di Stato 2022? Come si compila? Scopriamolo insieme.

DA CHI È UTILIZZABILE LA NUOVA DICHIARAZIONE 2022 2023

La dichiarazione serve ad attestare il rispetto dei requisiti del Temporary framework. La nuova casella “ES” del modello semplificato di dichiarazione per gli aiuti di Stato può essere barrata unicamente dai soggetti che dichiarano di rispettare tutte le seguenti condizioni:

  • dal 1° marzo 2020 al 30 giugno 2022 hanno ricevuto uno o più aiuti tra quelli elencati nel quadro A che trovate nel nuovo modello e che vi spieghiamo in questa guida;

  • per nessuno degli aiuti ricevuti intendono fruire dei limiti di cui alla Sezione 3.12 del Temporary Framework;

SOGLIA DI AIUTI DI STATO CONCEDIBILI

I limiti indicati nelle sezioni 3.1 e 3.12 del Quadro temporaneo sono:

  • 800.000 euro in vigore dal 1° marzo 2020 fino al 27 gennaio 2021 (pari a euro 100.000 per il settore agricolo, a euro 120.000 per il settore della pesca e acquacoltura);

  • 1 milione e 800.000 euro in vigore dal 28 gennaio 2021 (pari a euro 225.000 per il settore agricolo, a euro 270.000 per il settore della pesca e acquacoltura).

L’Agenzia delle Entrate specifica anche che se il dichiarante ha già inviato l’autodichiarazione utilizzando il modello approvato prima dell’introduzione della casella “ES”, non è tenuto a ripresentarla.

SCADENZA

La dichiarazione per gli aiuti di Stato Covid deve essere presentata all’Agenzia dal 28 aprile 2022 al 31 gennaio 2023. Inizialmente, la data prevista come termine ultimo era il 30 novembre 2022, poi prorogata dal Provvedimento AdE n. 439400 del 2022. I contribuenti che si avvalgono della definizione agevolata di cui all’articolo 5, commi da 1 a 9, del Decreto Sostegni, presentano la dichiarazione entro tale termine o se successivo, entro il termine di 60 giorni dal pagamento delle somme dovute o della prima rata. Nel caso in cui il termine cada successivamente al 31 gennaio 2023, i contribuenti che hanno beneficiato anche di altri aiuti tra quelli elencati nella sezione I del quadro A di questo modello sono tenuti a presentare:

  • prima dichiarazione, entro il 31 gennaio 2023;

  • seconda dichiarazione, oltre il 31 gennaio 2023 ed entro 60 giorni dal pagamento, con riferimento alla definizione agevolata, sempre che questa agevolazione non sia stata già inclusa nella prima dichiarazione. Tale seconda dichiarazione non va presentata qualora nella prima sia stata barrata la casella “ES” della dichiarazione sostitutiva e continuino a sussistere le condizioni previste per la compilazione della predetta casella.

ISTRUZIONI COMPILAZIONE

Con il Provvedimento del 25 ottobre 2022, l’AdE ha anche fornito le istruzioni per la compilazione del nuovo modello semplificato di dichiarazione per gli aiuti di Stato che trovate in questa pagina. In particolare, per quanto concerne le novità del modello 2022, l’AdE specifica che:

  • sono esclusi dall’esonero gli aiuti IMU elencati nel quadro A del modello. I contribuenti che hanno beneficiato di tali aiuti sono tenuti comunque a compilare i corrispondenti righi;

  • per gli aiuti elencati nel quadro A, per i quali sono presenti i campi “Settore” e “Codice attività”, è possibile comunicare tramite l’autodichiarazione i dati necessari per consentirne la registrazione nel Registro Nazionale degli aiuti di Stato (Rna). Per tali aiuti il dichiarante è esonerato dalla compilazione del prospetto degli aiuti di Stato presente nel modello “Redditi 2022”. In caso di compilazione della casella “ES” permane, invece, l’obbligo di compilare il prospetto “Aiuti di Stato” presente nel modello Redditi 2022.

COME PRESENTARE LA DICHIARAZIONE AIUTI DI STATO COVID

La dichiarazione per gli aiuti di Stato Covid deve essere presentata all’Agenzia delle Entrate, in via telematica, utilizzando questo modello, direttamente dal beneficiario o tramite un intermediario mediante:


A seguito della presentazione della dichiarazione, l’AdE rilascia una ricevuta che ne attesta la presa in carico, ovvero lo scarto a seguito dei controlli formali dei dati in essa contenuti. Per facilitare la redazione della dichiarazione, l’Agenzia delle Entrate ha messo anche a disposizione un’aggiornata sezione FAQ.

RIFERIMENTI NORMATIVI E DI PRASSI

Temporary Framework – Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del COVID-19 (Pdf 161 Kb);
Provvedimento AdE del 25 ottobre 2022 (Pdf 423 Kb);
Provvedimento AdE n. 439400 del 2022 (Pdf 377 kb).

ALTRI AIUTI E AGGIORNAMENTI

Vi consigliamo anche il nostro approfondimento sui contributi a fondo perduto disponibili in Italia e il focus sui finanziamenti agevolati. Per scoprire altri bonus e agevolazioni disponibili per famiglie e lavoratori è possibile visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle persone. Inoltre per conoscere tutte le agevolazioni a favore dei datori di lavoro è possibile visitare la nostra pagina dedicata agli aiuti alle imprese. Consigliamo inoltre di iscriversi gratis alla nostra newsletter, per ricevere tutti gli aggiornamenti, e al nostro canale Telegram, per avere le notizie in anteprima.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.
Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.



Per restare aggiornato iscriviti alla nostra newsletter gratuita.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Leggi i commenti